Didascalia

Didascalia

mercoledì 13 giugno 2018

La lunga storia della Legione dei Super eroi- Ritorno alle origini (Parte 8)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che dal 2013 cerca di parlare, in modo più o meno comprensivo, di uno dei concetti ai fumetti più strani ed interessanti di tutti i tempi....pubblicando un post sull'argomento all'anno. Non per pigrizia, o meglio, non solo per pigrizia, ma proprio perchè non è un argomento molto semplice
Il titolo non vi inganna, questo post è l'ottavo di una serie, e devo dire che, leggere la parte 1 2 3 4 5 6 e 7, prima di leggere questo articolo vi potrebbe essere utile, se non siete ferratissimi sull'argomento.
Che in teoria è molto semplice, la Legione dei Supereroi è il più grande supergruppo di supertizi adolescenti che la storia ricordi, così avanti che tutte le sue avventure sono vissute nel futuro del 31esimo secolo.
Dopo l'ennesimo rilancio, la Legione sembrava essere tornata alle sue origini, sfoggiando anche uno scrittore che aveva contribuito a rendere il team un qualcosa di davvero coeso ed interessante.
Cosa ne sarà di questo futuro passato della Legione? Beh, per saperne di più, sapete che dovrete solo saltare dopo l'intervallo!
Un'era nuova....fatta di rimandi al vecchio. Il metodo Nostalgia. Il mio preferito. Si sente il sarcasmo sì?
Dopo aver fatto affrontare alla Legione una delle sue crisi più grandi, la Legione subirà quello che è possibile definire come un retroboot (e porca l'oca se questa me la copiano giuro che urlo). Per farla breve, per quanto possibile, l'idea era quella che la continuity principale del gruppo, fosse ormai quella che vedeva protagonista la Legione "adulta", quella originale insomma, senza bisogno di reboot alcuno (con qualche piccola modifica ecco, nessuno parlava più del "cinque anni dopo", e meno male).
I semini per questa scelta erano già stati piantati in alcune storie di Superman, dove avevamo re-incontrato un vecchio nemico della Legione, Earth-Man, dotato del potere di replicare ogni superpotere.
Razzista di fino verso gli alieni, Earth-Man aveva causato diversi guai alla Legione, e all'inizio della nostra storia, lo troviamo infatti in prigione.
Ma, siccome questa legione era in mano a Paul Levitz, un po' uno dei papà putativi del supergruppo, e che la base di ogni buona storia della Legione è dramma allo stato puro, il governo terrestre, volendo dare un contentino alle frange pro-umani del pianeta, costringerà il supergruppo ad offrire un posto proprio ad Earth-man.
In modo riluttante, al nostro sarà dato un anello del volo della Legione, leggermente modificato per tenerlo sempre sotto controllo. 
E, siccome le disgrazie non vengono mai da sole, dopo secoli di silenzio, anche il leggendario corpo delle Lanterne verdi tornerà in vita, grazie ad un protocollo segreto, che darà vita ad un essere chiamato Dyogene, il cui compito sarà quello di cercare una nuova Lanterna Verde, scelta che ricadrà nientemeno che su Earth-Man. Ed i guai erano solo che iniziati.
Infatti, poco dopo, l'intera luna Titano, patria della fondatrice della legione Saturn Girl, esplode.
Il motivo per questa distruzione, era stata l'hubris di un gruppo di scienziati che avevano voluto osservare l'inizio del tempo stesso, ma, fra una sfiga e l'altra, il tempo, per l'universo Dc era iniziato tre volte. Trovatisi così ad osservare l'eventone noto come Flashpoint, peraltro gratis senza dover comprare gli albetti quindi non hanno poi avuto quel senso di aver buttato via i soldoni, e questa è solo per i nerd, ma da un articolo parte 8 le battute complesse dovevate aspettarvele, gli scienziati scopriranno che l'universo non ama chi fa il ficcanaso, facendo saltare l'esperimento di visione temporale in faccia agli sperimentatori, che ci lasceranno le penne, assieme a molti abitanti di Titano.
L'unica sopravvissuta alla vicenda, sarà la misteriosa dottoressa Harmonia Li, che nascondeva un segretone, che sembrava una cosa cruciale per il ciclo, ma alla fine non lo era mica.
La nostra era una forza elementale, che, stanca di osservare il mondo ne voleva fare parte. Fine.
Però, ehi, nel cast torna Tyroc, il legionario con poteri sonici e le origini poco poco razziste, ed è un personaggio superganzo. Bene così. Vinciamo qualcosa.
La persona più furiosa per la distruzione di Titano però, sarà Saturn Queen. Anch'ella nativa della Luna, e dotata di enormi poteri telepatici, il sapere ogni pensiero che passasse per la testa di chicchessia, aveva convinto la nostra che l'umanità fosse fallata e distruttiva, e che quindi l'unico modo per vivere la vita, fosse di farlo con malvagità, ed era diventata una supercriminale, e una spina nel fianco della Legione per anni.
La morte del suo pianeta porterà la nostra ad avere una piccola crisi, e, con i poteri misteriosamente potenziati, la nostra prenderà il controllo di alcuni membri della Legione.
E, siccome qui siamo su Comicsverse 101, dove facciamo i riassunti, ma mettiamo anche i momenti più ganzi della storia del fumetto nei nostri articoli, citiamo che la Legione manda poi una squadra di soccorso per salvare i suoi membri, fra il quale figura Tellus. Tellus è un alieno non umanoide, dotato di poteri telepatici. Forse, non forti come quelli di Saturn Queen. Ma abbastanza forti da proteggere tutti i suoi compagni. Ammetto che non sia ganzissimo, ma si presta perfettamente per il tema ricorrente della saga. E poi io sono scemo, ma tutte le volte che un supergruppo lavoro in squadra e dimostra di essere un gruppo di amici, io piango come un bimbo.
E non dimentichiamoci del fatto che la situazione venga poi salvata da Sensor Girl, in grado di creare illusioni, e principessa del pianeta Orando.
Come la salva? Con i suoi poteri, e un bel po' di spocchia reale. "Una plebea che ha il coraggio di farsi chiamare regina" commenta Sensor Girl. E ringraziamo che si sia ammorbidita negli anni, un tempo le avrebbe spezzato il collo, non solo lo spirito.
Nel frattempo, un'altra cospirazione stava prendendo piede. Un gruppo di Durlaniani, alieni mutaforma, aveva deciso di vendicare la morte di uno dei membri più famosi della loro razza, Rj Brande, milionario che non solo aveva fondato la legione, ma aveva anche ricevuto negli anni il rispetto da ogni pianeta del cosmo.
Siccome gli abitanti di Durla non erano molto amati nel cosmo, questa frangia ribelle vedrà la morte di Rj come un affronto, e deciderà di rettificare la cosa, uccidendo un sacco di gente in cerca di vendetta.
E poi, Earth-Man capiva che fare la Lanterna Verde ed il legionario non era cosa facilissima, e deciderà quindi di lasciare il suo ruolo come poliziotto spaziale.
Ma siccome la minaccia rilevata da Dyogene non era ancora stata sventata, si dovrà scegliere un altro portatore dell'anello, e questa volta l'eroe in verde sarà il Daxamita Mon-El, che ha tutti i poteri di Superman, E l'arma più potente dell'universo. Beh, dai. Una scelta sobria.
Scelta che porterà Mon-El a lasciare per un po' il gruppo, e anche la sua fidanzata Shadow Lass, che, ironia della sorte, inizierà una relazione proprio con Earth-Man. La ragazza infatti, proveniene da una razza guerriera, e vede nell'ex criminale la fiamma del vero combattente, al quale non può resistere.
E, inoltre, Earth-Man in quel periodo, era cambiato. Il suo ruolo di protettore dell'universo non gli aveva tolto il suo brutto carattere, ma gli aveva fatto capire che la tolleranza verso le altre specie non era poi così una boiata. Certo, non tutti gli alieni gli piacevano, ma almeno aveva mandato a quale paese tutti i suoi alleati razzisti.
La frangia oltranziasta Durlaniana sarà poi sconfitta dal legionario Chamelon Boy, all'anagrafe Reep Daggle, che era il figlio segreto di Rj Brande. Dopo anni di rapporti tesi, e riavvicinamenti, il nostro pesterà a sangue chi voleva distruggere l'immagine di suo padre, macchiandola con la violenza, e presentandosi finalmente come il figlio di Brande
Scopriremo poi che Saturn Queen era sta sconfitta, ma non del tutto, e stava piantando i semi per un colpo di cosa finale, reclutando una schiera di nuovi criminali, per poter finalmente distruggere la legione, e servire il suo nuovo padrone.
Uno di questi criminali, il potente Sun King, si scontrerà con il ferino Timber Wolf. Dopo avergli dato fuoco, Sun King dice al legionario "Un animale abbasserebbe la coda, e si arrenderebbe alla morte" "Peccato che io non sia un animale, ma un uomo" gli urla Timber Wolf, sfondandogli la faccia di cazzotti, MENTRE STA PRENDENDO FUOCO. Ragazzi, Wolverine se lo sogna di essere figo come Timber Wolf.
Ma, neanche l'essere puro metal può fermare il piano di Saturn Girl, che riesce a creare così il suo supergruppo, la Legione dei Super-Criminali, che, nella miglior tradizione del gruppo, si lancia in uno scontro finale con la Legione dei Super-eroi.
"Fuggite, e salvate le vostre vite" urla un supercattivo col potere del sole a Shadow Lass, che ha il potere di creare buio. "Non è il nostro stile", dive la nostra, canalizzando il suo Batman interiore. Rettifico, questa, questa è una citazione da nerd duri e puri.
Scopriremo poi chi era il padrone di Saturn Queen: la Fiamma Blu, un antico essere fatto di puro Caos che, grazie ad alcuni sacrifici umani, era in grado di potenziare i poteri di chiunque.
Risvegliatosi dopo la distruzione di Titano, Fiamma Blu voleva far crollare l'ordine nel cosmo, e aveva trovato in Saturn Queen un araldo perfetto.
E, nel piano di Saturn Queen c'era anche Earth-man. Un Earth-Man che era stato tentato dalla telepate per tutto il ciclo, che avrebbe dovuto essere la sua arma segreta contro la legione. Un Earth-man che almeno dovrebbe essere stato suggestionabile dalla sua telepatia. Ma che ora resiste. Perchè? perchè ora Earth-Man ha degli amici. E Saturn Queen, non può capire che a volte, l'umanità può fare qualcosa di impossibile: migliorare.
E così, sconfitto l'araldo, Earth-Man sacrificherà la sua vita per estinguere la fiamma blu.
Shadow Lass piangerà la morte del suo amato, e la Legione proverà a ricostruire quello che era stato distrutto.
Ma non è finita qui. Perchè, la Legione dei super eroi, ha varie tradizioni, ed una di questa è quella di avere due testate gemelle. Oltre ai 16 numeri di Legion of Super-Heroes infatti, le avventure dei nostri eroi saranno anche raccontate nella rinata Adventure Comics, testata sul quale il gruppo aveva fatto la sua prima apparizione.
In principio, le storie di Adventure Comics presentavano retroscena della Legione, con storie ambientate in un futuro passato che vedevano i nostri eroi ancora ragazzini.
Citiamo un paio di queste avventure, ovvero quella dove Rj Brande scopre Superman, e se da prima lo vede come un modo per fuggire dai suoi problemi, poi capisce il vero scopo del più grande eroe della storia, che è quello di portare speranza nel cosmo.
E la nascita di una delle branche più bizzarre della Legione: La squadra di spionaggio, formata da quei membri del gruppo i cui poteri non sono forse adattissimi al combattimento, ma utilissimi in altre occasioni. Cito questa storia, perchè trovo bellissimo come Shrinking Violet, la legionaria col potere di rimpicciolirsi non riesca da subito a capire il suo potenziale, o quello della sua squadra, fatta da un uomo invisibile e da un mutaforma. "Cosa possiamo fare noi? Far morire tutti dal ridere?". Oh, Shrinking Violet. Tu, e la tua squadra, avete di fronte a voi un grande futuro.
In seguito, Adventure Comics si focalizzerà sul futuro della Legione, ovverosia sui legionari cadetti, una nuova generazione di eroi pronta a riscrivere il futuro.
In questo gruppo figurano Comet Queen/Grava-Volo e creazione di gas, Gravity Kid/Tel Vole-Controlla la gravità personale, Chemical Kid/Hadru Jamik-accelera o rallenta le reazioni chimiche, Glorith-reincarnazione di un vecchio nemico con poteri magici, Dragonwing/Marya Pai-soffio infucoato ed acido, Variable Lad/Ooa Tseldor-trasformazioni sempre diverse.
Senza contare che, Adventure Comics affrontava anche l'introspezione di alcuni personaggi che credevamo dimenticati, come la velocista Xs, nipote di Flash, che aveva perduto la memoria del suo passato.
E, i più attenti fra di voi, od i fan più accaniti della Legione, avranno notato che Comet Queen non era proprio un personaggio nuovo, ma un personaggio già introdotto da Levitz sul suo primo ciclo della Legione. Beh, p vero, Comet Queen ed altri cadetti non erano stati creati per l'occasione, ma ripescati dall'ombra proprio dal primo ciclo della Legione.
Fra tutti i ripescati, Comet Queen sarà quella che riceverà più attenzione, visto che, durante l'attacco di Saturn Girl, la nostra, che era ormai quasi un legionario a tutti gli effetti, subirà un potente lavaggio del cervello da parte di Saturn Queen, e perderà tutti i suoi ricordi, dovendo così ricominciare la sua vita da zero.
Nell'ultimo numero della avventure dei cadetti, l'accademia della Legiona sarà attaccata da Cosmic King, un supercriminale al servizio di Saturn Queen, dotato del potere di trasmutare la materia.
Uno degli esseri più potenti dell'universo, Cosmic King sarà sconfitto da Variable Lad, che morirà nello scontro, lasciando tutti sconvolti. Anche perchè, il mese dopo, l'intero universo Dc avrebbe subito il reboot noto come "I Nuovi 52". Ma è anche vero che, La Legione non ne sarà colpita....più di tanto ecco.
Il retroboot della Legione, è molto particolare. Perchè, se da un lato nota come La Legione sia un concetto molto complesso per i neofiti, e quindi faccia di tutto per rendere la storia meno complessa possibile, dall'altro inserisce numerosi elementi complessi.
Trovo molto, molto apprezzabile il fatto che praticamente tutti i membri del gruppo (esclusi quelli del periodo "cinque anni dopo"), facciano almeno un cameo, e che partecipino all'azione, senza spiegazioni lunghe e complesse. Sono lì, sono membri della Legione, e prendono i cattivi a calci, non c'è bisogno di spiegare altro.
Molto buono è anche il percorso di redenzione di Earth-Man, sebbene molto veloce, e ancora migliore, sebbene le storie non siano superbelle l'introduzione dei nuovi cadetti, che permette di godersi tutto il bello della legione, ovvero un supergruppo di ragazzini enorme, senza tutto il peso della continuity.
Di meno buono, c'è una velocità assurda in tutte le trame, che vengono risolte super in fretta, anche se sono state lanciate in modo lentissimo, spesso anche senza andare da nessuna parte. L'introduzione di personaggi come Dyogene, Fiamma Blu e Harmonia Li, misteriosi esseri potentissimi e fighissimi ha poi poco senso, perchè non vengono spiegati per nulla, e semplicemente spariscono quando hanno compiuto il loro lavoro.
Il retroboot è strano,l'abbiamo già detto, perchè non sa bene che peso dare alle cose. Il far sì che il vero protagonista del ciclo sia Earth-Man, è una mossa intelligente, perchè ci permette di equilibrare meglio la presenza degli altri 30 membri del gruppo, ma al contempo, perchè voler mettere dentro tutto ad ogni costo, se poi i personaggi usati bene sono meno della metà? La comparazione è ancora più forte con i primi numeri di Adventure Comics, che sono perfetti nella loro semplicità, magari non fortissimi o apripista verso un nuovo modo di fare fumetto, ma comunque godibili, e con un ritmo da manuale.
Sono ufficialmente perplesso da questo ciclo. Apprezzo il non fare citazionismo tanto per, ma non sono pro alla velocità di esecuzione. Apprezzo la caratterizzazione morale dei personaggi, ma ne avrei voluto di più.
Insomma, il retroboot non ha reinventato la Legione, ma ha dato una bellissima mano di vernice al pacchetto, facendo il primo passo in anni ed anni di pubblicazione per rendere molto più comprensibile il tutto , anche a chi non ha mai letto nulla ambientato nel 31esimo secolo (e, ad oggi è il ciclo moderno che in questo riesce meglio). Solo che sotto la vernice, ci sono lo stesso delle perdite,che non rendono questa macchina un modello perfetto, le perdite classiche di un fumetto con un cast di personaggi non di serie A, e molto, molto numeroso.
Questo ciclo ha fatto i compiti, e ha dato il meglio. Però, ha sbagliato a scrivere il suo nome all'inizio del tema.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Meno uno. Meno uno. Che poi sarà un meno settemila appena la Dc rilancia di nuovo la Legione, ma ad ora sono a meno uno. Mi sembra un sogno. Pronti a partire. Let's go!

10 commenti :

  1. Perché Tyroc ha delle origini un poco razziste?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristian non mi leggi gli articoli vecchi ;)
      Tyroc, come tutti, e dico tutti gli uomini e donne di colore viene da Marzal, un'isola segreta che appare nel nostro mondo solo una volta ogni tot anni. La fantasia segreta di ogni secessionista

      Elimina
    2. Questo deve essermi sfuggito, chiedo scusa!
      Il futuro dev'essere un posto bellissimo, se appartieni al kkk

      Elimina
    3. Poi ci hanno lavorato e l'hanno reso meno peggio però

      Elimina
    4. Anche perché nel mondo futuristico della Legione vive ogni tipo di creatura....

      Elimina
    5. Non proprio dagli inizi però ;)

      Elimina
  2. Quindi hanno modificato le origini di tyroc?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovasenzalogin15 giugno 2018 17:40

      Un pelino. Ora non tutte le persone di colore vengono da Marzal, solo alcune.

      Elimina
  3. Leggere questo articolo e subito dopo casualmente la storia con Bugs Bunny mi ha fatto molto ridere

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio