Didascalia

Didascalia

lunedì 4 giugno 2018

Capitan America in Bianco e Nero, Justice League of America e Southern Bastards (Conigli per gli acquisti)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che ogni tanto resuscita le rubriche. Perchè la varietà non fa mai male.
Torna quindi, con la sua veste originale, Conigli per gli acquisti, la rubrica dove vi consigliamo fumetti da leggere, e che spiega perchè in questo blog si diano voti su scala leporide.
Oggi parliamo di antologici storici, di fumetti dove il disegno la fa da padrona, di sperimentazioni e di sicurezze.
Per saperne di più, sapete che dovrete solo saltare dopo l'intervallo!
Il fatto che io non sappia usare per nulla photoshop si vede tanto?
Disclaimer: I Link ad Amazon in blu, vi portano allo store online più famoso del mondo. Se li usate per comprare qualche prodotto, aiutate il blog. E bom, tutto qua

Le Grandi storie dell'orrore

Autori: AAVV testi e disegni
Casa Editrice: Atlas Comics/Panini Comics
Numero volumi: unico
Prezzo: 25 euro
Dove lo trovo?: Su Amazon ed in Fumetteria
Recensione: Uno dei miei hobby segreti, e collezionare ristampe di vecchi fumetti antologici. Non perchè io creda più di tanto nell'idea delle "gemme nascoste", di quelle storie dimenticate che sono in realtà capolavori. Perchè, per carità, queste ultime esistono, ma sono davvero, davvero poche. No, io adoro gli antologici perchè sono fondamentalmente un fan delle cose fatte in fretta. Mi piace leggere cento storie in un minuto, piuttosto che una storia in cento.
E questo volume di storie horror Marvel, è davvero, davvero carino. Non solo ha una storia del centounsita Jim Steranko (che una volta mi ha detto di fare dieci volte meglio di lui il lavoro di storico del fumetto, e porca l'oca che pressione), che è una gioia per gli occhi, non solo ha un paio di storie del re, ma ha anche una delle vignette più dure e crude mai scritte dal sorridente Stan Lee.
Sicuramente, non è un volume che si legge e si rilegge, e non tutti i lettori meno abituati allo stile anni 50 potrebbero apprezzarlo, ma, il feel che da questo volume è qualcosa di inedito.
Consigliato a chi pensa che i fumetti vecchi siano noiosi, a chi dice che ormai il fumetto è edulcorato, e ad i fan degli horror.
Ne abbiamo parlato sul blog? No
Voto Conigliesco: Tre conigli e mezzo su cinque


Capitan america Bianco Nero

Autori: Stan Lee-testi e Jack "King" Kirby-disegni
Casa Editrice: Marvel/Panini Comics
Numero volumi: unico
Prezzo: 28 euro
Dove lo trovo?: Su Amazon ed in Fumetteria
Recensione: Jack "King" Kirby in bianco e nero. Non devo dire altro.
Va bene, va bene, dico altro. Se pensate a Capitan America, come personaggio, se avete in mente un tizio vestito da scemo che si lancia nell'azione e con una mano sola blocca un plotone, se avete l'idea di un personaggio disposto a tutto per salvare il mondo perchè ci crede, se anche solo sapete cosa sia l'azione, e se solo sorridete quando vedete uno scudo volare, perchè sapete che quando il Capitano lancia il suo potente scudo, tutti quelli che si oppongono si devono arrendere, lo dovete a questo ciclo. Una distillazione pura di chi sia Capitan America, come nessuno mai è riuscito a replicare.
Storie semplici, ma con un impatto storico importantissimo.
Consigliato a chi ha capito la citazione di fino, a chi ama Chris Evans, e a chi è suddito del Re. Quindi credo a tutti.
Ne abbiamo parlato sul blog? Abbiamo parlato di Capitan America qui (ma abbiate pietà, è un pezzo vecchio)
Voto Conigliesco: Il Re in bianco e nero? Ma tipo ottanta conigli su cinque. In realtà, un solido 4 conigli su 5, ma i fumetti vecchi sono un gusto acquisito.

Superman Rebirth

Autori: Peter J Tomasi-testi Patrick Gleason-disegni

Casa Editrice: Dc/Rw Lion
Numero volumi: 2  (ma la serie è ancora in pubblicazione)
Prezzo: 20,95 euro
Dove lo trovo?: Su Amazon ed in Fumetteria
Recensione: Il ciclo "Rinascita" di Superman, ci mette di fronte il più grande eroe di casa Dc, ma forse il più grande supereroe di sempre, e togliete pure il forse, di fronte ad una nuova sfida: la famiglia.
Sposato, e con prole, Superman deve farsi strada in un mondo nuovo, equilibrando il suo essere eroe, con il suo essere uomo, e scoprendo, anzi, facendoci scoprire, o riscoprire, che le due cose non sono poi così distanti.
Un ciclo che dopo anni di noia, riporta Superman su degli ottimi binari, riuscendo a trovare la giusta misura fra nuovo e classico, in una storia di famiglia davvero potente e ben strutturata, dove due generazioni di Superuomini, ed una superdonna non risultano mai uno più importante dell'altro.
Certo, il fumetto si chiama Superman, e vederete un sacco di cose Super, ma come dico sempre, è il Man che conta. E questo ciclo lo sa. E ci lavora più che bene.
Consigliato a chi crede che Superman sia noioso, a chi crede che un uomo possa volare, e a chi invece adora Superman, ma pensava che non si potesse più dire nulla su di lui.
Ne abbiamo parlato sul blog? Abbiamo parlato di Superman qui
Voto Conigliesco: Tre conigli e mezzo su cinque


Inumani presenta: Freccia Nera

Autori: Saldin Ahmed-testi e Christian Ward-disegni
Casa Editrice: Marvel/Panini Comics
Numero volumi: 2 (uno ancora da pubblicare, ma la serie è conclusa)
Prezzo: 8,90 euro
Dove lo trovo?: In Fumetteria ed in Edicola
Recensione: Ci sono personaggi, che in teoria sono molto belli, ma in pratica molto meno. Freccia Nera, re degli inumani, dotato di un urlo sonico così potente che li permette di livellare le montagne con un sospiro, ma gli impedisce di parlare, è uno di questi.
Negli anni, il nostro è stato tre cose: messia, re che fa quello che deve fare anche se non è carino, e punching ball per far vedere quanto fosse forte questo o quel personaggio se riusciva a menarlo.
In questa storia, Freccia Nera non è nulla di tutto questo. Spogliato di tutto, il nostro eroe è in carcere. Senza famiglia, senza amici, e senza potere.
Devo dire che dubitavo, quando ho sentito che avrebbero dedicato una serie a Freccia Nera. Dubitavo, perchè sottovalutavo l'intrenseco potenziale di un personaggio su cui hanno buttato cose su cose, ma senza mai svilupparne una sola, il potenziale di un personaggio che, come tanti, anzi troppi, non ha una vera sostanza, ma solo dei buchi, che vengono riempiti dalla fantasia del lettore.
Ecco, il team creativo, invece che distruggere e basta Freccia Nera, ci costruisce sopra. E ci costruisce davvero, davvero bene. E, abbiamo di fronte uno degli usi di comprimari più belli di sempre, e l'apparizione di una delle mie coppie preferite a fumetti.
Consigliato a chi non parla molto, a chi piaceva Paul Jenkins ed il suo "rilassetevi", e a chi ha una forchetta in testa.
Ne abbiamo parlato sul blog? Abbiamo parlato degli inumani qui
Voto Conigliesco: Quattro conigli su cinque



 Southern Bastards

Autori: Jason Aaron-testi e Jason Latour-disegni
Casa Editrice: Image/Panini Comics
Numero volumi: 4 (serie in corso)
Prezzo: 14 euro
Dove lo trovo?: Su Amazon ed in Fumetteria
Recensione: Dopo la morte del padre, Earl Tubb torna nella casa dove è creciuto, nel Sud degli Stati Uniti d'America, e scopre che nella tranquilla cittadina dove ha passato l'infanzia, le cose si sono fatte molto strane. Il Coach di Football Euless Boss comanda il paese col pugno di ferro, trasformando il Football Americano in un qualcosa di raccapricciante. Southern Bastards è una storia di eredità, che ha come cornice il lato più oscuro dei piccoli paesi USA, dove è famosa “l'ospitalità sudetica” ma dove non tutto è quello che sembra. Uno spaccato di vita, visto dagli occhi di solo due dei molti personaggi che potrete incontrare in questa piccola città dell'Alabama, che vi faranno appassionare, rivoltare lo stomaco, e anche dire “Porca Miseria questa non me l'aspettavo proprio”. Più, e più volte. E soprattutto, abbiamo di fronte uno dei fumetti più coraggiosi, e meno spaventati dallo status quo di sempre. Come Earl ci troviamo in un mondo nuovo, tutto da esplorare, ma il consiglio che vi diamo, è quello di parlare piano, e di portare con voi un grosso bastone.
Consigliato a chi non ama i supereroi, a chi vuole provare qualcosa di nuovo, ed a chi vuole della torta fritta. 
Ne abbiamo parlato sul blog? no
Voto Conigliesco: Quattro conigli su cinque


Doom Patrol

Autori: Gerard Way-testi e Nick Derington-disegni
Casa Editrice: Dc/Young Animal-Rw Lion
Numero volumi: 1 (serie in corso)
Prezzo: 15,95 euro
Dove lo trovo?: Su Amazon ed in Fumetteria
Recensione: Young Animal, è una nuova etichetta Dc comics, gestita da Gerard Way, voce della band My Chemical Romance e già al lavoro su numerosi progetti a fumetti fuori di testa, che si propone di portare fumetti un po' fuori dagli schemi.
Ed ecco così, la rinascita dalle ceneri del gruppo Dc più strano di sempre, quello sempre più aperto all'esplorazione dello strano e del fantastico, la Doom Patrol.
Il problema è, ovviamente, che nel corso degli anni la Doom Patrol ha avuto alcune delle run più leggendarie della storia del fumetto, e che quindi tutti i successivi rilanci, hanno avuto avversa fortuna.
La versione Young Animal del gruppo, è citazionistica al punto giusto, e dopo un inizio piuttosto lento, ingrana molto bene, trovando una sua personalità, ed una sua voce, che esula dal contesto del vecchio, e che si lancia per davvero verso lidi sconosciuti. Ammetto poi di essere di parte, perchè nei numeri successivi arriva il più grande personaggi a fumetti della storia, ma di questo ne parleremo dopo.
Consigliato a chi ha letto pochi fumetti, a chi è adolescente e a chi pensa che Robotman sia un ganzo.
Ne abbiamo parlato sul blog? Abbiamo parlato delle origini della Doom Patrol qui
Voto Conigliesco: Tre conigli su cinque


Justice League of America

Autori: Joe Orlando-testi ed AAVV-disegni
Casa Editrice: Dc-Rw Lion
Numero volumi: 12 (serie in corso di pubblicazione)
Prezzo: 3,95 euro
Dove lo trovo?: In Fumetteria
Recensione: Nel mondo del fumetto, una delle più grande piaghe, è il citazionismo. La versione oscura dell'universo condiviso, quel prendere pezzi di vecchie storie solo per far vedere che le si è lette, e per rendere felici i nerd. Ecco, questa Lega della Giustizia può dare l'impressione di essere questo. Un mucchio di citazioni a storie vecchie. Ed invece, è qualcosa di diverso. Siamo di fronte ad una delle lettere d'amore più belle a tutto l'universo Dc della storia.
Mettiamola così, cosa direste se vi dicessi che la Justice League of America, uno dei gruppi più iconici del mondo del fumetto è ora formato da un ex assassina, da un giovane universitario col potere di rimpicciolirsi, dal figlio di un eroe anni 40 che vuole solo portare un po' di luce del mondo, da una bella col potere della bestia, da una dei più grandi artisti marziali della storia (ma col potere di distruggere un tank solo alzando la voce), da un cacciatore di taglie immortale, e, beh...da Batman? Con un solo personaggio di “Serie A”, questa Lega della Giustizia, riesce a fare quello che il supergruppo ha sempre voluto fare: creare storie con minacce così grandi, così potenti, che un singolo eroe non sarebbe in grado di sconfiggere da solo.
Un fumetto di gruppo, dove il gruppo è il protagonista, dove nessun personaggio ruba la scena ad un altro (e nel gruppo c'è Batman, il rubascene per eccellenza).Una trama dove c’è un gruppo di personaggi di cui forse non vi è mai importato nulla e che in meno di due numeri diventeranno i vostri eroi preferiti.
Una serie dove ci viene dimostrato come un nome possa fare la differenza, e di come anche un branco di gente senza esperienza, riesca a fare meraviglie, perché ci crede. Crede nel nome, crede nella reputazione, crede nel lavoro che può fare quel gruppo che è IL Gruppo. La Justice League of America. Forse la quarta run migliore che il team abbia mai visto. E fidatevi, qui le storie della Lega le abbiamo lette tutte.
Ne abbiamo parlato sul blog? Più volte, ma l'articolo più comprensivo è qui
Voto Conigliesco: Cinque conigli su cinque. Sono serissimo


E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. E se sapete disegnare, e volte farci un logo nuovo per la rubrica, giusto per variare un po', fateci un fischio. Pronti a partire. Let's go!

8 commenti :

  1. Ciao Giova! Esco dalla maggioranza silenziosa per dirti che Kirby non mi aveva mai preso,ma dopo avertene sentito parlare così tanto mi hai fatto cambiare idea! Continua così che sei forte!

    RispondiElimina
  2. Southern Bastards mi sta prendendo tantissimo! Aspetto l'uscita del quarto volume con ansia! ATTENZIONE SPOILER: mi colpisce che la fine che fa Earl se la cerca lui stesso. E' lui che, stanco dopo aver affrontato gli scagnozzi, non solo va dal Boss, ma lo provoca anche! Bella mossa! Ah, capitolo Justice League, due domande:chi è l'ex assassina? E puoi dirmi come convincono Lobo a far parte del gruppo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Killer Frost, e Lobo fa un patto con Batman. E posso dire che è uno dei personaggi che funziona meglio

      Elimina
  3. Ciao Giova,
    sono in attessa che il postino porti il primo Southern Bastards già :)
    Al primo volume della Doom Patrol di Way ho dato anche io 3/5 a una prima lettura, che si è trasformato tranquillamente in un 4 ad una più recente rilettura. Divertente, veloce e intrigante: l'unica vera macchia (se di macchia si può parlare) è quella sensazione che si ha dall'autore che vuole mantenersi sempre in pari col suo mentore Grant, ad ogni costo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me lascia un po' tiepido il fatto che tutto debba andare a parare su Morrison. Fai cose nuove a basta ;)

      Elimina
  4. Justice League America ha tra i disegnatori Mirka Andolfo, la mitica Mirka di Sacro e Profano e Contro Natura, evviva gli artisti nostrani alla conquista del Nuovo Mondo.

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio