Didascalia

Didascalia

sabato 16 giugno 2018

Cosa c'è dietro la rinascita dell'universo Dc?

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che non è mai rinato, oppure lo ha fatto ma non lo sa.
Torniamo a rispondere alla vostre domande, con al rubrica preferita dalla maggior parte dei nostri lettori, vera e propria incarnazione del "Che ne pensi, domanda classica fatta alla gente con un minimo di seguito su internet. E il perchè questa domanda venga fatta anche a me, resta ancora un mio dubbio amletico.
Oggi, come nostro solito, rispondiamo a sette quesiti, e parliamo di Rinascite, di film di supereroi, di lotte fra personaggi, e anche del Re dei fumetti, sorpresa sorpresa.
Ma per saperne di più, sapete che dovrete solo saltare dopo l'intervallo!
"Daniel, Lancio lungo!" Ah no, ho sbagliato storia

 Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

Dani chiede: Non ho ben capito la trama che sta dietro il rilancio fatto dalla DC: "Rinascita". Potresti aiutarmi a fare chiarezza? 
 
Dunque, prima di parlare di trama, due parole sull'iniziativa Dc "Rinascita". Nel corso degli anni, la Dc comics ha effettuato numerosi Reboot del suo universo narrativo, ovverosia ha resettato anni ed anni di storie, mantenendo però le basi dei suoi personaggi, nel tentativo di rendere la narrazione delle sue storie più fluida, ed accessibile. L'ultimo reboot, fatto nel 2011, agli albori di questo blog, era chiamato "I Nuovi 52", perchè, al varo di questo nuovo reset vennero varate 52 nuove testate. Certo, non tutte ebbero vita lunga, ma è il pensiero che conta giusto? Giusto?
Fatto sta che, nel bene o nel male, come tutti i reboot, i Nuovi 52 ebbero delle ottime serie, ma anche numerose serie mediocri. Quello che però, la maggior parte dei fan di nuova e di vecchi data lamentava, non era il reset di tutte le storie, bensì il fatto che, per quanto gli autori si sforzassero, ogni albo Dc sembrava vivere nel suo mondo, senza una vera e propria coesione, angolo che invece, nel fumetto mainstream di supereroi, è importantissimo per plurimi motivi, primo fra i quali il fatto che rende l'universo narrativo il più pulsante possibile.
E così, nel 2016, al Dc deciderà di fare un nuovo rilancio chiamato "Rinascita", che avrebbe dovuto mettere le cose a posto, almeno sotto il punto di vista della coesione.
Questa "Rinascita", non cancellerà del tutto i vari avvenimenti dei Nuovi 52, ma, come fanno i lettori di fumetti veri, userà una certa "narrazione selettiva", decidendo per molti personaggi di usare storie e caratterizzazioni vecchie, o nuove, a seconda dei gusti dell'autore.
Ma, come spiegare il perchè l'universo sia cambiato? Beh, è molto semplice. Uno dei più "grandi assenti" dei Nuovi 52, era Wally West, il Flash più veloce del mondo.
Perso fra le pieghe del tempo, il nostro era venuto a conoscenza di chi fosse stato l'artefice del cambiamento del reboot: il Dottor Manhatthan della serie a fumetti Watchmen. Questo essere potentissimo aveva dunque rubato dieci anni alla linea temporale Dc, dando vita così ad eroi più giovani rispetto a quelli "classici", ed il ritorno di Wally (che grazie al suo legame con il mentore Barry allen era riuscito a ritrovare la strada di casa) nella linea temporale aveva ridato ad alcuni personaggi ricordi di vite passate, ed aveva messo una pezza, dove gli autori meglio credevano. Quindi Superman ora era sposato con Lois Lane, mentre Flash continuava ad essere lo stesso Flash ad esempio.  Come peraltro era successo coi Nuovi 52, dove Lanterna Verde non era stato toccato minimamente dalla morsa del reboot, perchè la sua serie vendeva comunque.
Questa rivelazione sarà poi affrontata in una maxiserie chiamata "Doomsday Clock", ancora in corso di pubblicazione in America. Vedremo gli sviluppi.

Cristian chiede: Quali sono i film di supereroi che non vedremo mai? 

Se me l'aveste chiesto anche solo cinque anni fa, la lista di proprietà che secondo me non avremmo mai visto sullo schermo sarebbe stata grandissima. Ma, se l'industria cinematografica, e la moda ci hanno insegnato qualcosa, è che ne la Marvel ne la Dc hanno paura di raschiare il fondo del barile, quando si tratta di proporre nuove proprietà, e nuovi franchise alle masse, facendo urlare i Nerd di dolore perchè l'adattamento non era a buoni livelli.
Personalmente quindi, non riesco a mettere la mano sul fuoco su quasi nessuna proprietà a fumetti che non possa essere mai vista, anche perchè hanno fatto un film su Ant-Man, i Guardiani della Galassia e la Squadra Suicida, e il me stesso di sedici anni non ci avrebbe mai creduto.
Posso dire però che, credo che sia difficile vedere un film su alcune dinamiche di gruppo, come ad esempio un film sulla Lega della Giustizia a mo di sitcom di Giffen e DeMatteis, ma, seriamente, non ne ho idea. Anche perchè, per anni su questo blog ho fatto top 10 su top 10 di personaggi a fumetti dimenticati, e che nessuno si ricordava, ed un 40% ha fatto riapparizioni di recente, quindi sono veramente una sega a predirre il futuro. Io non avrei mai pensato in un milione di anni che la gente avrebbe riso per la gag che Groot dice solo una cosa, eppure guardaci ora.
E, sebbene sarebbe facile fare nomi di proprieta assurde, o impossibili da gestire per via dei diritti di distribuzione ballerini, come Fratello Potere, la Mosca Umana, Team America, Us 1 e molti altri, sono anche parziale al fatto che non vedremo mai un film su OMAC di Jack Kirby. Perchè predirre il futuro così, è abbastanza impossibile, per chiunque non sia il re.

Gigos Chiede: Chi vincerebbe in uno scontro fra Atomo e Golia? 

La tradizione è tradizione:
NELL'ANGOLO ROSSOBLU: Professore e fisico di fama mondiale, dopo aver studiato per anni un modo per ridurre i bisogni dell'umanità, il nostro verrà in contatto con un frammento di nana bianca. Sfruttando il potere di una stella, il professore si cucirà un costume e sviluppperà una cintura che gli permette di manipolare la sua dimensione e la sua massa, decidendo di aiutare il mondo con le sue azioni e non solo con i suoi pensieri.
Pur avendo a volte dei complessi di inferiorità, e sentendosi il più piccolo fra una marea di eroi, il nostro riuscirà sempre ad uscire da ogni situazione, dimostrando un grande senso di compassione, e anche dell'avventura, dimostrando che le sorprese, a volte stanno nelle scatole piccole. Da Ivy Town, Connecticut, la minuscola meteora, Raymond "Ray" Palmer, ATOMO!
NELL'ANGOLO GIALLOBLU! Terza mente più geniale della terra, fin da piccolo il nostro sarà costretto a scegliere invenzioni pratiche alle sue idee più bizzarre, che sembravano rasentare la magia.
Dopo la morte della moglie però, lo scienziato scoprirà delle particelle che erano in grado di modificare le dimensioni di qualunque cosa, e dopo averle testate su se stesso, capirà che il suo destino non era l'ordinario, ma il fantastico. Anche dopo aver compiuto errori madornali, il nostro deciderà sempre e comunque di migliorarsi, in una costante ricerca di redenzione, per se stesso e per il mondo che lo circonda. Dal mezzo del nulla, Nebraska, lo scienziato supremo della Terra, Henry "Hank" Pym, ANT-MAN, GIANT-MAN, CALABRONE, WASP, GOLIA! (Il blog è mio, e l'identità bella la scelgo io)
Analizziamo ora nel dettaglio i poteri dei nostri eroi

Atomo: Grazie alla sua cintura, Ray può diminuire di dimensioni, fino a raggiungere il livello subatomico della materia. Oltre a questo, il nostro può però manipolare la sua massa, sfruttandola per vari effetti, come ad esempio diventare così leggero da planare sulle correnti d'aria, per poi scendere sui suoi avversari come un proiettile da 70 chili. Il nostro può anche spostare tutta la sua massa nei suoi pugni, colpendo quindi gli avversari con grandissima forza.
Abile nel judo, Ray Palmer è anche sorprendentemente uno spadaccino abilissimo.
Seppur Ray possa rimpicciolirsi molto, la sua altezza più stabile e funzionale è quella di 15 centimetri.
Uomo molto, ma molto intelligente, Ray ha una mente ha senso unico, una volta trovato un problema, non si ferma fino ad averlo risolto, e questo lo porta ad essere un po' ossessivo.

Golia:Mentre scrivo questo articolo, Hank Pym è un cyborg quasi indistruttibile, con vari poteri robotici quali superforza, invulnerabilità, volo, la capacità di lanciare raggi d'energia, un raggio ipnotico e molti altri gadget. Inoltre, il nostro possiede un virus in grado di mutare chiunque, organico o meccanico, in un clone di se stesso.
Se non vogliamo contare questa versione, Hank Pym è il terzo uomo più intelligente del mondo, e possiede il potere di aumentare o diminuire le sue dimensioni. In forma gigante, il nostro possiede grandissima forza ed un fattore rigenerante, in forma minima, il nostro mantiene la forza di un uomo normale. Hank può diventare piccolo come un atomo, o così grosso da tenere testa ad Hulk, ma questi cambi repentini non possono essere mantenuti a lungo. Il costume del nostro gli permette anche di lanciare scariche elettriche, e di comunicare con gli insetti.
Hank è un discreto combattente a mani nude, addestrato da Capitan America in persona, e possiede tre stili di combattimento, uno per ogni sua dimensione.
PRONTI ALLA LOTTA

Verdetto: Se contassimo Hank Cyborg, direi che la vittoria andrebbe a lui senza particolari problemi. Atomo ha combattuto numerosi robot, ma non ha mai affrontato qualcosa di così invasivo come Hank Ultron.
Se invece parliamo di una lotta fra cambiadimensioni, Atomo parte con un grosso svantaggio: ovverosia i suoi poteri non sono naturali come quelli Hank. Basterebbe un danneggiamento alla sua tuta, per rendere Ray sì un buon Judoka e spadaccino, ma anche una frittella disintegrata dai pugni giganti di Hank. Entrambi menti geniali, Ray è un grande fisico, ma non è lo scienziato supremo del suo universo.
Vero però è che, a dimensioni ridotte, Ray ha più esperienza, ed il suo potere di gestione della massa gli darebbe un certo vantaggio. Tecnicamente quindi, tutto starebbe nella capacità di Hank di notare che i poteri di Ray non siano congeniti, e di rompere il costume di atomo, lasciandolo alla sua mercè.
Ray dovrebbe invece capire che i cambiamenti di dimensioni repentini di Hank gli causano fatica e sforzo, e sfruttare quindi questo suo vantaggio.
Sicuramente, Hank ha più esperienza come lottatore in prima persona rispetto ad Atomo, e questo gli dà un vantaggio dal punto di vista strategico. Alla fine della fiera, Hank vincerebbe 6 volte su dieci. Si tratta di una sfida molto al limite, ma il vincitore è Hank Pym.
E prima che mi diciate che una volta Atomo ha sconfitto Darkseid, è vero, ma in quella versione il nostro aveva un laser nel costume, che di solito non ha. E comunque Hank potrebbe fare lo stesso, con le sue scariche elettriche. 

Paolo chiede: Chi è Bug? 

Bug il Foraggiere è un personaggio creato da Jack "King" Kirby, e apparso per la prima volta su New Gods 9 del 1972. Il nostro fa parte di una razza insettoide che vive su nuova Genesi, il pianeta dove tutto è buono...più o meno. Gli insetti infatti non sono nativi di Nuova Genesi, ma si sono evoluti nel corso dei millenni di lotte fra il loro mondo e quello di puro male noto come Apokolips. Per questo, non essendo dei, gli insetti sono una casta "minore" e sono spesso oggetto di pregiudizio da parte degli dei.
Alcuni insetti, per questo, decidono di migrare su Apokolips, ed il loro leader viene così premiato dal dio del male Darkseid, che lo tramuta nel potente semidio noto come Mantis.
Quando Mantis torna su Nuova Genesi per distruggere gli insetti, Bug viene mandato dalla colonia a chiedere aiuto agli dei, e riesce nel frattempo a dimostrarsi un degno alleato, e non un qualcosa di subumano.
A livello di puro potere, Bug possiede grande forza, agilità e resistenza. Può arrampicarsi sui muri grazie a vari gadget, porta uno scudo in battaglia e dei guanti lancia-acido.
Il vero, grande segreto di Bug, è che il nostro non è un insetto. Bensì un nuovo dio, che indossa un costume da insetto. E il segreto più segreto, è che neanche lui sa di essere un Dio.

Luca chiede: Chi è più forte, Thanos o Darkseid? 

Vi rivelo un segreto. Nei piani originali del creatore di Darkseid, Jack "King" Kirby, il dio del male doveva essere estremamente debole fisicamente. Il nostro sarebbe dovuto essere una vera rappresentazione del male come un grosso bullo, un qualcosa di spaventoso, ma che messo di fronte ai fatti, sarebbe poi crollato sotto il peso della giustizia.
Una metafora bellissima, se non fosse che poi fu deciso che Superman doveva pur menarsi con qualcuno e quindi Darkseid ora mena come un fabbro ferraio.
Thanos d'altra parte doveva essere un personaggio forte fisicamente già da subito, e nel corso degli anni il nostro è stato potenziato più volte, diventando una minaccia sempre più grande.
A conti fatti però, Darkseid ha due vantaggi che Thanos non ha. Il primo, Darkseid è un dio. E nel corso degli anni, una delle batoste più grosse che Thanos abbia mai preso è stata da Thor, che è un dio. Senza contare che altre entità cosmiche con poteri divini hanno nel corso degli anni colpito Thanos in vari modi lasciandolo in fin di vita, e se parliamo di astuzia....Beh, Thanos è in gamba, ma Darkseid ha migliaia di anni d'esperienza.
Il secondo vantaggio, è poi quello più grande. Darkseid, possiede il potere dell'Omega, il contrario della fonte, la vita che scorre in tutte le cose. Certo, Thanos è funzionalmente immmortale, perchè la morte lo riporta sempre alla vita. Ma l'Omega....l'Omega è qualcosa di terribile. L'Omega è la morte, che è vita. Chi ne viene colpito, è costretto a vivere un ciclo infinito di reincarnazioni in realtà alternative sempre più tragiche e dolorose. E l'unico modo per capire come uscire, è comprendere che un uomo buono può fare la differenza. E Thanos, un uomo buono, semplicemente non lo è.
Senza contare che, in alcune versione Darkseid ha un certo controllo sull'equazione dell'antivita, che dimostra che l'esistenza sia una cosa futile, e permette a chi la conosce di controllare chiunque come un burattino. L'equazione dell'anti-vita, è una vera equazione, ed un risultato. E quel risultato, è Io=Lato Oscuro. Il risultato, è la sconfitta di Thanos. Perchè Thanos è un folle titano. Darkseid, è. E Basta. Si parla proprio di un'altra categoria di peso.
Nota a margine, il Guanto dell'infinito, non è sempre nelle mani di Thanos, e peraltro non funziona in universi diversi da quello dove ha avuto origine. Tanto per.

Riccardo chiede: Cosa ne pensi di Desak, il nemico di Thor? 

Ecco, Desak è uno di quei personaggi che mi manda ai matti. Con una prima apparizione nel ciclo del tonante scritto da Dan Jurgens, Desak è un alieno molto pio, che, nato su un pianeta senza nome, si trova a dover sacrificare la figlia al suo Dio. Una voce misteriosa gli offre una pietra che gli avrebbe donato grande potere, e la possibilità di salvare la figlia. Da principio Desak rifiuta, ma quando il suo Dio punisce lo stesso la sua gente, anche a sacrificio fatto, il nostro accetta, e si trova trasformato in un assassino di dei. Armato con armi mistiche, e con la capacità di assorbire il potere di ogni divinità che uccide, Desak si troverà poi ad affrontare Thor nel nostro presente, e poi anche nel futuro, quando il tonante era signore di Asgard, all'apice della sua potenza, e senza un braccio.
Ecco, il ciclo di Dan Jurgens è stato il mio primo ciclo lungo a fumetti Marvel. Parliamo del lontano 2004.
Poi, nel 2013, viene introdotto il personaggio di Gorr.
Gorr è un alieno di un pianeta senza nome, molto pio. Siccome gli dei non ascoltano le sue preghiere ed il nostro vede morire la sua famiglia, Armato di una spada mistica che aumenta i suoi poteri per ogni divinità che uccide, Gorr affronterà Thor in più di un occasione, tra cui il futuro, nel quale il tonante sarà all'apice del suo potere, e signore di Asgard.
Ecco, il ciclo di Thor con Gorr è scritto da Jason Aaron. Si tratta di un ciclo molto bello, con alcuni momenti alti. E io capisco, veramente, che non tutti abbiano letto tutte la produzione marvel. Ma poca miseria, appena questo ciclo era uscito tutti a dire che Gorr era un personaggio pazzesco, mai visto prima nelle storie del tonante. MAI VISTO? DOVE LA VEDI LA DIFFERENZA CON DESAK? DOVE? DOVEEEEEEEEEEEE? L'ho già detto, e lo ripeto la cosa mi manda ai matti come poche cose al mondo. Perchè va benissimo dire che Gorr è caratterizzato molto meglio, e che Desak è solo parte di un ciclo diverso, con una gravitas diversa. Ma dirmi che è una rivoluzione no.

Pol Manning chiede: Come decidi quale domande da mettere nel Chiedilo al Giova?

Le domande per il "Chiedilo al Giova" sono scelte con un metodo scientifico. Nel senso che me le scrivo tutte in un bellissimo foglio word, messo nella bellissima cartella "blog" che sta sul mio desktop, e poi faccio una selezione. Questo perchè alcune domande possono essere tranquillamente affrontate in poche righe, e possono essere quindi inserite in questi articoli macedonia, altre richieste invece, hanno invece bisogno di più righe. A volte una domanda che sembra molto semplice, mi da molto da pensare, e quindi decido di dedicarle un articolo intero.
"Chiedilo al Giova" è anche poi molto comodo per quelle domande un po' fuori articoli, infatti abbiamo anche parlato di Power Rangers, e di Kamen Rider su questa pagine, perchè ci permettono una deviazione breve, che non intacchi il tema del blog.
Di solito, tutte le domande che mi vengono fatte (tranne quelle completamente fuori tema, o quelle molto molto personali) hanno risposta. Se non vi rispondo subito, vuol dire che magari mi giocherò la vostra richiesta in seguito.
Un paio di volte però, ho perso la lista delle richieste fra aggiornamenti e formattazioni, e di solito in quel caso avviso, e le domande possono essere poste di nuovo, senza problema.


Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!


E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Questo è il chiedilo al Giova con più parallelismi fra cose simili di sempre. Mi preparo ai commenti "A, ma quindi X è la versione strana di Y". Pronti a partire. Let's go!

14 commenti :

  1. Pero Atomo se non sbaglio a parità di dimensioni può raggiungere stati subatomici......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti l'ho scritto, ma in teoria anche Hank Pym. Solo che atomo può farlo senza sforzo visto che non è un potere congenito

      Elimina
  2. A non sapevo di questa cosa di Darkseid che lui doveva essere debole e ci tengo a ad aggiungere che quella volta che atom a sconfitto Darkseid era stato anche aiutato da freccia verde

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, assolutamente, ma in teoria avrebbe potuto anche farlo da solo con l'aiuto di una lampadina. Però il laser conta ;)

      Elimina
  3. Invece mi pare che pure Thanos fu inizialmente pensato da Starlin come un nemico più intellettuale che fisico.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, ma l'idea che fosse molto molto forte già esisteva. Se pensi che la sua nemesi era un tizio megafortissimo ;)

      Elimina
  4. Il fatto che una creazione del Re non abbia una trasposizione cinematografica mi intristisce... l'idea originale di Darkseid avrebbe potuto funzionare alla grande, peccato non averla vista realizzata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, questione di sensibilità credo! Per me toccare il lavoro del re è sempre quasi sacrilego. Che poi, per carità, ant-man, i fantasticu quattro, gli avengers, hulk, capitan america, persino Steppenwolf al cinema ci sono quindi in realtà roba del re al cinema c'è ;)

      Elimina
  5. Bel post del "Chiedilo al Giova". La parte su Rinascita mi ha fatto pensare una cosa: come mai alcuni personagi tra age e continuity varie hanno sempre la stessa identità e altri la cambiano, é come dici tu per "rendere la narrazione delle sue storie più fluida, ed accessibile"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che il salto grosso si è avuto con gli anni 60. Lì molti eroi son stati rilanciati con nuove identità e poteri simili, lasciando stare le versioni 1.0 .
      L'idea era più che altro per attirare nuovi lettori, con storie nuove, sui quali non si era ancora certi di aver "centrato il bersaglio", mentre per altri come Superman, Batman, o Wonder Woman si sapeva già di avere del buono sottomano

      Elimina
    2. Grazie e complimenti

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio