Didascalia

Didascalia

venerdì 17 novembre 2017

Justice League:Il film-La Recensione Onesta (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse, il blog che per la prima volta nella sua vita, è appena tornato dal cinema, e già scrive la recensione.
Justice League, il film dove i più grandi eroi Dc si uniscono per affrontare una minaccia troppo grande per un singolo eroe. Justice League, una serie di cui ho letto tutti i numeri.
Riuscirà il film a reggere il confronto con l'altro grande gruppo di supertizi in questo momento sugli schermi? Oppure il tutto fallirà e cadrà al suolo rovinosamente? Per saperne di più, saprete che dovrete solo saltare dopo l'intervallo!
Interessante il fatto che abbiano tolto il "D'America"


Dati Tecnici (durata, 120 minuti)
 Quinto film nell'affresco cinematografico della Dc comics, Justice League è stato girato da Zack Snyder (con un piccolo aiuto in circa il 20% del film da parte di Joss Whedon), già artefice del film su Superman "Man of Steel" e del duello "Batman V Superman".
La sceneggiatura del film è stata scritta da Whedon e da Chris Terrio, il primo lo ricordiamo come il regista di "Avengers", il secondo per lo script del sovracitato "Batman V Superman".
Il film si basa sui personaggi creati da Jerry Siegel e Joe Shuster (Superman),Gardner Fox,Robert Kanigher e Carmine Infantino (Barry Allen), Mort Weisenger e Paul Norris (Aquaman), William Moulton Marston, Elizabeth Hollway Marston, Olivia Byrne ed HG Peters (Wonder Woman), Bob Kane e Bill Finger (Batman). Con una partecipazione speciale, quella di Jack "King" Kirby, inventore del Quarto Mondo, ovverosia i cattivi della pellicola. E sì, sia Bill Finger che Jack "King" Kirby sono nei crediti del film. E sì, ho urlato di gioia.
 La trama segue Batman (Ben Affleck) e Wonder Woman (Gal Gadot) cercare di mettere su una squadra di protettori del mondo, dopo aver visionato in diretta la morte del protettore per eccellenza: Superman (Henry Cavill). La scomparsa del grande eroe ha infatti gettato il mondo nel caos, tanto che la Terra è attaccata da Parademoni, esercito di mostri che si nutrono di paura, al soldo del Nuovo Dio Steppenwolf (Ciarán Hinds). Lo scopo di questo criminale è quello di terraformare il nostro mondo per conquistarlo, ma il suo potere è troppo per due soli eroi. Vengono così reclutati in una piccola, ma potente forza paramilitare il velocista novellino Flash (Ezra Miller), l'ibrido Uomo/Macchina Cyborg (Ray Fisher) e il principe di Atlantide Aquman (Jason Mamoa).
Riusciranno i nostri eroi a sconfiggere un essere col potere di un Dio? Riusciranno Lois Lane (Amy Adams), Alfred Pennyworth (Jeremy Irons) ed il commissario Gordon (JK Simmons), semplici spettatori nel conflitto finale ad uscire illesi da un guerra che non possono capire?
 Il doppiaggio del film è stato gestito da Laser Digital Film, con supervisione di Marco Mete. I dialoghi mantengono alcune frasi "storiche" di alcuni personaggi (Sì, Cyborg dice Booyah), ma in alcuni punti, devo dire che mi sono trovato un pelo perplesso da alcune scelte del team di adattamento, con alcuni dialoghi che sembravano un pelo montanti alla bell'è meglio, ed un paio, verso la fine, con poco senso logico.
Le voci dei protagonisti sono di:

Batman: Riccardo Rossi (già Ben Affleck in "Argo")
Superman: Gianfranco Miranda (Ben McKenzie in "Gotham")
Wonder Woman: Claudia Catani (Angelina Jolie in "Maleficent")
Flash: Luca Mannocci (John Boyega in "Star Wars, il risveglio della forza")
Aquaman: Francesco de Francesco (Gabriel Vick in "Les Mirables")
Cyborg: Emanuele Ruzza (Ben Schnetzer in "Warcraft, l'Inizio")
Steppenwolf: Rodolfo Bianchi (Chuck Norris in "Walker Texas Ranger". Questo vuol dire che quando l'uomo nero va a dormire la notte, guarda se sotto il suo letto ci sia Rodolfo Bianchi)
Lois Lane: Ilaria Latini (già Amy Adams in "Come d'incanto". La sig.ra Latini fa parte delle mie voci preferite di sempre)
James Gordon:Ennio Coltorti (Patrick Stewart in "X-Men")
Alfred Pennyworth: Mario Cordova (Patrick Swayze in "Ghost")


Cosa c'è di buono
 Gal Gadot, si rivela una garanzia. Vero cuore di questo film, la nostra Wonder Woman di fiducia è fra i personaggi migliori del film, in un mix di emozione e di figaggine mica da ridere.
La colonna sonora, è di Danny Elfman, e se questo non vi dà subito un senso di qualità, sì, il suo famoso tema di Batman del 1989 fa il suo strepitoso ritorno.
I comprimari sono tutto sommato simpatici, con un bel plauso a Jeremy Irons, vero padre sarcastico di Batman.
La cinematografia di alcune scene di lotta è tutto sommato molto simpatica (anche se, in alcuni casi già un pelo vista). Cyborg ed Aquaman si inseriscono molto bene all'interno delle dinamiche di gruppo, uno con il ruolo di unico non "belloccio", mentre Aquaman riesce a dimostrarsi per quello che è: un gran figo.
Alcuni cammei sono piacevolissimi, e ben strutturati.
Sono sorpreso quanto vuoi, ma le scene dove Superman è con sua madre, funzionano. Ed hanno funzionato per tutto questo universo Dc. Tutte le volte mi vengono le lacrime agli occhi.

Cosa c'è di non buono
Quando Batman fa battute da meme, diciamo che non sono mai troppo preso dal personaggio. Affleck è un Batman molto più moscio rispetto a quello di "Batman V Superman". Flash è il novellino nel mondo degli eroi, ma la gestione del suo personaggio non riesce mai a prendere, e il suo charme fatto dell'essere il fan di supereroi che gioca finalmente in serie A, non è per niente contagioso, e il personaggio risulta piatto e monotono.
Steppenwolf è un cattivo ridicolo, con un piano ridicolo.
Alcuni dialoghi mancano totalmente di sottigliezza, come alcuni dettagli. Della serie, le Amazzoni nel film di Wonder Woman avevano addosso armature. In questo hanno dei bikini di pelle. E la coa mi manda in bestia.

Giudizio Finale

Justice League, è un film che ha fatto i compiti. Ma il giorno dopo ha riportato gli stessi. Mi spiego meglio: Justice League è un film prevedibile, a livelli abbastanza bizzarri. Una trama vista e rivista, è un classico del genere, ma il saperlo fare senza davvero lasciare in bocca un sapore di già visto è un qualcosa che il film non riesce a fare. Quasi mai. Non ci sono colpi di scena che non siano prevedibili, il conflitto è stereotipato, e le dinamiche di gruppo sono...beh sempre le stesse. Un po' di litigi, una lotta finale dove tutti vanno d'accordo, e una promessa di rifarlo.
Il problema, è che comunque il potenziale per essere un bel film, la pellicola ce l'ha, ma tutto sta nel voler fare troppe cose assieme, e quindi per farle stare tutte nel poco tempo a sua disposizione, Justice League tende ad appiattire il tutto, per renderlo più digeribile.
Il film introduce una marea di concetti interessanti, che però vengono gestiti in meno di cinque secondi, per poi passare di nuovo al pezzo di puzzle successivo, e così via fino alla fine del film.
Dopo una prima metà di spiegone puro, dopo una lotta finale senza mordente alcuno, il film arriva al suo epilogo, con una strizzatina d'occhio che lascia perplessi.
Lascia perplessi, perchè le fondamenta che questo film dovrebbe avere sono artificiali, sono farlocche. Il fatto che Superman fosse questo pilastro di speranza ed amore, e che dopo la sua morte tutti si siano inorriditi ed ora il mondo sia un posto più cupo, si basa sul fatto che Henry Cavill fosse davvero un grande eroe, cosa che nei film precedenti, non era stata stabilita con le azioni, ci era solo stata detta con le parole.
E con una premessa così traballante, e senza una vera anima del gruppo, questa banda di eroi risulta efficace, ma solo fino ad un certo punto. E' vero, un personaggio in particolare finalmente riesce ad essere più simile al suo ideale più classico, ma questo non basta a redimere un film che non osa prendersi nessun rischio, neanche nelle sue due scene segrete post crediti.
Justice League non è un film brutto. Ma non è un blockbuster, almeno, non lo è a livello di storia, gli effetti speciali sono tutto sommato carini. Justice League è un film da direct to DVD. Un prodotto che non annoia per due ore, ma non appassiona neanche. Un diversivo in una blanda serata, ma tutto sommato blando anch'esso. Justice League prende due conigli e mezzo su cinque. Il motivo per cui ho scritto così velocemente la recensione, è che se passavano altri due minuti, me l'ero già dimenticato.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Jack "King" Kirby è sempre la parte migliore di qualunque film di supereroi. Lunga vita al re. Sempre e comunque. Pronti a partire. Let's go!

18 commenti :

  1. Grazie per la rece. Sono proprio curioso,... se è un filava Pacific RIm buono per intrattenere ben venga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pacific Rim però me lo ricordo a distanza di anni. Questo no ;)

      Elimina
    2. Ma per carità, nessuno dice tu non debba esserlo :)

      Elimina
  2. L'ho visto.

    Concordo.

    Carino, fa il suo dovere, ma poi ti lascia poco alla fine.

    RispondiElimina
  3. Dal mio punto di vista il problema della maggior parte dei film di supereroi odierni sono i cattivi. In un film in cui già devi presentare quasi tutti gli eroi, devi metterci un cattivo carismatico e possibilmente in solitario, senza il solito esercito di tizi anonimi tutti uguali a rubargli spazio, così magari riesci a caratterizzarlo un minimo. Invece alla fine era il solito fesso che voleva rompere tutto senza una ragione particolare e che alla resa dei conti risulta pure essere molto debole...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo però é anche vero che se metti un megacattivo, togli spazio agli eroi. È uno dei grossi problemi dei supergruppi im generale!

      Elimina
  4. Mi sono divertito ho trovato il film molto bilanciato con un buon ritmo niente battute continue alla thor ragnarock momenti epici con una bella collonna sonora e qualche battuta dove serviva..mi stupisco che al botteghino non abbia fatto il botto avranno sbagliato l'uscita?perchè è quello che ha esordito con meno incassi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non saprei dirtelo! É vero che io l'ho visto sul presto, ma in sala eravamo meno di dieci persone...che siamo arrivati ad un punto di rottura con i film di Super?

      Elimina
    2. Non direi. Ragnarok ha incassato parecchio..

      Elimina
    3. Per carità, ma è il "prima". Magari la discesa inizia ora

      Elimina
    4. Vedremo l'anno prossimo dato che ci sarà una bella tornata di cinecomics

      Elimina
  5. Ciao Giova. (contiene spoiler)

    Hai anche tu la sensazione che abbiano tralasciato qualcosa. Ad esempio la resuscitazione di Superman è si ragionata prima, ma poi sembra fatto tutto molto in fretta.
    Per quanto riguarda il cattivo potevano almeno spiegare il raporto tra Steppenwolf e Darkseid, così da far capire che il vero cattivo è il secondo, tipo Blofield, che usa altri, contro Bond che li sconfigge rovinando i suoi piani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, non credo che sapere che Steppenwolf sia lo zio di Darkseid sia cruciale (per anni non lo fu nemmeno per Kirby), su Superman sì, la cosa non solo è frettolosa, ma di cattivo gusto secondo me. Si poteva gestire in modo diverso ecco. Anche il come kryptoniano mi andava bene

      Elimina
  6. Quando ho sentito le note del tema di Batman del 1989 mi sono emozionato, anche la scena, che a me è sembrata un omaggio di quella del film del mitologico Tim Burton, mi ha un po' emozionato e forse da allora mi aspettavo di più. Comunque mi è piaciuto, considerando che è il primo sulla lega e ci sono personaggi nuovi che conosceremo nei rispetivi film a loro dedicati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere! Sono sempre contento quando le cose nate dai fumetti piacciono! Giuro che non do giudizi negativi perchè mi diverto a darli :)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio