Didascalia

Didascalia

mercoledì 17 maggio 2017

Dieci nemici di Thor da rivalutare (Top 10)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog degno. Di cosa, non l'ho ancora capito, ma forse di qualche views.
Thor! Il dio del tuono, il/la biondo/a vendicatore  del regno dorato di Asgard, e uno dei primi personaggi della Marvel Comics, è uno di quei personaggi che, pur avendo una certa fama, per anni ha militato in una sorta di serie B, e che quindi non ha mai potuto contare su una galleria di nemici più o meno solida. Questo però non significa che il nostro non abbia affrontato gente interessante nel corso degli anni! E oggi, nella nostra rubrica "sotto i riflettori", vi portiamo dieci esempi di nemici che andrebbero un pelo rivalutati! Per saperne di più, saltate dopo l'intervallo!
E in copertina ci metto Loki. Per Google. Che sotto sotto gli voglio bene a Google.


 10-Hoarfen
 Figlio del lupo Fenris, che leggenda vuole sarebbe stato l'omicida di Thor giunta la fine del mondo, e di una gigante di ghiaccio, Hoarfen è un lupo alto 15 metri, e composto prevalentemente di freddo e odio. Il compito di Hoarfen, era quello di proteggere un castello, ma incontrerà sulla sua strada Thor (che in quel periodo era il cameraman "Red" norvell), Hulk e altri combattenti, e quindi non riuscirà nella sua impresa. Quello che però è degno di nota, è che questo lupo ginormico, si è preso delle botte dal martello di Thor, ed è ancora vivo per raccontarlo. Solo la forza combinata di due dei più grandi forzuti del mondo è riuscito a scalfirlo. Ammetto con onestà intellettuale che gli scontri fra supereroi e mostri giganti siano una delle cose più divertenti del fumetto, e Hoarfen ha comunque un design molto interessante, con gli occhi in bicromia e i baloon tutti "sfregiati". Io gli darei una seconda chance. Ma se non lo pensassi, non sarebbe in questa lista. E voi lo sapete, perchè siete dei lettori astuti.

9-Il Crociato
 Arthur Blackwood era uno studente del seminario, che credeva che il massaggio d'amore cattolico avesse bisogno di più spadate, e, dopo esser stato cacciato dal suo luogo di studio, andrà a piangere sulla tomba dei suoi antenati, che avevano servito nelle crociate. Qui, uno spirito gli donerà le capacità fisiche combinate di tutti i suoi antenati, che donano al nostro grandi poteri fisici, basati sulla sua fede. Più il crociato crede in se stesso e nella sua causa, più la sua forza cresce. Costruitosi un armatura, e armato di spada e scudo, Arthur deciderà di combattere il paganesimo falciando teste a colpi di arma bianca, e arriverà a sfidare Thor a duello, riuscendo anche a ferirlo in più occasioni.
Folle, psicotico, e con un set di poteri interessante (MA GIOVA! E' COME IL GLADIATORE DEGLI X-MEN!), il crociato resta una sfida interessante per Thor, considerando anche l'angolo più "di fede", che porta, potendo giocare molto bene sui parallelismi che ci sono fra chi segue una fede senza seguirla veramente, un dio a fumetti che non vuole proprio essere adorato.

8-Lorelei
 Sorella di Amora, alias la criminale Asgardiana nota come Incantatrice, Lorelei possiede enormi poteri mistici... che però preferisce non usare. Mentre la sorella passa il suo tempo a cercare di aumentare il suo potere e il suo arsenale magico, Lorelei lavora con la sua bellezza. Non c'è filtro d'amore che la nostra non conosca, non c'è pozione che rende un uomo suo schiavo che Lorelei non abbia preparato. Certo, la nostra può anche teleportare la gente, lanciare raggi d'energia, ma la seduzione è la cosa che rende la nostra letale. Uomini e dei sono diventati pedine nelle sue mani, credendo amore la sete di potere di questa maga asgardiana. La gag, è che una volta anche Lorelei è stata colpita da un incantesimo d'amore, ma anche un assaggio della sua medicina non ha cambiato la dea. Se Amora l'Incantrice è un personaggio complesso e sfaccettato, Lorelei è meschina, viziata e immatura. E qui i parallelismi si sprecano, e ora che Thor è una signora, e la musica è un po' cambiata, riportare in scena la maga dell'amore sarebbe una mossa quantomeno gagliarda.

7-Majestron Zelia
 Asgard, la città dorata casa degli dei, nasconde molti intrighi e segreti. Ma pochi, sono così letali come Narcission, la città gemella malvagia di Asgard, abitata dagli dei oscuri, misteriose entità dedite allo sterminio degli asgardiani. In principio infatti le due razze si ignoravano, ma dopo una grande guerra cosmica in cui Zelia aveva offerto ad Odino, il padre di tutti di diventare suo consorte, e dove Odino, aiutato da Thor aveva rifiutato e guidato la carica contro gli dei oscuri, tutto diventerà chiaro per queste divinità. Zelia possiede enormi poteri, può lanciare raggi d'energia, rubare il potere agli dei, unire tutti gli dei oscuri in un unico golem di carne e possiede la "visione infinita", una bizzarra forma di onniscenza.
Zelia resta così una minaccia non da ridere, specie per il suo potere di rendere gli dei praticamente dei mortali. La nostra è riuscita ad unire due pantheon (gli Asgardiani e gli Olimpici) per doverla sconfiggere una seconda volta, e tutta l'idea del doppio malvagio, in questo caso è declinata in un modo molto diverso, che funziona molto meglio di "Sono Odino, ma non ho la barba. Tremate di fronte al mio essere mostruosamente cattivo".

6-Shatterax
 Cyborg alieno, facente parte della razza dei Kree, Shatterax possiede una mente computerizzata (che non funziona benissimo, rendendolo pazzerellone), superforza, la capacità di lanciare raggi d'energia, supersensi e il potere di creare raggi di neutroni per ottenere vari effetti. Di base, il nostro faceva parte del supergruppo meteorico noto come Starforce, e non ha mai affrontato Thor direttamente. Però, l'idea di un robot con poteri quasi divini, simbolo del materiale, che si scontra con un Dio, o una donna che diventa un dio, simbolo del metafisico, è secondo me molto interessante, e piena di spunti. E' vero che Thor ha affrontato molti robot nella sua carriera come Replicus, Thermal Man, Ultron, Ultimo, l'andoide costruito da Donald Blake in quelle prime storie dove ancora non si capiva bene cosa fare di thor...Ma pochi personaggi hanno un design figo come quello di Shatterax. Esatto. Ho messo una mia opinione in un blog personale. Fatevi sotto nerd.

5-Desire
 Nello spazio, nessuno può sentirti urlare. Figuriamoci nascere. Dalla materia cosmica, nasceranno due esseri "L'uomo oscuro", incarnazione delle paura, e Desire, l'incarnazione del desiderio. La coppia si sposerà, e passerà il suo tempo a conquistare, fino a quando non incontrerà sulla loro strada Odino, il padre di tutti, che li sconfiggerà. Secoli dopo, la coppia si scontrerà con Thor, che scoprirà che Desire è più letale di quello che sembra. La nostra non solo è seducente ed irresistibile, ma non può essere ferita da metodi convenzionali, vola, e un suo bacio, per quanto piacevole...trasforma chiunque in pietra per l'eternità.
Il lottare contro qualcosa di concreto, come un gigante di ghiaccio, un drago o un mostro di sorta, è un qualcosa di interessante, e, senza menzogne, qualcosa che vorremmo leggere sempre. Lo scontrarsi con qualcosa di più astratto, sebbene più complesso da gestire, resta comunque divertente, e si presta a soluzioni diverse. Insomma, un bel cazzotto in faccia io lo leggo sempre volentieri, ma una storia dove si combatte in modo creativo, mi fa più piacere.

4-Kurse
 Algrim il forte era un elfo oscuro, che combatterà il potente Thor. Durante lo scontro però, Algrim finirà in un pozzo di lava, e sarà salvato solo dalla sua armatura mistica, ma perderà tutti i suoi ricordi. Il nostro sarà poi salvato dall'essere cosmico noto come l'Arcano, che colpito dai pensieri di Algrim, ovverosia la vendetta e Thor, le uniche cose che ricordava, potenzierà l'armatura dell'elfo, rendendola parte del suo corpo. Con una corazza quasi indistruttibile (e semisenziente), la forza di Algrim aumenterà al doppio di quella di Thor, ed in seguito al quadruplo. Il nostro inoltre otterrà il potere di essere un segugio formidabile, e di poter rintracciare un singolo fiocco di neve in una tormenta, e di vedere oltre qualunque illusione. Preso il nome di Kurse, il nostro si lancerà contro Thor, mettendolo in seria difficoltà in più di un occasione. L'unico problema, è che Kurse, come tutti gli elfi, è mortalmente vulnerabile al ferro. Ma questo non toglie che il nostro sia una vera e propria forza della natura, un mostro di pura forza fisica, un titano del terrore, con una mente astuta, ma focalizzata. Una vera e propria maledizione che cade su Thor. Con la forza di un pugno guantato di armatura. E cade di nuovo. Fino a che il bel volto del dio, non sarà spezzato.

3-Atum-Il Demongorgone
 Quando gli antichi dei della Terra verranno corrotti dal loro potere e tramutati in demoni, Gaea, dea della Terra deciderà di fare l'impossibile: dare cinque anelli del potere a dei ragazzini, la cui unione dava vita a CAPITAN PLANET generare un figlio col demiurgo, lo spirito della biosfera terrestre. Nascerà così Atum, un dio col potere del sole stesso. Ogni volta che Atum divora però un dio malvagio, la sua forma muta, in un qualcosa di mostruoso, chiamato il Demongorgone.
Dopo aver rilasciato le energie negative, Atum andrà a vivere nel sole, del quale diventerà dio protettore (e sarà venerato come divinità solare nel pantheon egizio).
E ora, già qui è faciel capire che in questa lsita ci sono nemici che possono dare del filo da torcere a Thor, e chi può spaventare più un dio di un qualcosa che gli dei se li mangia? Ma ecco l'arma segreta: Atum è figlio di Gaea. E pure Thor. Ergo, il demongorgone è il fratellastro del nostro eroe. E andiamo, la storia si scrive da sola. Dopotutto è dagli albori delle sue avventure che Thor si scontra con suo fratello, non vogliamo farlo combattere contro un fratello meno gracile?

2-Valchiria
 Dopo esser morto, e sepolto dentro il corpo dell'architetto Eric Masterson, Thor reclamerà il suo ruolo di dio del tuono, ma...non ci starà molto con la testa. La sua follia prenderà letteralmente vita, fingendo di essere una Valchiria, le scudiere di Odino, guidatrici delle anime dei guerrieri verso il Valhalla. La forza di Thor, sarà poi in grado di dare corpo alla Valchiria, che non solo possiede le stesse abilità fisiche del dio del tuono, ma controlla anche completamente la mente del nostro, rendendola così un'avversaria pericolossima.
Di base quindi, la Valchiria è una parte di Thor, un nemico interno, nascosto, che si fa strada con sotterfugi, mentendo e lottando in modo sporco e riprovevole. E quel nemico, è Thor stesso.
Da sempre si è cercato di trovare l'umanità in Thor, e dare corpo alle sue paranoie e insicurezze, è un modo molto da fumetto, ma sicuramente molto efficace.

1-Zarrko: l'uomo del domani
Ammetto candidamente di aver creato questa Top 10 quasi solo per parlare di Arthur Zarrko. Scienziato del 23esimo secolo, il nostro creerà una macchina del tempo, per un motivo molto semplice. Nel futuro, non ci sono guerre ne armi, e il mondo vive in pace. Zarrko viaggerà così ne nostro presente per rubare delle armi nucleari e conquistare così il futuro. Il nostro si scontrerà così a più riprese contro Thor, altri eroi Marvel e altri viaggiatori del tempo come Kang il conquistatore, rivelandosi sempre un pelo più inetto dei suoi "colleghi", ma riuscendo sempre a salvarsi. Questo perchè, nel futuro, Zarrko si vedeva come un eroe. Il nostro infatti si era scontrato con Thor per un motivo molto semplice: nel futuro, Thor avrebbe conquistato il mondo, avendo perso ogni connessione con la razza umana, e l'uomo del domani voleva evitare alla sua Terra questo triste destino. E ridendo e scherzando, Zarrko ci riesce. Certo, il suo è un contributo molto piccolo alla causa, ma Zarrko riesce nel donare un nuovo futuro alla Terra.
Quindi non solo Zarrko non è proprio un cattivo cattivissimo. Ma vince. Vince. quanti sono i criminali che vincono nei fumetti? Meno del 10%! E inoltre! Zarrko è talmente tanto scemo, che vuole delle armi per conquistare il mondo, che costruisce una macchina del tempo per rubarne nel passato giusto? Ecco, se sei così intelligente da poter costruire UNA MACCHINA DEL TEMPO, vuoi non essere in grado di costruire una pistola? Ragazzi Zarrko è un personaggio pazzesco, un malvagio stupido, ma intelligentissimo, che si vede come un'eroe, e forse lo è. Un personaggio pieno di contraddizioni, che ricerca la gloria, ma anche la pace, che vuole la conquista, ma non sa pensare in modo non laterale. Insomma, io lo voglio contro Thor ogni mese. Ma in una testata sua.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Questo articolo  stato scritto nel passato, e arriva a voi oggi. MERITO DI ZARRKO! LODE A ZARRKO! Pronti a partire. Let's go!

8 commenti :

  1. Condivido il tuo apprezzamento per Zarko, personaggio che ho scoperto leggendo le ristampe delle prime avventure di Thor. Personaggio allo stesso tempo stupido e fighissimo.

    Kurse di recente si è redento se non mi sbaglio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è questa grande gag, che le storie non sono scritte sulla pietra e possono cambiare se qualcuno vuole ;)

      Elimina
    2. Sicuro...

      Zarko di recente quando è apparso ?

      Elimina
  2. Peccato per la città gemella cattiva di Asgard, faceva molto Nuovi Dèi - Apokolips.

    RispondiElimina
  3. Zarrko è stato uno dei primi villain viaggiatori del tempo che incontrai sulle pagine di un fumetto,più precisamente nella storia del team up tra Iron Man e l'Uomo Ragno,dove riesce persino a rapire i Vendicatori,che dire,mi è sempre rimasto impresso ed è davvero un peccato vederlo oramai raramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo ha meno gadget di altri personaggi piú sfruttati come kang... Ma i fan di Zarrko la sanno lunga :)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio