Didascalia

Didascalia

martedì 4 aprile 2017

Cain Marko: Nessuno ferma il Fenomeno (Fresh from the Past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog casa dei titoli banali come i calzini bianchi.
Siamo quasi alla fine di questo inarrestabile mese (e un pezzetto) delle richieste, e questa volta, il centounista James ci ha chiesto di parlare di un nemico "classico" degli X-men, nonchè il meme più caldo del 2005, Il Fenomeno.
Per saperne di più su questo omone scarlatto in armatura, sapete che dovrete solo fiondarvi dopo l'intervallo!
"I'm the Juggernaut B..." "NON FACEVA RIDERE NEANCHE ALLORA!"


 Con una prima apparizione su X-Men 12 del 1965, testi di Stan "The Man" Lee , schizzi di Jack "King" Kirby e rifiniture di Alex Toth,  il vero nome del nostro Fenomeno, è Cain Marko, e se siete lettori attenti, lo sapevate già dal titolo.
Suo padre Kurt, grande scienziato, si separerà dalla moglie poco dopo la nascita di Cain, e si risposerà con la vedova di un suo collega, Sharon Xavier, adottando così il figlio di lei, Charles.
Marko senior, preferiva di gran lunga il suo figlio adottivo, più intelligente e serio, rispetto alla sua progenie, maleducata e rissosa, espulsa da ogni scuola possibile ed immaginabile, e questo non faceva di certo piacere a Cain, che usava la sua stazza per dare al piccolo Charles una cascata di botte appena possibile.
Dopo la morte di Sharon, Kurt resterà da solo assieme ai due ragazzi, mentre Cain lo accusava di aver sposato la madre di Charles non per amore, ma per denaro, e anzi, che era stato egli stesso a studiare la morte di Xavier Senior. Il dottor Marko, e Charles(che origliava) non la prenderanno superbene. Se poi ci mettiamo che i poteri mutanti telepatici di Charles stavano venendo a galla, e che il nostro si trovava inavvertitamente a leggere i pensieri del fratello, e a sentire la sua sofferenza, e che Cain si accorgeva di queste intrusioni vedendole come uno scherzo crudele, capirete bene che Marko Junior ne aveva fin sopra i capelli di quella vita.
Cain deciderà così di punire il padre, distruggendo parte del suo laboratorio chimico, ma causerà un incendio che costerà la vita al padre, che prima di morire riuscirà però a salvare la vita dei suoi due figli.
 Dopo che Charles andrà a studiare ad Oxford, anche Cain lascerà la casa americana di Westchester per diventare un soldato mercenario, e la coppia di fratelli si perderà di vista, fino a quando non si troveranno a servire nella stessa unità militare durante un raid in Corea.
Cain deciderà di disertate, e Charles, temendo le ripercussioni a cui i fratello sarebbe andato incontro, deciderà di rincorrerlo dentro una caverna, dove Marko aveva trovato un misterioso rubino, sopra cui torreggiava una scritta "Chiunque toccherà questa gemma, possiederà il potere delle bande scarlatte di Cyttorak, e così, chiunque leggerà queste parole, sarà trasformato in un Fenomeno inarrestabile".
Con un frase così, Cain farà l'unica cosa razionale e toccherà la gemma, e si troverà ingigantito, e con una forza straordinaria. Putroppo, la sua gioia sarà di breve durata, poichè la caverna gli crollerà addosso. Charles, sopravvissuto al crollo, cercherà il corpo del fratello, ma non trovandolo tornerà poi negli Stati Uniti. Quello che non sapeva, era che forze molto più grandi di lui erano all'opera.
 Questo perchè Cyttorak, non è solo una parola buffa, è anche un Dio. O un demone, dipende a chi chiedete. Per anni adorato sulla nostra Terra, il potentissimo si era poi piegato alla forza di altre magie, ed era stato bandito nello "Spazio Scarlatto", dal quale cedeva il suo potere a chi riteneva degno. Cyttorak è volubile, e si annoia facilmente, quindi il suo potere si crogiola nella distruzione e nell'avarizia di chi lo usa. Ma il suo potere è qualcosa di fuori scala. Grazie alla gemma, l'avatar di Cyttorak ottiene una forza pari a quella di un dio, l'invulnerabilità, l'immortalità (sia eterna giovinezza, sia l'annullamento del bisogno di mangiare e bere), un campo di forza, un fattore rigenerante, e un campo di inerzia che gli permette di non essere mai fermato, una volta che è in movimento, trasformandosi così nella famigerata "forza inarrestabile". Inoltre, la trasformazione dona all'avatar un'armatura ed un elmo mistici che possono essere evocati a piacere. L'elmetto, protegge l'avatar da intrusioni psichiche.
Nel caso di Cain inoltre, il nostro ha un background da mercenario e soldato, ed è quindi un abile combattente, in grado di usare tecniche militari unite alla rissa pura quando tira cazzotti ai suoi nemici.
 Siccome Cain non ha bisogno di cibo od aria per sopravvivere, la caduta della caverna lo lascerà solo immobilizzato per un po', ma grazie alla sua grande forza riuscirà a liberarsi, e si metterà alla ricerca del fratello, avendo ora gli strumenti per la sua vendetta. Nel frattempo però, il buon Charles aveva messo su una bella squadretta paramilitari di ragazzini, che non esiterà a lanciare contro Cain, che si faceva chiamare "Il Fenomeno". La battaglia si risolverà con un bel colpo telepatico da parte di Charles, dopo che i suoi studenti avevano rischiato la vita per togliere l'elmetto a Cain, rendendolo così vulnerabile al potere di Xavier. E l'ironia di essere potentissimo, ma il tuo fratellino è tipo l'unico che può ancora pestarti sodo, è bella forte qui.
 In seguito, Cain subirà varie disavventure, finendo intrappolato nello Spazio Scarlatto, aiutando anche il mago Dottor Strange a respingere alcune forze mistiche, trovandosi invecchiato, sfidando gli X-men e anche l'incredibile Hulk.
Cain sarà poi assoldato dall'alieno Erik il rosso per fare secca la seconda generazione di X-men, e gli sarà affibbiato un partner, Black Tom Cassidy, un terrorista irlandese col potere di mutare ogni oggetto di legno in un arma spara laser. La coppia, unita dal caso, svilupperà una profonda amicizia, e, anche se verrà pestata ben bene dagli X-men, deciderà di continuare a lavorare in coppia.
 La partnership Tom/Cain li porterà poi a scontrarsi contro l'Uomo Ragno. Tom voleva infatti sfruttare le abilità psichiche della medium Madame Web, che in quel periodo però fungeva un po' da mentore dell'arrampicamuri. In una delle sequenze più belle e dinamiche della storia dei comics, l'Uoo Ragno non riuscirà a fermare il fenomeno nella sua corsa, e Cain riuscirà a rapire la donna, ignorando però che la sua salute era legata ad un complesso macchinario, dal quale il Fenomeno l'aveva strappata via. Distrutto dal dolore per la perdita dell'amica, l'Uomo Ragno intrappolerà il Fenomeno sotto 12 metri di cemento liquido, in attesa che le autorità potessero trovare un modo per fermare il fenomeno. E prima che diciate "MA QUINDI VOLEVA UCCIDERLO" vi diremo che l'Uomo Ragno sapeva che il fenomeno era pressochè immortale.
 Cain riuscirà a liberarsi, e vivrà così un altra serie di bizzarre avventure, come un pestaggio con l'X-men Colosso per fargli dimenticare una delusione d'amore, una lotta con Black Tom che era diventato un fenomeno a sua volta, e si ritroverà per vari momenti  con i suoi poteri a singhiozzo. Questo non gli impedirà di pestarsi con vari eroi Marvel, cercare di rubare più potere a Cyttorak, e di fare un salto nell'universo degli eroi Malibu, unendosi al gruppo meteorico noto come Exiles, cosa che la maggior parte dei suoi articoli online non citano mai, forse per vergogna, ma su Comicsverse 101, il pudore non sappiamo manco dove stia di casa.
 Quando il prof Xavier "spegnerà" la mente del suo arcinemico Magneto, che aveva strappato il metallo adamantio dal corpo dell'uomo X Wolverine, parte della psiche del suo rivale si fonderà con la sua, trasformando il telepate nell'essere psichico semionnipotente noto come Onslaught. La prima cosa che il prof malvagio farà col suo potere, sarà quella di pestare a sangue il Fenomeno, di recente tornato nel nostro mondo.
 Durante una sfida con Thor, Cain scoprirà di non essere l'unico Avatar di un dio/demone. Millenni prima infatti, otto entità mistiche avevano nascosto otto artefatti del potere per il mondo, dando vita così ad otto avatar, che si sarebbero dovuti sfidare per dimostrare la superiorità della loro divinità, ma non prima di aver conquistato il mondo.
Cain, anche grazie all'aiuto di Charles e di Thor, riuscirà a vincere il lavaggio del cervello che faceva di lui una mera pedina di Cyttorak, e a mettersi contro il suo protettore e gli altri sette avatar, sconfiggendoli e salvando il mondo.
 Dopo esser stato rapito dall'alieno Prosh, ed aver di nuovo agito da eroe, Cain perderà parte dei suoi poteri, perchè agli occhi di Cyttorak  il nostro non stava usando le sue energie per quello che contava davvero: la distruzione e il guadagno personale.
Restando però un omone molto molto forte, Cain deciderà di fare il passo successivo nella redenzione, e si unirà agli X-men, nel periodo in cui i nostri vivevano in un enorme scuola per mutanti. Qui, Cain farà amicizia con un ragazzino di nome Sammy, alias Squidboy, che aiuterà il nostro a redimersi davvero, e darà a Sammy una nuova figura di riferimento.
 Quando Black Tom Cassidy tornerà a farsi vivo, e chiederà a Cain di unirsi alla sua nuova posse, la confraternita dei mutanti malvagi, il Fenomeno accetterà per due motivi. Primo, perchè voleva essere invitato alla cerimonia di premiazione per la categoria "nome di un gruppo meno sottile di sempre", e secondo, perchè voleva fare il doppio gioco e riferire agli X-men le mosse della confraternita.
Il piano non andrà superbene, poichè Sammy, vedendo il suo eroe unirsi ai cattivi, deciderà di combattere i mutanti malvagi, venendo però ucciso da Black Tom.
Inutile dire, che Cain si infurierà, e inizierà a pestare il vecchio alleato come l'orso.
Quando la confraternita verrà risucchiata dentro un buco nero, Cain li seguirà, per salvare l'altra talpa del gruppo, la magica Nocturne, e per evitare che i membri del gruppo potessero fare male ad altra gente.
 Cain e Nocturne finiranno così nel Mojoverso, dove la gente ha quattro dita e vive da schiava, e la razza dominante è fatta da lumache su poltrone robotiche e che vivono per la televisione. FUMETTI!
La coppia riuscirà a fuggire, e dopo varie peripezie, deciderà di unirsi al gruppo britannico noto come Excalibur, cementando la tradizione di avere un gruppo in Gran Bretagna composto quasi esclusivamente di americani.
 Quando Hulk, dopo essere stato lanciato nello spazio da un gruppo segreto noto come gli Illuminati (che non solo è una delle idee più sceme mai avute dalla Marvel, ma aveva fra i suoi membri anche Xavier), tornerà sulla Terra per vendicarsi, tutti gli X-men proveranno a fermare questa forza della natura in verde.
Cain, sopraffatto nella sua forma potenziata non al massimo, chiederà a Cyttorak di ridargli la sua piena forza, a patto che il nostro fosse tornato sulla cattiva strada. In un atto di redenzione estremo, ed estremamente bizzarro, Cain tornerà malvagio per salvare il fratello, ma verrà lo stesso sconfitto.
 Cain verrà poi pestato anche dal figlio di Hulk, Skaar, e poi anche dall'essere cosmico noto come Capitan Universo. La Gag, è che il potere di Capitan universo passa di ospite degno in ospite degno, e in quel periodo il potere era andato ad un tale William, la cui vita era stata rovinata dal fenomeno in una delle sue scorribande. Il potere in teoria sarebbe servito per riparare delle placche tettoniche rovinate dalla stessa scorribanda che aveva distrutto William, e, vedendo che il nostro non aveva nessuna intenzione di usarlo per il bene, ma solo per vendetta, il potere di Capitan Universo passerà così al fenomeno, che metterà tutto a posto.
 Questa intrusione però infastidirà Cyttorak, che toglierà di nuovo al fenomeno gran parte dei suoi poteri. Arrestato e più controllabile, il Fenomeno entrerà nella seconda incarnazione più ganza del gruppo noto come Thunderbolts, dove il gruppo in pratica era la Suicide Squad, ma scritta meglio.
Assieme ad altri criminali, Cain combatterà varie minacce con la promessa di un pena meno severa.
Citiamo, per puro amore, il momento in cui il nostro si Pesta contro Hyperion, un tizio con gli stessi poteri di Superman. E vince. Non da solo. Ma Vince. Oh come Vince. Perchè non solo pesta Hyperion, ma gli fa pure provare paura. E un compagno di squadra di Cain, non ama particolarmente la paura.
 Proprio durante il suo periodo con i Thunderbolts, Cain si troverà fra i prescelti del dio Asgardiano noto come il Serpente, all'interno del megaevento Fear Itself. Cain, grazie ad un martello magico, si troverà così trasformato in Kurrth, il frantumatore della roccia. Così bardato, e posseduto dal serpente, Cain si getterà contro i suoi vecchi alleati.
 Cyttorak intanto, ormai completamente infuriato con Cain, deciderà di scegliersi un altro avatar, uno che non lo avrebbe mai tradito con un altro potere. E sceglierà l'X-men noto come Colosso.
Cain verrà poi sconfitto, e, rimasto senza alcun potere, sparirà nelle ombre.
 Avendo mantenuto un po' della sua superforza, Cain si ritererà a vita privata, e scoprirà della morte del fratello Charles. Proprio in questo periodo, Cyttorak cercherà un nuovo avatar, e chiamerà non solo tutti coloro che avevano avuto il potere della gemma in passato, ma anche nuovi adepti per la sua causa. Cain e Colosso si troveranno dalla stessa parte, volendo distruggere la gemma per evitare che il potere del dio/demone tornasse sulla Terra. La gemma verrà però rubata da Ahmet Abdol, alias il Monolito Vivente, un mutante col potere di usare l'energia solare per diventare un gigante di pietra, che si muterà così in un Fenomeno gigantesco.
 Cain e gli X-men proveranno così a combattere il nemico, fino a che Colosso non deciderà di parlare direttamente con Cyttorak, chiedendogli di avere così tanto potere da essere in grado di distruggere persino il Dio/Demone, in modo da poter combattere alla pari con il suo nuovo avatar. Cyttorak accetterà, ma darà il potere al suo avatar preferito, Cain, che si trasfomerà di nuovo nel Fenomeno, questa volta ancora più potente, e senza la debolezza agli attacchi psichici. Il monolito vivente verrà sconfitto, e il Fenomeno finirà giù da una scogliera, ma, come sappiamo, nulla ferma il fenomeno. Almeno non a lungo.
L'idea del Fenomeno, è, beh, fenomenale. Un classico senza tempo del "fratello cattivo" (che peraltro si chiama Cain, come Caino), del doppio malvagio, della diatriba muscoli/cervello, Cain Marko è un personaggio interessante, ma con due grossi difetti. Il primo, è il suo potere di essere "inarrestabile". Sappiamo tutti, che nei fumetti le regole e la coerenza non esistono, o se esistono, sono regole diverse da quelle scritte nelle storie. Se qualcuno dice che qualcosa è "indistruttibile", state certi che qualcosa lo distruggerà. E quindi, il fenomeno, o è un punching ball, usato quando serve "uno forte", o è francamente ingestibile, vista la sua forza divina e la sua letterale immortalità. Questo ci porta un qualcosa difficilissimo da gestire, non solo a livello di storia, ma anche di personalità, perchè, tutte le volte che abbiamo visto Cain "buono", il nostro, seppur abbia brillato in più di un occasione, non è mai riuscito ad uscire dal suo ruolo di : Quello forte che prende più botte di quante ne dia. E il secondo, è l'idea dello status quo. Cain non è, ne un'eroe, ne un cattivo. Cain è un antieroe, bello e buono, molto più di quanto non lo siano altri personaggi che hanno avuto storie simili. Della serie, io una serie regolare del Fenomeno dove fa il mercenario, la leggerei. Nei Thunderbolts, il nostro era pazzesco. Dargli sempre più o meno potere a seconda di dove stia, è una bella perdita di tempo, perchè un cattivo inarrestabile non esiste, e un buono forzuto costa un soldo la dozzina. La verità, col fenomeno, sta nel mezzo. Ci sta farlo egoista, ci sta farlo compassionevole, questa voglia maledetta di riunchiuderlo nelle sue stesse bande cremisi però, è deleteria. Vedremo come saranno gli sviluppi di questo nuovo Super-Fenomeno.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. "Juggernaut Rules", diceva X-Men dimensions. E niente, mi è venuto in mente ora. pronti a partire. Let's go!

6 commenti :

  1. Cain Mark(o), il marchio di Caino

    RispondiElimina
  2. Grazie del post! A me il Fenomeno ha sempre affascinato, ma a volte lo trattano davvero troppo male!

    RispondiElimina
  3. Nei conflitti tra i due pero a spuntarla era Charles per via del suo potere.....

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio