Didascalia

Didascalia

mercoledì 22 febbraio 2017

LEGO Batman-il film: La recensione onesta (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che ispira nella gente la sua faccia quando i suoi amici dicono "Batman". Storia vera.
Una delle cose più bizzarre a proposito del cavaliere oscuro, è la sua preponderante tendenza ad apparire in film animati che lo vedono apparire sotto forma di omino di LEGO, contandone ben 7. Dopo però il successo del film "The LEGO Movie", e della sua versione parodistica del cavaliere oscuro, gli studios hanno deciso di dare al nostro una chance in un film tutto suo. Riuscirà il crociato mantellato a bat-tere la concorrenza? Per saperne di più, saltate dopo l'intervallo!
Se le Bat-tute vi urtano, siete nel posto sbagliato


 Dati tecnici (durata 104 minuti)

 Diretto da Chris McKay e scritto da Seth Grahame-Smith, basandosi sull'omonimo personaggio creato da Bill Finger e Bob Kane, LEGO Batman racconta la storia dell'ultimo piano malvagio del principe pagliaccio del crimine, Joker (Zach Galifianakis), che, stanco della sua relazione d'odio non dichiarata con Batman (Will Arnett), decide di mettere un po' a soqquadro la vita del vigilante.
Ma il cavaliere oscuro ha altre belle gatte da pelare, come la cotta per il nuovo commissario di Gotham, Barbara Gordon (Rosario Dawson), le ramanzine del maggiordomo Alfred (Ralph Fiennes), e l'aver adottato per sbaglio un figlio, tale Dick Grayson (Micheal Cera).
Riuscirà l'eroe solitario per eccellenza, a sconfiggere Joker e la sua armata di criminali? E riuscirà a superare la sua più grande paura?
 Dal punto di vista del doppiaggio, la direzione è dì Marco Mete per DUBBING BROTHERS INC. Citiamo che, come per molti film d'animazione recenti, il cast è costellato da star di vario livello, anche per parti piuttosto piccole. L'adattamento italiano è molto simpatico, e si sforza di mantenere lo spirito leggero del film, e alcuni giochi di parole con un buon successo, mantenendone alcuni in originale, e inserendone alcuni possibili solo in italiano (come le varie enfasi su ogni parola che contiene la sillaba "Bat". Che fa ridere perchè in inglese si direbbe "Bet", ma poi mi tocca scrivere cose come AAAAAAAARGH! CULTURA! ma volevo anche far notare l'ironia su un altro gioco di parole, ma poi mi rendo conto che non è così importante se non si ha un feticismo per queste cose).
Le voci italiane dei personaggi sono:

Batman: Claudio Santamaria (già doppiatore di Christian Bale nella trilogia dei film di Nolan)
Barbara Gordon: Geppi Cucciari (attrice e comica)
Alfred: Roberto Pedicini (che ricordiamo come Pippo, ma anche come Kevin Spacey in "American Beauty")
Robin: Alessandro Sperduti (lo abbiamo visto ne "I medici" nel ruolo di Piero)
Joker: Marco Guadagno (Matthew Broderick in "Wargames")

Nota di puro colore blogghereccio, per quanto il lavoro di Guadagno sia sempre ad ottimi livelli, per me il Joker resta quel tesoro della grande Liguria che è Riccardo Peroni. Come credo per tutti Batman sia Marco Balzarotti, ma quello è generazionale.

Cosa c'è di buono
 Il film ha delle sequenze d'azione che fanno a cento all'ora in ogni momento, e risultano sempre ben pianificate e costruite. Il feel di un film fatto col LEGO è presente, ed è un qualcosa di spettacolare, forse un pelo meno rispetto al suo film "papà".
C'è più di una sorpresa, alcune davvero inaspettate, e lo humor è buono, alcune scene fanno davvero ridere, e anche l'elemento parodisitico è ben gestito.
I personaggi sono molto carini, ed estremamente riconoscibili, e anche ben caratterizzati.
Se siete dei nerdacci, noterete una serie di citazioni così fini che porca miseria, fra cui la più grande citazione in un film di Batman di tutti i tempi al momento della stesura dell'articolo, ovverosia Due-Facce nero. Perchè interpretato da BILLY PORCAMISERA DEE WILLIAMS. Che interpretava Harvey Dent nei primi film di Tim Burton, nei piani sarebbe dovuto essere due facce, ma poi fu sostituito da Tommy Lee Jones. Che è un mostro, per carità, ma non è BILLY PORCAMISERIA DEE WILLIAMS.

Cosa c'è di non buono
 Il film ha una struttura serratissima come un cartone animato giapponese: azione a duemila, parlato, azione a duemila, parlato. E il parlato è pesante come un elefante che ha inghiottito sette incudini. La metafora, e il messaggio che il film vuole dare è buono, è simpatico, e si sposa bene con Batman, ma te la menano così a sangue che alla terza volta che qualcuno inizia a fare un discorsone ti senti un pelo tirato fuori dal film.
Mi è stato fatto notare (da mio Zio, che di cinema ne sa a pacchi), che ci sono un sacco di dettagli, ma sono messi lì talmente velocemente che non hai il tempo per notarli tutti.
Per quanto io sia sicuro, ma vi giuro che ci metto la mano sul fuoco, che la signora Cucciari si sia impegnata a duemila per il ruolo di Batgirl, e si sente che la sua tipica parlata sarda è molto "contenuta", purtroppo il risultato non è proprio il top, creando un bizzarro compromesso vocale.

 Giudizio finale
Ho letto in giro che per molti questo è il miglior film di Batman di sempre. A queste persone mi piace dire che mi spiace un sacco che non abbiate mai visto "La maschera del Fantasma", ma è facile capire il perchè questo film sia piaciuto così tanto. Di base, LEGO Batman, è un film che basa tutto il suo approccio sulla percezione che il grande pubblico ha di Batman. Quella di un pompato solitario, ma che sotto sotto è triste. E va benissimo, ma esiste un effetto per la quale se la mia opinione viene legittimata da qualcuno che è più famoso, o ha più pubblico di me, la mia reazione di base sarà "FINALMENTE! IO LO DICEVO DA ANNI!". O se siete il mio amico Ramon, ci racconterete di come sia ingiusto, perchè voi lo dicevate da anni e ora tutti lo dicono e sto divagando.
LEGO Batman è, essenzialmente, un film per un pubblico bambino, con qualche bonus per i genitori e gli accompagnatori, ma tutto sommato un film molto semplice, con alcune trovate molto interessanti, altre molto intelligenti, e altre pesanti.
Un'interpretazione di Batman che prende in giro Batman non una maestria rara, ma che non perde l'occasione per mettere su il meme occasionale, che non è fastidioso per se, ma nel contesto di un film che ha così tanto da dare, risulta un pelo forzato. Non mi dare un contentino, se il tuo film funziona.
Nel complesso però abbiamo un buon prodotto, con un buon cast, una colonna sonora estremamente interessante, e alcuni momenti di metafilm, col film che si prende in giro da solo, che fanno davvero piacere. Vi giuro che i primi quindici minuti vi terranno incollati alla sedia perchè sono semplicemente spettacolari, potrebbero essere un corto a parte. Il film poi non perde quota, ma quella parte è molto "Batman classico" (anche se esagerato a schifo), mentre poi prende più piede il LEGO. Ai fini del film non cambia nulla, resta un prodotto solido, ma Batman che pesta un sacco di criminali, anche di serie B, fa sempre piacere.
Il film prende 3,5 conigli fatti di mattoncini su 5. Conigli Neri. Punta sempre sul nero.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. La cosa che il Joker dice sul fatto che i suoi scagnozzi siano veri, è vera. E se leggete questo blog da un po' già lo sapevate. Quanto figo è? Pronti a partire. Let's go!

4 commenti :

  1. Bella rece.
    Anche io sono del partito "tra i migliori film su Batman" (La maschera del fantasma per me è parte di TAS, miglior traspozione batmanesca ever).
    Ma a me piace perché è un film su Batman, non con Batman né di Batman.
    E' un film sulla storia cinetelevisiva e editoriale del supereroe :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interpretazione interessante. Grazie per il suppporto!

      Elimina
    2. Grazie a te, come sai ti leggo sempre volentieri^^

      Moz-

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio