Didascalia

Didascalia

venerdì 6 gennaio 2017

La lunga storia della Legione dei Super eroi- Legione dei Tre Mondi (Parte 7)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che vi ricorda che è quel momento dell'anno. Il momento dove continuiamo la rubrica del blog più lenta di sempre, dove analizziamo la storia del gruppo del futuro, noto come "La Legione dei Supereroi".
Dopo un paio di periodi in cui il gruppo era la cosa più ganza dopo il burro di arachidi croccante, e un rilancio che ci ha donato l'immortale urlo di guerra "Incassa nonnetto", i nostri adolescenti del futuro cercavano di rendere le cose meno confuse con risultati.....alterni.
Per saperne di più, vi consigliamo non solo di saltare dopo l'intervallo, ma anche di leggere la parte 1 2 3 4 5 e 6 di questa serie. Esatto. Vi diamo anche i compiti. MWAHAHAHAHAH!
I WANT YOU! (BUMBUMBUMBUM) I WANT SO BAAAAAAD!

Maaaaa, prima di parlare della nostra miniserie in cinque numeri del 2008, scritta da Geoff Johns e disegnata da George Pérez, un po' di storia. Esatto. Un po' di più.
Dopo il Threeboot, per un po' non si sentirà più parlare della Legione dei supereroi, fino a quando la Lega della Giustizia non si scontrerà col criminale Trident, sotto la cui maschera si nascondeva Val Amorr, alias Karate Kid. Il che non sarebbe particolare, se non fosse che questo Karate Kid sembrava provenire dalla prima versione della Legione, Cancellata da quasi trent'anni.
Assieme al nostro eroe del Karate, arriverà anche tutto i resto della Legione, che userà delle particolari bacchette di rame, che useranno per far resuscitare un grande eroe del passato: Wally West, alias Flash.
Val e la compagna di squadra Duo Damsel, parteciperanno anche ad un paio di eventi, di cui però non parliamo non solo perchè se no questo articolo sarebbe lungo il doppio, ma anche perchè di una bruttezza rara.
Le connessioni con la Legione "prima maniera" non si fermeranno qui. Infatti, Thom Khallor, alias Starman, indossando una versione con maschera del suo ultimo costume, si unirà alla Società della Giutizia D'America, rivelando di soffrire di schizofrenia. Le medicine del futuro tengono la malattia sotto scacco, ma la nostra tecnologia presente non può ancora aiutarlo.
Scopriremo anche, che il costume di Thom, è in realtà una mappa. Una mappa del multiverso.
Persino Superman, che credeva di aver dimenticato i suoi amici d'infanzia, che avevano basato il loro club sulla sua vita, arriverà a vivere una nuova avventura con la Legione, dovendo combattere un nazista umano, che non credeva nel messaggio di unione e di amicizia della Legione. Il mondo è degli umani, e gli alieni devono sparire, secondo questo sedicente eroe "Terra-Man", che è in grado di assorbire i poteri di chiunque, e arriverà anche a torturare il legionario Polar Boy (che se non vi fosse arrivato il memo, è il secondo membro più figo del gruppo), facendogli perderà un braccio.
Superman, dimostrerà che puoi avere tutti i poteri che vuoi, ma lui, ha qualcosa in più. Qualcuno che gli guarda le spalle. Anche dal futuro.
E questo ci porta dritti dritti alla nostra mini. Nel futuro 31esimo secolo, arriva infatti dopo varie peripezie, un nuovo Supertizio. Superboy Prime, nativo di una terra dove era l'unico supereroe, e psicopatico senza speranza che crede che il passato sia il posto migliore del mondo, e pretende che il suo mondo perfetto torni ad esistere. Dopo aver visitato il museo di Superman, e aver capito che nella galleria di nemici dell'Uomo d'acciaio il nostro è solo una nota a piè di pagina, Superboy Prime perderà la bussola, e cercherà vendetta contro Superman, e i suoi alleati.
Tutto questo, mentre la Legione affrontava la sua buona slerfa di problemi. Dalla morte del loro benefattore RJ Brande, che prima di spirare chiederà al gruppo di non mollare mai, alla sfiducia del governo, a tanti piccoli problemi interni, come la stanchezza e la depressione del pirico Sun Boy.
Superman verrà così chiamato dallo scienziato Brainiac 5 nel futuro, per combattere la minaccia di Prime, rivelando a tutti un grande segreto. Le tre Legioni dei Supereroi, esistevano tutte in contemporanea. Anzi, la versione del Threeboot veniva proprio dal futuro di Terra Prime, patria di Superboy.
Dovendo affrontare un nemico potentissimo (Prime può prendere a pugni letteralmente la realtà. FUMETTI!), Brainiac 5 deciderà di provare ad usare le bacchette di rame per aprire un varco dimensionale e reclutare nuovi alleati.
Nel frattempo, un piccolo gruppo di Legionari composto dal roccioso Blok, dalla segugia Dawnstar, dalla Lanterna Verde Rond Vidar e dal figo devastante Wildfire, cercherà di salvare la vita alla compagna di squadra Strega Bianca, che era finita nelle grinfie del mago Mordru, uno dei nemici più potenti del gruppo.
Blok, spinto dall'amore (corrisposto) della compagna, deciderà di non fermarsi davanti a nulla per salvarla, mentre Wildfire e Dawnstar, avevano qualche problema di coppia. E non capisco perchè, Wildfire è perfetto. Ma sto divagando.
La missione sembrava un successo, o almeno una vittoria risicata, fino a quando
Non vedremo Prime arrivare con una sua Legione. Una nuova Legione dei Super-criminali, formata da tutti i più grandi nemici della storia delle Legione. Telepati malefici, signori del fulmini, Mattoni volanti che sparano laser dagli occhi, crudeli cacciatori, uomini di fuoco, imperatrici di smeraldo, cyborg e molto altro.
La Legione dei Criminali verrà tenuta in stallo per poco tempo da Rond Vidar, che darà il tempo ai suoi compagni di salvarsi la pelle, lasciandoci però la pelle.
E così, l'ultima Lanterna Verde dell'Universo moriva, e il suo anello, l'arma più potente del mondo, cercava un successore. Ma senza successo. Sembrava infatti, che la forza di volontà nell'universo fosse finita.
Ma! D'altro canto, Brainiac 5 dimostrava che l'intelligenza invece, era ancora florida. E che lui, era la persona più intelligente dell'universo. E, grazie ad un mix di scienza e di spavalderia, assieme alla Legione "Adulta" degli esordi, c'era anche la Legione adolescente del reboot, e quella ribelle e col grido di guerra più figo di sempre del secondo reboot. E no, i cachet non sono compresi nel prezzo del blog. Anche perchè il blog è gratis.
Ma la minaccia della Legione dei Criminali e di Prime era lo stesso un qualcosa di inarrestabile. E quindi, il Daxamita (Tipo Superman, ma allergico al piombo) Mon-El, e la sua fidanzata controlla ombre Shadow Lass, si recheranno dall'ultimo guardiano dell'universo, Sodam Yat, un Daxamita col potere di Lanterna Verde. Un tizio che si era già scontrato con Prime, e le aveva prese. Ma questo era prima. Il nuovo Yat aveva dalla sua mille anni di esperienza in più.
Mentre, il resto della Legione provava a scontrarsi con Prime ed i suoi sgherri, resistendo al massimo delle loro possibilità, ma senza troppo successo.
Fino a quando, non arriveranno un paio di decine di rinforzini. E così, all'urlo di "Lunga Vita alla Legione", lo scontro diventerà un pochino più leale.
La lotta pendeva sempre verso Prime, che comunque restava la minaccia più grande. Ma, vale la pena citare un paio di momenti ganzi dello scontro fra le tre Legioni e quella dei Supercriminali.
Abbiamo le tre eroine intangibili note come Phantom Girl innamorarsi ancora una volta dei loro fidanzati, gli eroi noti come Ultra Boy, abbiamo le telepati Staurn Girl stendere la telepate malvagia Saturn Queen, che crede che tutti gli umani siano malvagi, perchè lei stessa lo è, e Karate Kid che spacca la faccia al mondo.
Per non parlare poi di Ferro Lad, l'eroe più metal della Legione, capace di mutarsi in ferro organico, venir trasformato in piombo per pestare a sangue un Daxamita.
Ferro Lad, è il terzo legionario più figo di sempre. La sua versione "prime", ha preso a pugni Superman per salvare il mondo, e ha sacrificato la vita. Gli altri Ferro, sono tutti all'altezza.
Se conoscete un po' Brainiac 5, sapete però anche che il nostro ha sempre una dozzina di piani di riserva, e non disdegna anche la guerra psicologica. E così, Dawnstar, Polar Boy e Wildfire, viaggeranno nel tempo, per rubare un capello del giovane Lex Luthor. Saprete tutto a suo tempo. A meno che non abbiate già letto la storia. Se è così, mantenete il segreto, va bene?
Oltre al piano Luthor, Brainiac userà l'elettricità di sei membri della Legione, e la velocità della giovane Xs, per aprire un ponte verso una dimensione extradimensionale.
Perchè, vedete, Prime aveva lottato contro molti eroi del nostro presente, e aveva sviluppato una particolare fobia per la famiglia di Flash, che era riuscito a fermarlo grazie alla sua connessione con la misteriosa Forza della Velocità, nel quale Prima era stato imprigionato per anni.
Bart Allen, alias Kid Flash, era stato il ragazzo che aveva vibrato il colpo finale a Prime....ma era morto. O forse....
O forse, se sei Brainiac 5, sai che la morte si sconfigge come si sconfigge qualunque nemico. Devi essere più intelligente di lei.
E, aprendo un portale verso la forza della velocità, la Legione libera Kid Flash, che ha solo una parola per il suo nemico: BUU!
Intanto, nel nostro presente, Starman giocava a fare il becchino, e metteva sempre più in moto il piano Luthor. Sarà una figata, lo giuro.
Ma, chi c'era dietro all'arrivo di Superboy nel futuro? Beh, uno dei più vecchi nemici della Legione, il potente signore del tempo noto come Time Trapper, che rapirà Superman, Cosmic Boy, Lighting Lad e Saturn Girl nella sua dimensione, per poter uccidere gli eroi che avevano dato il via alla Legione con le sue mani.
Intanto, Prime continuava a spargere distruzione nel mondo, anche con la sua Legione Sconfitta.
Avendo capito il piano Luthor, che consisteva nel mettere due DNA contrastanti in una camera di rigenerazione al polo Nord, lo psicopatico proverà a fermare questo nuovo asso nella manica. E si troverà contro, Polar Boy.
Un tizio che controlla il ghiaccio, contro un uomo che sposta i pianeti.
Ma si può dire tutto su Polar Boy, ma non che sia probabilmente il membro che più crede nell'idea di Legione. Nell'idea che un gruppo di giovani, se restano uniti, possono fare davvero la differenza.
Tanto che, quando sembra che il nostro stia per morire, Polar Boy urla che non vuole morire, senza l'anello della Legione al dito.
E sarà una scemata, sarà una cosa tipicamente americana, ma quel senso di appartenenza, quegli ideali per cui vale la pena morire....per me fanno un grande eroe. Anche perchè, le ultime parole di Polar Boy? Lunga Vita alla Legione. Le stesse del Fu Ferro Lad. Perchè i ganzi, si riconoscono a a vicenda.
Ma, il nostro glaciale amico non perderà la vita, perchè sarà salvato da un redivivo Sunboy,  ispirato dall'eroismo dell'amico.
Intanto, nella camera di rigenerazione, la procedura andava avanti. Ma si doveva scegliere un particolare cristallo per andare avanti, e nella grotta, non c'era nessuno che sapesse quale fosse quello giusto.
Tranne Wildfire e Dawnstar. Una coppia in crisi, che nel momento critico, capisce che quando uno dei due fa una scelta, l'altro sarà sempre al suo fianco. E così, la coppia sceglie. E il destino del futuro è sulle loro spalle.
Vedete, Prime, oltre a Kid Flash e a Superman, odiava anche un altro eroe. Kon-El, un clone di Superman e Lex Luthor, che nella mente di Prime, gli aveva rubato il posto come Superboy, senza esserne degno.
Ma Kon-El gliela aveva fatta vedere, prendendo botte come l'orso ma salvando l'universo. E questo la Legione lo Sapeva. E così, da una matrice di rigenerazione Kryptoniana, e con un piccolo aiuto di lex Luthor....Superboy viveva ancora. Quello vero. E lo sapete cosa significa vero? Word. Represent.
Ma anche l'arrivo della sua nemesi non scalfirà Prime, e neanche Time Trapper. Perchè, vedete, il time Trapper non è solo un cattivo che controlla il tempo, è una dimensione temporale vivente, che cambia forma e si adatta, per uccidere la Legione. E, questa volta, il Time Trapper si rivela un Prime adulto, che si trova così a combattere i nostri eroi su due fronti. Il futuro, e l'ancora più futuro.
E così, nel futuro, Prime prova ad uccidere Dawnstar, che viene però salvata da Wildfire, che prende letteralmente una scarica di laser in faccia per salvare la donna che ama. Il nostro però sopravviverà, e la nostra gli rivelerà che lei non vuole camminare per il grande sentiero. Non senza di lui.
Wildfire Baby. Re delle scene d'azione, e di quelle romantiche.
Quando nel futuro Superboy sfregerà Prime, anche il corpo di Time Trapper ne verrà colpito, rivelando ai nostri eroi che il futuro non era ancora stato scritto, e che il cattivo poteva essere sconfitto.
E così, mentre Superman teneva occupato il signore del tempo, Cosmic Boy usava il suo magnetismo, potenziato dai fulmini di Ligthing Lad, e guidato dalla telepatia di Saturn Girl, per trasformare il Time Trapper in un qualcosa di nuovo
In un magnete. Un magnete, per i Legionari. Perchè nessuno, che abbia mai indossato l'anello, viene lasciato da solo. E tutti i personaggi che si credevano dimenticati, o che avevamo semplicemente perso di vista, i Legionari morti per salvare il mondo, quelli che erano stati nel gruppo per poco, tutti, i giovani che credono nei valori di una galassia unita, arrivano al centro del tempo, per un solo motivo: spaccare la faccia al Time Trapper.
Intanto, la lotta contro la Legione dei Supercriminali arrivava davvero alla fine. La Strega Bianca assorbiva i poteri di Mordru, diventando la Strega Nera, e i legionari venivano salvati da un'altra coppia famosa. La moltiplicante Duplicate Damsel, e il rimbalzante Bouncing boy. Un omino grasso, col potere di trasformarsi in una palla da demolizione. Un personaggio preso in giro, e forse sciocchino. Ma un preso in giro che in questo momento sta salvando il mondo, rompendo il grugno ad alcuni dei più grandi criminali della storia. La gente ride di Bouncing Boy. Dopo averlo affrontato? Non ridono più.
Time Trapper cercherà così di fuggire nel futuro, alleandosi con Prime, ma quest'ultimo, tonto e risentito come pochi, deciderà di prendere a pugni il suo io futuro, creando così un paradosso temporale, che porrà fine alla minaccia per sempre.
E così, le tre Legioni si separeranno. Quella giovane deciderà di esplorare l'universo con il nome di Wanderers, mentre quella "incassa nonnetto" tornerà a proteggere il futuro di Terra Prime. Ma non prima di essersi salutati con un ultimo "Lunga vita alla Legione".
Così, la Legione "adulta", tornerà ad essere la Legione in continuity, e quella "principale" dell'universo Dc.
E Prime? Prime era tornato sulla sua Terra, dove i suoi genitori e i suoi amici avevano scoperto le sue malefatte leggendole sui fumetti.
Non contento di essere odiato da chiunque, Prime deciderà di sfogare la sua frustrazione, nel modo più costruttivo. Portando la sua nostalgia sui forum della Dc Comics. E, la sapete una cosa? di solito le critiche le lascio per il dopo, ma questa è una cosa di un passivo aggressivo che fa vomitare. Come se Geoff Johns, l'autore di questa storia, non fosse uno che di nostalgia, e di "riportare le cose com'erano" non ci facesse il bagno, ma da sempre. E mi arrabbiare in sacco, perchè la storia in se è solida.
"Legione dei Tre Mondi", è una storia divertente. Con una buona dose di difetti, ma è sicuramente almeno divertente. Partiamo dalle cose positive. Pérez ai disegni, è una garanzia dagli anni 80, specie nelle scene con molti personaggi Ognuno vibra di carattere, e di personalità, e l'azione è magistrale e coreografata con abilità leggendaria. 
L'idea alla base della storia è molto semplice, e lo stile bombastico fatto di frasi tamarre ad effetto e splash page di Johns, sebbene prevedibile, ben si sposa con una storia così complessa, e di portata cosmica, al cubo. 
Dare spazio a tutti sarebbe stato fuori di zucca, ma Johns riesce a dipingere un bell'affresco anche senza far parlare tutti, e concentrandosi invece sui quei personaggi che, tematicamente, davano più corpo alla storia. 
Ma se dobbiamo badare ai difetti, oltre alla mossa passivo-aggressiva del finale, "Legione dei Tre Mondi", è una storia molto poco accessibile a chiunque. Non solo è una storia molto in continuity con altre storie di Johns, che se non spiegate lasciano alcuni colpi di scena messi lì, tanto per aggiungere del tamarro. E più altro, si tratta di una storia che vuole tirare le fila di quasi 50 anni di storie, di mosse e contromosse, di rilanci e di nuove prove editoriali. E, per quanto io creda che ogni fumetto possa essere il primo di molti per qualcuno, e che di base qualsiasi medium seriale possa essere apprezzato anche preso a metà, Legione dei tre mondi è un mostro che fagocita dettagli e idee di decenni di avventure, che sono apprezzabili per lo più si ha una vaga idea di chi siano quella trentina di personaggi colorati. Ci sono storie che mettono citazioni, e referenze, e lo fanno con stile. Ci sono storie che invece sono referenziali, e Legione dei 3  mondi è una di queste. 
Una bella storia, divertente e mai troppo noiosa o ricca di spiegoni, ma parodossalmente, sarebbe stata una storia migliore se fosse stata più lenta e più spiegata. 
Ma, paradossalmente, è uno dei punti d'inizio migliore per i nuovi lettori. Con la Legione, ormai sono abituato ad aspettarmi l'impossibile. 

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Dai. Due post e abbiamo finito. Così la Dc ha tempo a fare un rilancio in più. E' una sfida contro il tempo. Pronti a partire. Let's go!

4 commenti :

  1. In effetti per me è stato motlo difficile da leggere questa saga: sapevo di Prime, dei due Titans resuscitati, di qualcuno dei Legionari ma poi basta.

    Cmq il finale è in tono con quello che è il personaggio di Prime, una presa in giro dei nostalgici (per quanto sia discutibile questa posizione).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma capiscimi, la gag farebbe purr ridere, se non stesse in una storia dove i nostalgici vincono. Quella nata comr una simpatica battuta, si è trasformata in un qualcosa di diverso. Almeno a parer mio

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio