Didascalia

Didascalia

lunedì 12 dicembre 2016

Quali sono le più belle storie della Justice League? (Chiedilo al Giova)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 10, il blog che una bel completo con dei punti interrogativi cuciti sopra se lo comprerebbe pure.
Torniamo, dopo aver raccolto le vostre domande, a provare a darvi una bella slerfa di risposte.
Oggi parliamo della Lega della Giustizia, di videogiochi dell'Uomo Ragno, di Cinema e anche di Manga! Belin, mancano solo domande sui giocattoli e abbiamo quasi tutto lo spettro delle passioni dell'internet.
Per saperne di più, dovrete solo saltare dopo l'intervallo!
La mascolinità assoluta di Hawkman è un qualcosa che mi ispira sempre.
Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!


Nick Fury chiede: Quali sono per te le più belle storie della Lega della Giustizia?

Su questo blog, ci possiamo vantare di due cose. Di aver rappato con i tizi delle Epic Rap Battles of History facendo giustizia a Thor, e di aver letto tutte le storie della Lega della Giustizia. Il che è tutto dire su cosa voglia dire per noi "vantarsi".
Fatto sta che, con un sacco di incarnazioni, con più di cinquanta membri in totale, la Lega della Giustizia è il secondo più grande gruppo di eroi dell'universo Dc (Young justice prima maniera per sempre). Ma, come molti gruppi "iconici", non sempre le loro storie sono qualcosa di indimenticabile. Però, ovviamente alcune di esse sono un qualcosa di più che memorabile, quindi vi presentiamo le nostre cinque storie "singole" preferite

5-Jla Anno Uno
Mark Waid e Barry Kitson si sono rubati il mio cuore più volte, soprattutto quando hanno inventato il motto "incassa nonnetto". Ma qui, la coppia è al lavoro sul rinarrare le origini del gruppo, dopo anni di reboot rilanci e mosse editoriali varie.
E il duo dà vita ad una di quelle storie pazzesche, dove la citazione ad un grande universo Dc c'è, dove le vecchie storie fanno capolino, ma dove tutto ciò non è invasivo. Anzi.
Una storia che aggiorna il mito, dando a personaggi che una personalità non l'avevano, per colpa dei tempi, un carattere fortissimo, e una vera e propria idea di gruppo che cresce. Un mondo fatto di mostri alieni, di minacce pazzesche, che nessuno può affrontare se non questi cinque tizi. Cinque eroi.
Un viaggio lungo 12 numeri in una storia di formazione e di crescita, con dell'azione al fulmicotone, che si permette anche il colpo di scena finale...che è anche una strizzatina d'occhio. Una mossa magistrale, per una storia con dei momenti forti, ma anche una leggerezza, e non uso il termine a caso, Epica. Questa, è la storia di come un gruppo di eroi, è diventato qualcosa di molto più grande della somma delle sue parti. E' diventato una leggenda.

4- Crisi del domani!
Una tradizione consolidata della Lega della Giustizia prima maniera, era un incontro con i loro predecessori della Società della Giustizia, in un incontro/scontro che prendeva il nome di "Crisi", soprattutto perchè in quel periodo i due gruppi vivevano su Terre parallele.
In "Crisi dal domani", i due gruppi vengono messi a confronto contro il signore del Tempo, un criminale che riesce ad intrappolare cinque grandi eroi del passato, e a metterli contro i due gruppi.
Crisi dal domani è una storia che mostra il vero potenziale del fumetto.Una storia dove un pirata, un cowboy, un vichingo, una pioniera e un asso dell'aviazione si uniscono ad un gruppo di dinoasuri per combattere i più grandi eroi del mondo.
E non è tutto qui, non è tutto qui. C'è anche il tempo, di dare corpo a tutto l'enorme cast di personaggi, e di dimostrare nel farlo, che chiunque sia nella Lega, non c'è dentro a casaccio. Una storia che parla di lavoro di gruppo, con una creatività devastante.
E che ci dona Hans Von Hammer, il martello del Diavolo, sacrificarsi per salvare i suoi compagni combattendo un T-rex a bordo di un biplano.

3-La furia degli Angeli
Le storie della Justice League di Grant Morrison, sono fra le più ganze mai scritte quando si parla del gruppo, e sceglierne una sola è stata una scelta dura. In verità non proprio, perchè per quanto sia ganzissimo il finale, per quanto Rock of Ages sia il ciclo più "Super", La Rabbia degli angeli è la storia che più cattura lo spirito del gruppo.
Asmodel, è un angelo che ha finto di opporsi a Lucifero, solo per provare lui stesso in seguito a conquistare il mondo. Zauriel, un altro angelo, scopre questo piano, e con l'aiuto della Lega prova a fermarlo.
E cosa ci dà questa storia? Ci dà una Wonder Woman la cui carne brucia di fronte alla tecnologia del paradiso ma che dà tutto per salvare gli innocenti. Ci dà J'onn J'onzz, il segugio di marte combattere a mani nude contro tutti per salvare la sua terra adottiva. Ci dà Kyle Rayner, Lanterna Verde che inizia a capire il suo posto nel mondo. Ci dà Wally West, il Flash più veloce del mondo, crescere e dare consigli. Ci dà Superman, che sposta la luna, creando un polo magnetico. E poi picchiarsi contro un Angelo. Ci dà Aquaman, come quello che è. Un figo.
La Lega di Morrison, ha sempre lasciato stare alle spalle l'idea di gruppo, per focalizzarsi sull'azione, sui momenti ganzissimi, di cui la sua runa è piena, dove i momenti più metal sono quasi tutti di Big Barda, ma in questa storia breve, il nostro fa il salto di qualità, e ci mostra perchè non stiamo leggendo sette fumetti diversi, con sette eroi che affrontano un problema in modo diverso. Stiamo leggendo di una Lega di eroi. LA lega

2- La Super lotta contro Shaggy Man
La Lega della Giustizia riceve due lettere, che la portano a dividersi per affrontare due missioni differenti. In una, il gruppo si scontra con un mostro di roccia che sembra indistruttibile. Nell'altra, contro Shaggy Man, un robot fortissimo, e indistruttibile.
Una delle storie apparentemente più semplice della Lega, è una di quelle con il più grosso carico di poesia. Una mossa inusuale per la Dc, che mostra che non sempre i suoi eroi possono vincere, ma che insegna a tutti i lettori che a volte i problemi vanno risolti pensando lateralmente.
Un qualcosa che potrebbe funzionare solo in fumetto, vera e propria dimostrazione che non bisogna mai sottovalutare le cose che sembrano semplici. Se funzionano, un motivo c'è. Ho parlato fino alla nausea del fatto che Shaggy Man sia il più grande nemico della Lega. Questo fumetto, lo dimostra, in solo 24 pagine.

1-L'età dell'Ossidiana
La JLA di Joe Kelly, è la Lega migliore....di sempre. Un capolavoro del fumetto moderno, una saga criminalmente sottovalutatae mai più ristampata (le sentite le lacrime sì?). Scegliere su tutta la Run, una sola storia è stata la proverbiale scelta di Sophie, ma poi, ho scelto l'età dell'Ossidiana. Una storia dove di Leghe ce ne sono tre, una passata e malvagia, una presente e morta, e una futura, fatta di giovani leve e suprecriminali. Una lega, che vince. Anche senza i big, perchè sa che cosa sia essere la Laega della Giustizia. Un lavoro magistrale su personaggi iconici che finalmente prendono possesso del loro essere personaggi all'interno di un gruppo e non solo un gruppo, in un avventura che si espande per il tempo e lo spazio, e che riesce anche a metterci una citazione dei superamici. Una stroai fatta di volti conosciuti e facce nuove, che si trovano subito a loro agio in un grande affresco narrativodove la parola d'ordine è Lega della Giustizia.
In questa storia, per salvare il mondo, Batman, Superman, Flash, Wonder Woman e Martian Manhunter combattono il male anche da deceduti. E faceva tutto, parte del piano. In questa storia Nightwing guida il più grande gruppo di eroi della storia perchè dopo Superman è l'eroe di cui tutti si fidano. In questa storia il criminale Maggiore Disatro si redime e dimostra a tutti che cosa può fare un uomo quando gli viene data una seconda possibilità. In questa storia, uno stregone capisce la nobiltà d'animo dei più grandi eroi della Terra. In questa storia, Aquaman, ricorda alla criminale, che i bulli come lei, che si credono salvatori ma poi sono solo persone piccole, nel futuro, non ri cordano nemmeno più.
Potrei scrivere un articolo intero su questo ciclo, e, senza soprendere nessuno l'ho anche già fatto. In questo fumetto di gruppo, il gruppo è il vero protagonista. Non l'azione, non i personaggi famosi, non solo le macchiette, non solo i preferiti dell'autore. Un gruppo compatto, ma mutevole, forte ma gentile. Un gruppo, che poi è IL gruppo,che si può riassumere in cinque parole: Lega della Giustizia d'America.

Chiara chiede: Cosa ne pensi dell'amicizia fra l'Uomo Ragno e Deadpool(che alcuni su internet vedono bene come coppia)? Sono amici davvero o è solo fanservice?
Dunque, l'idea alla base dell'amicizia fra l'Uomo Ragno e Deadpool, è che il secondo era la versione 2.0 del primo (a livello di "eroe che fa battute), e quindi un incontro fra i due era abbastanza inevitabile. Sulla questione fanservice, credo che di base un po' sia presente. Mi sembra molto strano che, nell'era di internet i creatori di contenuti non sappiamo bene cosa pensino i fan, e di base, anche senza sottotesti omoerotici (che comunque nei supereroi sono abbastanza presenti), da un puro punto di vista monetario, Deadpool vende uno sfacelo, l'Uomo Ragno vende uno sfacelo e BOOOM! Soldi a palate.
Per la questione invece puramente "canonica", di base Deadpool rispetta molto l'Uomo Ragno perchè fa cose che lui non riesce a fare, come mantenere l'ordine e fare quello che è giusto sempre, senza scazzare (ovviamente agli occhi di Deadpool). L'Uomo Ragno è un po' intimorito da Deadpool, e non approva i suoi metodi, pur collaborando con lui in alcuni situazioni (leggi quando ce lo mettono vicino), quindi amici amici non lo sono. E' un'amicizia da un lato solo. 

 Cristian Chiede: chi sono i migliori tiratori della Marvel/Dc? E chi ritieni il più micidiale?

La grande risposta a questa domanda, è che è molto semplice. Di base, alla Marvel abbiamo Occhio di Falco e Bullseye, e alla Dc abbiamo Deadshot, Merlyn, Freccia Verde ed Arsenale. Per quella grande regola non scritta che recita "il migliore del mondo è un titolo che varia da fumetto a fumetto", il livello di bravura di questi personaggi è sempre stato fluttuante, ma di base in cima alla catena alimentare ci sono loro. Ma siccome qui siamo su Comicsverse 101, dove porca l'oca fare le cose semplici non ci piace, aggiungiamo alla classifica due personaggi a casa editrice, che molti di dimenticano essere cecchini quasi infallibili.

Boomerang
Frederick "Fred" Myers  nasce in Australia, ma si trasferisce presto in America. Diventerà in breve un grandissimo lanciatore di baseball, ma accetterà delle mazzette e sarà allontanato dal mondo dello sport. Verrà quindi notato dal sindacato criminale noto come "L'impero segreto" che gli donerà stivali jet, dischi di metallo taglienti e un set di boomerang con differenti poteri, facendo di lui l'assassino mascherato noto proprio come Boomerang.
La gag è questa. Fred, ha un grosso problema: cerca sempre sfide al di sopra della sue possibilità. Conquistare il crimine di New York, mettere su una gang, affrontare Hulk....
Ma mettiamola in prospettiva: Fred, ha affrontato Hulk. Ed è sopravvissuto. Perchè la sua più grande forza, è che Fred, torna sempre. Come un maledetto Boomerang. E sì, il nostro ha la stessa abilità nel tiro del più famoso Bullseye, ma non è un picchiatello. Mettesse la testa a posto, sapete quanti crimini riuscirebbe a mettere in pratica?

Ciclope
Immaginate: una mattina, vi svegliate, e dai vostri occhi escono raggi concussivi potentissimi, del quale non avete nessun controllo. Solo la vostra pelle e un particolare quarzo impediscono alla vostra maledizione di incenerire la faccia di chiunque vi troviate davanti. Cosa fareste?
Scott Summers, ha deciso di fregarsene, e di passare al vita ad esercitarsi. A studiare geometrie, calcolo, per un solo motivo: colpire in faccia i cattivi. In modo che l'ultima cosa che vedranno prima di cadere a terra, sia un lampo rosso. Con l'aiuto del fatto che la sua arma sono i suoi occhi, Ciclope nel corso degli anni ha colpito bersagli superveloci, teleporti e molto altro, usando al meglio rimbalzi, strategie, e una scorta inesauribile d'energia.

Bouncing Boy
Charles Foster Taine berrà per sbaglio una formula chimica, che gli donerà il potere di gonfiare il suo corpo, diventando una palla da demolizione umana. Con il nome di Bouncing Boy, Chuck combatte il male nel futuro del 31esimo secolo. E la cosa ganza, è che Chuck ha una conoscenza del tiro al limite del superumano (in alcune versioni il nostro è anche il cannoniere di varie astronavi), ma soprattutto, non usa proiettili di nessun tipo. Perchè il proiettile è lui stesso. Ridete pure del grassotto Chuck. C'è un motivo per cui il nostro addestra le reclute del più grande gruppo di eroi della Galassia. Perchè tu puoi sottovalutare Bouncing Boy. Ma alla fine, nella Galassia, tutti lo conoscono. E alcuni lo temono. E tu invece, sei solo una nota  piè di pagina. Lui, ha fatto la storia.

Jonah Hex
Jonah Hex venne venduto in tenerà eta come schiavo agli indiani Apache da un padre alcolizzato. Dopo aver salvato il capovillaggio da un puma, Jonah verrà accettato come membro della Tribù, per venirne poi esiliato dal suo fratello adottivo a causa di una donna amata da entrambi. Jonah entrerà dunque nell'esercito sudista, fino al momento in cui Lincoln non deciderà di abolire la schiavitù. Tormentato dal dover decidere fra i suoi valori e la sua patria, Jonah tornerà fra gli indiani e scoprirà il matrimonio di suo fratello con la donna che aveva causato il suo esilio. Fra i due scoppierà una lite, che dovrà essere combattuta secondo le regole apache: Un duello col Tomahawk. Ma il fratello di Hex aveva sabotato l'arma del nostro, costringendolo a finire la sfida col suo coltello. Colpevole di una grave infrazione, gli Apache marchieranno il volto di Jonah con un punzone rovente, il marchio del demone (i più attenti noteranno questa vignetta nel logo del blog). Sfigurato e cieco da un occhio, senza più una patria ne coi bianchi ne con gli indiani, Hex si darà al business delle taglie, diventando uno dei cacciatori più temuti del west. La sola fama di Hex rende il più coraggioso degli uomini un coniglio impaurito. Seppur cieco da un occhio, Hex può colpire una mosca anche bendato,e una volta ha anche disarmato Batman senza batter ciglio. Nella sua carriera Hex affronterà sia criminali comuni, sia un viaggio nel tempo fino al 2050 (dove usando solo due pistole metterà in scacco uomini armati di laser), zombie e incursioni di buffi eroi in costume. Morirà ucciso mentre giocava a carte.

Babil chiede: secondo te come dovrebbe essere il rapporto cinema/fumetto?
Da quando il medium grosso era la radio, i fumetti sono sempre stati abbastanza influenzati dai media esterni. Della serie, Superman non volava sempre prima del suo show radiofonico.
Questo perchè la grande regola è sempre quella, le buone idee vengono a tutti, e soprattutto, a volte un approccio nuovo funziona meglio di uno "del mestiere", e quindi gente non del giro "fumetti" a volte nota incongruenze o vie mai esplorate da chi invece passa il suo tempo a scrivere articoli. DANNAZIONE!
In un mondo perfetto, il rapporto cinema/fumetto porterebbe all'uno o all'altro le migliori idee. Ad esempio, il fatto che il cacciatore di vampiri Blade sia mezzo vampiro anche nei fumetti, nasce dal suo film con Wesley Snipes. E potremmo parlare per ore, caso per caso per dire "Questo funziona, questo no", e avremmo in molti casi ragione tutti, perchè, le ragnatele organiche per l'Uomo Ragno sono un potere utile, ma che mettono meno l'enfasi sul suo genio e poi...e così via ad libitum sfumando.
Il problema del rapporto cinema/fumetto non è che cambiano le cose, e che, il cinema, ad oggi, sarà sempre un medium che prevarica sul fumetto, mentre il fumetto sarà sempre complesso da adattare al cinema. Questo fa sì che, ad oggi, un film non potrà permettersi di fare le cose pazzesche che ci sono in un fumetto (adattatemi Crisi Finale senza cambiare una virgola. Vi sfido), e questo fa sì che ci sia sempre un rapporto che chiede una modifica della sorgente originale. Senza contare che, se chiediamo in giro chi ha visto un film di Superman, e lo mettiamo contro chi ha letto un fumetto di Superman, nel secondo gruppo siamo in sei e pigliamo un sacco di botte. E quindi, è normale che come casa editrice io voglia cambiare un po' le carte in tavola, adattandomi a quello che il grande pubblico sa. Perchè, intendiamoci, leggere milioni di fumetti è divertente. In alcuni casi anche parecchio, ma non si può chiedere a tutti di sapere che la prima fidanzata dell'Uomo Ragno è Betty Brandt, e gridare al mondo che porca miseria deve essere nel film. Quindi, i film fanno un distillato, o prendono soluzioni più pratiche, che a volte hanno anche senso per carità, ma il problema è che "comandano" sempre loro. "Ma Giova!" direte voi. "Thor nei film è un uomo, e nei fumetti una donna!". E io non potrei essere più felice (senza ironia), ma il problema dove sta? Che appena uscirà il nuovo film di Thor, è facile che tutto tornerà allo status quo. Ripeto, se ci fosse uno scambio equo, e otteniamo un Loki con una personalità (che può piacere o non piacere) e diamo un Iron Man con l'armatura modulare, sarebbe l'ideale. Ma purtroppo non è così.

King Glice chiede: cosa ne pensi del fatto che di recente ci sono alcuni manga ispirati ai supereroi?
Tiriamoci via il dente, Osamu Tezuka, considerato da molti uno dei, se non il maestro del Manga, ebbe l'ispirazione per la su creatura Astro Boy, proprio dai fumetti di supereroi americani che i soldati portarono ai bambini giapponesi finita la seconda guerra mondiale. Ergo, di base l'idea del manga parte proprio dai fumetti di Supereroi.
Se invece parliamo di storie recente, come One-punch Man, credo che, a livello culturale, la barriera fra oriente ed occidente si sta lentamente assottigliando. Per anni Manga e Comics si sono influenzati a vicenda (basti vedere la potenza di alcune scene d'azione americane dopo l'arrivo del sol levante sugli scaffali dei negozi di fumetti), e, oggettivamente, l'archetipo del supereroe, oltre ad andare molto di moda, si presta molto ad un sacco di storie, perchè modernizza la figura dell'eroe mitologico. La cosa molto bella, è come di base però si tratti non di un latrocinio, ma di un'ispirazione filtrata attraverso gli occhi di un qualcuno cresciuto in un ambiente diverso, che può quindi fare una decostruzione non solo di un genere, ma di ben due. E la cosa è sicuramente un qualcosa di pazzesco. Ma la questione resta, i supereroi influenzano i manga da decenni, non è una cosa nuova. E' che ora ambedue i medium vanno più di moda.

Marco chiede: Cosa ne pensi del costume dell'Uomo Ragno nel nuovo gioco per Ps4? E sei emozionato per la sua uscita?
Dunque, partiamo dalla questione costume. E' quello dell'Uomo Ragno 2099? Allora non è ganzo. E' quello del Ragno Rosso? Allora non è neppure figo.
Scherzi a parte, di base mi sembra una versione dell'iconica tuta piuttosto bizzarra. Se il ragno bianco gigante non mi urta più di tanto, le mani bianco/rosse, pur aiutando ad equilibrare la scelta dei colori, non mi convincono. Mi sembra un costume simpatico, ma mi sembra strano non aver scelto una versione dell'arrampicamuri più simile a quella del film più recente, ma magari ci sono ragioni di gioco ancora ignote. E per la questione eccitazione....Mi spiace, ma io l'hype non lo provo più dal 2008. Ma proprio zero. Senza contare che io una playstation 4 non ce l'ho, e ammetto questo non mi aiuti su quel frangente. Ma anche se fosse, non ero emozionato per l'uscita di Ant-man al cinema. E boh, per Ant-man farei di tutto. Mi spiace, sono fatto così.

Alessandra chiede: Collabori con altri blogger?

Ad oggi collaboro solo col sito Gamesailors, dove posto vecchi articoli e roba nuova!

Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi! Rispondiamo a tutte le vostre domande, senza eccezioni. La rubrica però ha una certa lunghezza, quindi se la vostra domanda non ha risposta subito, non vi preoccupate. Avrà vita in un'installazione futura. 

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Che poi oh, se qualcuno mi regala una Playstation io non dico certo di no. Pronti a partire. Let's go!

10 commenti :

  1. Jonah Hex muore allo stesso modi di Wild Bill? Probabilmente aveva in mano un full...Questione manga ispirati ai super-eroi:in effetti è vero che non è una cosa recente. Basta ricordare Kyashan, Hurrycane Polymar, i Gatchman, Tekkaman, Kamen Raider...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sa bene che carte avesse, ma di base l'omaggio era proprio a quello!

      Elimina
  2. WOW...se neanche il fatto che abbiano preso in considerazione un personaggio poco conosciuto come Ant-Man per un progetto cosi'"grande" come l'MCU ti abbia entusiasmato,allora la delusione ricevuta dalla saga de "Battaglia per il mantello" ti deve aver causato un trauma0_0...comunque, il costume di #SpiderManPS4 a me piace un casino,secondo un perfetto insieme di molti costumi del tessiragnatele;sul fatto del perche' l'abbiano cambiato,Insomniac,da quel che so,vuole dare una propria "personalita'",una propria " impronta" nei loro prodotti affinche' vengano riconosciuti per i loro attributi nella gran massa di prodotti videoludici,motivo per il quale,secondo me, si sono detti,tra di loro,robe tipo:"-Ehi,dato che Spider-Man ha avuto un sacco di costumi diversi,perche' non ne creiamo uno tutto nostro?"-"Ottima idea!"-"Giusto per omaggiare la luuuuunga storia del personaggio,ma dare anche una nostra "impronta",perche'non creiamo un insieme dei costumi di Spider-Man, con qualche nostro " pizzico"?-"Grande idea!";ed ecco nata la tuta di #SpiderManPS4;che poi,come detto in un video di youtube,credo che il ragno bianco sia una citazione alla tuta nera,ma sia stata inserita anche perche' bianco e' il colore della perfezione e dell"innocenza,per "sottolineare" la "purezza" di Spider-Man, mentre il design della tuta in generale mi da' l'impressione che sia fatta apposta un atleta,e per Spidey "ci sta' tantissimo",soprattutto per i guanti bianchi che,non so perche',mi danno l'idea di un tizio che pratica parkour.
    Per quanto riguarda i cinecomics:bisogna dire che e' merito dell'MCU se certi personaggi abbianno aquisito molta piu' popolarita',e in alcuni casi i film sono pure risultati piu' riusciti delle loro controparti a fumetti (cough coughCivil Warcough cough),mentre, per quanto riguarda le bromance,Spider-Man puo' vantare di avere un rapporto "bromantico" con Daredevil,La Torcia Umana e Wolverine(che non a caso sono i suoi piu' grandi amici nella comunita'dei supereroi),vedesti certe fanfic,discussioni e fanart su Internet;certo che Spidey sa farci anche con persone che non siano belle donzelleXD
    Pps:Nel caso non l'avessi ancora fatto,ti consiglierei di ascoltare la colonna sonora del teaser di Spider-Man PS4(ovvero Celestial Motion dei Twelve Titans),a mio parere una figata che "rappresenta" benissimo la leggenda di Spider-Man!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma con la Torcia Umana sono amici davvero ;) Così come Daredevil, e meno con Wolverine. Sicuramente avevo visto l'omaggio al costume nero, ma lì il bianco si complementava sicuramente meglio, per una scelta di puro design. Detto ciò, grazie del commento e del supporto! CI darà un ascoltata!

      Elimina
  3. Condivido la tua scelta delle storie della JLA,tranne per le storie pre-Crisis che purtroppo non ho tutte. Cosa ne pensi della gestione di Johns e di quella attuale del Rebirth?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Johns è probabilmente la più brutta di sempre. Anche peggio del periodo JLEurope con il fantasma nell'armatura che è il fondo del fondo. Rebirth è blanda come un foglio bianco.

      Elimina
  4. Mi sbaglio o quello di Ciclope non è solo frutto di allenamento ma anche del suo potere?
    Comunque fa piacere vedere dei post dove non lo si insulta e basta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come molte cose dei fumetti, dipende un po' a chi chiedi

      Elimina
  5. Parlerai mai in dettaglio della storia "la furia degli angeli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel dettaglio no. Probabilmente peró faró un articolo su tutto il ciclo!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio