Didascalia

Didascalia

mercoledì 23 novembre 2016

I Wildcat nella storia: vola come una farfalla, mordi come un gatto selvatico (Fresh from the Past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che non molla mai. Storia vera.
Continuiamo a lasciarvi la palla nello scegliere gli articoli da presentarvi, grazie ad un simpatico gioco ad estrazioni. Oggi, passiamo con prepotenza la palla alla centounista SammytheTurtle, che ci ha chiesto di parlare di una delle identità eroiche meno sfruttate di sempre, quella del pugile a tema felino Wildcat. E per saperne di più, sapete  che dovete saltare dopo l'intervallo! E schivate quel montante. Mia nonna picchia più forte!
Che poi Wildcat è anche più vecchio di mia nonna, ma non sta lì il discorso.


N.B. Sebbene nei fumetti Western del colono Tomahawk, appaia un personaggio con il nome Wildcat, egli è in nessun modo collegato con le identità supereroistiche da noi descritte. Sappiate che però esiste.

Theodore "Ted" Grant (Sensation Comics 1 del 1942, testi di Bill Finger, disegni di Irwin Hansen)

 Il padre di Ted, giurerà sulla culla del figlio, che quel bambino non sarebbe mai cresciuto con la paura della vita, e spingerà così il piccolo Grant a darsi allo sport. Sotto l'occhio del coach Joe Morgan (che avrebbe poi addestrato anche gli eroi Atomo e Guardiano), Ted diventerà un eccellente pugilatore, ma quando i suoi genitori moriranno, il nostro perderà un po' la sua direzione, e si troverà in serie difficoltà economiche, proprio durante la grande depressione.
Ma, la fortuna girerà, e Ted salverà da una rapina il pugile "Socker" Smith, che lo prenderà sotto la sua ala, rendendolo un campione dei pesi massimi.
Ma siccome siamo nei fumetti, e la buona sorte dura tre pagine, Socker verrà ucciso dai suoi menager con del veleno (in dose troppo massiccia, in realtà lo volevano solo rallentare per truccare un incontro), e la colpa cadrà su Ted, che diventerà un fuggitivo.
Ispirato da un fumetto sull'eroe Lanterna Verde (peraltro già creato da Bill Finger), Ted deciderà così di cucirsi un costume, e di farsi giustizia da solo, prendendo il nome di Wildcat, e scagionandosi da tutte le accuse.
 Per gran parte della sua vita, Ted non avrà superpoteri, ma potrà contare sulla sua abilità di pugile per far vedere le stelle ai criminali.
Il figlio di mamma Grant è stato infatti campione mondiale dei pesi massimi. Con quasi due metri di gittata, i commentatori dell'epoca chiamavano quell'aerea "La Tomba di Grant", perchè se ci finivi dentro....probabilmente saresti finito a terra in poco tempo. Oltre ad essere molto, ma molto forte, Ted è inoltre così veloce da far scricchiolare l'aria con ogni singolo pugno.
Durante la sua carriera però, il nostro arriverà a scontrarsi con il mago King Inferno, che vorrà truccare un match a sfavore del nostro. Ted ovviamente non la prenderà benissimo, e verrà maledetto dallo stregone. Solo l'intervento del più grande mago umano dell'universo Dc, Giovanni "Il Giova" Zatara, riuscirà ad evitare al buon Wildcat di diventare un gatto vero. Il nostro si ritroverà così col potere di avere nove vite, che non solo lo mantengono sempre in forma e invecchiano il suo metabolismo abbestia (il nostro ha quasi 90 anni, ma ne dimostra 55), ma lo rendono funzionalmente immortale, poichè, per essere ucciso, Ted deve essere fatto fuori nove volte di fila, in rapida successione. Questo tempo in più, darà al buon Ted tempo di imparare anche numerose altre forme di combattimento, ma prediligendo sempre il buon caro e vecchio pugilato.
 La fama di Wildcat, lo renderà così in poco tempo un eroe conosciuto ed amato, tanto che il nostro adotterà anche una serie di gadget a tema felino, fra cui citiamo la catmoto.
Inoltre, il gattone verrà invitato ad unirsi al prestigioso gruppo noto come la Società della Giustizia, dove i cazzotti di Grant andranno ad infrangersi contro i musi di alcuni dei più grandi criminali di sempre.
 Durante questo periodo, Ted avrà anche due figli illeggitimi. Di uno di questi, Tom, parleremo più in basso. Il primo Grant Jr però, Jake, verrà rapito dalla Vespa Gialla, uno scienziato pazzo, che aveva mutato il figlio in un mostro ibrido uomo/insetto, e voleva il piccolo Jake come sostituto. Il fato del piccolo, non si verrà mai a sapere, lasciando così il nostro sconvolto, e riluttante ad entrare nella vita del secondo pargolo.
 Assieme alla società della Giustizia, Ted verrà poi intrappolato nel Limbo, una dimensione alternativa dove si svolgeva perennemente una lotta fra mostri ispirati alla mitologia norrena. Dopo essere usciti da questo pericolo, Ted si darà per un po' all'insegnamento, addestrando ai rudimenti della boxe Batman, Black Canary, Catwoman (con la quale il nostro avrà anche un flirt) e Superman. Ad oggi, a livello di pura tecnica pugilistica, nessuno di questi eroi è superiore a Ted.
Nel corso di numerose avventure, Ted verrà poi ferito e messo fuori gioco per un po', lasciando il posto da Wildcat vacante.
Dopo essersi ripreso, giusto per mettere il coltello nella piaga, la gran parte della società della Giustizia sarà uccisa dal criminale Extant.
Ma questo non fermerà il nostro gatto selvatico, che arriverà a rifondare lo storico gruppo, rendendolo non solo un team di grandi eroi, ma anche una scuola per tutte le nuove leve del cosmo Dc. E giusto perchè, Wildcat è un gran figo, nel frattempo il nostro spaccherà anche qualche muso. Citiamo ad esempio la volta che ha preso a pugni un mago immortale e senza età. Perchè sì.
 Con un ruolo da eroe "anziano" che porta assieme ai colleghi ed amici Flash e Lanterna Verde, Wildcat continuerà la sua crociata di giustizia, scoprendo sempre i nuovi limit dei suoi poteri, proteggendo il mondo, e trovando anche una nuova nemesi nella Vespa Assassina, il figlio mutante del suo vecchio nemico.
 Nel reboot dei nuovi 52, Ted vive nel mondo parallelo noto come Terra-2, ed è sempre un pugilatore di una certa esperienza, ma senza identità mascherata.

Yolanda Montez (Infinity Inc 12 del 1985, testi di Roy e Dann Thomas, disegni di Don Newton)

 Figlia del pugile "Mauler" Montez, e figlioccia di Ted, Yolanda otterrà poteri metaumani (agilità superumana e artigli retrattili su mani e piedi) grazie alla manipolazione genetica del criminale Benjamin Love. Quando Ted si romperà le gambe in battaglia, Yolanda deciderà di indossare il costume del padrino diventando la nuova Wildcat.
Con questa identità mascherata, Yolanda sarà giornalista di giorno, e vigilante di notte, unendosi anche al gruppo noto come Infinity Inc, che sembrava una ganzata astrale, invece era di una noia ragguardevole.
 La sua carriera da vigilante avrà però vita breve, e la nostra sarà uccisa in missione del mostro mistico Eclipso. Perchè nessuno vuole leggere di donne che fanno parti di minoranze nei fumetti. Nossignore.
 Sempre nei nuovi 52, Yolanda vive su Terra 2, ed è l'avatar del Rosso, lo spirito di tutto ciò che è animale. La nostra ha quindi la forma di un enorme demone vermiglio con le corna.
Quando il Rosso la lascerà, la nostra manterrà però artigli e supersensi ferini.

Hector Ramirez (Batman/Wildcat 1 del 1997, testi di Chuck Dixon e Beau Smith, disegni di Sergio Carriello)

Allievo di Ted, Hector scoprirà il passato da eroe del maestro, e ne vorrà seguire le orme, sebbene mister Grant fosse fermamente contrario.
Hector se ne fregherà altamente, e si metterà lo stesso il costume, ma morirà in missione cercando di fermare un sistema di lotte clandestine.

Tom Bronson (Justice Society of America 2 del 2007, testi di Geoff Johns, disegni di Ethan Van Sciver) 

Figlio illegittimo di Ted, Tom è un ragazzo pacifico, che non lotta mai contro nessuno. Questo perchè, la madre del nostro possiede il potere metaumano di mutarsi in una pantera mannara, abilità del quale non ha nessun controllo.
Tom ha ereditato questo potere, ma invece lo controlla molto bene. In forma ferina, il nostro ha abilità fisiche potenziate, denti ed artigli affilati ed un buon fattore di guarigione.
 Dopo aver pestato il criminale immortale Vandal Savage, Tom si unirà alla società della Giustizia, prima con il nome di Wildcat, ed in seguito con quello di Tomcat.
In seguito, la società si dividerà in due gruppi, e Tom militerà nella sezione "All Star", che vedeva come protagonisti tutti i membri più giovani del gruppo.
Per quando l'idea di Yolanda Montez sia buona, e rodata, per quanto Hector sia abbastanza inutile, e Tom faceva parte di un buffo progetto che voleva vedere la serie "Kingdom Come" entrare in continuity....Wildcat, nel mio cuore, è sempre Ted Grant.
Il vecchio a volte sciovinista, che prima da un pugno e poi fa domande. Il tizio grezzo, che si crede stupido pur non essendolo. L'uomo che nella vita ha una sola regola. Non è finita, finchè non è finita.
La metafora del pugile nei fumetti, e spesso quella, anche il padre di Daredevil è un personaggio molto simile a Ted. E il padre di Daredevil è un figone, quindi la cosa vale anche per il gattone di casa Dc.
Ted, ha nella sua anima due delle grandi, grandissime idee della casa editrice color puffo. Il senso di eredità, che nel bene o nel male è sentito non solo dai suoi emuli, ma anche dai suoi allievi, che lo guardano con grande rispetto, e che sanno, che probabilmente non lo sconfiggeranno mai sul suo campo, e in quel suo essere icona. Un'icona splendidamente umana, di un tizio con pochi poteri (immortale sì, ma il dolore lo sente. Eccome), che però si confronta con esserei centomila volte più potenti, e non solo tiene il passo, ma anche il loro rispetto. Quell'idea, semplice ma complessa, fragile ma indistruttibile, del fatto che se vuoi, se ti impegni, non ti siedi sulle spalle dei giganti. Il gigante, sei tu. Il campione. Il migliore del mondo. Semplicemente, Wildcat.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. E poi ha il metafumetto negli anni 40, quella è classe. Pronti a partire. Let's go!

6 commenti :

  1. Anche nei New 52 invecchia più lentamente ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, è senza poteri. Non ha fatto la guerra infatti

      Elimina
  2. Credo che in questo caso la legacy non fosse necessaria. Queelo che caratterizza Wildcat è il proprio il fatto di essere un vecchio eroe che può ancora prendere a pugni i cattivi e dare lezioni alle nuove leve. Non può esistere un altro Wildact.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me invece la legacy di Wildcat è un aspetto interessante, anche perchè il fatto di "vecchio eroe" è comunque un concetto nuovo per il nostro. Senza contare poi che, di base, se insegni a qualcuno a fare qualcosa, la tua legacy sta proprio lì.

      Elimina
  3. Non hai scritto che ha avuto una storia con Ippolita! Fa curriculum!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se stavo a scrivere tutte le donne di Ted Grant stavo qui fino a domani

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio