Didascalia

Didascalia

venerdì 3 giugno 2016

I Teen Titans/Giovani Titani nella storia (By Popular Demand)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog per tutte le vostre esigenze di adattamento di nomi americani.
La Dc comics è famosa per aver praticamente inventato il concetto di "aiutante adolescente" dell'eroe, avendone creati nel corso degli anni dozzine e dozzine. Era solo questione di tempo prima che la casa editrice non decidesse di unire sotto un'unica bandiera queste versioni giovanili di supertizi, che erano diventati ormai qualcosa di più che semplici miniature dei loro mentori. Questa è la Storia dei Teen Titans, e per saperne di più, dovrete solo saltare dopo l'intervallo! (Spoiler a fine articolo!)
Fare un discorso sull'essere diversi dai loro mentori, e mettere una copertina che ti contraddice....Fatto! Vai così Giova.


 Messi insieme dalla penna di Bob Haney e dalle matite del nostro connazionale Bruno Premiani (oltretutto, lo stesso team creativo che diede vita alla Doom Patrol) nel 1964 su "The Brave and the Bold" 54. L'idea di haney, era quella di catturare l'audience giovanile, non solo presentando eroi coetanei della supposta fascia d'età dei lettori, ma anche dando al gruppo dialoghi "sul pezzo", con uno slang anni 60 così forte, che...non lo so gente, negli anni 60 non ero neanche un pensiero nella testa dei miei genitori neonati. Però è forte eh. Ve lo giuro. Haney inoltre,  non era super attento a tutto quello che scriveva la Dc comics, e farà quindi alcuni errori di continuity nel narrare le avventure di questo giovane gruppo di eroi, errori che però diventeranno poi parte integrante del cosmo Dc.
Il primo nucleo del team, sarà composto dall'acrobata Robin, dal velocista Kid Flash e dall'anfibio Aqualad, uniti per combattere la minaccia del criminale controlla-tempo chiamato Mister Twister.
 Solo in "The Brave and the Bold" 60 il gruppo otterrà il suo nome ufficiale: I Teen Titans. Inoltre, al gruppo si aggiungerà la sorella piccola di Wonder Woman, Wonder Girl. Ricordate quanto parlavo degli errori di continuity? Beh, Wonder Girl non esisteva. O meglio, esisteva, ma era la versione adolescente di Wonder Woman, che interagiva con la sua versione "Anziana" in alcune "storie impossibili". Ma questo fermava Bob Haney? L'uomo che ci ha regalato storie come Batman che vende l'anima al diavolo, o le avventure di Metamorpho l'uomo elemento? Nossignore. Il gruppo era così diventanto un quartetto. Ma qualcosa, mancava. Qualcosa che desse mordente al team. Qualcosa, o emglio qualcuno che potesse dare a questo gruppo di miserabili un tono da veri, grandi eroi. E quel qualcuno...era Speedy l'arciere. Speedy. L'eroe con il nom de guerre più bello della storia dei comics. Per un po' Speedy sarà solo un membro di riserva del gruppo, ma entrerà poi full-time, quando Aqualad si prenderà una pausa dalle avventure in costume.
 I Teen Titans vivranno così numerose avventure, dimostrando di essere molto come i loro mentori, rispetto al concetto di eroismo, e meno rispetto al concetto di gruppo. I Titans infatti, diventeranno sempre meno un gruppo di supertizi, ma una vera e propria famiglia. Complice il crescere insieme, i quattro eroi diventeranno sempre più uniti (Robin e Kid Flash diventeranno anche migliori amici), e allargheranno i ranghi anche a membri bizzarri come il cavernicolo Gnaark, il mutacostume Mal, l'ex Criminale Duela Dent, e anche Bumblebee, la prima eroina di colore della Dc comics. E, come tutti i grandi gruppi, i Titani avranno anche una formazione situata sulla costa ovest degli stati uniti, leggermente plebea, formata da altri eroi adolescenti, a cui in quel periodo non fregava una cippalippa a nessuno. E non che adesso Falco e Colomba siano gli eroi preferiti di qualcuno oltre a me, ma non sta lì il discorso.
 Durante una serie di storie, i Titani entreranno in contatto col milionario Mister Jupiter, che finanzierà il gruppo, e per un po' li spingerà ad agire senza costume, in una bizzarra mossa di vendita che spostava il fumetto dall'essere un avventura sui supereroi ad un fumetto su un gruppo di adolescenti "normali". Anche se boh. Normali un paio di stivaletti da elfo.
 I Giovani Titani cadranno poi nel dimenticatoio, fino a quando, negli anni 80, il gruppo non verrà rilanciato dallo scrittore Marv Wolfman e dal disegnatore George Peréz, col nome di "Nuovi Giovani Titani". Un dieci alla fantasia. Reclutati dall'empate Raven,che riporterà in squadra veterani come Robin, Wonder Girl e Kid Flash uniti a nuove leve come il mutaforma Beast Boy, l'aliena Starfire e il cyborg...Cyborg, questo nuovo manipolo di sbarbi si darà da fare per avere il suo posto al sole, combattendo mercernari con un occhio solo, società segrete, alieni, e molto altro, con però un'enfasi sempre più potente sui problemi tipici degli adolescenti, come patemi d'amore, il sentirsi diversi ed emarginati, e l'essere figli del diavolo. Roba da tutti i giorni insomma.
 Nel corso degli anni, questa incarnazione del gruppo si rivelerà pura dinamite, e procederà nell tradizione del gruppo di introdurre elementi nuovi nella storia Dc, facendo diventare Robin l'eroe Nightwing, sviluppando relazioni fortissime, e mostrandoci che non tutti i membri di un supergruppo possono essere buoni, quando l'eroina Terra si rivelerà una traditrice malvagia solo per il gusto di essere malvagia, senza qualità che la potevano redimere, in un grande, grandissimo esempio di Storytelling.
 I Nuovi Titani si ritroveranno così all'interno di una girandola di sfighe e di momenti di piattume, con una formazione che cambiava più spesso di un pannolino, probabilmente a causa del karma di non aver voluto Speedy in squadra fin dal principio.Raven impazzirà, e pianterà un seme malvagio in alcuni membri del gruppo, Nightwing e Starfire proveranno a sposarsi, e Cyborg sarà trasformato in un robot senza mente perchè andiamo, è il tizio di colore che fa quota e deve avere più sfighe degli altri.
 Ah sì, E Wonder Girl avrà un figlio, che crescendo diventerà un despota cosmico che farà il lavaggio del cervello ad alcuni giovani eroi, facendogli credere di venire dal futuro, inviandoli nel nostro presente come pedine nella sua guerra contro il bene. Questo gruppo, noto come i Team Titans, fingeva solo di essere buono, ma in realtà il lavaggio del cervello era ancora presente. Inoltre, il membro del gruppo noto come Mirage avrà un rapporto sessuale non consenziente con Nightwing, e la cosa sarà trattata come una battuta da due lire, e la cosa mi urta a morte. Anche perchè non sarà l'ultima vola che succede a Nightwing.
 Risolto tutto questo pasticcio temporale, e aver provato senza successo a rilanciare il gruppo con una formazione che comprendeva anche nomi grossi come Supergirl e Lanterna Verde, un nuovo team di Titani vedrà la luce del giorno. Gruppo guidato dall'eroe veterano cambiadimensioni noto come Atomo, ringiovanito dai poteri del criminale Extant. FUMETTI!
Questo nuovo gruppo di eroi era formato solo da ibridi umano/alieni, mandati sulla terra per conquistarla, ma che invece faranno una leva ai loro padroni. Il tutto, durerà una manciata di numeri. Citiamo anche, per aumentare le vendite, verrà fatto un sondaggio per chiedere quale eroe Dc avrebbe dovuto entrare nel gruppo. Il vincitore sarà Robin, ma gli editor dei fumetti di Batman proibiranno la mossa, e verrà aggiunto Capitan Marvel Jr. Come da "Eroe urbano acrobata" si passi a "Il terzo o quarto mortale più potente della Terra" non lo so, però questa formazione del gruppo avrà poca fortuna.

Nel frattempo, il ruolo del gruppo di eroi "giovani" della Dc sarà stato preso dal team noto come Young Justice, e, se il memo non vi fosse arrivato, ad oggi un fumetto per adolescenti migliore di Young Justice non esiste. Quindi, siccome la Dc era in uno dei suoi periodi più furbi di sempre, deciderà di togliere il "Giovane" dai Titani, e di lanciare una nuova serie con protagonisti ventenni. Ai fondatori del gruppo, si uniranno così Cyborg, Beast Boy, Starfire, la protoplasmica Argento, la velocista Jesse Quick e l'esplosivo Damage, dando vita ad un nuova, vecchia generazione di eroi.
 Ma, tutte le cose buone hanno uno fine. E in questo casò, la fine è molto ironica perchè il tizio che l'ha disegnata si chiama Alé. Durante lo speciale "il giorno del diploma", I titani e la Young Justice si scontreranno con l'androide Brainiac 8, proveniente dal futuro. Grazie ai suoi poteri che le permettono di controllare le macchine, Brainiac lancerà contro i due gruppi un robot acon i poteri si Superman, che ucciderà l'originale Wonder Girl, spingendo Nightwing e Arsenale (il nuovo nome di Speedy. Grosso errore cambiare la perfezione) a fondare un gruppo di eroi proattivo, mentre Cyborg, Starfire e Beast Boy decideranno di prendere quello che era rimasto della Young Justice, e dare vita a qualcosa di nuovo.
 E quel qualcosa di nuovo era un colpo di spugna potente come una palla da demolizione contro ogni sorta di caratterizzazione che avessero i membri di Young Justice, che diventeranno delle sagome di cartone al soldo di pagine intere di tamarrate. Belle eh, per carità, azione adrenalinica e avventure simpatiche, ma buttare nel cesso anni di storie va bene. Ma farlo così male è un crimine.
Fatto sta che nascerà un nuovo, nuovo gruppo di Titani, con membri il terzo Robin, la seconda Wonder Girl, il secondo Kid Flash, Raven e Superboy.
 E sarà proprio la morte di Superboy (e quella di Cyborg, che ra diventato il leader ufficiale del gruppo)a lasciare i Titani in subbuglio per un anno, con un sacco di cambi di formazione atti a mascherare una mancanza di direzione del gruppo, che stava andando ormai allo sbando.
 Senso che verrà poi ritrovato con il ritorno di Cyborg nel team, e per un po' il gruppo si muoverà in direzione sempre più cupe, reclutando anche ex criminali redenti ed eroi poco esperti.
 Tutto questo mentre i soliti Fondatori e Raven Beat Boy e Cyborg provavano di nuovo a fondare una versione adulta del team, senza però troppo successo. Ironicamente, la serie era scritta dallo stesso tizio che la versione adulta dei Titani l'aveva cancellata dalla storia.
 Dopo anni di storie, di patemi, e di grossi quartier generali a forma di grossa T, le avventure di Titani giungeranno alla fine, quando....beh quando finirà l'universo Dc come lo abbiamo conosciuto.
 Citiamo però, per amor di completezza, che già c'è qualcuno con la tastiera che scalpita per dire che me lo sono dimenticato, che per un breve periodo il nome Titani sarà usato da un gruppo di criminali mecernari guidati dal vecchio nemico del gruppo, il mercenario rigenerante orbo Deathstroke. Meno ne parliamo, meglio è.
 Con la rinascita del nuovo universo Dc, rinasceranno anche i Giovani Titani. Con un gruppo formato da Red Robin, Superboy, Wonder Girl, Solstice, Bunker, Beast Boy, Raven e Skitter, il nuovo gruppo subirà molti attacchi da una società segreta che voleva addestrare giovani eroi con superpoteri per creare un esercito per dominare il mondo. Il tutto mentre si scopriva che non tutti gli eroi erano davvero quello che sembravano. In principio, ci verrà rivelato che questa non era la prima incarnazione dei Titani, ma la faccenda verrà poi retconnata in meno di un anno.
 Dopo aver subito tradimenti e aver sconfitto i loro nemici, i Titani si riformeranno, sans Superboy, Kid Flash, Solstice e Skitter, provando di nuovo ad essere un team di riferimento per un pubblico adolescente. Al gruppo si unirà poi anche la Nuova Power Girl.
 Negli anni 80, I Teen Titans erano probabilmente la serie Dc che più tirava in assoluto. Erano la diretta concorrenza degli X-men, i pesi massimi della Marvel. E per carità, è facilissimo vedere perchè. Un gruppo di adolescenti che si sentono diversi dal mondo, ma che hanno poteri speciali, e che hanno patemi amorosi da soap opera? E' come stampare soldi! Con l'arrivo però di un cambio nello stilema narrativo, e avendo avuto per anni solo cicli molto autoriali, il gruppo ha perso un po' di mordente. Certo, per anni il gruppo è stato scritto da Marv Wolfman, e quindi tutti i personaggi avevano la sua voce, ma, al contrario di altre run "lunghe", la qualità del ciclo era decrescente e non costante. E in seguito, come con gli X-men, (perdonatemi le continue comparazioni) ognuno ha voluto mettere qualcosa in più, dare il suo tocco ad un gruppo che non è mai andato oltre al "adolescenti coi superpoteri". Ed è un peccato, perchè tutte le volte che ha "osato", è sempre riuscito a fare cose quantomeno gradevoli. I Giovani Titani sono un gruppo estremamente bizzarro. Da un lato, hanno innovato il cosmo Dc in mille modi diversi, dall'aver portato in auge personaggi bizzarri, all'aver creato il gruppo che è famiglia. dall'aver dimostrato che si possono portare i personaggi a crescere. Dall'altro, si parla di un gruppo incoerente, che ormai vive di quei cinque personaggi che sono apparsi nei cartoni animati, e dal quale si stacca con fatica. Insomma, il gruppo che ci ha insegnato, che puoi cambiar e crescere, non cambia, e non cresce. E boh, è un peccato. Non importa che le storie siano scritte male ( o meglio importa, ma passa in secondo piano) quando non ha un filo conduttore che non siano i personaggi. E anche lì, ci sta aver dei personaggi forti, ma che almeno siano coerenti. Vedremo se questi eterni ragazzi troveranno al forza per diventare qualcosa di più, e tornare ai fasti di un termpo.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti.Più sotto, lo spoiler!. Pronti a partire. Let's go!















 E rieccoci. Ci verrà rivelato che in realtà i Titani "Classici" erano esistiti, ma che i loro ricordi erano stati rubati dall'ex compagna di squadra Lilith,. potente Telepate, per proteggere il gruppo da una misteriosa minaccia. Ma putroppo, non farà tornare il nome Speedy in auge. E questo, è il vero crimine.
E adesso è davvero tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Speedy per sempre. Pronti a partire. Let's go!

10 commenti :

  1. Ero convinto che tu avessi già fatto questa articolo,che strano XD comunque secondo te come sono le storie dei Titans New 52?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo scritto una retrospettiva solo sul ciclo di Wolfman e Perèz.
      E i titani new 52 li ritengo palesemente bruttini e senza una direzione apparente

      Elimina
  2. I Teen Titans più belli sono quelli dei cartoni animati <3

    RispondiElimina
  3. Troppo giallo e rosso in quei dannati costumi.....
    Comunque oltre a Robin e Wonder Girl, i Titani sono un sussegguirsi di continui ambi di team.
    Ah,wally West nel cuore sempre,ma vederlo vestire i panni di Flash in un team di adolescenti, non sminuisce un po' la figua del velocista scarlatto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Wally è sempre stato Flash in team di ventenni, e che comunque sono i suoi migliori amici. Di base non sminuisce, ma da carattere ad un personaggio che è sempre stato molto semplice nelle sue azioni. Almeno io la vedo così. E per il giallo e rosso...beh erano tutti partner di gente colorata nei peggio modi. Arancio e verde? Blu e Grigio? Rosso bianco, blu E giallo?

      Elimina
    2. Piu' che altro e' che ho sempre pensato che quando un sidekick prende il ruolo del suo maestro, non dovrebbe stare in un gruppo di sidekick....Ora non lo so, ma quando DIck prese il manto di Batman alla sua morte, non penso che andasse con i titani.
      Trovo che sia come uno sminuire cio' che rappresenta quel costume, ma poi sono paranoi mie.

      Riguardo ai colori, mi fa sorridere, che tra Robin,Speedy e Kid Flash, abbiano tutti gli stessi colori.Tipo tifosi del Catanzaro XD

      Elimina
    3. I Titani infatti non erano sidekicks in quel periodo, quel ruolo era della Young Justice.
      E oh, io sto a Genova, da noi o si hanno due colori o un milione ;)

      Elimina
  4. Cos'hanno che non vanno i Titans di Johns? Io me li ricordo abbastanza carini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ogni singolo personaggio "classico" deve sembrare figo, e tornare tutto sotto la visione di Johns. Impulso che diventa kid flash non ha senso con la storia di impulso, Robin chr fa Batman c'entra poco con Tim.Drake, e Wonder Girl non è più wonder girl. È tutto uno schiavismo nei confronti di una visione autorialr. Che è poi il destino del gruppo

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio