Didascalia

Didascalia

venerdì 20 maggio 2016

Perchè la Dc fa sempre reboot? (Chiedilo al Giova)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che sembra un oracolo de noatri. O forse no. Forse è più una sfinge. Grassa.
Oggi, su "Chiedilo al Giova", il segmento che risponde ai vostri quesiti sul mondo dei comics, parliamo di Reboot, di rilanci, del futuro del fumetto, di eredità e del supereroe Mace. Una sola di queste cose è parzialmente falsa. Per saperne di più, saltate dopo l'intervallo!
Ok gente, che Reboot è senza Bob? E Senza Enzo? E vogliamo parlare di Dot?


  Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

Marco chiede: Perchè la Dc ha l'ossessione del reboot?
 Dunque, vediamola così. Dal 1938, la Dc ha fatto due reboot (tecnica narrativa che consente nel rilanciare una proprietà intellettuale con gli stessi personaggi e nuove storie). Con un terzo in arrivo. Quindi, pur ammettendo che ne abbia fatti più della Marvel, che ne ha fatto uno e mezzo, non credo ci sia un'ossessione. Credo però, che sia l'impressione di questa cosa, soprattutto perchè gli ultimi due sono molto vicini.
Oggettivamente però, l'interrogativo resta: Perchè dover cancellate un universo che francamente non ha grossissimi problemi,e  ricominciare da capo? La risposta che rende questa domanda facile e difficile, è questa: per soldi.
Ma mi spiego meglio. Il primo grosso Reboot della Dc Comics, avvenne nel 1986, in un periodo in cui la "continuity", ovverosia "la storia pregressa" dei vari personaggi contava poco. Questo non solo perchè la Dc pubblicava fumetti da quarant'anni, ma anche perchè la sua linea editoriale era, a detta dei suoi capi, complessa. Negli anni la casa editrice aveva non solo comprato altre case editrici più piccole come la Charlton o la Fawcett, ma anche creato versioni alternative dei suoi eroi, che erano quindi più giovani su un mondo chiamato Terra-1, e più vecchi su Terra-2.
Questo perchè, per anni, la Dc faceva la parte del leone, era talmente potente che poteva portare in tribunale un altro editore, e vincere la causa pur avendo torto, era così potente che pubblicava lei stessa i fumetti Marvel per vie traverse, impedendo così la nascita di qualsiasi cosa potesse farle concorrenza, era così potente, che poteva pubblicare storie di supereroi orrende, e nessuno ci faceva caso perchè c'erano solo loro. Ma, ovviamente non è che la Dc sia il male incarnato, nel corso degli anni ha prodotto anche capolavori del fumetto, e ha permesso ai supereroi di arrivare fino a noi, e ha anche inventato dei personaggi iconici per chiunque maschio o femmina, e questo è un gran bene. Per, nel buffo tentativo di accontentare tutti...la Dc aveva fatto un bel minestrone.
 Questo perchè, nel 1986, la concorrenza c'era. E anche se qualche anno dopo sarebbe andata in bancarotta, la Marvel era come una macchina nuova. Certo, la Dc funzionava ancora bene, ma aveva vent'anni di più. Ed era quindi più facile capire chi fosse l'Uomo Ragno, senza andare a pensare se fosse la versione di Terra-1, Terra-2 o vattelapesca. La Dc quindi deciderà di cancellare questo suo multiverso, e dare a tutto una messa in riga. E certo, per un po' funzionerà, ma quando apri una porta narrativa, questa resta aperta. Una volta che un supertizio torna dalla morte, allora la morte non ha più senso. E una volta che hai fatto un reboot, con ottimi risultati peraltro, allora ne puoi fare un'altro. E così, dopo anni, la Dc ci riproverà con FlashPoint...dopo però aver riportato in vita il concetto di multiverso, che si era voluto cancellare. Ma allora, la domanda resta, perchè? Perchè rebootare?
Perchè, esiste una bella espressione inglese, che tradotta è "lanciare cose contro il muro e vedere cosa resta attaccato", ovverosia "provarle tutte per vedere quello che funziona". A livello di fumetto, dopo la seconda metà degli anni 80 e gli anni 90, dove la Dc dominava qualsiasi cosa, e sembrava potesse di nuovo fare tutto come prima, la fiamma si è un po' spenta. E, nel clima moderno, va molto, ma molto di meno un fumetto numero 634, piuttosto che un fumetto numero 1. Perchè siamo diventati dei collezionisti eccessivi, perchè ormai conta di più sapere cosa succede piuttosto che leggere le storie, perchè esistono le wiki (e i blog. Dannazione) e quindi leggere i fumetti è diventato più facile, e più difficile. Non c'è più il monopolio di Batman. Adesso se voglio leggere di un avventuriero senza poteri figo, ho l'imbarazzo della scelta. E per come siamo in questo momento storico, di leggere di un tipo blu che vola, non mi interessa per niente. E quindi devo trovare un modo per sfruttare quello che ho costruito in 75 anni: un'icona che difficilmente verrà sepolta dalla memoria, ma un'icona che ha bisogno di legna per continuare a bruciare. Legna che sono i lettori. Il reboot è uno stratagemma controverso, odiato da tutti e amato segretamente da molti altri. la cosa più grande che ho mai visto in una fumetteria in vita mia è stata quando erano i usciti i nuovi numeri 1 Dc dei Nuovi 52. C'era la gente che si picchiava, molto più che ad incontrare un grande autore a Lucca. Quindi, sostanzialmente il reboot lo si fa, perchè nella maggior parte die casi fa quello che deve fare: smuove le acque, e porta lettori e soldi. Il problema, però, è che sulla cresta dell'onda ci devi restare.
 N.B. "Ora Zero" e "Crisi Infinita" non sono reboot, ma Soft Reboot. Non proprio la stessa cosa. Se siete dei nerdoni, questa frase vuole dire qualcosa. Se non lo siete, vi giuro che ve lo spiegherò. 

Babil chiede: Perchè il concetto di Legacy non funziona più come un tempo?
 Questa domanda, seppur connessa in modo strettissimo a quella precedente, è molto più facile. La "Legacy" è quel concetto tutto Dc, che si basa sul fatto che esistano più eroi con lo stesso nome, nome che viene "passato" come una sorta di eredità da eroe ad eroe. Quindi, quando il secondo Flash Barry Allen muore, Wally West diventa Flash, quando Batman lascia il mantello, Dick Grayson diventa il cavaliere oscuro e così via. Certo, anche la Marvel ha i suoi momenti di "Legacy" (Bucky e Falcon saltano all'occhio, ma anche Kate Bishop e X-23), ma la casa di Superman, dagli anni 80 in poi ha fatto un vanto di questa sua eredità. Il concetto non funziona più come prima, perchè semplicemente non c'è più proprio l'eredità. Nel nuovo universo Dc, Barry Allen non è il secondo Flash, è Flash punto. Certo, c'è Jay Garrick, il flash di Terra-2, ma non è un'eredità, è omonimia. Volendo svecchiare tutto a tutti i costi, e sostituendo il nuovo con il vecchio, si è eliminato il concetto dalle storie.
Non ha senso fare il tifo per la Lanterna Verde Kyle Rayner, che è nato per essere il successore di Hal Jordan, quando Hal Jordan ha una sua serie regolare. Cioè, ha senso perchè gli costruisco un mondo attorno tutto nuovo, ma di sicuro non è più un mondo dove Kyle deve tenere alta una torcia di speranza per ricordare al mondo che gli eroi non muoiono mai. Gli eroi non sono mai morti, sono tornati in vita e hanno preso a calci i loro successori. E non è una questione di copie vendute, è una questione di mentalità editoriale. Per vent'anni si è provato a creare qualcosa di nuovo, ma poi si è pensato che forse funzionava meglio il vecchio. E in certi casi è vero. In altri....no.

 Nick Fury chiede: secondo te qual'è il futuro del medium fumetto?
 Dunque, questa è una domanda molto, ma molto complessa. Nel mondo del fumetto, ci si divide in tre grosse categorie. Chi il futuro lo azzecca (Jack "King" Kirby salta subito alla mente), e chi il futuro lo prevede, e ci prende a caso (E subito si vanta a dire che lui o lei sapeva) e chi non ci riesce, e quindi si dimentica di aver predetto il futuro. Personalmente, non sono l'uomo più sul pezzo del mondo per quanto riguarda l'industria. Però, penso si possano azzardare un paio di ipotesi. Non credo che, in tempi brevi, passeremo totalmente al digitale. Credo che, almeno per ancora qualche anno, il medium resterà in cartaceo.
Ho la mezza idea, che il fumetto diventerà sempre meno medium "popolare", con albi dai prezzi contenuti, e diventerà sempre di più un qualcosa di lusso. Se il digitale si muovesse nella direzione che ha preso il videogioco (e quindi con piattaforme funzionali e gratuite che permettono l'acquisto di albi a prezzi contenuti, come già fa Comixology e a volte Humble Bundle) credo che sarebbe cosa gradita a tutti.  Penso che il nuovo grande personaggio Marvel o Dc non sia ancora stato inventato, o che se lo sia stato, deve superare la prova del tempo, e sopratutto quella del cambio di scrittore.
Penso che, quando inevitabilmente la moda del film del supereroe finirà di essere "la cosa grossa", e diventerà un qualcosa di genere "classico" come può essere il western, allora forse i fumetti si staccheranno un po' dal traino dei film, ma questo non credo finirà. Molti dicono che il fumetto sia in crisi nera, molti dicono che sia in rinascita. E' facile dire che ci sia rinascita, se il tuo fumetto vende (o vuoi far credere che venda) ed è ancora più facile dire che c'è crisi se il tuo fumetto non vende. Ora come ora, credo che il fumetto sia, come sempre, un settore di nicchia della letteratura. Un genere che è visto sempre di serie B, anche dagli appassionati (ma questo punto lo approfondirò in futuro), e che quindi farà sempre abbastanza fatica a tenere la testa alzata. Un po' perchè la critica (in generale) non si è evoluta, anzi. Un po' perchè continueremo a vivere di hype ancora a lungo, e di nostalgia ancora di più, e, ho paura, che, dopo questo nostro ritorno al fumetto anni 90, siamo passati di forza agli anni 2000, gli anni in cui doveva cambiare tutto, ma quindi non andava bene a nessuno. E quindi rifaremo un giro, e la prossima generazione di scrittori, scriverà i fumetti come negli anni 80.

Simo chiede: Come ti piacerebbe venissero trattate le relazioni amorose fra supereroi?
 Di base, le relazioni fra i supereroi, sono viste come un "problema". Non perchè siano difficili da scrivere, ma perchè viste come "limitanti". E, da un punto di vista di medium seriale lo posso capire, se un eroe si sposa, non potrò più scrivere di drammi amorosi (se non contiamo l'adulterio, cosa molto poco "da supereroe") e quindi una buona fetta del mio pubblico troverà il tutto noioso. Da un punto di vista invece critico....è tutto una mezza boiata. Questo perchè, ci sono mille ed un modo per rendere una coppia interessante. Con questo, non dico di certo che ogni supereroe dovrebbe sposarsi e figliare, ma che forse non sarebbe una cosa malvagia. Personalmente, il problema che ho con le relazioni fra supereroi, è che non hanno quasi mai una coerenza narrativa. Ed è un problema, perchè se la avessero, allora avrebbero un sacco di prospettive. Della serie, una storia con Batman Jr io la leggerei, e non credo sarei l'unico. Il problema credo sia nel target. Si è sempre visto il target del fumetto come il bambino o l'adolscente, che difficilmente ha in testa il matrimonio, e, a parte Reed e Sue Richards, praticamente nessuna coppia da fumetti ha resistito alla prova del tempo. Secondo me, dovrebbero esserci più linee narrative, messe assieme per diversi target. Oppure, si può semplicemente essere più creativi. Della serie, una delle storie d'amore più belle perchè francamente folle, è quella fra Hawkman e Hawkgirl, amanti fin dall'antico Egitto, destinati a morire e a reincarnarsi per sempre, incontrandosi ogni volta. E bom, già questa storia che neanche la morte li può separare è pazzesca, ma vogliamo mettere le possibilità? E se Hawgirl si reincarnasse prima di Hawkman? E quindi dovesse vagare per anni, magari anche sposandosi, per poi incontrare l'uomo che la ama così tanto da letteralmente aver vinto la morte per tornare da lei? E se Hawman fosse un serial killer e Hawkgirl una poliziotta? Insomma, se si vuole mettere del pepe e del dramma anche con una relazione, si può fare benissimo. Anche perchè, nel bene o nel male, molti appassionati hanno la loro idea di come funzioni una coppia (basti pensare a tutti quelli che adorano il Joker e Harley, coppia scritta apposta per essere tossica e abusiva)e quindi difficilmente si può trovare un qualcosa che metta d'accordo tutti. Tranne forse vendere il matrimonio al diavolo. Quello non è piaciuto a nessuno.

 Annalcontrario chiede: Se dovessi scegliere solo un titolo da consigliare del nuovo universo Marvel, post Guerre Segrete, cosa consiglieresti?
 Il rilancio Marvel post- Secret Wars è appena arrivato in Italia, e già sta facendo scalpore. Molti appassionati sono entusiasti di avere i vendicatori quindicinali (che non accadeva dai tempi della Star Comics), molti altri dicono no grazie e passano la palla. Ci sono oggettivamente molte belle serie, e altrettante serie mediocri, con qualche capolavoro spruzzato qua e là. In molti, moltissimi, consigliano "The Vision" di Tom King, che per ora è inedito in Italia, e fanno bene. Un fumetto pazzescamente cupo ed inquietante, ma gestito con una maestria rara. Gli Avengers di Waid sono un'altra scelta solida. Ma, la mia scelta cade su un fumetto diverso. "Spidey" di Robbie Thompson. Che occhei, non è nulla di straordinario, nulla di rivoluzionario, sono storie dell'adolescenza dell'Uomo Ragno. Ma signori. Signore. Erano mesi, che non mi divertivo così a leggere qualcosa di così fresco. E' molto ironico mi rendo conto. "Fresco" un fumetto che parla di cose viste e riviste? Sì. perchè lo fa con una leggerezza, e una semplicità disarmante, senza prendersi troppo sul serio, e con una vitalità straordinaria, senza appesantirsi da solo. Un fumetto perfetto per chi non ha mai letto nulla, e per chi ha letto troppo. E francamente, quasi nessun fumetto sugli scaffali può vantare questa qualità fondamentale nel mondo dei comics.

Samanthathetiger chiede: Quale personaggio Marvel merita un rilancio? A parte Hank Pym :P
Ovviamente Hank Py....siete troppo, troppo furbi per me. Beh, la risposta è lunga e complessa, non solo perchè vanno considerati i fattori economici che portano ad avere un rilancio, ma anche la trazione che deve avere il personaggio che regge una testata. Quindi, per quando mi piacerebbe una regular di Stingray, una commedia amorosa dove Namorita e Pugno d'acciaio finalmente si innamorano come è giusto che sia, una serie di Mace la vorrei solo io (ed ironicamente)...beh gente, Ghost Rider 2099 è l'anima di un hacker inserita un corpo robotico assassino che ha delle lame in una mano, e una motosega laser nell'altra. Bom. Centomila copie facili facili.  Però oh, Hank Pym ha davvero bisogno di un rilancio. Giurin Giurello.

Il Giova Chiede: Come posso aiutare il blog?

Ammetto che questa sia una domanda falsissima, e che mi sono fatto da solo. Però oh gente, un blogger deve pur sopravvivere.
Il blog ha una pagina facebook, che potete trovare qui, un account twitter qui, e un canale telegram dove dispenso saggezza quando sono sul bus a telegram.me/comicsverse101. Se volete unirvi ad una di queste community, mi fareste un piacere. Se volete iscrivervi a tutte e tre, ancora di più. Se già lo avete fatto, grazie di cuore. Si può anche supportare il blog su Patreon (e le informazioni le trovate qui) e su paypal (che trovate qui). Mi rendo conto che chiedere soldi sia sempre una cosa non gradita su internet, ma nessuno mi paga per scrivere. I fumetti che recensisco li compro, stessa cosa per i biglietti del cinema e tutto il resto. "E sticavoli" diranno molti di voi (magari con toni meno forbiti), però questo blog mi ha dato tanto, e mi prende tanto. Se vi andasse di aiutarmi a farlo crescere (in qualsiasi modo) ve ne sarei grato.

 Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Mace. Che personaggione. Pronti a partire. Let's go!

18 commenti :

  1. Grazie per la risposta! E comunque anche alle altre domande della rubrica hai risposto in modo interessante. Mi sono unito al canale telegram

    RispondiElimina
  2. Anche io mi sono unito al canale Telegram, peccato non si possa interagire in nessun modo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il canale è un esperimento, e vedremo dove andrà a parare. Intanto grazie per esserti unito. Di base per interagire c'è sempre il blog!

      Elimina
  3. Parlerà di Static Shock?

    RispondiElimina
  4. Prima o poi sì. Ti chiedo però, se riesci, di commentare usando l'opzione nome/url. L'anonimo mi manda in pappa il filtro antispam

    RispondiElimina
  5. La foto di copertina è presa da Darkseid War, giusto? Ne parlerai prima o poi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il mio fragile cuoricino spero di no, ma i momenti di secca degli eventi arrivano sempre

      Elimina
  6. Grazie mille per aver risposto alla mia domanda e scusa se l'altra volta sono sembrato scortese.
    ps:riguardo a Dick Grayson(e questa cosa dei reboot),è ufficiale:Dick tornerà a indossare i panni di Nightwing nel nuovo reboot della Dc,"Rebirth"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il supporto. E sì lo sapevo da un po' ;) Di solito evito li spoilee nei commenti perchè non tutti seguono le notizie USA

      Elimina
  7. Ho una domanda per chiedilo al Giova. Quali caratteristiche dovrebbe avere secondo te un buon supercattivo da comics? E quali sono esempi di "buoni" e "cattivi" supercattivi?
    Seguendo il blog da un po', credo di sapere più o meno cosa ne pensi al riguardo, ma se non sbaglio non ne hai mai parlato nel dettaglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto questa domanda due anni fa ;)http://comicsverse.blogspot.it/2014/06/come-devessere-il-cattivo-di-un-fumetto.html?m=1

      Elimina
    2. Ops, scusa sto invecchiando! Dimentico le cose! XD
      Vado a ripassare!

      Elimina
  8. la prima domanda capita a fagiolo con Rebirth, il prossimo reboot della Dc.

    RispondiElimina
  9. Nuova domanda: come e quando secondo te funziona bene un supergruppo

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio