Didascalia

Didascalia

venerdì 29 aprile 2016

Può un piano criminale avere senso? (Chiedilo al Giova)

Benvenuti cari centounsiti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che è sempre felice della fiducia che i suoi lettori ripongono in lui, ma a volte il tutto è reso molto difficile.
Torna, la rubrica più amata del blog, dove le vostre domande avranno finalmente una risposta. Oggi, parliamo di supercriminali, di Superman in varie salse e di fumetto Fantasy. Per saperne di più, dovete solo saltare dopo l'intervallo!
Benvenuti alla Dc comics, dove abbiamo millemila cattiva ma ne usiamo davvero solo sei


 Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!


 Adunak Chiede: Puoi parlare di gesti criminali, che però hanno un senso di razionale? Della serie, il fine giustifica i mezzi?
Questa domanda, è molto complessa. Non perchè non si possa fare una Top 10 di momenti nel quale il cattivo sembra abbia ragione (l'esempio portato dal centounista Adunak è Ozymandias di Watchmen, che uccide un sacco di gente per unire i popoli sotto un'unica bandiera, spoiler per un fumetto vecchio di vent'anni), ma perchè di base, non è più una cosa così pazzesca.
Mi spiego meglio. In tutte, tutte le storie della serie "Uomo contro Uomo", e quindi "Eroe contro Cattivo" ci vengono presentati due personaggi. Uno che ha "ragione" e uno che ha "torto". E' storytelling da prima elementare, anzi, da prima che esistesse l'idea dei Storytelling.
A nessuno importa se la matrigna di Biancaneve fosse una forza politica portante del regno, ci interessa sapere che è invidiosa, e le persone invidiose fanno una brutta fine. E qui la cosa mi preoccupa, ma il problema è mio.
E' l'idea base della soap opera, l'idea del dramma, l'idea del creare tensione fra due idee, facendo però orbitare chi legge o chi ascolta verso un polo piuttosto che l'altro.
Della serie, quando il criminale Norman Osborn gettò giù da un ponte la povera Gwen Stacy, il fatto che Norman fosse un industriale con decine di dipendenti con famiglia non era un pensiero che attraversava la testa di nessuno. Norman era un mostro, e doveva essere fermato.
Ma, in tempi recenti, il modo di raccontare storie si è evoluto. Certo, esistono sempre cattivi che hanno sempre torto, e sono cattivi per il gusto di farlo, perchè è comicamente buffo o spaventoso vederli in azione. Il Joker, per quanto piatto e ripetitivo nel suo essere sempre qualcosa di nuovo, è cattivo e basta. Non ama nessuno, non ha qualità che lo possano redimere, è solo cattivo. L'uomo nero sotto il letto, l'ombra che vedi con la coda dell'occhio. Certo possiamo provare ad umanizzarlo, e a dire che in realtà forse ama la povera Harely Quinn, ma no. Tutto quello che ha quel personaggio, e alcuni altri, è l'essere comicamente malefico. Con risultati alterni ma non sta qui il discorso.
Ma, se tutto fosse così. Se tutti i cattivi fossero solo invidiosi, rancorsosi, superstiziosi e codardi, le storie non si sarebbero mai mosse.
Questo perchè, un buon cattivo, adesso, ha delle motivazioni che fanno fare delle domande. Specialmente al lettore.
E se Lex Luthor avesse ragione? Se l'America avesse davvero bisogno di un presidente pelato che ha dimostrato filantropia ma anche un forte amore verso i valori americani? E se davvero il mondo fosse in mano al Dottor Destino tutti saremmo più felici?
E' tutta una questione di prospettiva. I piani, le idee dei cattivi si sono evolute con loro. Questo perchè, certo, con uno sforzo di immaginazione posso pensare che l'Uomo Cassettone rubi per dare da mangiare alla sua figlia piccola, ma se nessuno me lo dice, allora per me l'Uomo Cassettone è solo uno dei tanti buffi criminali che affolla la galleria dei nemici della Vendicatrice Scalza.
L'idea che un piano criminale abbia del senso, e faccia riflettere, è a sua volta un riflesso della vita e delle relazioni umane. Se il mio collega in ufficio mi ruba la pinzatrice, magari è un puzzone, ma magari quel giorno ha avuto una brutta giornata, e il fato che io gli urli in faccia di tutto fa di me il cattivo della sua storia.
Nel fumetto, la linea fra ciò che è bene e ciò che è male, è molto più marcata. Per anni ho creduto fosse indiscutibile ( e ancora lo credo) che voler lanciare un arsenale di bombe nucleari sull'America fosse un gesto da folle malvagio, ma al personaggio di Magneto lo si perdona sempre.
Perchè, è tutta una questione di sfumature. Ormai la questione non è stilare una Top 10 dei piani criminali dove il fine giustifica i mezzi, perchè, a conti fatti, i cattivi "puri" si contano sulle dita di una mano, almeno nelle storie ad ampio respiro.
E non fraintendetemi, la Nebbia, il cattivo principale di Starman, uno dei miei fumetti preferiti, è uno dei cattivi più cattivi dei fumetti, non ha nessuna qualità che lo redima, anche se lo scrittore ha provato a dargliene alcune, e porca miseria se funziona.
Ma d'altro canto, l'idea che ha il Barone Zemo del mondo  e dei governi, visti come tiranni non è proprio del tutto sbagliata. Il nero e il bianco creano dramma. Un dramma potente, un dramma simbolico. Ma il grigio...il grigio crea un dramma vero. E questo forse, fa più paura.

Jacopo Chiede: Puoi parlare dei Big Hero 6 originali?
Con alle spalle un film animato di buon successo, il Big Hero 6 sono una di quelle proprietà a fumetti su cui nessuno avrebbe scommesso due lire, ma che per il potere del marketing ora sono un qualcosa di riconosciuto. Quando però fecero la loro apparizione sui fumetti, il loro impatto non fu proprio devastante. L'idea alla base del progetto, era quella di creare un gruppo di eroi Giapponesi, come era già accaduto con altre nazioni (tipo il Canada e i suoi Alpha Flight). Nella loro prima apparizione, il gruppo era formato da un'agenzia segreta chiamata GIRI,  e la sua formazione comprendeva:
Silver Samurai: mercenario in grado di creare un campo di energia intorno alla sua spada, rendendola in grado di tagliare qualsiasi cosa
GoGo Tomago: ex criminale in grado di trasformarsi in una palla di energia
Honey Lemon: grande scienziata, ha creato una borsa dalla quale può estrarre qualsiasi cosa
Hiro Takachiho: un supergenio tredicenne
Baymax: un robot in grado di mutarsi in un dragone.
Al gruppo si unirà poi il mutante giapponese per eccellenza, Sole Ardente, col potere di assorbire e generare calore al pari dell'americana Torcia Umana.
Putroppo, la mancanza di un traino "forte" (Sole Ardente per quanto abbia un costume bellissimo è difficilmente un personaggio "di serie A") e una caratterizzazione al limite del razzista stereotipico fermeranno il progetto dopo solo una miniserie, facendo fare al team una serie di comparsate. Nel frattempo, Silver Samurai sarà sostituito dal demonico Ebon Samurai, e Sole Ardente dalla sorella, Pira Ardente.
Il progetto verrà poi ripreso dopo anni, in una miniserie che darà le basi per il film. Il GIRI recluterà nel team due nuovi eroi: Fred, un americano in grado di mutarsi in un mostro gigante (con una finissima citazione di Colin Mochrie) e Wasabi-No-Ginger un cuoco in grado di creare coltelli d'energia.
Baymax inoltre verrà ricostruito come gigantesco robot, e ci verrà rivelato che la personalità e i ricordi del robot erano basati su quelli del padre deceduto di Hiro, che nel frattempo sarà diventato il leader del gruppo.

Suriele chiede: quali sono i migliori fumetti fantasy USA arrivati in Italia? 

E qui, io come sempre non posso che ringraziare per la fiducia accordatami, ma purtroppo, vi rivelerò un segreto. Nel 2004, dopo aver letto il quarto Harry potter, aver finito il signore degli anelli...Ho deciso che in Fantasy non faceva per me. Ne avevo abbastanza di storie di presecelti che affrontano grandi sfide, ne avevo abbastanza di maghi e clichè del genere, così ho smesso. E mi sono dato ai fumetti di supereroi, che sono mooooolto simili, ma avevo quattordici anni ed ero abbastanza fesso.
Quindi, putroppo, non posso fare una Top 10 di fumetti Fantasy, perchè, semplicemente, ne ho letti troppo pochi per potermene fare un'idea. Posso però citare tre serie che mi hanno piacevolmente colpito.

Mouse Guard
In un mondo alternativo, senza umani, la razza senziente per eccellenza, sono i topi. In questo medioevo, molto simile al nostro, una confraternita di Topi si batte per aiutare i più deboli a difendersi dai predatori, ad attraversare terreni difficili, e insomma, a vincere numerose sfide...in formato extrasmall.
Non fatevi assolutamente ingannare dalle apparenze. E' un fantasy pazzesco, pieno di intrighi e di sorprese, che vi farà davvero cambiare prospettiva

Conan il Barbaro di Roy Thomas
Creato da Robert E. Howard, un tizio che faceva il romanziere (leggere qualcosa senza figure? ERESIA!), il barbaro più famoso di tutti i tempi è Conan. Nato nella Cimmeria, fedele al freddissimo Dio Crom, Conan vive in un era precedente alla nostra storia, dove maghi, mostri e demoni la fanno da padrone. Ma questo non ferma un indomito Barbaro dal suo destino. Quello un giorno di diventare Re. Un classico del genere. Classico perchè trascende i tempi, classico perchè oggi come allora Conan  un fumetto fantasy che sembra scritto ieri da quanto è solido, e classico perchè l'avventura fantasy nei fumetti deve tanto, troppo a questo barbaro, che son solo coraggio a abilità riesce a farsi strada in un mondo selvaggio. E una volta ha pure quasi ucciso Wolverine.

BONE
Ora, non sono io a dirlo, ma Bone è il più grande fumetto Fantasy di tutti i tempi. No ve lo giuro.
Tre cugini, Smiley, Phoney e Fone Bone, buffi omini caricaturali, sono esiliati dalla loro vallata, e costretti a viaggiare per un mondo molto strano, abitato da umani, e da gigantesche creature ratto.
Partito come fumetto comico, Bone diventerà poi un'epica pazzesca, dove i tre cugini si troveranno a dover combattere un'antica minaccia nota come "il signore delle locuste". Un esercizio di stile che ha dell'inverosimile, che va dal raccontare una corsa di mucche, fino ad una battaglia finale che ha del meraviglioso. Un viaggio sempre nuovo, una scoperta ad ogni capitolo. Se non avete letto Bone, fatevi un favore, e fatelo.

Chiara chiede: Qual'è il tuo supercriminale Maschio Dc preferito?

Questa è domanda molto complessa. La questione è semplice, di base, i cattivi Dc cambiano più in fretta di quanto non facciano i loro eroi. E' difficile trovare un personaggio che sia coerente abbastanza con se stesso, da dare una serie di storie che ti fanno innamorare di lui oltre al concetto "è figo il costume", quando le tue motivazioni e abilità cambiano ogni tre per due. Quindi, di base, di pancia, direi L'Enigmista. Ma di cuore, non posso non cedere a Leonard Snart, alias Captain Cold, che decide di sorpassare gli abusi ottenuti in gioventù chiudendo al cuore qualsiasi emozione, vivendo creandosi attorno muri di ghiaccio impenetrabili, e una serie di regole che segue alla lettera. Un uomo con un rapporto complicato sulla sua famiglia,che sfida, e mette in difficoltà uno degli eroi più forti del cosmo Dc usando una pistola che può piegare le leggi della fisica. Un uomo che ci insegna che l'odio è freddo. L'inferno è freddo. E lui, per la miseria è Capitan Freddo.


Jacopo chiede: E' vero che Superman ha poteri ipnotici?
 Dunque, sì e no. Sì perchè nei fumetti pre crisi, Superman aveva davvero poteri ipnotici che gli permettevano di influenzare la mente di chiunque, e fargli credere che lui e Clark kent non fossero la stessa persona. Inoltre, in quegli anni, qualsiasi cosa un uomo potesse fare, Superman la sapeva fare a livello SUPER, quindi anche l'ipnosi. La cosa non è mai stata portata avanti, ma nessuno ci vieta di pensare che Clark Kent abbia avuto esperienze come ipnotista. E chi non le ha avute? Ah. Dite che sono solo io?


Simone chiede: Qual'è il gesto più eroico di Superman?
Anche qui, il centounsita Simone mi ha fatto una domande complessa, aggiungendo "in tutti i media". E ora, qui lo dico onestamente, io non ho letto tutto Superman. Non ho visto tutto Superman, non ho giocato tutto Superman. Insomma, come molti, la mia preparazione è media, ma non assoluta.  Di quello che so, e ho letto, posso citare due momenti. Il primo, è quando Superman getta Imperiex, l'incarnazione dell'Entropia nel Big bang, perchè ad oggi è la cosa più ganza mai fatta da Superman e vi sfido a smentirmi, e la seconda invece....
Un gruppo di alieni vuole conquistare la Terra, ma teme i suoi supereroi. Decidono di tornare indietro nel tempo, ed eliminare la stessa concezione di eroe dalla mente degli uomini, evitando così la nascita di qualsivoglia protettore. Il piano riesce, e la Terra è conquistata. Due ragazzini però hanno inventato un personaggio che interessa molto gli alieni, ma non gli umani. Un personaggio che ha molti tratti dell'eroe. E gli alieni sono spaventati a morte da questa cosa, nessuno si era mai ribellato alla loro conquista. I due ragazzini così si costruiscono due costumi ispirati al loro eroe che vola come gli uccelli e sposta le montagne, e lo chiamano Superman. Così bardati, si recano nella loro cittadina e cercano di convincere la gente a credere nel loro personaggio. E con la forza dell'immaginazione, delle fiabe,della speranza e di quella materia di cui sono fatti solo i sogni Superman ritorna nel mondo e ferma gli alieni. Il nome dei due bambini che hanno inventato Superman? Jerry e Joe, due fra i più grandi eroi della Terra. Perchè anche quando nessuno sapeva che esistesse, nessuno credeva nella sua esistenza, Superman è arrivato lo stesso, per aiutarci. E questo, centounisti, ditelo a tutti quelli che dicono che Superman è noioso.


Piter chiede:Perchè alcuni "Chiedilo al Giova" sono Top 10, altri articoli lunghi, e altri serie di domande?

 Dunque, in origine "Chiedilo al Giova" nasceva come un piccolo contenitore di domande veloci, che potevano essere risolte in poco tempo. Questo perchè, avevo, e ho, notato che, nei momenti in cui si interagisce coi lettori, la maggior parte ha delle domande che un articolo intero non può saziare. Oppure sì, ma dovrei scrivere sei righe e mi è sempre parso un pelo brutto. Quindi, la rubrica nasceva come raccoglitore. A volte però, alcune domande erano francamente troppo grosse per essere "ristrette" in un unico articolo, e quindi si sono espanse in pezzi più lunghi o top 10. Ma questo di solito non è legato ai lettori. Non per cattiveria o altro, nel senso, non è che provo piacere a trasformare una Top 10 in una Top 3, è che, giustamente, si possono fare tutte le domande possibili, ma poi le risposte sono legate alla mia ispirazione del momento, o delle conoscenza dell'argomento. A volte voglio scrivere un pezzo "personale" e meno critico, a volte invece posso rispondere alle domande con una buona velocità. Tutto qui. I lettori chiedono quello che vogliono, ma poi come rispondere decido io.


  Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Stavo per pubblicare questo articolo senza la battuta finale.Colpa  degli occhi lucidi per Superman. Pronti a partire. Let's go!

26 commenti :

  1. Bone era fantastico! (io adoravo il Grande Drago Rosso con l'espressione alla Bogart e Ted la cimice). Mi riassumi la visione sui governi di Zemo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un articolo apposta ;) http://comicsverse.blogspot.it/2014/10/il-barone-zemo-supercriminali-si-nasce.html?m=1

      Elimina
  2. Grazie mille della risposta, come sempre soddisfacente. Avevo già letto la seconda in giro per il blog, ma chi l'ha scritta?

    RispondiElimina
  3. Bellissimo il gesto eroico di Superman! Per la rubrica avrei una domanda abbastanza complessa: secondo te,come sarà il futuro del medium fumetto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mh. Domanda molto difficile. Però me la segno

      Elimina
  4. Sono Jacopo. Grazie per le risposte ma c'era una terza domanda. Come mai Superman non vede attraverso il piombo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jacopo. Tematicamente non sono riuscito a metterla nell'articolo, in modo da lasciare spazio a tutti (due richieste dello stesso centounista nella rubrica è il massimo). Non vi è comumque nessun motivo interessante. È un banale strategemma narrativo per tenere Supes sulle corde.

      Elimina
  5. Però ti sei scordato di rispondere alla mia domanda sui reboot della DC D':

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, non mi sono dimenticato. Non tutte le domandr hanno una gestazione breve, o tematicamente si possono mettere in un post. Non dimentico le domande di nessuno, che se scritte nel posto giusto sono tutte salvate su un foglio word sul mio pc. Però, essendo una domanda alla quale si può rispondere o con una riga o con un articolo intero devo ragionarci un po'. Tutto qua

      Elimina
  6. Per la rubrica voglio chiedere come mai il concetto di legacy non funziona più come in passato

    RispondiElimina
  7. Bell'articolo.
    Domanda per la rubrica: Che fine ha fatto Rob Liefield? Mi sono fermato alla nuova serie di Deathstroke per la DC e che stava lavorando a Web Comic su Gesù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito non parlo degli autori sul blog per politica personale, di recente ha disegnato una graphic novel su deadpool

      Elimina
  8. "E se davvero il mondo fosse in mano al Dottor Destino tutti saremmo più felici? "
    Risposta: SI.
    E non lo dico io, ma ricordo una storia in cui succedeva proprio questo ...

    E non è neppure una storia recente dato che la ricordo io :-)

    Devo anche dire che era molto convincente, sensata e verosimile ...

    Aaaaaargh! Cultura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma poi le cose brutt capitano sempre al dottor Destino. Sono i casi della vita. Poi, è vero anche che tutti sono felici perchè lui esige siano tutti felici, ma sono sfumature. O forse no :P

      Elimina
    2. .. chissà se si potrebbe sperare in un articolo su quella storia ...
      Fresh from the past?
      Definire i personaggi?
      altro?

      Io ci spero :-)

      Elimina
    3. Il Dottor Destino ha già un articolo suo, ma chissà! E per Definire i personaggi...beh la vignetta è inedita in Italia, ma come il finale di Secret Wars per me niente ci prende di più sul buon dottore

      Elimina
  9. Comunque ho un dubbio che spero venga trattato in futuro comics cliché: non hai notato che da un paio di anni a questa parte c'è questo vizio di pompare a dismisura i cattivi per renderli più forti dei buoni ? Mentre un tempo er ali contrario ? Per esempio ora il Professor Zoom è potentissimo, ha un sacco di poteri legati al tempo e ci vuole tutta la Flash Family per battello, mentre un tempo era più scarso di Flash...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai notato uno Zoom più scarso di Flash, ho sempre visto un Professor Zoom pari al velocista scarlatto, tranne che in Flash Rinascita, che è un fumetto molto boiata nel mio parere. Potrei parlare di quello, ma di base i cattivi sono sempre più forti dei buoni, per metterli in difficoltà

      Elimina
    2. Ecco non più scarso il termine era pari. Io ho letto la storia della morte di Iris e Thwane per avere la meglio su Barry utilizzava trucchetti tecnologici...sul fatto che i cattivi siano più forti dei buoni beh non sempre anzi nei vecchi fumetti il contrasto era spesso tra in buono fortissimo e un cattivo che usava il cervello.

      Elimina
    3. Il Dottor Destino è più forte di molti fantastici quattro, l'uomo sabbia è più forte dell'uomo ragno, la kgbestia è più forte di Batman...ti direi che varia, ma la classica storia è "vinco anche se sono più debole"

      Elimina
  10. Una domandina per il giova: ti picerebbe che venissero gestite le relazioni sentimentali nei fumetti di supereroi?

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio