Didascalia

Didascalia

giovedì 17 marzo 2016

I Difensori di Kurt Busiek ed Erik Larsen (Forgotten Run)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che è come Hercules Mulligan, non ha bisogno di introduzione. O forse sì, viste le sue citazioni assurde.
Siamo sempre nel mese delle richieste, il momento dove la palla del decidere cosa scrivere passa a voi centounisti. Oggi, tocca all'eroe del blog Cammi, che ci ha chiesto di parlare di una saga degli anni 2000, che potreste aver dimenticato, o perso di vista. Parliamo dei Difensori di Kurt Busiek ed Erik Larsen. Allacciate le cinture, e saltate dopo l'intervallo per saperne di più!
DIFENSORI UNITI! Aspetta un secondo....


 L'anno, come scritto in precedenza, era il 2000. Lo scrittore Kurt Busiek, voleva provare a rilanciare i Difensori, un gruppo nel quale i membri si odiavano a vicenda e litigavano sempre, e senza una membership fissa, con l'aiuto di Eirk Larsen, che si occupava anche delle trame oltre che dei disegni.
La nostra saga inizia con una vecchia minaccia: Yandroth. Esatto chi? Vedete, Yandroth è lo scienziato supremo di un altra dimensione, ovverosia l'essere la cui scienza è più simile alla magia di tutto il suo universo. Per la cronaca, il nostro scienziato supremo è Hank Pym. Che rulla a manetta.
Il malvagio vuole prendersi la sua rivincita sui suoi vecchi nemici, i Difensori. Principalmente sui quattro membri più famosi del gruppo, il potentissimo Hulk, il signore di Atlantide Namor, il cosmico Silver Surfer, e lo stregone supremo Dottor Strange.
 I Difensori riusciranno però a sconfiggere Yandroth senza troppi problemi, e scopriranno che il criminale aveva rapito Gaea, l'antica dea protettrice della Terra (nonchè mamma di Thor, per chi tiene il conto a casa), e questo aveva dato al nostro un'energia....particolare. Prima di morire infatti, Yandroth lancerà una maledizione sui Difensori: se odiano così tanto stare assieme, saranno costretti a stare assieme per sempre.
 Cosa voleva dire? Beh, per colpa della maledizione, ogni volta che un qualcosa di grosso minacciava il mondo, i Difensori venivano teletrasportati sul luogo del misfatto, e non potevano lasciarlo fino a quando la minaccia non fosse stata sventata. Dire che per il gruppo la cosa era una seccatura, è un pelo un understatement. Busiek e Larsen infatti, tendono a darci anche un'occhiata alla vita dei nostri personaggi all'infuori del gruppo, con i problemi di cuore di Surfer, la psicanalisi di Hulk e il fatto che Atlantide fosse invasa dal barbaro Attuma, con la maledizione che impediva a Namor di proteggere la sua patria al meglio.
 Inoltre, nle cast della serie figuravano altri tre membri del gruppo, ma forse un pelo meno famosi. L'agile mistica Hellcat, il Batman che diventa superforte di notte Nottolone, e la nocchiera norrena Valchiria. I problemi erano però due. Il primo, sebbene Nottolone si fosse ripreso da varie disavventure (fra le quali citiamo vendere l'anima al diavolo) e avesse assunto vari esperti per tenere in piedi il suo impero economico (fra i quali citiamo un mistico, Papa Hagg, che donerà al nostro un anello del teletrasporto) il nostro ricercava ancora l'avventura. Il secondo, la Valchiria non si ricordava chi fosse.
 Il secondo problema diventerà ancora più pressante quando il dio greco dell'ade Plutone non lancerà una Valchiria contro i Difensori. Quest'ultima si rivelerà però Lorelei, una dea Asgardiana che aveva creato una copia della Valchiria, e l'aveva impiantata nel corpo di una giovane ereditiera, giusto per rendere le cose un pelo più complesse, perchè, andiamo, chi non vorrebbe dover rpendere un cachet mentre legge un fumetto?
 Grazie all'intervento della vera Valchiria, quella artificiale otterrà un cavallo volante e riuscirà a sconfiggere Plutone e Lorerlei, che giureranno vendetta. Non li vedremo mai più per il resto della serie. No così. Per dire.
 E, in una mossa di scrittura che ormai non va più di moda, e la cosa mi distrugge, il team creativo introduceva la minaccia degli Uomini Testa, un gruppo di scienziati malvagi che ha fra le sue fila un tizio con lo scheletro rimpicciolito, un mistico senza corpo, un uomo gorilla e una tizia con la testa mutaforma. Dio come amo i fumetti di supereroi.
Gli uomini testa avevano fra le mani un misterioso manufatto che gli avrebbe dotati di un grandissimo potere.
 Ma, a causa delle maledizione, i Difensori non potranno fermare subito i loro nemici. Infatti, nello stesso momento, il mostro noto come Bi-Bestia aveva costruito una bomba che avrebbe reso la sua cittadella volante il centro di un portale che avrebbe portato nel nostro mondo un mostro invincibile. Quello che però la Bi-Bestia non aveva messo in conto era che i suoi creatori, una razza di uomini uccello erano tornati nella cittadella, guidati dall'eroe anni 40 Red Raven. La seconda, erano i Difesori, senza però Silver Surfer, per motivi a loro ignoti.
 La bomba però detonerà, e a costo di scrivere un paragrafo molto corto, vi dico come i nostri chiuderanno il portale. Gettandoci dentro la cittadella. Boom. Scala Metal. Ma prima di subito.
 Tutto sommato preoccupati per il loro compagno d'arme, i Difensori si lanceranno alla caccia di Silver Surfer, trovandolo nello spazio, in un breve tie-in dell'evento Maximum Security, che fa pena e schifo e meno ne paro meglio è (e che quindi mi verrà richiesto tipo domani). Il surfista d'argento era stato rapito da un gruppo di alieni, ma, sebbene liberato dai suoi amici, il nostro non sarà proprio entusiasta di vederli. Belin che puzzone. Oppure....c'è qualcosa sotto?
 Sulla Terra intanto, gli uomini testa avevano evocato Oorgo, un vecchio mostro Marve anni 50, con enormi poteri mentali, che non solo gli permettono di manipolare la materia, ma anche di controllare contemporaneamente ogni mente sulla Terra. Oorgo fermerà così tutti gli eroi del mondo, meno i Difensori perchè siamo nella loro testata, e, approfittando dell'assenza dei pesi massimi del team, aveva conquistato la terra.
 Ma, di base una volta Oorgo è stato ucciso da un gorilla senza poteri, e i Difensori riusciranno a fermare l'alieno. Il Dottor Strange però, osserverà con attenzione il mostro, e noterà come con il suo potere si potesse portare finalmente dell'ordine nel mondo. Il nostro verrà però fermato da Hellcat, che distruggerà il talismano che permetteva di evocare e controllare il mostro.
 I Difensori troveranno così anche il tempo  per salvare Atlantide (finalmente, dopo 11 numeri), in una battgliona finale sott'acqua, che segnerà la fine del sodalizio fra Busiek e Larsen. Più o meno.
 Questo perchè il numero 12 della serie farà parte di un'iniziativa molto ganza della marvel, noto come mese "Nuff Said", dove ogni fumetto uscito, era una storia muta. Dovrei farlo pure io nel blog un mese "Nuff Said". Solo le immagini, niente articoli. In questa storia, i Difensori combatteranno dei mostri grigi, per riportare colore in un mondo alieno.
 Ma, in un codino finale, i nostri, stufi di combattere assieme, arriveranno anche a minacciare Gaea stessa. La dea però, apprezzando il lavoro che il gruppo faceva per tenere salva la terra, deciderà di non sollevare la maledizione.
 I difensori decideranno così di prendere la situazione nelle loro mani, e per sei numeri la serie cambierà nome, per seguire il nuovo epiteto del gruppo: L"Ordine". Indossando versioni più cupe dei loro costumi classici (e con un Hulk in versione grigia, che è quella sarcastica ed edonista) L'Ordine si prenderà un compito. Dominare il mondo, per portare la pace, ed evitare di essere richiamati a rischiare la vita per proteggere il mondo assieme a gente che non gli stava simpatica. E la sapete una cosa? Se non fossimo in fumetto, sarebbe fesso. Ma siamo in fumetto. E ve lo dico, credo sia uno dei piani da supercriminale più bello del mondo tondo.
 L'Ordine si stabilirà così nell'isola volante degli uomini uccello, rimodellandola per dare ad ogni membro un angolo di mondo secondo i suoi gusti. Da questo quartier generale, l'Ordine si lancerà così in varie missioni, per fermare le guerre, e combattere minacce con forza assoluta, per mettere il puntino sulla i. Comandiamo noi adesso.
 Questo non farà superpiacere agli eroi della Terra, fra i quali ovviamente citiamo gli altri eroi membri del gruppo, Hellcat, Nottolone e Valchiria, che nel frattempo aveva ritrovato i suoi ricchi genitori, che le avevano costruito  una base supertecnologica dal quale i Difensori potevano portare il loro attacco all'ordine. Il mago personale di Nottolone, Papa Hagg inoltre deciderà di dare una mano a l suo boss, rivelandogli che sull'Ordine c'era una misteriosa aura mistica
 Intanto, mentre i Difensori cercavano di fermare l'Ordine, quest'ultimo sarà attaccato dai Vendicatori. Negli anni 70 per una roba del genere avevano messo su un crossoverone, e qui invece siamo in un numero dove i Vendicatori prendono botte, e Giant-Man viene sconfitto da un colpo a tradimento. Ed è una cosa che vuole giustizia per l'amor del cielo!
 Papa Hagg nello stesso momento, dava vita al suo piano: cercare di fermare l'Ordine, riequilibrando l'ordine (ah-ah) cosmico, mettendo contro i criminali le loro versioni femminili, la possente She-Hulk, la maga Clea, l'eroina marvel più ganza del mondo tondo Namorita, e Ardina, una donna cosmica creata dalle stesse energie di Silver Surfer (in realtà un vecchio personaggio creato da Stan Lee e Jack King Kirby per una graphic novel sul surfista d'argento). Ma neanche questo piano andrà in porto.
 E nel frattempo, in un trono misterioso che era stato costruito nella base dell'Ordine, e sul quale tutti i membri del gruppo avevano deciso di sedersi in un momento o nell'altro, si formava un'ombra misteriosa.
 L'ombra era di Yandroth, che aveva inscenato la sua morte, e aveva usato la sua maledizione per ottenere nuova forza. Yandroth sapeva che i Difesori vincono sempre, ma si arrabbiano sempre. Il nostro aveva quindi manipolato la loro rabbia per controllare le loro menti e renderli aggressivi. Più la rabbia dei Difensori cresceva, più Yandroth diventava potente. I difensori buoni e le controparti femminili scopriranno tutto questo grazia a Yann, lo scienziato supremo successore di Yandroth (nonchè omaggio all'eroe Dc Adam Strange)
 L'ordine sarà così attaccato in massa da tutti gli eroi della Terra, e in seguito da Yandroth, che proverà a farsi combattere, per ottenere così il potere assoluto. Ma ormai, la sua presa sui Difensori si era affievolita, e così, l'Ordine smetterà semplicemente di combattere. E siccome l'energia vitale di Yandroth era l'aggressività del gruppo, una volta sparita quest'ultima, lo scienziato supremo sparirà nel cosmo.
 E così, finiranno le avventure del non-gruppo, non più maledetto, e libero di fare quello che più credeva, mentre Nottolone, Hellcat e Valchira pensavano cosa fare della loro base segreta, mentre Gaea rivelava di aver ceduto una piccola parte del suo potere proprio a Nottolone. In cado di enorme pericolo, l'uomo che era il cuore del team avrebbe potuto evocare di nuovo...I DIFENSORI! E l'avventura, come si suol dire, continua.
18 numeri in totale, non sono molti, ma sono abbastanza per raccontare una storia. E il duo Busiek Larsen riesce nel suo intento (sebbene Larsen lasci la serie col numero 12, è facile capire che le idee per l'Ordine fossero già state piantate mentre Erik era sulla testata). Si tratta di una storia molto accademica, che fa sua la forza del tratto stilizzato ma energetico di Larsen, molto anni 60, e i dialoghi vecchio stile di Busiek. Avendo a disposizione un gruppo fin troppo eterogeneo, questa serie si prefiggeva di dare nuova vita ad un concetto vecchio, tenendo però l'aura di classico che un team come i Difensori si porta dietro. E la cosa...funziona a tratti. Intendiamoci, la serie è divertente, ricca di battute e di momenti d'azione spettacolari, con una regia della tavola stupenda, e un'energia che esplode anche fuori dalla carta sui cui è disegnata. Ma  putroppo, i Difensori non sono un gruppo con una vera identità, ma piuttosto un team molto legato al suo team creativo. E la serie, non aveva proprio un target di riferimento. Chi aveva letto i Difensori negli anni 90 si trovava una mattonazzo, chi li aveva letti negli anni 70 si trovava una trama troppo strana, e chi li aveva letti negli anni 80....beh tutti possiamo sbagliare.
Una serie che prova ad unire due anime, ma non sempre riuscendoci. Ed è un peccato, perchè la trama a lungo respiro è un'arte, e pochissimi la sanno gestire bene come Larsen e Busiek, che sono due tizi che hanno un universo a fumetti personale con una continuity strettissima. L'idea stessa di giocare sul fatto che i gruppi normali combattano sempre e non trovino mai altri modi di risolvere i conflitti, mentre è proprio il non-gruppo per eccellenza a scegliere la non violenza alla fine è una mossa di fumetto pazzesca, e le varie gag non sono mai pesanti, ma piuttosto divertenti. Putroppo, non si può dare l'impatto emotivo di una saga a HellCat, Valchiria e Nottolone, anche se io una regolare di Nottolone la leggerei pure, perchè, a livello oggettivo, non sono personaggi con le spalle abbastanza grosse per fare da co-protagonisti in una storia di superpotenze che diventano malvagie. O meglio, lo sono e lo saranno, ma nel poco tempo che hanno a disposione, considerando che sono "tagliati fuori" dalla trama, non riescono a splendere. Insomma, per quanto la serie sia estremamente godibile, e lo ripeto, a me sia piaciuta molto, è molto, forse troppo atipica. Un vero peccato, Se avesse giocato meglio le sue carte, forse ora i Difesori avrebbero un ruolo diverso. Ma chissà cosa succederà in futuro.


E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Ah giusto, gli ultimi numeri sono inediti in Italia. No per dire. Pronti a partire. Let's go!

12 commenti :

  1. Complimenti, come sempre.
    "Da questo quartier generale, l'Ordine si lancerà così in varie missioni, per fermare le guerre, e combattere minacce con forza assoluta, per mettere il puntino sulla i. Comandiamo noi adesso."
    A me ricorda un po' Authority.
    Chi avrà avuto l'idea per primo? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Authorithy è del 99, quindi siamo a pelo ;) Grazie del supporto!

      Elimina
  2. Domanda: nella storia muta colgo una citazione del cartone animato dei Beatles Yellow submarine, oppure è solo una mia impressione? Per il resto, si la storia mi ricorda Authority!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'ho mai visto, quindi non ti so dire, e di base Autorithy ha delle similitudini solo col finale però ;)

      Elimina
  3. Grazie mille per il post! Finalmente so come va a finire la storia! :)
    Ora mi e' venuta ancora piu' voglia di recuperarla in inglese pero'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il supporto! Non è la serie più facile da recuperare però! Ho fatto un po' fatica ;)

      Elimina
    2. Allora grazie ancora di piu' per averla recuperata!
      Pero' sono contento di aver richiesto una cosa che ti sia piaciuta per una volta! :)

      Elimina
    3. Per la legge dei grandi numeri doveva succedere ;)

      Elimina
    4. Dici bene! It has to happen! Come Gambit contro Magneto! ;-)
      Poi ho un debole per i Difensori, mi piace l'idea del gruppo che non vuole stare insieme e litiga sempre, e mi piacciono molto i 4 difensori "classici" (Strange, Hulk, Namor e Silver Surfer). Sono personaggi molto forti e difficili da usare, ma offrono grandi potenzialita' se ben sfruttati secondo me.

      Elimina
    5. Si, diciamo che a me il fatto che sia solo testosterone non entusiasma, ma l'idea di mettere i personaggi fortissimi in un gruppo che gruppo non è, di sicuro è una mossa di scrittura molto forte!

      Elimina
  4. Gran bell'articolo! Mi hai convinto a recuperare la serie,ma sono ancora titubante se spendere i 25 euro per l'edizione italiana o meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perchè la serie italiana non è completa! E il monster edition che la contiene è piuttoto raro. Io la consiglio però!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio