Didascalia

Didascalia

martedì 1 marzo 2016

Come funziona il copyright nei fumetti? (Chiedilo al Giova)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che si lancia nel bollente mese delle richieste, e con un colpo di cosa se ne leva ben sei! Questo articolo risponde alle domande dei centounisti Babil, Marco, Suriele, Cristian, Gabro, Nosferatu e Matteo.
Oggi parliamo del magico mondo del legale (aiuto), di case editrici indipendenti, di tigri dai denti a sciabola dai nomi fichi e molto altro! Per saperne di più, saltate dopo l'intervallo!
Perchè la Lega della Giustizia fa sciopero? Storia lunga. E bruttina.


 Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

 Matteo chiede: Come funziona in copyright sui fumetti Marvel e Dc? E Perchè alcuni fumetti fatti da fan vengono comunque pubblicati senza denunce?
 Partiamo da un fatto veloce. Non sono laureato in legge (come invece sono molti lettori del blog, che saluto) e qui si parla addirittura di diritto americano. Ma cercherò di spiegare quello che so.
In modo molto semplice, la maggior parte del lavoro che viene fatto per Marvel o Dc è "a contratto". Nel senso che, io scrittorre/disegnatore/colorista/letterista vengo pagato una somma mensile finchè lavoro ad un albo, e percepisco parte delle royalties sulla vendita dei volumi. Tutto quello che creo però, personaggi, luoghi, sviluppi di trama restano di proprietà della casa editrice.
Esempio: Sul numero 2099 de "L'Uomo Ragno" fanno finalmente la loro apparizione due beniamini del blog: Capitan Tastiera e la Vendicatrice scalza. I personaggi, diventano quindi parte della scuderia Marvel, ed essendo dei gran fighi ottengono anche un successo pazzesco a livello di marketing, finendo su poster, trasformandosi in pupazzetti e apparendo in serie animate. Io, creatore, non vedo un soldo da questo (a meno di non avere accordi particolari, che mi permettono una certa dose di controllo su questo o quel personaggio, come Jack Knight, alias Starman della Dc Comics, che appartiene per una percentuale ai suoi creatori, che quindi hanno molto più vantaggi rispetto anche ad un Roy Thomas che ha inventato la Visione per la Marvel).
Questa sarà proprio la causa della fuga di giovani talenti da Marvel e Dc, per fondare la casa editrice Image, dove invece ogni singola cosa scritta e creata da qualcuno è di sua proprietà al 100%. Più o meno
 La Dc inoltre, possiede uno strumento compensativo in più, ma comunque sempre difficile da gestire. In pratica, finchè il presidente della Dc era Paul Levitz, se un personaggio o un concetto veniva trasposto in altri media, ai creatori veniva dato un assegno compensativo, il cui valore era però sempre deciso da Levitz stesso.
Esempio: Capitan Tastiera appare nel film di Superman per venti minuti, ed è un comprimario importante. Il mio assegno è più spesso. La Vendicatrice Scalza ci dà la base per due scene del film su Wonder Woman. Il mio assegno è più piccolo
La questione, ad oggi è più complicata, e comunque molto ostica verso i creativi.
Il discorso "Fumetti fatti dai fan" invece, è tutto un altro paio di maniche. In America, esiste un concetto chiamato "Fair Use", ovverosia "Uso corretto", che permette di utilizzare materiale sotto copyright, e quindi di proprietà di qualsiasi azienda, ai fini di critica o di parodia. Ovviamente, non posso caricare su youtube tutto un film di Batman, ma potrei usarne qualche stilla se lo volessi appunto recensire o parodiare.
La questione dei lavori dei fan, è sempre piuttosto complessa, anche perchè nell'epoca in cui siamo, il supporto dei fan è qualcosa di molto grosso, e se quindi le case editrici si muovessero per chiudere questo o quel progetto, potrebbero anche averne una grossa perdita d'immagine. Di base però, molti fumetti creati dai fan, sono creati su piattaforme che non gli permettono di avere un rientro monetario (tipo tumblr), e quindi alle grandi case editrici importa poco se non stanno effettivamente perdendo denaro per colpa di piccole realtà.
 (Nota: Matteo mi ha chiesto in modo specifico di un fumetto online. Un fumetto che non voglio supportare in alcun modo. E quindi non l'ho nominato nell'articolo. Gradirei non venisse nominato neanche nei commenti del tipo "Ma non starai mica parlando di....". Se DOVETE sapere di che fumetto si tratta, ci sono molti modi per contattarmi. Ve lo chiedo come cortesia. Il blog è una cosa a cui tengo, e che vorrei restasse il più "puro" possibile, ovverosia privo il più possibile da realtà che conosco poco, o che non supporto. Vi ringrazio)

 Babil chiede: Puoi parlare di Squirrel Girl?
 Doreen Green, è una ragazzina nata con vari poteri (per non essendo mutante). La nostra infatti possiede la forza, l'agilità e i sensi proporzionali di uno scoiattolo, una lunga coda prensile, artigli, denti che possono frantumare un blocco di legno, e il potere di parlare con gli scoiattoli. Nata nel 1993 durante una campagna della Marvel che voleva creare una pletora di personaggi nuovi, Doreen si ritroverà a lottare al fianco di Iron Man, e arriverà anche a battere il Dottor Destino. E da qui, nascerà una gag molto famosa nell'universo Marvel: Squirrel Girl, è imbattibile. Ma proprio imbattibile. La nostra ha sconfitto Deadpool, Thanos, e molti altri. Inoltre, Doreen è stata la tata della figlia di Luke Cage e Jessica Jones, ed è popolarissima fra gli scrittori Marvel. Di recente, la nostra è diventata protagonista di una serie "L'Imbattibile Squirrel Girl", scritta da Ryan North (autore pluripremiato) che gioca molto su questo suo status di personaggio fortissimo, e sul suo essere un po' bizzarra. Di base, per anni Doreen è stata una gag vivente, e nulla più. Adesso, è qualcosa di più. Ah sì, forse è stata con Wolverine. Considerando che lei ha 18 anni e lui 120, la cosa è inquietante.

Nosferatu chiede: Puoi parlare della Terra Selvaggia?
 Durante il periodo Triassico, gli alieni onnipotenti noti come Beyonders/Arcani incaricheranno gli alieni Nuwali (tipo dei dinosauri) di creare un ambiente in cui potessero osservare l'evoluzione del mondo ad un passo rallentato. I Nuwali daranno così vita ad una valle nell'Antartide piena di vita, e di tecnologia aliena che mantiene la valle in uno stato di perpetuo clima tropicale. Gli alieni lasceranno prò il loro esperimento, che sarà preso in mano da alcuni fuggitivi del regno di Atlantide, che useranno la tecnologia aliena per creare ogni sorta di razze mostruose. Quando poi Atlantide affonderà, la Terra Selvaggia sarà lasciata a se stessa. Nel mezzo del polo quindi, esiste un mondo dove non solo c'è un caldo boia, ma vivono anche dinosauri, mostri preistorici, uomini scimmia, homo sapiens, ed in seguito, grazie all'interferenza del terrorista Magneto, anche mutanti. Con una politica complessa e sempre in movimento, l'ordine e la fragile pace della Terra Selvaggia sono tenuti assieme da Lord Kevin Plunder, alias Ka-Zar, che, perdutosi nella valle in tenera età, sarà cresciuto dalal tigre dai denti a sciabola Zabu, diventando in poco tempo il protettore di questo mondo incontaminato. Per la cronaca, Zabu, non solo è un personaggio figo di per sè, ma anche uno dei nomi più belli del mondo tondo. Ka-Zar sarà poi aiutato dalla moglie Shanna la diavolessa, una delle tipe più toste del cosmo Marvel.
Aggiungiamo anche, per completezza, che nella Terra Selvaggia vi è l'unico giacimento di Vibranio Antartico, un metallo particolare che può distruggere qualsiasi metallo.

Cristian chiede: Puoi parlare della Dynamite?
 Fondata nel 2005 da Nick Barrucci, la Dynamite Entertainment è una casa editrice che si occupa principalmente di portare sulle pagine fumetti su licenza. Con un catalogo che può vantare dozzine di eroi pulp (Il calabrone Verde, The Spider, The Shadow) cappa e spada (Red Sonja, Conan, Game of Thrones), eroi di pubblico dominio (Tarzan e John Carter da Marte) e anche un suo universo supereroistico (Project Superpowers), La Dynamite è una realtà comunque piuttosto piccola. Pur essendo una casa editrice "indipendente" la nostra è "solo" la settima casa editrice di fumetti in america, arrivando a controllare un 1,99% del mercato. Che per carità, è tantissimo, vorrei che il mio blog prendesse così tanta gente.
Il catalogo Dynamite però, è costellato da stelle del fumetto, e molte delle sue proprietà sono dei piccoli gioiellini. Sopratutto, moltissime serie Dynamite sono perfette per avere l'esperienza del fumetto come modo per rilassarsi. Il problema con la Dynamite però, è che spesso e volentieri il suo essere "solo" una distributrice di franchise e non una creatrice, porta molti autori a sfornare prodotti non sempre eccellenti. Comunque Il suo "Lone Ranger" è un western estremamente godibile.
Certo, poi hanno la Red Sonja di Gail Simone, che, per carità, ha avuto un voto dalla critica fenomenale. Ah, come dite? E' inedita? Ma non mi dire. Ma non mi dire.

Suriele chiede: Puoi parlare di Cappuccio Rosso?/Matteo chiede:Puoi parlare di Nightwing? 

L'anno, è il 2011. Erano passate due settimane dalla fondazione del blog. Avevo 100 lettori. In un mese. E scrissi una coppia di articoli "I Robin nella Storia". Ad oggi, sono una roba abominevole. Ma gran parte del blog lo era. Di base però  di questi due personaggi, ho già parlato lì. Ma, si può sempre trovare qualcosa in più da dire. Un ipotetico "chi vincerebbe uno scontro fra" mi sembra ridondante, quando in continuity sappiamo che Nightwing ha battuto Cappuccio Rosso a più riprese. Così, ho pensato, due righe sul perchè uno dei due sia un buon esempio di cambio d'identità, mentre l'altro lo sia meno.

Nightwing
 Ridendo e scherzando, Richard "Dick" John Grayson ha più di 70 anni. E' il primo assistente adolescente della storia dei fumetti, è una pietra miliare nel mondo di Batman. Ed è probabilmente uno dei personaggi Dc più riusciti di sempre. Il nostro è stato  Robin, Nightwing, Batman e anche semplicemente se stesso, in una serie di avventure, sempre di una buona qualità. Questo perchè, l'idea di stessa di far volare via il passerotto dal nido, era una mossa geniale. Non solo si è fatto finalmente crescere un personaggio, dandoci un cambiamento vero, non solo la sua illusione, ma sopratutto, si è lavorato sulla vera essenza del personaggio. Dick, è un acrobata. Un attore. Un eroe. Il suo posto, dopo una lunga gavetta,  non è più nelle retrovie. Dick, è un artista, in quasi tutto quello che fa. E il suo posto, è al centro del palcoscenico. Non c'è un solo personaggio Dc che sia riuscito a crescere così tanto, pur restando corrente. Non c'è un solo personaggio maschio che non sia sessualizzato in modo positivo come Nightwing. Ma proprio in generale nel mondo dei fumetti. Il percorso di crescita, era insito nell'idea stessa del personaggio, facendo di lui un mostro di coerenza, sia editoriale che di scrittura. Un mostro che sa fa un quadruplo salto mortale, e che è amato e rispettato da tutti gli eroi Dc. Solo un altro ci riesce. Superman. E bom gente, Nightwing una volta ha guidato la lega della giustizia contro una strega quasi onnipotente. E ha vinto. 
 Ridendo e scherzando, nessuno sapeva cosa fare con Jason Todd. Nato come copia carbone di Dick, e poi tramutato nel Robin "cattivo", non si sapeva più cosa fare con il personaggio. Si decise di far scegliere al pubblico, con un sondaggio (truccato). Jason Morì, e diventò, come già scrissi, una delle mosse più forti della stroria della Bat-Famiglia, dando nuova forza al crociato mantellato, un nuovo piano di realtà, e anche il robin migliore di sempre, Tim Drake. E poi, si decise di resuscitarlo. Dandogli oltretutto il nome da supercriminale che aveva il Joker, l'uomo che l'aveva ucciso.
Jason però, non è cambiato. E' sempre il Robin "cattivo", che non ha un vero centro, ma solo rabbia e risentimento. Che, intendiamoci, sono fondamentali in un sacco di personaggi. Hulk ci vive da anni. Ma, nel contesto di quello che poteva essere, avere "Batman, ma con le pistole", non funziona molto, anche perchè il personaggio una sua coerenza non ce l'ha. Si è provato a dar voce, in modo molto poco sottile, ad un'idea che molti fan di Batman hanno. "Perchè il cavaliere oscuro non uccide i cattivi". No ve lo giuro, lo sento un sacco. E Jason Todd è tutto lì. Non riesce a crescere, a cambiare, neanche cambiando volto. E' un personaggio che può funzionare? Di sicuro, può funzionare quasi tutto. Però, volendolo confrontare con un personaggio "simile", putroppo Jason pesca la pagliuzza corta. Per quanto, oh, una volta l'universo l'abbia salvato pure lui. In una serie da schifo, ma quella è sfiga.

Gabro chiede: Cosa ne pensi della serie videoludica di Batman: Arkham?
Batman: Arkham è una quadrilogia di videogiochi per Playstation 3/4, Xbox 360/One, Pc e in alcuni casi anche Wii U (sebbene molti fan la considerino solo una trilogia, siccome il terzo capitolo è stato sviluppato da uno studio esterno) che ci vede indossare i panni di Batman, il cavaliere oscuro, in una prospettiva in terza persona, all'interno di un gioco "open-world", dove il "world" diventa sempre più "open". Passando dal dover esplorare il manicomio di Arkham, ad una parte della città di Gotham a tutta la città di Gotham, Batman deve affrontare una pletora di nemici classici, in un mondo con così tante strizzatine d'occhio che adesso deve indossare due bende mediche per precauzione. Io, di videogiochi mi intendo poco. Ma molto, molto poco. Però, la critica vera ha sempre parlato bene di questi giochi, ed effettivamente, si tratta di avventure molto divertenti, con alcuni momenti che sono davvero molto Batmanosi. Senza contare, che il team creativo lavora molto sull'idea "realistica" di un tizio vestito da scemo, ma non in modo intrusivo (Batman può sconfiggere da solo plotoni di tizi non armati, ma un tizio armato se non attaccato in modo corretto è una spina nel fianco). La trama dei giochi, non è in continuity con i fumetti, ma in un mondo tutto suo, e i primi due capitoli sono scritti da Paul Dini, grande scrittore di Batman, che oltretutto fa una mossa pazzesca, che approvo al mille per per mille. Dopo l'addio di Dini, la qualità della storia cala, anche per una mossa che comprendo al 100% da un punto di vista di marketing, ma come critico odio, ovvero un jokercentrismo che fa un pelo schifio. A livello di trama, si tratta comunque di storie molto fumettose, che, se spostate in un altro medium, creano qualche problemino. Primo fra tutti, l'interattività. Mi spiego meglio. Nei fumetti, non sono io a controllare Batman, e quindi non devo pensare io a come sconfiggerlo, e alcuni boss sono molto più "videogiocosi", che "forti a livello di trama". E per carità, l'equilibrio è importante, ma a volte la storia e il gameplay sono due linee parallele. Per molti, questo è il gioco che ti fa sentire Batman. E di sicuro, in alcuni aspetti è vero. Il team è molto rispettoso del personaggio, e sebbene in alcuni punti il gioco diventi ripetitivo (specialmente negli ultimi capitoli), l'esperienza è molto coinvolgente. E poi, lo scontro contro Mr Freeze si rivela quella che forse è una delle più belle lotte contro un boss di sempre. Parla uno che Mr Freeze non riusciva mai a batterlo neanche in "Batman Vengeance" per la playstation 2


Anonimo chiede: Ascolti musica mentre scrivi articoli?

Assolutamente sì. In generale, l'80% degli articoli è stato scritto con gli Helloween o i Deff Leppard. Una buona parte anche con Billy Idol e i Queen. Qualcosa, anche con canzonacce.


Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a campodonicosrl@gmail.com .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

E anche per oggi è tutto, Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Ormai le richieste me le mangio. Non è vero, mi fanno sempre paura. Pronti a partire. Let's go!

18 commenti :

  1. Tralaltro il concetto di "Fair Use" andrebbe un pò rivisto dato che nella categoria della parodia viene inclusa anche la pornografia e quindi le case editrici non possono far eliminare certe porcherie che girano in rete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il "Fair use" è molto complesso, anche per creatori con meno potere sul mercato. Non è una cosa semplice per nessuno. Poi, a me urta di più una piccola casa editrice lacerata che una parodia porno di Batman, ma capisco il sentimento

      Elimina
  2. Grazie per aver risposto alla mia richiesta!!! Su Lone Ranger sono d'accordo, spero vengano pubblicati altri albi.
    Riguardo a Wolverine e Squirrel Girl, lui ha la scusante che sarebbe tipo il bisnonno di tutte le ragazze, perciò penso che nessuno ci faccia più caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci faccio caso :P Ma io sono un rompi galattico. Grazie a te per il supporto!

      Elimina
  3. domanda per il prossimo chiedilo al giova:cosa ne pensi di questa mania dei reboot che ha la DC?
    ps:ormai credo che Dick dovrai abituarti a chiamarlo Agente 37,dato che ormai l'alter ego di Nightwing lo ha abbondonato da un bel po' di tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la segno. Però mettiamola così, Dick è stato molto più Nightwing che agente 37. E nessuno sa cosa ci riserva il futuro ;)

      Elimina
  4. Firse è poco inerente ora, ma perché la Lega sciopera?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ricattati da dei criminali ;)

      Elimina
    2. Cioè dei criminali li hanno ricattati ler far sciopperare?? Perché? Non potevano ricattali per farli diventare criminali al posto loro?

      Elimina
  5. Mi piancerebbe sapere qualcosa su Yuri Brevlov, personaggio che ho visto in una rispampa di Hulk della Panini...

    Inoltre è in programma un altra classifica di nemici stupidi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle classifiche dipende dal momento e dall'ispirazione. Su Brelov, non c'è moltonda sapere. Sette apparizioni totali. È un agente SHIELD con contatti con l'Hydra

      Elimina
    2. Nella storia che ho letto io veniva presentato come un agente dell'URSS ex commilitone di Fury.....

      Elimina
    3. Esatto. Poi entra nello SHIELD per catturare Hulk. E poi, limbo

      Elimina
    4. Ora capisco. Peccato, perchè la stima tra lui e Fury nonostante i rapporti non ottimali che c'erano fra USA e URSS mi pareva interessante.

      Elimina
    5. Purtroppo capita con i cambi di scrittore

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio