Didascalia

Didascalia

martedì 29 settembre 2015

Superman: la serie animata (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101. Un blog che si è girato un secondo fa scrivendo un'introduzione idiota, e ora...BOOM! Son passati quattro anni.
Fa un sacco strano a pensarci. Ma mai strano come il fatto che a qualcuno davvero interessasse cosa si avesse da dire sui fumetti in questi lidi.
Beh, oggi è il compleanno del blog. E, abbiamo festeggiato il primo parlando di un fumetto orrendo, il secondo con un fumetto bellissimo, il terzo con un'idea partita da voi. E quindi, in questo quarto, facciamo una cosa ancora diversa, e parliamo di quella che è forse una delle serie più belle dell'universo Dc a cartoni...ma di cui pochissimi parlano. E su questo blog, facciamo del rompere il silenzio una scelta di vita. E' un uccello? E' un aereo? E' la seria animata di Superman. Saltate dopo l'intervallo per saperne di più!
E se siete un pelo come me, preparate i fazzoletti. No davvero.


 Sviluppata da Alan Burnett, Paul Dini e Bruce Timm, Superman TAS (nota in italiano come "Le avventure di Superman) andò in onda dal 1996 al 2000, per un totale di 54 episodi per tre stagioni e un pezzetto.
Nata come spin-off dell'acclamatissima Batman TAS, la serie venne sviluppata cercando di fondere assieme tutto il meglio della storia pregressa dell'azzurrone, e anche prendendosi qualche libertà creativa.
La maggiore fonte di ispirazione per la serie, saranno gli iconici cartoni di Superman dello studio Fleischer degli anni 40 e 50, che per anni avevano acceso l'immaginazione di generazioni di creativi.
Per contrastare l'Art Deco della serie di Batman, la serie di Supes avrà uno stile più "Ocean Liner Deco", con colori più brillanti, molte meno scene in notturna, e uno stile di disegno più semplice e meno pesante.
 La serie, inizierà anche a sfoggiare una sorta di trama orizzontale, al contrario della natura perlopiù episodica dei prodotti precedenti. Nel senso che, all'interno di tutti gli episodi, ci sarà una forma di continuity leggera, che permetteva sia al nuovo spettatore di entrare senza problemi e godersi le avventure dell'uomo d'acciaio senza problemi, sia allo spettatore più affezionato di stupirsi per i cambi avvenuti nel programma.
La storia la conosciamo tutti, Pianeta morente, scienziati disperati, ultima speranza, coppia gentile.
I produttori, decideranno quindi di dare un feel moderno al nostro eroe (che è infatti molto meno forte della sua controparte a fumetti, per rendere le storie più interessanti) ma comunque legato al suo periodo d'oro (o meglio, d'argento. Ammicca Ammicca Silver Age) ovvero gli anni 60, dando vita così ad un'ottima alternanza di momenti ed episodi leggeri, avventurosi o anche cupi e toccanti. Spesso tutto assieme.
 Superman si troverà così ad affrontare numerosi volti noti come Lex Luthor, Darkseid, Il parassita e Lobo,o volti noti con un sottile velo di rilancio come Brainiac e Metallo, o anche nuovi nemici come Livewire o Volcana.
Tutto non solo a Metropolis, ma anche nello spazio, o in giro per il mondo, dando alla serie un tono molto più aperto.
Inoltre, non mancheranno cammei da ogni parte dell'universo Dc. Aquaman, Flash, Lanterna Verde (quella ganza. Kyle Rayner) e il Dottor Fate faranno un'apparizione, e verso la fine della serie verrà introdotta anche Supergirl, che sebbene parteciperà ad una sola manciata di episodi, darà comunque un grande contributo all'organicità delle storie.
 Grande punto di forza della serie, sarà il suo folto cast. Non solo infatti avremo Superman e i suoi nemici, ma anche una buona dose di alleati e personaggi ricorrenti. E se ce ne fosse uno caratterizzato male forse starei meglio con me stesso, ma così non è. Un cast stellare, e sempre sul pezzo, che dà davvero l'impressione che Metropolis sia una città viva e pulsante. E in più, abbiamo un ottimo Clark Kent, non solo un Superman figo. E! Quella che è forse la Lois Lane più ganza del mondo tondo, vero perno di un sacco di storie, e anche donna d'azione e non solo damigella in pericolo.
 Sul fronte doppiaggio, la versione italiana della serie ha avuto due studi di doppiaggio. TIME OUT  sotto direzione di Tiziana Lattuca per le prime due stagioni, e STUDIO EMME per la terza (serie oltretutto arrivata nel nostro paese molto tardi, ovverosia nel 2009). Diciamo che, la traduzione ha avuto ogni tanto qualche colpo a singhiozzo, e qualche adattamento forse un po' tanto libertino (Il Dottor Fate diventa "Il professor Destino") ma tutto sommato la serie è godibile anche nella lingua nostrana.
Il cast principale è così formato

Superman: Tim Daily (Pete Wilder in Private Practice)/Angelo Maggi (Il dottor Cox in Scrubs)/Massimo Bitossi (Micheal Moore in Farheint 9/11)

Lois Lane: Dana Delaney (Josephine Marcus in Tombstone)/Roberta Greganti (E' Uma Thurman in Batman & Robin. Che tutti sappiamo non fare proprio schifio)/Maura Cenciarelli (Alyssa Milano in Streghe)

Lex Luthor: Clancy Brown (Mr Krabs in Spongebob)/Ennio Coltorti (Patrick Stewart in X-men)

Jimmy Olsen: David Kaufman (Danny in Danny Phantom)/Massimiliano Alto (Aladdin in Aladdin)/Daniele Raffaelli (Chuck Bass in Gossip Girl)

Superman Tas: Cosa c'è di buono
 Il lavoro fatto sui personaggi è un qualcosa di splendido. Daily, Brown e Delaney diventando in breve tempo davvero i loro personaggi, iconici nella loro rappresentazione dei personaggi.
I nuovi personaggi introdotti sono divertenti e ottime aggiunte al cast dell'uomo d'acciaio, così come le modifiche alle origini e ai modus operandi di alcuni vecchi volti noti, talmente iconici che verrano poi riutilizzati in seguito anche nella versione "ufficiale" a fumetti.
Una serie che ha un certo impatto non solo su stessa, grazie alla sua continuity, ma le cui onde di riverbero colpiranno anche tutto l'universo Dc a cartoni, che sfocerà poi Justice LEague Unlimited, che è probabilmente la serie a cartoni animati sui supereroi migliore di tutti i tempi. E nasce tutto qui.
Gli episodi hanno un bellissimo mix di tutto quello che rende i personaggi interessanti, e lo scalare i poteri di Superman ha un ottimo effetto su chi di solito non apprezza il personaggio.
I dialoghi e le animazioni sono al top della forma per l'epoca. E in più, la serie ha dei momenti di coraggio intellettuale mica da ridere. Ma ne parlo sotto.


 Superman Tas: Cosa c'è di non buono
 Superman Tas è una serie lenta. Molti episodi risultano davvero una formula molto stretta, e a volte anche ripetuta. Per ogni episodio che tiene incollato alla sedia, ce ne è un altro che ti fa pregare che finisca perchè sembra non andare da nessuna parte fino agli ultimi cinque minuti.
Tante idee sono lanciate, e poi lasciate lì, ed è un peccato. La presenza femminile si ferma un po' a Lois, anche Supergirl, Livewire e Volcana, che sono bei personaggi, fanno davvero una mezza manciata di apparizioni, ed è un peccato, perchè sono tutti bei personaggi.


Citiamo anche un paio di fatti buffi sulla serie. Un sacco di attori che parteciperanno allo show, avranno in un modo o nell'altro anche partecipato alla serie di telefilm sempre sull'uomo d'acciaio "Lois e Clark, le nuove avventure di Superman".
L'episodio dove Superman incontra Batman, è stato poi rilasciato anche in solitaria in un unico film, con un doppiaggio differente, che dà la voce di Superman a Claudio Moneta (Spongebob) ma ridà Batman e Joker agli storici Balzarotti e Peroni.
E in più! In più! Il poliziotto Dan Turpin, creato dal Re, Jack "King" Kirby in persona, non solo sarà un bel personaggio in molti episodi....ma avrà proprio le fattezze del re. Ci arriviamo, ci arriviamo....
 E ora, come di consueto

I 5 migliori episodi di Superman TAS


5-Father's day/Kalibak non è mio figlio
 Sulla Terra, è la festa del papà, e i genitori di Clark sono andati a trovarlo. Il nostro deve compiere un'impresa eroica improvvisa, e lascia così i genitori nelle mani di Lois, che li porta a pranzo in un costoso ristorante. I Kent sono ben contenti di conoscere "La Lois di cui Clark ci ha tanto parlato", fino a quando il mostruoso dio malvagio Kalibak, non invade il ristorante cercando di attirare l'attenzione di Superman. Kalibak vuole infatti uccidere l'uomo d'acciaio per impressionare suo padre, il dio del male Darkseid.
Un episodio tutto sommato leggero, ma con un bellissimo parallelismo fra l'eroe e il cattivo, e il loro rapporto col padre. Un episodio che incapsula perfettamente il ruolo importantissimo, e spesso sottovalutato dei Kent, e di come, se abbiamo un Superman, è soprattutto merito loro. Fatevi un regalo, e guardate questo episodio.

 Frase Topica:

Johnathan Kent: Qualcuno dovrebbe dire due paroline a quel bullo.

4-The late Mr Kent/Il defunto signor Kent
 Quando Clark indaga su un poliziotto corrotto, quest'ultimo fa saltare per aria la macchina del nostro eroe. Clark deve quindi fingere la propria morte, col rischio di dimostrare con la sua sopravvivenza di essere Superman.
Un episodio cupo, anzi cupissimo, e con uno dei finali a sorpresa più dark che io abbia mai visto in un cartone animato per ragazzini. Possiamo dire che è una cosa culturale, ma di sicuro fa un po' sobbalzare. Non dico altro, perchè i morti non raccontano favole, ma io sì. E dovete vedere questo episodio.

 Frase Topica

Bowman: Come ha fatto a sopravvivere a quella bomba?

3-Worlds finest/I migliori del mondo /Batman e Superman, i due supereroi
 Occhei, qui baro un secondo. Perchè "i migliori del mondo" sono tre episodi (montati anche come film come scritto sopra), però strettamente legati. Il Joker ruba una decina di chili di Kryptonite, e decide di farsi assumere da Lex Lutor per uccidere Superman. Questo porta Batman a Metropolis, nel primo incontro "sullo schermo" dei più grandi eroi del mondo. E! Non solo vediamo Batman sedurre Lois Lane, Harley Quinn e la guardia del corpo di Luthor, Mercy, darsi un sacco di botte, ma abbiamo anche un duo leggendario di eroi, combattere un cattivo coi fiocchi. E un pagliaccio che pssava di lì per caso.
Una versione moderna del classico incontro che vi lascerà incollati alla sedia per tutta la sua durata extra. Pochi episodi sono migliori di questo.

 Frase Topica

Superman: Non avrei potuto farlo meglio
Batman: Essere preparati aiuta.

2-Heavy Metal/Metallo Pesante
 Dopo aver inventato una tuta potenziata che però verrà usata per il male, John Henry Irons lascerà le dipendenze di Luthor per costruirsi una sua armatura personale. Quando Superman verrà attaccato dal criminale Metallo,  e sarà in difficoltà, John indosserà la sua armatura per combattere Metallo.
Un episodio con Superman sullo sfondo, ma che centra perfettamente quello che Superman rappresenta: l'aver ispirato la gente a fare del bene. Tutto il quartiere di John, anche se non lo conosce, gli copre le spalle. Perchè a Metropolis, non importa chi sei. Ma nessuno tocca Superman. Ci ha aiutati tante volte, e ora tocca a noi.
Questo episodio, per citarci da soli, è davvero molto metal.

 Frase Topica

Superman: Acciaio eh? Beh, acciaio, te lo diranno in tanti. Quindi io sarò il primo
Acciaio: A dire cosa?
Superman: Grazie

1-Apokolips...Now
 Episodio doppio in cui Darkseid, attacca la Terra. Superman viaggia quindi per il cosmo, cercando di scoprire le origini del suo nemico, ma verrà lo stesso sconfitto. Crocifisso, e piegato, Superman verrà salvato da Metropolis. Che, guidata da Dan Turpin, urlerà "No" alla tirannia, come Superman gli aveva insegnato. "No". In faccia al dio del male. E No, non è ancora il meglio. Non è il fatto che in questo episodio il capo della polizia Maggie Sawyer, che è omossessuale, mostra di avere un fidanzata (non lo dice a voce alta, ma è inequivocabile) in un cartone animato per bambini del 2000. No non è questo il meglio.
Non è Dan Turpin che urla a Darkseid di farsi sotto. No non lo è. E' che, in questo episodio, un personaggio ci lascia le penne. E questo, non solo ci mostra davvero il puro male che è Darkseid, che decide di uccidere solo una persona anche nella sconfitta per poter piegare Superman. Ma ci mostra anche che non serve essere Super, basta essere coraggiosi. Forse questo è perchè questo è il miglior episodio di Superman Tas. Questo, e perchè appare una scritta. Anzi due. La prima, è "Non è la fine...". Che è una cosa che mi prende sempre. La seconda scritta...ne parlo più sotto. Ma questo è un episodio che va visto adesso. Pena, l'Apocalisse.

 Frase Topica:

Darkseid:Io sono un potere che voi non avete mai visto. Inarrestabile e assoluto. Preparatevi ad un oscuro futuro come miei sudditi...e miei schiavi.
Dan Turpin: COL CAVOLO! Questo è il nostro mondo bruttone! Non lo prenderai senza lottare!

 Parlo fuori, del motivo per cui Apokolips Now è così bello, perchè è una cosa che è forse un po' di parte. Anche senza questo dettaglio sarebbe lo stesso un capolavoro di animazione, che mi fa piangere (davvero) ogni volta che lo vedo.
Ma vedete, dopo la scritta, appare un'altra schermata. Nera. Sulla quale c'è solo scritto "Questo episodio è dedicato alla memoria di Jack Kirby. Lunga vita al re". E già ho gli occhi lucidi. Ma vedete, negli extra del DVD, c'è il commento dei registi. E io di solito lo ignoro, ma davvero, questo episodio è il mio cartone preferito. Ma di sempre. E quindi l'ho visto. E durante questa schermata, sentire la voce di Bruce Timm e Paul Dini con le lacrime agli occhi che dicono "E' il nostro eroe", e pensare che dopo tutti questi anni, Kirby sia davvero il re dei fumetti, che i veri professionisti sappiano il suo valore, mi fa dire...Cari signori. E' anche il mio di eroe. E anche io ho gli occhi lucidi.

Superman TAS è un po' un mistero. Mistero perchè è una serie molto buona, nel suo genere e anche in senso generale. Nata da un team che non sbaglia un colpo, è strano pesare come questa serie non abbia la stessa fama che ha la sua sorella Batman, o sua figlia Justice League.
Superman Tas è un tassello importantissimo nel cosmo a cartoni Dc, un tassello oltretutto, estremamente divertente.
Mai prima d'ora avevo fatto così fatica a scegliere la top 5 degli episodi belli. Mai. Perchè, scorrendo la lista degli episodi, sì, occhei, mi ricordavo di quelli lenti, ma ogni episodio mi ricordava qualcosa.
Di solito quando si vede una serie, anche bella, tutti gli episodi si fondono un po' nella nostra memoria. Con Superman no. Ogni episodio è lì. Fisso, e pronto a darti sempre qualcosa.
Un cast stellare sia come scrittura che come interpretazione, una versione di Superman iconica ma popolare, fanno di questo cartone una gemma, purtroppo nascosta.
Una serie che non ha paura di rischiare, e di omaggiare le sue fonti, distillando perfettamente il mito del primo vero supereroe.
L'idea di una continuity leggera ma non invasiva è ottima, e dà al tutto una natura molto più compatta anche rispetto a Batman TAS, dove le cose succedevano sì, ma erano importanti solo in quel momento.
In Superman Tas, tutti, e tutto è importante. Ed è una grande forza arrivare davvero ad apprezzare anche il più misero dei comprimari.
Questo perchè Superman, è una serie ad effetto, come ad effetto è il personaggio, che ha iniziato tutto.
L'impatto, che Superman ha dato sia nella sua serie che fuori è più potente di una locomotiva, che fa sua la mitologia del personaggio e il tempo in cui era scritta, ma senza mai sembrare datata.
Una serie che non si ferma mai dal presentare situazioni forti, e anche dei dilemmi morali mica da ridere, tutto nella cornice di colori primari dell'eroe. Superman è, in questo cartone, davvero, davvero umano. Lo è sempre....a seconda dello scrittore, ma in questo lavoro, in questo gioiello della corona situato sul retro del capo, questo è davvero l'uomo del domani, ma oggi.
Non importa se non tutti sanno chi sei, o quanto bello sei. Tu fai il tuo lavoro Superman Tas. Ci diverti, ci appassioni, e ci ispiri. Che è esattamente quello che fa Superman. E non posso chiedere di più.

Quest'anno, abbiamo raddoppiato le visite, che sono quasi mezzo milione. Cioè, mezzo milione. Stiamo scherzando? Mezzo milione di volte in cui qualcuno ha letto un mio pezzo.
Quaranta fedelissimi iscritti al blog, duecento e passa "mi piace" su facebook, pochi fan su twitter, un instagram che a quanto pare vi diverte. Questo, è comicsverse 101 oggi.
Scrivevo articoli con battutine sotto ogni immagine, con uno stile acerbo e molto meno personale.
Adesso metto molto più di me stesso negli articoli, faccio più tormentoni, e qualcuno commenta i miei post.
Non so se sarò mai un nome grosso su internet, e, ammettiamolo, è un bel desiderio. Ma, la cosa più importante, è che ci siete voi. Che leggete, apprezzate, non apprezzate, e discutete, sempre con toni pacati e interessanti. Grazie davvero per quattro anni assieme. A chi c'era dall'inizio, e chi legge questo articolo oggi, a caso.
Io sono pronto. Non so perchè fra tutti i tormentoni questo è quello che mi è più caro. Ma anche voi siete pronti. Pronti a partire. Let's go!

14 commenti :

  1. Gran bel modo di festeggiare, auguri!! Ed ora aspettiamo il prossimo mezzo milione!

    RispondiElimina
  2. Vero, questa serie è sempre stata molto sottovalutata rispetto al resto della serie del DCAU.

    E poi a mio avviso ha le versioni migliori di parecchi personaggi dell'universo di Superman come Luthor, Lois e Supergirl.

    RispondiElimina
  3. Per citare JSU: "Il mondo ha bisogno di comicsverse 101 e comicsverse 101 ha bisogno di te super Giova"

    RispondiElimina
  4. Congratulazioni per i quattro anni e per l'articolo : )
    La prima volta in cui la trasmisero su rete quattro la sera me ne innamorai alla follia, ricordo ancora il ritornello della sigla ("Superuomo superman lotti per la libertà..")... Davvero bella serie, se non sbaglio però è stata chiusa senza un vero finale, o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di base, Superman TAS ha un finale aperto, che però sfocia in JLU, quindi un finale ce l'ha! Oltretutto, ha un sesto posto negli episodi belli ;)
      A me la sigla non piaceva, ma i gusti sono gusti!
      Grazie per i complimenti!

      Elimina
  5. Pensi che l'abbiano fatto in DVD?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In italiano non sono sicuro... io ho la versione tedesca!

      Elimina
  6. Ammetto che non ho mai seguito con particolare interesse questa serie, forse perche' ero un marvelzombie d'acciaio, e tutoo quello che non arrivava dalla casa delle idee era da evitare(si', pure Batman).

    Per quanto riguarda la poca fama che ha questa serie,non mi stupisco:ehi,e' Superman!
    Quello conosciuto come un gran rompipalle,quello con troppi poteri, quello che non gli passa neppure per la testa di fare qualcosa di sbagliato,anche solo passare con il rosso.
    Alla fine Supes e' uno degli eroi piu' iconici,ma allo stesso tempo, poco conosciuti, e di conseguenza gia' marchiati in partenza come noioso.

    Basti vedere Aquaman che per uno show dei 70 e' tutt'ora preso per i fondelli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O Wonder Woman, che tutti sappiamo chi sia, ma nessuno l'ha letta. E' vero, il fatto che sia Supes è un conto, ma neanche gli specialisti ne parlano! E' strano!

      Elimina
  7. La cosa che più odiavo: i minuscoli occhietti di supes. Per il resto era una bella serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cose che si fanno per risparmiare sull'animazione! ;)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio