Didascalia

Didascalia

domenica 12 luglio 2015

Dieci eroi di pubblico dominio che meritano una serie regolare-Parte 2 (Top 10)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicverse 101, il blog che si chiede sempre quanti soldi servono per comprare una dozzina di supereroi. La risposta è ovviamente uno.
Continuiamo a seguire le vostre richieste, e oggi tocca ad Aaaah! Le Xander! che ci chiede di parlare di nuovo di quei vecchi personaggi anni 40 che sono caduti nel pubblico dominio, e che quindi possono essere scritti da chiunque senza problemi di diritti. La domanda è, fra tutta la mole di personaggi, ce ne sono alcuni che meritano una serie regolare? Ma certo! Scopriamone dieci dopo l'intervallo!
Gufo, tu ci hai provato. Ma non ti hanno dato la pistola GAGA. Il solo ricordalo mi spezza il cuore!
N.B. Alcuni personaggi in questa lista, hanno avuto di recente nuova vita grazie alla casa editrice Dynamite, e alla sua testata "Project Superpowers", che doveva essere un nuovo trampolino di lancio per questi personaggi anni 40. Questo non significa che i personaggi in questa lista non meritino molto più spazio. E poi oh, non è che PS sia stato questo successo planetario....

10-Phantasmo
Dopo aver studiato 25 anni in Tibet, Phil Anson avrà ottenuto poteri straordinari. Il nostro aveva infatti sviluppato l'abilità di proiettare la sua coscienza fuori dal suo corpo, ottenendo un simulacro di se stesso fatto di energia mistica, in grado di fare....beh un sacco di cose. Crescere a dismisura,volare, controllare la materia e tutto quello che chiedeva la trama. Col il nome di Phantasmo, il nostro lascerà il Tibet e si trasferirà in un albergo americano, per combattere i malvagi.
Il corpo originale di Phil però resteva vulnerabile, ed era protetto dal facchino Whizzer McGee.
Sebbene Phantasmo sia oggettivamente superpotentissimo, non è la prima volta che vediamo storie su uomini con poteri di Dei, e in questo caso l'idea della dualità tipica dei supereroi è fortissima nel buon Phil. Inoltre, si può giocare bene non solo sul suo rapporto con Whizzer, ma anche fra le differenze filosofiche che possono esserci fra un monaco e il mondo moderno. Una sua serie sarebbe fantasmagorica.

9-La Zebra
Avvocato di fama, John Doyle verrà imprigionato per un crimine che non aveva commesso. Dopo essere riuscito a fuggire di prigione, il nostro trasformerà la sua uniforme da carcerato in un costume da supereroe, e lavorerà per scagionarsi...a cazzotti.
Dopo essere riuscito nel suo intento, John deciderà di continuare a lottare il crimine su due fronti facendosi chiamare la Zebra.
Se la recente serie su Daredevil ci ha insegnato qualcosa è che A) I costumi semplici piacciono, B) gli avvocati vigilanti tirano.
L'idea alla base della Zebra è oggettivamente interessante (anche se adesso in America le uniformi da carcerato sono arancioni e non zebrate), e, sebbene un pelo inferiore a 711 (il tipo che fa il supereroe e il carcerato allo stesso tempo)  il buon John si presta a numerose avventure interessanti, cavalcando sempre il filo della legge, e perchè no, anche ad un filone di storie dove la sua fedina penale sporca può causargli qualche problema nell'ambito lavorativo. Non guardate a destra, non guardate a sinistra, la figaggine è davanti a voi.

8-Venere Nera
Sì, esiste più di un film erotico con lo stesso nome della nostra eroina. L'ho detto io, così ci siam tolti il dente.
Mary Roche è una danzatrice che prende il nome di Venere Nera, poichè danza sempre con una tuta aderente color pantera. Dopo che il fidanzato Jean sarà ucciso dai Giapponesi durante la seconda guerra mondiale, la nostra lascerà la danza per....l'aviazione.
Diventata un asso dell'aria, e pilotando un aereo personalizzato, Mary non solo riuscirà ad essere ammirata dai colleghi, ma riuscirà anche a vendicare Jean. Questo però non la fermerà dal continuare a lottare.
Non fatevi ingannare, la Venere Nera una volta ha ucciso un generale giapponese facendogli bere schegge di vetro. E' sì, è una morte orrenda.
Metà dark lady, metà eroina pulp, la Venere Nera ha sicuramente uno spazio in una bella serie hard boiled. E poi, le lotte con gli aereoplani sono fighissime! Una serie su di lei deve arrivare di volata.

7-Silver Streak
Tassista anonimo, l'uomo che sarà poi noto come Silver Streak sarà ipnotizzato da un fachiro per proteggere una macchina da corsa chiamata proprio Silver Streak. Dopo essere morto durante la missione, il tassista sarà fatto resuscitare, avendo così acquisito il potere di sconfiggere la gravità, abilità che il nostro usa per volare e muoversi a velocità superumane.
E! Se non vi bastasse (e cioè, già qui siamo nel fumetto puro)! I poteri del nostro possono essere trasferiti via trasfusione si sangue. Questo significa che Silver Streak ha un falco domestico chiamato Whiz che parla e si muove a supervelocità. Il fatto che il nostro assomigli in maniera impressionante a Trottolo, il personaggio a fumetti che ho inventato io, non influenza il suo essere in lista. Cioè, un po' sì.
Ma! Parliamo di un personaggio assurdo, fuori di zucca che si presta davvero a praticamente qualsiasi tipo d'avventura. Le storie un po' assurde e nonsense dove tutto può accadere vanno un sacco di moda, volete dirmi che non c'è spazio per Silver Streak? Un suo fumetto sarebbe un lampo a ciel sereno.

6-Ragazzo Re e il suo Gigante
Questo personaggio è in lista perchè il suo nome da eroe è "Ragazzo Re". Ed è un nome così idiota, che fa il giro e resta idiota. Ma voi sapete del mio buffo feticismo per le parole, e vi giuro che lo comprerei solo per il titolo. Non sarà Speedy, ma è nella top 10 dei migliori nomi da eroe di tutti i tempi.
Ma se volete qualche informazione in più, il nostro è David, principe di Swisslakia, fittizio stato Europeo nelle Alpi. Quando i nazisti attaccheranno il paese, David userà un enorme gigante meccanico creato da Nostradamus in persona, che può essere controllato solo dal nostro, per far emigrare tutto il suo popolo in America.
Giunto negli USA, David combatterà il male vestito da re, ma passando i criminali a fil di spada, a volte anche aiutato dal suo gigante. Il nostro scoprirà anche che l'America era la casa del suo fratello gemello perduto, Muggsy. Assieme, i fratelli reali continueranno la loro lotta contro spie e sabotatori.
Ora, l'idea ha qualche falla di base, però sono tutte cose che si possono modificare in meglio. Una bella storia dove David e il suo gigante combattono enormi armate di nemici solo per difendere uno stato minuscolo ha, nel parere di chi scrive un'aura di figaggine che fa luce. Non basterebbe un fumetto normale, ce ne vorrebbe uno extra-large.

5-Lady Fairplay
Quando il professor Amazo inventerà un metodo per donare superpoteri, la studentessa Mary Lee si ritroverà con superforza,invulnerabilità supervelocità e l'incapacità di provare fatica. Che, è un potere assurdamente fico, che dovrebbe essere sfruttato di più. Questo lo dico come unico fan del mondo di Wildcore.
Fatto sta che Mary si ribattezzerà Lady Fairplay, la dea del castigo. Scala metal? Scala metal.
In un mondo di eroi maschi, in un mondo dove le eroine stanno finalmente un pelo prendendo piede, il posto per un'eroina a metà fra la dark lady e la supereroina sarebbe sicuramente un'aggiunta gradita. Certo, i poteri di Mary non sono nuovissimi, ma comunque non sono i poteri a fare l'eroe.
Una serie a te, una serie a Mary. Questo sì che è gioco pulito.

4-Power Nelson, presidente.
Occhei, qui baro un secondo. Negli anni 40, la storia di Gene West era questa: Nel lontaaaaaaano futuro 1982,  l'umanità è in ginocchio dopo le guerre atomiche, e giace sotto il giogo di un malvagio signore della guerra noto come Seng. Gene viene così modificato geneticamente per avere la forza e la resistenza di una locomotiva, potendo così combattere il male. L'ambientazione futuristica verrà però poi scartata, e il nostro diventerà un eroe come tanti, che prende a calci i nazi. Che va sempre bene, però il futuro 1982 adesso è un po' più triste. Che poi, io nel 1982 ero al massimo un pensiero, ma non sta qui il discorso.
Di base però, Gene, alias Power Nelson è un personaggio un po' generico. MA! In Project Superpowers, il nostro è il presidente degli USA. E qui cambia tutto. Ma proprio tutto.
Una serie sul presidente degli USA, che è forte come una locomotiva e quindi è visto come un'incognita dalla comunità internazionale? Un presidente che pesta i cattivi? Un presidente che deve conciliare i suoi doveri con le botte? Un presidente che corre corre quasi senza fretta e nessuno immagina che stia pianificando la sua vendetta?No, ma subito. Prima di subito. E' il terzo miglior politico mai visto in un fumetto. Fuoco alle caldaie, e diamo vita a questa serie!

3-Moon Girl
Clare Lune nasce a Samarcanda (oh-oh cavallo), da una lunga dinastia di ragazze guerriere, che, grazie ad una misteriosa pietra lunare ottengono superforza e poteri telepatici. Clare inoltre è una combattente fortissima, Infatti, la sua famiglia non è mai stata battuta in combattimento. Clare però scoprirà questo solo quando giurerà a se stessa di sposare un uomo che la possa battere. E ma ditelo che siete degli infami però.
La nostra lascerà poi Samarcanda (oh-oh cavallo) assieme al suo assistente, il principe Megu per combattere il male in tutte le sue forme. E infatti nella sua identità segreta la nostra fa l'insegnante. Poveretta.
Di base, la scelta "posso stare solo con chi mi batte" era un classicone all'epoca. Era un po' il nero delle supereroine. Però, Moon Girl si presta comunque a dozzine di avventure, e la sua eredità è sicuramente un punto di forza, e ci permette di avere una serie ambientata in diversi periodi storici, dove possiamo esplorare la vita delle varie Moon Girl. E poi, è una supereroina femmina, con l'assistente maschio. FANTASCIENZA! FANTASCIENZA VI DICO! Mezza, piena, calante, crescente, va bene tutto, basta vederla in un fumetto.

2-The Target
 Niles Reed è una spia, ma anche un abile metallurgista. Dopo aver scoperto una lega flessibile ma quasi indistruttibile, Niles deciderà di parlarne col fratello James, che sarà però ucciso dai gangsters.
Ormai in preda alla furia, Niles indosserà una tuta creata con la sua lega, e usando un mix di arti marziali e di dardi che il nostro lancia con precisione ai limiti dell'umano, il nostro vendicherà James, e diventerà Target, il flagello del crimine.
In seguito, Niles condiverà la sua scoperta con due ragazzi, Dave Brown e Thomas Foster, che prenderanno il nome di Targeteers. Durante la seconda guerra mondiale, il trio si separerà in tre diversi plotoni, ma, sebbene non combattessero più assieme, i nostri di tanto in tanto si ritrovano ad indossare la tuta. Finita la guerra, il trio metterà su un'agenzia investigativa.
Già la tuta di metallo flessibile indistruttibile è un'idea ganza. L'idea di avere tre tizi vestiti quasi uguale poi è ancora migliore, volete mettere l'ansia che mette ai criminali l'essere inseguiti da tre versioni dello stesso tizio?
Insomma, una storia di spie, con quel retrogusto di supereroe che non guasta mai. Una serie che centra sempre il bersaglio!

 1-Mirror Man.
Dean Alder è preside di una prestigiosa scuola di giorno, e supereroe di notte. Grazie al suo costume mistico, il nostro è in grado di telepotarsi da superficie riflettente a superficie riflettente, e di diventare invisibile ed intangibile ogni volta che passa attraverso uno specchio. Quando il nostro è intangibile però, non può tornare solido fino a che non tocca un altro specchio.
Ora, vi starete chiedendo, "Ma giova! Come mai questo tizio è in cima alla lista?". Beh, perchè gli schermi dei cellulari sono superfici riflettenti. E quindi abbiamo un eroe che può essere davvero ovunque. Un minuto sei tranquillo a fare contrabbando, poi, un'occhiata al telefono e SBAM! Pugno in faccia da Mirror Man. Immaginate le potenzialità di un'ombra che può essere ovunque e sentire qualsiasi cosa per poi colpire il crimine con assalti precisi e imprevedibili. Nel mondo di oggi, nel mondo dove tutti abbiamo una superficie riflettente in tasca, un personaggio che sembrava una scemata, diventa forse uno dei più grandi vigilanti cupi di tutti i tempi. Occhiali a specchio, fotocamere, cellulari, specchietti delle macchine. Il male non ha nessun luogo dove nascondersi. Perchè quello che più fa male, è vedere il nostro stesso cuore nero. Il crimine è ora costretto a guardarsi allo specchio e a inorridire. Tutto questo, grazie a Mirrorman. Questa storia quasi quasi la scrivo io.

E anche per oggi è tutti. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Se cercate su internet oltretutto qualcosa di Trottolo lo trovate pure. Pronti a partire. Let's go!

8 commenti :

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio