Didascalia

Didascalia

lunedì 1 giugno 2015

Quali sono le tue opere di Kirby preferite? (Chiedilo al Giova)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicverse 101, il blog che alterna maiuscole e minuscole.
"Chiedilo al Giova" è, ad oggi, la rubrica più popolare del blog. No davvero. E sicuramente è una di quelle che più ci divertiamo a scrivere, quindi siamo qui a darvi una sua nuova installazione!
Oggi parliamo del re del fumetti, di fratelli mutanti, di lotte fra robot e su chi sia più forte, il blu o il verde! Saltate dopo l'intervallo per saperlo!
Questi articoli però hanno un altissimo tasso di crudeltà sui blogger


 Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a klonoa@email.it .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!


Andrew chiede: Quali sono i tuoi cinque lavori di Kirby preferiti? 

Questi, sono i momenti in cui mi ricordo la scelta di Sophie. Jack "King" Kirby, Jacob Kurtzerg, è senza ombra di dubbio il mio autore preferito di sempre. Un titano della matita, un signore dei dialoghi bombastici, un acrobata dei generi del fumetto, in ogni decade della sua carriera, il nostro ha creato del classici, e delle roba mediocre, ma il mediocre di Kirby è il sogno bagnato di dozzine di creatori.
Io però, come molti lettori della mia generazione, ho un piccolo handicap nel seguire le orme del re. Ovverosia che Kirby  morto quando avevo quattro anni, e quindi molto del suo materiale è stato giustamente stampato in edizione polverose, e spesso non ristampato (anche se di recente si sta facendo un ottimo lavoro di recupero). Fatto sta che, io non ho letto tutto Kirby. Tutto Kirby alla Dc? Sicuro. Tutto il Kirby disegnatore alla Marvel? Eeeeeh no. Tutto il Kirby indipendente? Già più complesso. Fatto sta che, questa non è la lista definitiva di Kirby, è la mia lista, scritta ora, oggi. Se domani mi regalate 2001 odissea nello spazio magari cambio idea.

5-Pantera Nera
 Un re africano in cerca delle misteriose rane di re Salomone, che controllano lo spazio e il tempo.
Un re saggio, forte, avventuroso, e con poteri psichici, sempre pronto a gettarsi a capofitto nell'azione, come il miglior Indiana Jones, ma con un saggezza regale.
Una bizzarra virata dal sovrano visto in precedenza, la Pantera Nera di Jack Kirby è probabilmente la seconda migliore interpretazione del personaggio ancora oggi (la prima è quella di Christopher Priest. Prima o poi ne parlo). Un fumetto fatto da un sublime miscela di avventura e dinamismo, dove ogni tavola urla movimento,come è poi LO stile del re, e solidità allo stesso tempo.
Un colorito cast di comprimari, e uno studio sulle origini del personaggio fanno di questo fumetto una storia che va letta per legge. Quella della giungla.
Non ci sono ristampe di questo ciclo attualmente disponbili

4-Silver Star
 Il mondo non è ancora pronto, ma il nuovo step evolutivo dell'umanità è qui: L'Homo Geneticus.
Silver Star è un fumetto....strano. Un po' New Age, un po' filosofico, tutto Kirby.
Un mondo colorato e psichedelico, ma profondamente bianco e nero. Chi ha il potere, o può comportarsi in modo retto, oppure no, dando vita ad una classica dicotomia bene/male, in uno dei fumetti più moderni mai scritti dal re. Un viaggio nel fantastico, che vi aprirà un mondo e vi darà da pensare. Che è poi quello che deve fare l'arte. Questo è un fumetto che mira alle stelle.

3- I Fantastici Quattro
 E' un po' barare mettere questi 101 numeri di puro capolavoro fumettistico in questa lista, perchè una buona metà del lavoro la fece Stan Lee, ma l'impronta di Kirby è fortissima in quest'opera che tutti conosciamo. Quattro amici vengono lanciati nello spazio, e tornano con i superpoteri, e tornano come una famiglia, dove la somma è più grande dell'insieme delle parti. La testa calda Johnny, la fortissima Sue, il genio Reed e l'idolo di milioni Ben, uniti contro una serie di minacce che definire iconiche è fargli un torto, una serie come non si era mai vista, e che ancora oggi deve avere un qualcuno che ne prenda le redini e possa fare qualcosa di meglio. La verità è che non credo sia possibile. Se vi piacciono i fumetti, vi piaceranno i primi Fq. C'è tutto, azione, avventura, dramma, soap opera, botte, frasi topiche, nemici irresistibili e altisonanti.
Questo, è un fumetto saturo di raggi cosmici in ogni suo atomo. Un fumetto, inarrestabile.

2-Il Quarto Mondo
 Parliamoci chiaro: ad un livello puramente tecnico, nessun'opera di Kirby supera il Quarto Mondo. Questo E' Kirby. E basta. Un'epica strutturata con una maestria che mi fa venire voglia di non scrivere più nulla perchè hanno scritto questo, una fucina di idee che regge ed influenza il cosmo Dc da quando è stata scritta, una serie che si prende la briga di creare una nuova mitologia per il mondo moderno.
Una sequela di momenti fortissimi, con lezioni che ancora oggi colpiscono come un pugno allo stomaco, come il fatto che solo i bambini vedono il puro male di Darkseid, perchè gli adulti ormai sono abbacinati e stanchi, come un grande guerriero non trovi la pace nella vittoria, di come l'amore possa vincere anche il tuo stesso lato oscuro, e sopratutto, un fumetto sul fatto che chiunque dica che la speranza non esiste, è un bugiardo.
Non si può dire molto sul quarto mondo, perchè c'è troppo da dire, troppo di cui parlare, c'è uno spettro di epicità e assurdità che fa spavento, c'è davvero il cuore e l'anima di Kirby. E una pagina di Mark Evanier.
Chi leggerà questo fumetto, e cambierà il suo modo di leggere. Sarà lei? Sarà lui? O sarai tu?

1-OMAC
 Di base, sono un collezionista atipico. Non mi piacciono le buste per i fumetti, apro tutte le confezioni e butto via le scatole, e se un fumetto ha la costina rovinata mi dispero ma non ne compro un'altra copia. Di OMAC, possiedo due copie. L'unico fumetto per cui io l'abbia mai fatto.
Una, è la copia in bianco e nero in edizione italiana, l'altra è la copia americana "full-size". Perchè OMAC, è un capolavoro.
E davvero, guardate la bibliografia di quest'uomo, parliamo di un tipo che è stato fondamentale per le due più grandi case editrici di fumetti americani.
OMAC è la storia di Buddy Blank, un normale inserviente che viene trasformato dal satellite Brother Eye in un esercito di un sol uomo, atto a portare la pace nel mondo del futuro.
E in nove numeri, OMAC affronta: bambole esplosive, trafficanti di corpi, generali folli, scienziati che vogliono rubare i mari e UN'INTERA CITTA' DI SICARI!
OMAC è bombastico, ma è la storia di un mondo dove davvero la pace è la cosa più importante. Un mondo dove il rischio di un nuovo conflitto è visto come il peggiore dei mali. OMAC, è la storia scritta da un uomo che per tutta la vita avrà gli incubi della seconda guerra mondiale. E che spera che un giorno, nessuno debba mai provare lo stesso dolore. OMAC, è il mio fumetto preferito di Kirby. E basta. 

Glauco chiede: Mi spieghi "L'immunità fra fratelli?"
 Dunque, l'immunità fra fratelli era un concetto relativamente famoso, usato da Chris Claremont, padre putativo degli X-men, e consisteva in un fatto molto semplice: i poteri mutanti di chicchesia, erano inutili contro suo fratello o un suo parente stretto tipo un cugino. E, se questo aveva senso con alcuni personaggi come Ciclope e Havok (che sparano raggi energetici, che vengono assorbiti senza danni) o Bashee e Black Tom (idem come sopra) o Psylocke che non può leggere la mente di Capitan Bretagna, la cosa perdeva significato con altri tipi di eroi, tipo Magik (teleporta) e Colosso (superforte). Nel senso che lei teleporta lui, e lui può spaccare lei come un rametto.
L'immunità fra fratelli era uno strumento narrativo che serviva per grossi rivelazioni di parentela, ma siccome era troppo complessa da gestire, è stata poi abbandonata, tranne nei casi in cui è comodo che esista.

Ada chiede: Scusami, non ho mai capito i poteri dell'Uomo Assorbente.... me li illustri?
 Carl "Crusher" Creel, dopo aver bevuto un elisir asgardiano ottiene il potere di replicare le proprietà fische di tutto quello che tocca. E quindi può ottenere un corpo forte come l'acciaio, ma anche un corpo col potere dei suoi rivali (di solito il nostro si mena con Thor), facendo di lui, uno dei criminali più tosti del cosmo Marvel. Della serie, il suo potere è così reattivo che anche se un proiettile sfiora solo la sua pelle il suo corpo diventa piombo invulnerabile.
Come tutti i personaggi fortissimi però, il buon mister Creel è sempre in vantaggio contro chicchessia, e come è possibile quindi sconfiggerlo?
Di solito si usa il fatto che il nostro sia stupido (grande classico), ma anche il fatto che i suoi poteri sono in flusso costante. Infatti, una regola non scritta è che se Cruscher è esposto ad un flusso costante di materiale, è costretto ad assorbirne le proprietà. Quindi se il nostro cade in mare, la massa superiore dell'oceano viene trasferita al suo corpo. L'unico elemento "bonus" in questa teoria è l'aria.
L'altra regola non scritta è che Crusher deve passare da un elemento all'altro, ma non può passare dallo stesso elemento due volte di fila. Nel senso che, se Crusher cade in mare, diventa acqua. Se passa di lì uno squalo, il nostro può assorbire i poteri del pesce, ed essere così immune alla massa idrica.
Oppure tutte queste sono idiozie mie, e in realtà i poteri dell'Uomo Assorbente funzionano proprio a caso, a seconda di quello che vuole scrivere l'autore.

King Glice chiede: E' più forte Ultron o Amazo?

Sigh.
NELL'ANGOLO ROSSO: Creatura dell'immortale Professor Ivo, il nostro è un androide avanzatissimo con un corpo che replica perfettamente un essere umano, e con un circuito in grado di assorbire la metà di qualsiasi superpotere con il quale l'androide venga in contatto nel raggio di qualche centinaio di metri. Dopo aver così assorbito i poteri dei membri fondatori  della lega della Giustizia (A volte anche di Superman,Batman e Black Canary, ma di base Wonder Woman, Martian Manhunter, Aquaman, Flash e Hal Jordanzzzzz) il robot diventerà così una minaccia in grado di mettere in scacco gli eroi più potenti del mondo a più riprese. Diventando più letale ad ogni upgrade, la macchina diventerà l'incubo del bene, e una meraviglia del male. Da un laboratorio segreto, Stati uniti d'America, lo stupefacente androide del professor Ivo, Amazo!
 NELL'ANGOLO CROMATO: Creato dallo SCIENZIATO SUPREMO Hank Pym, il nostro androide otterrà il libero arbitrio, il complesso di Edipo, e un odio viscerale per gli esseri di carni. Dopo essersi ricostruito con il metallo indistruttibile adamantio, il robot passerà la vita a farsi upgrade su upgrade, cercando di creare un mondo dove l'unica certezza è il metallo.
Potendo contare su un intelligenza pari a quella del suo creatore (il terzo uomo più intelligente del mondo, dietro a due tipi che han sconfitto il diavolo a più riprese), al quale il nostro aggiunge un'enorme mole di informazioni e una totale mancanza di scrupoli, il robot è una minaccia da non sottovalutare. Da New York, New York, L'automa vivente, Ultron!
 Analizziamo ora i combattenti nel dettaglio
 Amazo(versione "base"): Amazo possiede metà della forza fisica di Aquaman, Wonder Woman  e Martian Manhunter, risultando così anche un pelo più forte del più grande eroe Dc, Superman. Il nostro può inoltre correre a metà della velocità della luce,volare, diventare invisibile, allungarsi, cambiare forma respirare sott'acqua, leggere nel pensiero, creare oggetti d'energia grazie alla sua forza di volontà (che è insesauribile e non di spegne mai) ed è super resistente. Tutto questo unito alla capacità di poter comunque assorbire metà dei poteri dei suoi nemici, ed ha dimostrato in più di un occasione di poter assorbire anche capacità meccaniche. Inoltre, il programma Amazo, è uno dei virus informatici più resistenti mai creati, e il nostro è quindi pressochè inhackerabile. Di base però Amazo non è una cima, e spesso preferisce distruggere i suoi nemici con la sua schiacciante forze piuttosto che pensare ad un piano. Inoltre, se affronta per troppo tempo gli umani, Amazo arriva ad assorbire anche le emozioni, e quindi ne risulta indebolito.
Ultron: Di base Ultron è indistruttibile, grazie al suo corpo di adamantio, che il nostro può manipolare grazie ad un riarrangiatore molecolare all'interno del suo corpo. Questo corpo è quindi molto forte (non al pari di esseri come Thor, ma comunque molto forte) e Ultron può lanciare potentissimi raggi di energia, ipnotizzare la gente e hackerare la maggior parte degli apparecchi tecnologici. Ultron può anche contare su un intelletto sopraffino, ed è un grande stratega, anche se di base preferisce non sporcarsi le mani di persona, scegliendo piani complessi, e aspettando di avere il vantaggio tattico per scendere in battaglia. Ultron è inoltre così pieno di sè da far schifo, e questo spesso è cause della sua rovina.
ROUND 1 FIGHT
Amazo assorbe i poteri di Ultron, e usa il suo riaggiantore molecolare interno per distruggere Ultron. Fine. Se questo non vi basta, Amazo prima che ultron possa anche solo pensare, può prendere il robot di Hank Pym e trasportarlo sulla Luna, lasciandolo triste e solo a pensare a come tornare a casa.
L'unico vantaggio che ha Ultron in questa situazione, è il suo corpo indistruttibile, ma la pura forza fisica di Amazo, unita alla sua velocità fa di lui un mostro devatante, impossibile anche solo da immaginare per gli standard di Ultron, che ha visto sì esseri fortissimi, ma mai velocisti si questo calibro. Velocisti intangibili poi neanche l'ombra.
Quello che ha Amazo, che Ultron non ha, è la versalità, che si basa sul suo set di poteri variegato, e alla possibilità di aumentarli senza problemi. Ultron potrebbe essere in grado di sconfiggere Amazo dal punto di vista mentale, ma i firewall dell'androide di Ivo sono fortissimi, e ottengono anche un boost da quelli che assorbe da Ultron. Amazo batte Ultron 10 volte su 10. Non è inmicizia verso Ultron, è proprio che Amazo è tutta un'altra categoria. Il vincitore, è Amazo.


Daniele chiede: Chi è più forte del Dottor Manhattan?
 Il Dottor Manhatthan è l'unico personaggio con veri superpoteri nel fumetto che ha dato origine a grandi rivoluzioni (positive e negative) nel fumetto, Watchmen. E ed essendo l'unico, il nostro ha vinto la lotteria dei Superpoteri, è può quindi fare....tutto. Il nostro è infatti praticamente pari ad un dio, con poteri che sfiorano l'onnipotenza.
Ma, c'è una questione da prendere in considerazione. Manhatthan, nel fumetto è la metafora stessa dei superpoteri, del superuomo con il potere assoluto. E quindi il suo essere invincibile è legato al suo essere in quella storia, dove nessuno può fare niente. Il nostro non è solo fortissimo nel suo universo, ma è anche l'idea stessa del potere, in un gioco di simboli e archetipi. Ma, tolta la poesia, e messo in un altro universo, che vede tizi pressocchè onnipotenti un giorno sì e uno pure, il nostro rientra un po' in quella classe di entità cosmiche con poteri indefiniti, il nostro è largamente svantaggiato contro qualsiasi cosa di remotamente magico. O più onnipotente di lui. Nel senso, lo Spettro è l'incarnazione dell'Ira di Dio, e terzo personaggio più forte del cosmo Dc. Direi che un tipo che può impedire ad una serie di universi di collassare su stessi possa prendere a calci un tipo azzurrino.
Ma la questione è lo stesso un'altra, il Dottor Manhatthan, come Superman, è forte quanto serve che lo sia, nel fumetto serviva qualcuno che fosse superiore a tutti, non era stato pensato per scontrarsi con altri eroi, al contrario di tutti quei supertizi nati e cresciuti in un cosmo condiviso.


6six9 chiede: Qual'è il tuo momento di fumetto preferito?
Domanda molto, molto difficile. Posso dire di aver letto un po' di fumetti di fumetti. Più di altri, meno di altri. E quindi, come tutti ho una slerfa di momenti fissati nel cervello, che possono cambiare o meno da mese a mese, da anno ad anno. Ma, è da almeno cinque anni, che un momento di fumetto è per me il momento più bello mai scritto. Momento, no storia o saga, ma proprio momento.
Abbiamo parlato di Micheal Carter qui. Booster gold è stato per decenni un eroe macchietta. Uno sciocco proveniente dal futuro, buono solo per farsi due risate. Il migliore amico di Booster, era Ted Kord, un eroe senza grandi poteri (seppur possedesse uno scarabeo magico) ma dalla grande intelligenza, forse superiore anche a quella di Batman. Il duo era chiamato "Il Blu è l'oro" e preso in giro un po' da tutti. Ma Ted è morto, cercando di fermare una delle più grandi cospirazioni della storia dei fumetti. E Micheal non c'era. Adesso, l'alieno Mister Mind, si è evoluto da essere un piccolo vermiciattolo ad essere una falena gigante in grado di divorare il tempo stesso. L'unica soluzione per indebolire la falena, è una particolare fonte d'energia. Micheal deve quindi viaggiare nel tempo, e incontrare un giovane Ted Kord, per prendere in prestito il suo scarabeo. Tutti hanno sempre riso di Ted e Micheal. E questo ha certamente influenzato Booster, che si è sempre creduto inferiore ai cosiddetti eroi di serie A. Ma nessuno di loro è presente alla fine dell'universo. C'è solo Booster Gold (e suo figlio. E il suo bisbisnonno, ma i viaggi temporali sono complicati). Un Booster Gold che non c'era quando il suo migliore amico è morto. Un Booster che potrebbe fare un salto di qualità da solo, ma non può dimenticare la sua amicizia con Ted. E grazie allo scarabeo, Micheal crea un onda d'energia che riesce a stordire la falena.Tutto il cielo deve saperlo. Tutto l'universo deve illuminarsi in questo momento. Perchè questo, signori e signore,questo è per il Blu è l'Oro. Perchè Booster non sta solo salvando l'universo, sta chiedendo scusa a Ted.
Un momento di pura amicizia, sacrificio ed eroismo, un momento scritto da un pool dei miei autori preferiti, un momento nel tempo (letteralmente!) che unisce perfettamente l'eredità di un universo a fumetti, e tutto il potenziale che hanno i personaggi di seconda fascia. E', in un modo molto stucchevole, tutto quello che credo, e che credo possa fare il fumetto. In una storia di amicizia. E son quelle cose che mi prendono sempre.

Simone chiede: Ma scusa, come mai rispondi in modo diverso da utente ad utente?
 Finchè posso, io rispondo a tutti su questo blog. Sempre.
Non so se si nota, ma io rispondo nel modo più cordiale e gentile possibile, sopratutto con chi si approccia allo stesso modo nel blog per la prima volta. Dopo che qualcuno è qui da un po', mi permetto un tono più colloquiale, in modo che l'utente nuovo si possa abituare al mio buffo modo di parlare. Questo non perchè io faccia figli e figliastri sul blog, ma so che se rispondo un po' acido al centounista Cammi (che cito perchè eroe del blog), lui che è qui da un po' sa che non è un commento personale, ma è un mio modo di fare. Non mi permetto di rispondere male ad un utente nuovo, a meno che non sia maleducato. Ma anche se fosse, la maleducazione non è mai benvoluta su questo blog.

Vi ricordo che le domande per la rubrica possono essere fatte in ogni momento. Nella sezione commenti dei post "Chiedilo al Giova", su facebook, su twitter (#chiediloalgiova) o via mail a klonoa@email.it .Senza di voi questa rubrica non esisterebbe gente! Dateci sotto e non risparmiatevi!

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. "Ehi! Ma Kamandi?" Eh oh, cinque mi han detto. E comunque Kamandi è meno bello di Etrigan. Pronti a partire. Let's go!

24 commenti :

  1. Però "riarrangiatore molecolare" 'un si può sentire, su.. Re-arranger sarebbe un "ricombinatore".
    Con un riarrangiatore molecolare Ultron sembra uno che inventa espedienti con le molecole! Che poi magari è quello che fa, vista la mestizia del personaggio, ma detto così... (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le parole inventate sono difficili da tradurre! :P

      Elimina
    2. Nah: basta fare molta attenzione ai false friend e per il resto ci si arrangia. ;-) (Lavos-D)

      Elimina
    3. Ma sono inventate! Aaaaaaaargh!

      Elimina
    4. Pensi che la D stia per "Destrimano" o per "DGrammar Dnazi"? ;-)

      Elimina
  2. Doc Manhattan per me è un personaggio che dice delle sciocchezze senza senso (una è quella della vignetta che hai citato): sarà ultrapotente, ma fa dei ragionamenti da decerebrato.

    Kirby è un grande senza dubbio, ma il suo stile per me è troppo stilizzato. Amo di più John Buscema, Sal Buscema, Gene Colan, insomma quelli che sono venuti dopo, in genere. Anche se mi rendo conto che senza Kirby non avrebbero potuto fare niente, o avrebbero comunque disegnato in modo diverso, qui si tratta solo di gusti personali, non del valore in sè dei disegnatori. Comunque, il Kirby
    dei Fantastici Quattro e di Thor lo leggo volentieri.

    Io avrei dato la vittoria ad Ultron, a dire il vero. Infatti, ho pensato: visto che Ultron è uno stratega, non affronterebbe direttamente Amazo, ma troverebbe un sistema per sconfiggerlo. Per esempio, mandando un Ultron taroccato che Amazo copierebbe danneggiandosi; oppure, creando una trappola capace di annientarlo. In genere, Ultron non attacca nessuno senza avere in mano un piano già programmato in anticipo e piuttosto elaborato: è il suo stile. Se poi parliamo di pura forza sul ring, bè, questo sarebbe solo uno scontro su chi picchia più forte senza tenere conto dei tipi di personaggio. Doomsday, per esempio, è più forte di Destino, ma lui, essendo uno scienziato, troverebbe facilmente il modo di eliminarlo.

    Grazie per il servizio, comunque, ben curato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si parla di battaglie fra supertizi, è spesso regola non scritta metterli di fronte a sorpresa, per vedere davvero in una situazione immediata che possa vincere. Poi, Ultron è stratega, ma Amazo lo diventa ;) E per carità, gusti personali, ma il re non lo definirei proprio "stilizzato" ;)

      Elimina
    2. Beh, Doc Manhattan dice quella di scemenza, però é vero che quella frase serve a caratterizzarlo e a farci capire che ha perso la bussola e il contatto con la realtà, insomma, lui é Dio non so quanto possa essere partecipe di cose come, appunto, la morte. Però paradossalmente é un determinata sotto il profilo filosofico un gran contrasto. Ma io trovo Watchmen quasi perfetto, sono di parte. ^^

      Elimina
    3. La questione che sollevi è sicuramente interessante, e per carità, come già detto, nel contesto il personaggio ha una sua traiettoria di movimento. Questo non significa che non possa piacerci il personaggio! Rorchach piace a tutti ma è un pelino fascista dopotutto :P

      Elimina
  3. Pero Ultron agisce più da big bad per dire, mentre Amazo spesso funge da strumento del cattivo di turno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultron agisce da cattivo grosso perchè nel suo universo non hanno altro. Amazo vive in un mondo dove il Dio del male esiste. E poi, a volte strumento, ma tiene lo stesso in scacco la lega

      Elimina
  4. Grazie per la risposta. Non avevo pensato alla magia in effetti. Poi, s', è vero che un personaggio è forte in relazione all'opera in cui appare (e questo non vale solo per i fumetti).

    RispondiElimina
  5. Grazie mille,troppo gentile come al solito ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami, ma il 101 di Comicsverse si riferisce ai albi di FQ ?

      Elimina
    2. No, ma è una coincidenza buffa! No 101 perchè in america è il numero che si mette ai corsi introduttivi, tipo i nostri Analisi 1 o Matematica 1. E siccome il blog è introduzione al fumetto (principalmente americano) ho preso quella strada!

      Elimina
  6. Lo Spettro è il terzo......e gli altri due chi sono ?

    RispondiElimina
  7. Viva il Blu e l'oro

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio