Didascalia

Didascalia

martedì 16 giugno 2015

Gli Hourman nella storia (Fresh From the Past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che non ha orologi da polso, ma solo da taschino. No seriamente.
A volte, nel grande universo degli eroi, nascono delle idee. Idee che sulla carta sono buone, ma sulla carta dei fumetti forse hanno qualche problema.
Questo però non toglie nulla al loro fascino! Almeno secondo me.
Oggi, parliamo di una di queste idee, che sono tre, ma chi sta a contare! Saltate dopo l'intervallo per saperne di più su Hourman!
Queste immagini con tutte le versioni del personaggio sono una manna per i blogger.

Rex Tyler
Apparso per la prima volta su Adventure comics 48 del 1940 e inventato da Ken Fitch e Bernard Baily, Rex Tyler è un bambino del ghetto, dotato però di una grandissima intelligenza. Trovato per strada un libro di chimica perso da un camionista distratto, il giovane Rex troverà la su strada nella vita. Studiando con costanza, il nostro diventerà ben presto il chimico di punta della Bannermain chemical, facendo nel corso del suo lavoro, alcune scoperte straordinarie.
Il grande salto avverrà però quando il buon Rex scoprirà una vitamina particolare, che chiamerà Miraclo. Tale vitamina, era in grado di donare a chiunque la ingerisse un'ora intera di forza sovrumana e invulnerabilità, visione notturna e la capacità di respirare sott'acqua (le ultime due non se le ricorda mai nessuno). 
Il nostro deciderà quindi di fare la cosa che facevano tutti negli anni 40, mettersi un costume (rubato in un negozio abbandonato) e combattere il male con il nome di Hourman. Citiamo anche che per farsi pubblicità, il nostro metterà un annuncio sul giornale. No davvero. E avrà anche un indecisione se avere il trattino nel nome, come tutti i veri grandi eroi. Hour-Man, o Hourman? Decisioni decisioni....
Fatto sta che, tenendo segreta la formula della Miraclo, Rex mollerà la Bannermain, e fonderà la Tylerco, una ditta tutta sua.
Inoltre, il nostro troverà il tempo per l'amore, sposando l'attrice Wendi Harris.
Hourman diventerà così un supereroe rispettato, portandosi anche dietro una banda di marmocchi noti come i Minutemen, che lo aiutavano nella parte investigativa delle sue imprese.
Il nostro combatterà i nazi assieme alla Società della giustizia d'America, e anche assieme allo Zio Sam e ai suoi combattenti per la libertà.
Ma, il nostro dimostrerà comunque una buona dose di problemi.
La questione era molto semplice, la Miraclo dava dipendenza. Non solo, Rex era anche dipendente dall'adrenalina di essere un eroe, di salvare la gente, di essere "L'uomo del momento" (Man of the Hour in inglese, uno dei soprannomi del personaggioAAAAAAH CULTURA!).
La cosa non farà benissimo al matrimonio del nostro, complice anche la nascita del figlio Richard, che Rex snobberà per combattere il male e continuare le sue ricerche, specializzandosi anche nella robotica.
Dopo una litigata con la moglie, il nostro capirà i suoi errori, e smetterà di prendere la Miraclo, usando vari modi per riottenere i suoi poteri superumani, come una lanterna a luce nera, o un mantra mistico. Questo perchè ci verrà rivelato che in realtà non era la miraclo a dare i poteri a Rex, ma il meta-gene, una sorta di "fattore X", che usa la Dc per dire che i suoi eroi sono mutanti senza pagare il copyright. Poi, che avere il potere mutante di avere la super-forza per un'ora sola sia scemo mi trova d'accordo.
Fatto sta che Rex mollerà un po' i suoi demoni, ma non riuscirà mai a smettere di essere un eroe, e morirà combattendo il criminale che manipola il tempo stesso noto come Extant. L'ironia che l'uomo dell'ora sia ucciso dal tempo era palese anche a chi scriveva.
Maaaa siccome siamo nei fumetti, ci verrà rivelato che Rex Tyler era un capitano d'industria anche nel 853esimo secolo, e lì aveva contribuito a costruire un potentissimo robot, basato sulla sua identità supereroistica. Questo grazie ad una serie di bizzarri viaggi nel tempo, la cui logica ancora oggi mi sfugge.
Fatto sta che, usando i suoi poteri, l'Hourman robot riuscirà a dare a Rex un'ora di vita in più, chiuso in un limbo temporale, raggiungibile grazie ad una clessidra a tachioni. Rex quindi resterà in questo vuoto per un po' di tempo (l'ora si consuma solo quando qualcuno entra nel limbo)
Grazie poi al sacrificio dell'Hourman Robot, Rex riuscirà poi a sfuggire non solo dal limbo temporale, ma anche alla morte, tornando nel nostro mondo, dove diventerà il capo ingegnere del gruppo di giovani eroi noto come JSA-All Stars, e continuerà il suo lavoro alla Tylerco, e i suoi doveri di padre e marito. COOOOSA? Un Lieto fine?

Rick Tyler
Figlio di Rex e Wendi, Richard Tyler appare per la prima volta su Infinity Inc. 20 del 1895. Il nostro crebbe ammirando il padre, ma senza avere il suo supporto. Rex infatti voleva che Rick seguisse le sue orme,  non capendo i bisogni del figlio, che però eredeterà il forte senso di giustizia paterno.
Quando la dottoressa Beth Chapel verrà assalita da alcuni demoni-ombra, in seguito alla famosa Crisi sulle Terre Infinite, Rick ingollerà una dose di Miraclo per salvarla, diventando così il secondo Hourman.
Con un costume ridicolo, Rick entrerà in Infinity Inc, gruppo che seguiva le orme della JSA, ma la sua permanenza non sarà superduratura, poichè in una missione il nostro ucciderà apparentemente il criminale Wizard (che però finse solo la sua dipartita).
Il senso di colpa sarà però tale, che Hourman II appenderà per un po' il mantello al chiodo, tornado in azione solo dopo qualche tempo, con un costume simile a quello paterno.
Dopo la morte di Hourman primo, Rick svilupperà però una forma di leucemia legata alla Miraclo, e sarà fuori gioco per anni, ma verrà salvato dall'Hourman Robot, dopo un piccolo fraintendimento.
Il figlio sintetico di suo padre donerà quindi a Rick una clessidra a tachioni, che permetterà a Rick di avere dei Flash Forward avanti nel tempo di un'ora, dando al nostro una limitata capacità precognitiva, del quale però non ha il completo controllo.
Usando queste nuove abilità, e un circuito interno al costume che non provoca danni da abuso, e agisce sul suo meta-gene, Rick tornerà in pista come il nuovo e migliorato Hourman.
Il nostro aiuterà anche la JSA a salvare il mondo, ed entrerà così a far parte del gruppo di cui il padre era stato fondatore, vivendo assieme al team numerose missioni.
Inoltre, la clessidra quantica, permetteva  rick di visitare il padre nel limbo temporale per il tempo totale di un'ora. La coppia Tyler userà questo poco tempo rimastogli per rinsaldare il rapporto, e Rick si appoggerà spesso all'eroe più esperto per combattere le minacce della JSA al meglio.
Questo fino a quando Rick non deciderà di sacrificarsi dando la vita per salvare il padre da Extant. Sacrificio che sarà però fermato dal terzo Hourman, che permetterà a padre e figlio di vivere di nuovo assieme.
Rick nel frattempo metterà su famiglia sposando un altra figlia d'arte, la velocista Jesse Quick.
La coppia vivrà così una vita felice combattendo varie minacce assieme nella JSA, e gestendo un rapporto in due gruppi quando Jesse entrerà nella JLA.
Essendo una delle coppie più nuove dell'universo Dc, il forzuto e la velocista saranno a tratti di uno smielato che fa schifo ai più. MA NON A NOI! A NOI PIACCIONO UN SACCO!
Rick entrerà poi nel gruppo giovanile noto come JSA All-Star, ma siccome nel gruppo ci sono tipo venti membri, il nostro non avrà tutto lo spazio di questo mondo, ma continuerà senza sosta la sua lotta per la giustizia. Con un costume molto più fico di quello originale.

Matthew Tyler
Androide costruito da Rex Tyler nell 853esimo secolo, e apparso per la prima volta su JLA 12 del 1997, Matthew Tyler avrà come base il DNA del suo creatore, e sarà scelto dal Nuovo Dio Metron per diventare il suo successore. Per fare questo, all'androide sarà donato il Worlogog, artefatto creato nientemeno che dal re dei fumetti, Jack Kirby, che dà al nostro la completa maestria sul tempo
Hourman farà così parte della JLA del suo tempo, provando a salvare il nostro mondo dal criminale Vandal Savage.
Rimasto nella nostra era per imparare ad essere un supereroe, Hourman deciderà di lasciare andare l'onnipotenza, e tenersi solo parte dei suoi poteri: la forza Miraclo, il volo, e un'ora di potere infinito. E in più, il nostro otterrà un Drakkar che viaggia nel tempo. Ad adesso, è il miglior Hourman di sempre.
Dovendo scegliere un maestro sul suo cammino per diventare un eroe, Hourman si metterà solo l'ala di Lucas "Snapper" Carr, il primo assistente della lega della Giustizia. Perchè tipo Superman ci faceva schifo vero? E, giusto perchè la storia non era già strana abbastanza con un pinocchio robot onnipotente con un drakkar temporale, Hourman si innamorerà dell'ex moglie di Snapper. E non vi ho ancora parlato del diavolo che fa il barista.
Volendo capire i misteri della robotica, Hourman proverà a conoscere l'androide Amazo, che però ruberà metà del suo potere infinito, diventando...Tempazo. Non l'ho scritto io amici.
Nei suoi viaggi inoltre, Hourman ingerirà una pillola Miraclo, e otterrà tutti i ricordi di Rex, vivendo una crisi d'identità, non distinguendo la sua vita da quella dell'eroe anni 40.
La cosa si risolverà, ma Hourman dovrà lo stesso sfidare a più riprese Amazo che voleva rubargli la vita. Detta così, non suona granchè, ma la serie in solitario di Hourman era forte davvero. E c'era un diavolo barista, e lo so che l'ho già deto, ma è un'idea ganza!
Nel frattempo, Hourman entrerà anche nella JSA, e donerà a Rick la clessidra quantica.
Il nostro prenderà anche l'identità umana del capellone Matthew Tyler, e per un po' viaggerà nel tempo, fino a quando non si ritroverà a dover fare una scelta.
Rick Tyler infatti voleva morire al posto di suo padre contro Extant, usando un accrocchio temporale, mentre Rex aveva deciso di accettare il suo fato.
Ma, Matthew Tyler non ci sta. Ormai non più bambino indifeso onnipotente, non più guardiano del tempo, ma membro della Società della Giustizia, non proprio umano ma molto più di una macchina, Matthew Tyler userà un ologramma e si sostituirà a Rex Tyler, morendo contro Extant per poter dare a chi l'aveva creato la gioia di poter vivere di nuovo con suo figlio, e porre rimedio ai suoi errori.
La lotta di Hourman, un trio di personaggi persi nel tempo, e con le vite intersecate come edera sui muri, è una lotta così. Una lotta che non ha mai fine. Ma è una lotta che si fa assieme.
C'è sempre tempo. C'è sempre speranza. E anche solo un'ora può fare la differenza.
Nei nuovi 52, non esiste un Hourman, ma sulla Terra alternativa nota come Terra-2 Thomas Wayne, che in questo mondo è vivo, usa la miraclo per difendere la memoria del figlio morto, con il nome di BATMAN! E nel telefilm "Arrow" la droga "Mirakuru" è la Miraclo pronunciata alla giapponese. Lo dico per Google. Ciao Google. Beccati un Batman sotto steroidi.
Da bambino, Hourman mi era sempre piaicuto, anche se non l'avevo mai letto. E' la sindrome del costume, quella dove vedi un personaggio con un design fico e lo credi un fico. Non sono l'unico a soffrirne.
Crescendo, ho imparato ad apprezzare molto Rick ma soprattutto Matthew, e, in un fumetto di Starman mi sono innamorato anche di Rex.
Però, sulla carta questi personaggi hanno un problema. Nel fumetto, un'ora non passa davvero. E quindi, sei tu scrittore che gestisci il tempo, e che mi dici quanti minuti sono passati dall'ingestione della pillola. E questo porta ad una gestione della trama che vira sempre di più verso il Deus Ex Machina totale, del tempo che si dilata per star dietro alla storia, e in generale, il tutto mi tira fuori dal pericolo in cui può essere Hourman. "Ho ancora solo dieci minuti di forza..." che possono essere tre numeri.
Questo influisce non poco sul fascino del personaggio, e infatti l'unica serie da protagonista l'ha avuta Matthew, che era il più versatile, e anche lì, l'ora di onnipotenze era gestita a volte con leggerezza.
Tutto il resto però, la famiglia, il potere che da dipendenza, l'emozione che da dipendenza, è fantastico, e si sposa benissimo col concetto di supereroe. Speriamo che sia tempo per una bella nuova storia di Hourman.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Una bella Splash Page con Hourman che dà un cazzotto ad un dinosauro urlando "E' tempo" è una delle pagine che più vorrei scrivere se mai diventassi sceneggiatore. Pronti a partire. Let's go!

4 commenti :

  1. E a questo punto sorge la domanda: ma sono i Minuteman del fumetto ad aver dato il nome al nomignolo Minutemen dei corpi speciali o sono i Minutemen militari a essere citati nel fumetto?
    Quale giunse prima? Direi che un quesito riguardante storia e cronologia sia perfetto per chiosare un articolo come questo (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nome Minuteman nasce nella guerra d'indipedenza americana, dove i combattenti volontari erano in grado di esser pronti alla lotta in un minuto. Anche se dormivano, in un solo minuto potevano esser in grado di sparare alle giubbe rosse.La cosa poi è rimasta nella cultura americana, anche perchè la guerra d'indipedenza per loro è roba grossa ;)

      Elimina
    2. Se non sbaglio vennero ripresi anche nela seconda guerra mondiale, in cui certi corpi speciali erano soprannominati così per le loro azioni mordi-e-fuggi, da un minuto appunto.

      "Una delle dicerie più delicate sosteneva che ci chiamassimo Minutemen per le nostre imprese erotiche" (Hollis Mason, Watchmen) (Lavos-D)

      Elimina
    3. Si è una cosa culturale abbastanza radicata, considerando anche l'amore che ha l'America per i militari. Quindi si presta molto bene come gioco di parole ;)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio