Didascalia

Didascalia

lunedì 18 maggio 2015

Clea, la signora della dimensione oscura (Fresh From the Past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che di recente ha colpito con forza il muro delle 400mila visite, e ha quindi messo in palio tre richieste. La prima, è stata vinta dal centounista Cammi. Che di richieste ne ha una al mese, perchè è un eroe del blog come descritto qui.
Magia! Altra faccia della scienza? Trucchetti da fiera di paese? Chi può dirlo! Forse una delle più grandi signore della magia del cosmo Marvel? Signori e Signore, conosciamo Clea! O Clea-in-Strange. Non so bene come funzioni in america.
Preparatevi a vedere uno dei più grandi trucchi di magia di tutti i tempi. Onesto.


 Priiiima di parlare di Clea però, un po' di contesto. Vi direi che vi ho fregato, ma ormai lo faccio spesso.
Oltre il velo del nostro piano di realtà, esistono varie dimensioni alternative, dove varie sta "dipende dagli autori e quindi una lista non si può fare". No che con voi si devon mettere le mani avanti.
Fatto sta che, molto vicino alla nostra idea di mondo, c'è una dimensione abitata dai Faltine, esseri mistici mutaforma benevoli, dotati di enormi poteri magici e slegata dal mondo fisico.
Per anni, i Faltine, vivranno in pace, fino a quando un loro membro chiamato Sinifer, non darà vita a due mostri, che porteranno scompiglio nel pacifico regno.
 Questi due fratelli, dimostreranno un'insana passione per il mondo fisico, tanto da sviluppare una grandissima sete di conquista. Un fratello prenderà il nome di Dormammu, e, rubato il potere delle fiamme del comando dei Faltine, otterrà un potere oltre ogni convenzione, tanto che ci vorrà l'intera razza Faltine per bandirlo in un altra realtà, la cosiddetta "Dimensione oscura", dimora di vari creature mistiche. In poco tempo, Dormammu conquisterà tutto il conquistabile, e metterà gli occhi su le altre realtà, fra cui la nostra Terra, diventando la più grande minaccia mistica di tutti i tempi.
 La sorella di Dormammu, Umar, dimostrerà un grandissimo desiderio non di conquista, ma di piacere fisico, tanto da ottenere un aspetto simile a quello di un umano, per ottenere il massimo godimento dalla vita. Dopo esser stata bandita assieme al fratello (che era un pelo più potente), Umar passerà il suo tempo a trovare il modo di spodestare Dormammu, e diventare la nuova signora della dimensione oscura.
 Per continuare il suo piano, Umar avrà così una relazione con un precedente signore della Dimensione oscura, tal Orini, dando vita ad una bambina, Clea (che nei fumetti fa la sua prima apparizione su Strange Tales 126, su testi di Stan Lee e disegni di Steve Dikto).
Dopo anni passati ignorando le sue origini, Clea svilupperà un forte senso di giustizia e proverà in tutti i modi a combattere il suo malefico zio, fino a quando non incontrerà il mago supremo, il Dottor Stephen Strange.
Fra i due scoppierà una scintilla, che non passerà inosservata da Dormammu, che procederà ad usare i sentimenti della coppia per mettere in difficoltà i combattenti per la libertà.
Va citato, per amor di cronaca, che il nome di Clea non ci sarà rivelato per due anni, in principio era "Quella ragazza coi capelli d'argento". Dieci punti all'emancipazione femminile.
 Il suo essere un ibrido Faltine, dona a Clea una grande varietà di poteri magici, che rasentano il potere assoluto. Rispetto al altri maghi, Clea può generare da sola la sua energia mistica, della quale possiede riserve pressoché infinite. La nostra può quindi lanciare raggi di energia, leggere e controllare il pensiero, manipolare la materia e diversi altri effetti.
La sua fisiologia inoltre le dona un certo grado di superforza e resistenza, oltre ad un invecchiamento rallentato. Al picco della sua potenza, Clea è in grado di superare in potenza anche la madre, rendendola così probabilmente la più grande forza mistica del bene nell'universo Marvel, anche superiore al suo innamorato.
 Dopo aver messo in stallo Dormammu, e aver combattuto anche Umar, Clea deciderà di andare a vivere sulla Terra, iniziando così una relazione stabile con Stephen, del quale diventerà anche discepola, cercando di aumentare la sua finezza nel controllare il suo enorme potere.
 La nostra vivrà così diverse avventure assieme a Stephen, viaggiando di dimensione in dimensione, affrontando diverse minacce mistiche, e anche esplorando il tempo.
Proprio in questo momento, Clea avrà anche breve flirt con il padre fondatore dell'America Ben Franklin. Esatto, quello dell'aquilone e la chiave. No davvero. In verità la cosa verrà poi modificata in corso d'opera, ma l'intenzione iniziale era quella. Dannati team creativi a rotazione. Siete la croce e la delizia del fumetto americano.
 Clea dovrà poi affrontare il criminale Pugnale D'argento, e tornare nella dimensione oscura per regolare un po' di conti.
Qui, la nostra scoprirà il suo legame parentale con Dormammu e Umar. La cosa però avrà uno strano effetto sulla nostra.
 La scoperta infatti le permetterà di reclamare il potere delle fiamme di Faltine, che la aiuteranno a sviluppare il suo pieno potenziale, rendendola così non solo in grado di sconfiggere la madre, ma anche di prendere il comando della dimensione oscura, diventandone la nuova signora.
 Clea ne approfitterà così per sposare Stephen Strange secondo i riti della dimensione oscura. La coppia passerà così diverso tempo a fare i pendolari da un capo all'altro della realtà, mentre Stephen accoglieva in casa una marea di comprimari (così tanti da star male lo giuro) e un minotauro mistico che sarebbe dovuto diventare il nuovo stregone supremo (e nel cui ritorno speriamo tutti).
Il matrimonio, e la reggenza di Clea cambieranno Umar, che deciderà di passare dalla parte del bene e, assieme al suo amante, l'ex criminale Barone Mordo, prenderà sulle sue spalle il dominio sulla dimensione oscura, per aiutare la figlia.
 Ma siccome siamo in un fumetto Marvel, e le cose belle non durano più di tre secondi, il ravvedimento di Umar sarà una farsa, e Clea sarà così costretta a lasciare Stephen per tornare a combattere per la libertà del suo popolo, facendo così, quello che sarà il suo più grande trucco: sparire dalle pagine dei fumetti per più di vent'anni. No aspetta cosa? Cioè, è perchè è più forte del tipo coi baffi da scemo? E' perchè ha un costume brutto? PIU' DI VENT'ANNI? AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARGH!
 Clea sarà poi esiliata misteriosamente dalla dimensione oscura, e si nasconderà per un po' (PIU' DI VENT'ANNIAAAAAAAARGH) ad Asgard, e sarà richiamata dall'eroina Valchiria per aiutarla a salvare la vita dell'amica Annabelle Riggs.
 Clea si unirà poi al gruppo femminile di valchirie noto come i Fearless Defenders, ma poi la serie sarà cancellata quindi tanti saluti, ritorna nel limbo ragazza vestita di viola.
Mi rendo conto, che gran parte del perchè Clea sia sparita dalle scene, sia la sua forza.  E' lo stesso problema che ha il suo amante, un mago che può fare tutto, è difficile che possa gestire una sua serie regolare. Se puoi davvero fare tutto, allora non posso fare niente per metterti in difficoltà. "MA GIOVA!" direte voi "Il Doc Strange ha avuto una serie regolare, e avrà anche un film!". Vero, ma la serie regolare trovava ogni volta un modo diverso per dimezzarli i poteri, e non ho visto manco un trailer del film, quindi non sapremo come giocheranno sulla sua magia.
Quindi sì, è difficile sperare in una regolare di Clea. Ma questo non toglie che uno sparire vent'anni, sia un crimine, soprattutto in un azienda che appena ha tre secondi riporta in vita Carnage, che è l'epigono degli anni 90 e basta. Clea invece non solo è un comprimario con un sacco di storia, e integrato in quel lato dell'universo Marvel che spesso ignoriamo, ma anche un personaggio che, con il giusto supporto, può reggere senza problemi una storia in ben più di un genere. Vuoi un fantasy? Ci sta. Vuoi una storia urbana/bizzarra? Ci sta. Vuoi del cosmico? Ci sta. Insomma, come Ginger Roberts prima di lei, Clea può fare tutto quello che pu fare il suo partner maschile. Anche all'indietro, e coi tacchi alti. Speriamo non ci vogliano altri vent'anni per vederla avere più spazio. Non dico una regolare, ma anche qualche apparizione in più

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti.Questo post ha un odore di "Comicsverse 101" prima maniera allucinante. La cosa non mi dispiace per nulla. Odora di libertà. E di poche visualizzazioni. Pronti a partire. Let's go!

20 commenti :

  1. ... la storia di Clea con Ben Franklin, all'epoca, mi colpì moltissimo.
    Era (almeno per me) una novità assoluto in termini di modernità, di emancipazione femminile, di umanizzazione dei supereroi, e chi più na ha più ne metta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un Englehart ai testi in gran forma (che è poi quasi sempre). A me, giusto per fare il bimbo anni 90, ha sempre dato l'idea di qualcosa "che si è un po' perso", come Gesù che aiuta Ghost Rider

      Elimina
  2. La Clea di Ditko era la Clea di Ditko. 'Nuff said. Io voglio tanto bene a Steve, ma i suoi personaggi femminili sono o damigelle in pericolo o pericolose dark lady o rompiscatole come la divetta appioppata all'alter ego di Creeper. Interessante a mio parere anche lo upgrade del concept di Dormammu negli anni settanta che diventa un concetto, appunto, ovvero esiste xchè i suoi discepoli credono esista siccome un dio. Nel momento in cui dubitassero di lui, sparirebbe. Diciamo che quando Clea Roberts è spazientita xchè i parenti serpenti non si alzano da tavola a Natale, può sperare che gli altri abitanti della dimensiona oscura perdano fede nello zio e questi se ne andrà insalutato ospite. Exclesior !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che di base, è anche vero che personaggi femminili femminili forti negli anni 60 non è che fossero proprio il proverbiale soldo la dozzina!

      Elimina
  3. Grazie mille per il post! :) Odorerà anche di post vecchio stampo, ma la cosa non mi dispiace affatto! (ah la nostalgia...) ;)
    Invece avrei una domanda, anzi due...
    1) Ma Clea e Strange sono ancora sposati? Perchè lui non la va a cercare durante la sua sparizione? Oltretutto mi pare che se ne limoni delle altre nel frattempo...
    2) Sai dove si potrebbero recuperare le vecchie storie di Strange e Clea? Ho recentemente aquistato il ciclo di Lee/Ditko, ma quelli successivi non saprei dove trovarli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No han divorziato "con le regole della dimesione oscura". Non è andata a cercarla perchè glielo ha chiesto lei, e poi gli autori non ci hanno mai più pensato (non era neanche un personaggio conosciutissimo). E no, perchè non sono molto ferrato sulla cronologia italiana del buon dottore, ma so che buoni tranci sono ahimè inediti

      Elimina
    2. Ma nemmeno in inglese si riescono a trovare?
      Sarei curioso di sapere cosa prevede il rito del matrimonio "con le regole della dimensione oscura" XD Ma soprattutto chi ha fatto da testimone a Clea, visto che non andava molto d'accordo con i suoi parenti! :)

      Elimina
    3. In inglese io ho dei vecchi numeri comprati da amici in giro, non penso però che il Doc abbia delle belle raccolte in volume. Per ora. Poi magari col film fan sfaceli!

      Elimina
    4. Capisco... spero nel film allora! :-) Anche una nuova serie del Doc o dei Difensori, se ben fatte, non mi dispiacerebbero!

      Elimina
  4. Non preoccuparti, vedrai che se la metteranno nel film di Strange e se il film avrà successo (cosa quasi scontata) tornerà nelle pagine dei fumetti più veloce della luce.

    RispondiElimina
  5. Mi pare probabile ci sia nel film. Immagino che comincerà con un chirurgo che prende una curva che non c'era con la sua spider e proseguirà con il tirocinio presso l'Antico x poi entrare in partita nella dimensione di Dormammu. Scarlett Johansson sarebbe perfetta x la idea di Clea di Steve Ditko, ma qualcosa mi dice che non sosterrà provini x la parte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, diciamo che gli interessi romantici tirano, ma è anche possibile che ci diano una ragazza umana tipo, boh, l'infermiera di notte. Ad adesso possiamo solo specualre, e, se devo dirla tutta, non sono un grande fan di questa pratica!

      Elimina
  6. Clea non è tanto un interesse romantico quanto parte del pacchetto all inclusive del Villaggio Vacanze Dormammu. Spero ci sia e se fossi io a decidere, ci sarebbe, perchè con la sua acconciatura a Girelle Motta ricorda la principessa Leia che grazie alla abbuffata DizMarva è una di famiglia. Forse Geo Lucas bimbo ricordava la Cleo in manette astrali della vignetta nel post quando ha pensato di far schiavizzare la sua Carrie Fisher da Jabbah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdonami ma non sono d'accordo. Si può benissimo fare Dormammu senza Umar e Clea se si vuole, a livello narrativo, anchd se mi secca, Clea ha quel ruolo, quello di damigella. Una storia con Dormammu che arriva e spacca tutto si può fare anche senza girls in giro!

      Elimina
    2. Personalmente ho letto in guro il rumor che sara' shuma-gorat il villain e/o la causa scatenwnte dietro tutto stile thanos mistico

      Elimina
    3. Ha senso. È comunque il villain più "pop" del doc. E ti permette du risparmiare sull attore che faccia Dormammu

      Elimina
  7. La Clea di Gene Colan era una tra le più belle ragazze in assoluto della Marvel, e non sto scherzando. Chi non conosce quelle storie non sa cosa si è perso, peggio per lui. Quando fanno il solito elenco "le 10 ragazze più belle del Marvel Universe" non citano mai Clea, perchè disegnata da altri autori aveva la stessa attrattiva di un semaforo. Misteri del personaggio.
    Per quanto riguarda la storia Clea/Ben Franklin: a me non era piaciuta perchè fa sembrare Franklin come un vecchio maiale e Clea come "una donna di facili costumi", mettiamola così. E' assai probabile che Englehart, sapendo che era stata la sua ultima storia su Strange, abbia voluto chiudere con uno sfregio sul personaggio, cornificando Strange. In ogni caso, nel numero successivo Wolfman sistema tutto dicendo che Ben Frankin non era quello vero, ma il malvagio stregone Stygyro ed era stata tutta un'illusione. E questo mi mise l'animo in pace: per me Clea è solo di Strange e di nessun altro.
    Poi la fecero scomparire, è vero (VENT'ANNI? Non pensavo così tanto!), e questo mi fece allontanare dalla serie di Strange, che non mi interessava più senza Clea. Ma poi, l'avete vista quando torna? Cosa cavolo è quella pelle scura? E i capelli flosci? E quel vestitino da due soldi, pallida idea di quello fenomenale e assurdo che aveva prima? Sembra una delle tante bellone anonime di Miss Italia, senza personalità. Il fatto che sia ultrapotente (non mi era mai sembrato, comunque) mi lascia indifferente. Il vero potere di una donna non è certo la potenza.
    Comunque anche il dottor Strange, senza Clea, mi è sembrato molto anonimo. Te lo credo: essere abbandonato da una bellezza simile schianta qualunque mago supremo. Sceneggiatori carogne.
    Grazie mille per questa carrellata nei ricordi, PGiova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad ognuno il suo! A me le top 10 aulle belle dei fumetti fan venire la pellagra ;) E il doc e Clea purtroppo sono idee ganze, ma che poco si prestano al continuativo! Come un sacco di altra gente per carità

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio