Didascalia

Didascalia

giovedì 5 marzo 2015

I supereroi sono belli? In senso fisico. (Comics Clichè)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, l'unico blog che non ha paura di rompere gli stereotipi. In verità ce ne sono altri mille, ma sapete com'è internet, o ti gonfi o non sei nessuno. Il centounista Scott ha deciso di portarci in un argomento complesso, e a tratti quasi bizzarro. Ovverosia, esiste la bellezza maschile nei fumetti? E Batman è davvero un'ideale maschile di pura esteticità così come le modelle lo sono per le signore? Per saperlo, dovete solo seguirci dopo l'intervallo.
Iniziamo ovviamente con un po' di bel sedere. Mica cotiche
Nota Bene:Io, Giovanni, o Il Giova come preferite, non sono il più grande esperto del mondo sulle questioni di genere. Le ho studiate durante il mio percorso di studi, e non ha paura a definirmi un femminista. Ma, essendo questo internet, le parole contano meno degli slogan, e capisco che spesso abbiate dovuto leggere di invasati che urlano alla morte del genere maschile. Io sono maschio e non la penso così, ma sicuramente la condizione del genere femminile è tosta, e impatta anche quella del genere maschile.In più sono maschio, e non voglio mettere parole in bocca a nessuno. Detto questo, l'educazione nei commenti è qui imposta. Spero capiate.

 Prima di parlare degli uomini, mi permetterete un'attimo di parlare delle signore. Le supereroine, di media sono belle. Anzi, di solito sono bellissime, con corpi assurdamente definiti, e anatomie di gelatina che ci permettono di osservare i loro sederi E i loro seni allo stesso modo. I loro costumi sono spesso più rivelatori di quelli maschili, e di solito si preoccupano poco di quello che pensi la gente sul loro vestito. E di base, ognuno si veste un po' come si pare, se vuoi girare nudo per strada fallo, ma capisci l'ambiente in cui sei.
L'ambiente in cui sono le supereroine, è un medium creato negli anni 40, e che dopo un boom atomico di popolarità, è poi diventato un mercato oggettivamente di nicchia. E quindi, tante, tantissime impostazioni antiche sono rimaste nel fumetto, fra cui quello che noi lettori in primis riteniamo essere "importante" o meno.
Basti vedere il recente dibattito sul fatto che Wonder Woman avesse indossato i pantaloni nel suo nuovo costume del reboot, adducendo che la cosa ero uno stupro all'iconico costume del personaggio, dimenticandosi però che nel suo primo costume WW indossava una gonna lunga. Della serie, non mi interessa il cambiamento, mi interessa quello che voglio io. E, anche se questo punto si può applicare a qualsiasi argomento sui supereroi, un prodotto creato per i bambini e ormai dominio degli adulti, il fatto che la casa editrice abbia pensato di ascoltare questo punto, e non, che ne so, il fatto che avessero trasformato il personaggio allegro e che viveva la sua sessualità in modo spigliato e maturo Starfire in una tipa che non prova emozioni e scopa e basta, dà da pensare.
In generale, il medium fumetto è creato per appagare delle idee di forza e mascolinità anni 40, momento storico dove i padri, gli zii, i fratelli morivano in guerra, e ai ragazzini servivano dei modelli da seguire.
E, il modello di uomo=forza fisica è un qualcosa che ci portiamo dietro dai tempi delle caverne, anche per una questione evolutiva. Ma, un tratto singolo, su una specie composta da miliardi di individui, non deve diventare distintivo.
Anche perchè, quello che un uomo crede "fico" e "bello" (sebbene sia complesso trovare un uomo eterosessuale che dica "Ehi, quello è un bell'uomo!"), non è quello che una donna crede sia fico.
Usciamo un'attimo dalla carta, e andiamo sul reale. Usciamo poco lo giuro.
Hugh Jackman, attore australiano noto per aver interpretato Wolverinezzzzzzzzzzzz è ormai uno stabile del mondo dei fumetti al cinema. E' quindi semplice notare come il nostro appaia su varie riviste. Ecco, alla nostra sinistra Hugh appare in una rivista "Per uomini", sulla destra ad una "per donne".
"Che muscoli!" dice la rivista per uomini, "Le ricette per l'amore" dice quella per donne. E se da una parte Wolverine mostra il fisicaccio e fa la faccia da duro, dall'altra è pulito e indossa un bel maglione da casa. Questo perchè, quello che attira un uomo, è diverso da quello che attira una donna.
Nella copertina di sinistra, Hugh non è bello. E' potente. E per alcuni può anche essere qualcosa di bello per carità, ma il discorso qui è generale.
I supereroi maschi, non sono nati per essere belli. Sono nati per esseri fantasie di potere. Certo, anche le supereroine sono potenti, ma i loro corpi non sono disegnati per la lotta (quante eroine hanno gli addominali scolpiti e i muscoloni da culturiste?) ma per gli occhi di chi le guarda. Mentre gli eroi, hanno dei muscoli assurdi, e corpi creati per distruggere i loro nemici piuttosto che per una vita assieme.
Cioè, Batman, non ha un pene. E no non ridete, ma è vero. I costumi da supereroi funzionano così bene sulla carta e così male dal vivo perchè sono letteralmente dipinti addosso a chi li porta. Un costume da supereroe è aderentissimo, ai limiti del soffocamento, però ne Batman, ne Superman, ne l'Uomo Ragno hanno il familiare rigonfiamento nei pantaloni. Perchè il pene non gli serve per attirare l'occhio, gli serve solo l'aspetto imponente e curato di chi passa ore in palestra per tonificarsi e sembrare un duro. Poi, a me sembra che un pene serva, ma sono un blog per famiglie quindi mi trattengo.
Ma, togliendo il corpo, che sia bello o brutto, conta anche il contesto nel quale sono messi gli eroi e le eroine. Nel 90% dei casi, una copertina con una supereroina ha la nostra in una posa "Sexy". Nel 99,9% dei casi, un eroe maschio non è mai oggettivato.
E lo ripeto, un bel seno piace a chiunque, e se una supereroina vuole fare l'amore con qualcuno, ben venga. Però, spesso l'enfasi è solo sul corpo, sulle movenze della donna, piuttosto che sulla sua crescita personale. Insomma, o vedi un sedere, o vedi l'introspezione.
Anche quando un personaggio maschile fa l'amore, è raro che sia romantico o intimo, è più spesso un modo per dimostrarci che, ehi, questo tipo è un fico. E lo ripeto, raro, non impossibile. L'Uomo Ragno e Mary Jane avevano una bellissima relazione romantica, ma poi vedi Pantera Nera e Tempesta....E bom.
C'è però un personaggio maschile, che nel tempo, grazie ad una pletora di autori, è riuscito ad ottenere sia le pose sexy col sedere al vento, e l'introspezione adatta. Richard "il mio sedere possiede internet" John Grayson, alias Nightwing. Quando Nightwing gira senza maglietta le supercriminali svengono. Quando Nightwing gira sotto copertura lo riconoscono dal suo didietro. Quando Nightwing picchia i criminali, vince. Insomma, in pratica il meglio di una sessualità responsabile, un bel corpo e un bel personaggio va ad un personaggio maschile. Non sono sorpreso. Purtroppo.
E ora, non fraintendetemi, ci sono dozzine di esempi di eroine in gamba che non solo quadri da osservare, ma ci sono centinaia di fan che se mai coprissimo la finestra sul senso di Power Girl ci darebbero fuoco. Ma non perchè vogliono vedere delle tette disegnate, perchè "non rispetta il personaggio". Però oh, Batman dovrebbe uccidere a volte....questa sua voglia di salvare tutti è irrealistica.
Il corpo maschile, e quello femminile, sono oggettivamente cose molto belle, e molto importanti per ognuno di noi. Il nostro e quello degli altri ovvio. E quindi, è davvero difficile parlare di corpi finti, però una cosa è certa. Si parla di rappresentazione. Il sesso vende si dice, ma io non credo. Perchè se no ci sarebbero molti più eroi manzi. Vende il familiare, e vende il minimo comune denominatore.
Un po' perchè le aziende hanno una fetta di mercato e hanno paura di perderla, basti vedere il rifiuto della Marvel di lanciare un nuovo "swimsuit special" con protagonisti maschili.
Un po', e qui sarò populista, la colpa è della società, e degli stereotipi di "maschio" e "femmina" che abbiamo. Cioè, nei film marvel, la mettono sempre la scena del figone a petto nudo, così noi sfigati possiamo portarci la fidanzata (questa sì che è fantascienza per me) e lei può fare gli occhino a cuore dicendo quanto sia figo Chris Pratt. E lì è vero. Cioè, Chris Pratt, Chirs Hemsworth, Chris Evans e ogni altro Chris del mondo tondo dei fumetti, sono dei gran fighi. E parte del fascino è osservarli, perchè, andiamo, i belli piacciono a tutti. E tutte le volte che ci arrabbiamo perchè un gruppo di ragazzine urla "O c'è Loki o non vediamo il film", ricordiamo di tutte le volte che abbiamo letto da qualche parte "Le dieci eroine più fiche" su internet.
Siamo molto condizionati dalla differenza che passa fra Potere e Bellezza, e per carità, io non sono nessuno per dare giudizi, puntare dita o altro. So però riconoscere quando un prodotto ha un target o meno. I Power Rangers sono per i bambini, il collezionismo di francobolli è per i tipi pazienti, e si supereroi, ad oggi, sono per i maschi bianchi. Ed è un male. Hai ricreato un'idea che è da sempre nella mente degli uomini, che il viaggiare con la fantasia, e lo togli a qualcuno perchè "Oh, abbiamo sempre fatto così!". Si possono fare dei passi avanti, e si sono fatti. Ma gli stereotipi sono un qualcosa di terribile, si fissano nel tuo cervello e non ne escono più, come dei dogmi irreversibili.
Ma alla fine della fiera, i supereroi non ci impongono uno standard di bellezza irraggiungibile. I supereroi ci ispirano ad essere meglio di quello che siamo. Ma quella volontà di potenza, quelle idee retrograde su cosa sia importante in una donna, se le possono pure tenere.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti."MA LO SAI CHE LE DONNE NON SONO PERFETTE VERO?" "Sì, a livello biologico sono inferiori nei compiti di rotazione spaziale". Pronti a partire. Let's go!

10 commenti :

  1. Hai trasformato un possibile articolo magari anche simpatico, in uno di discussione molto profondo. Davvero bello, hai fatto di nuovo centro giova! XD

    Ps secondo me il costume di WW è molto più bello con i pantaloni, i mutandoni gli ho trovati sempre un po' ridicoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti, e del supporto come sempre. Per me Wonder Woman può andare in giro quanto vuole, basta che non si dimentichi che andava in giro con la gonna lunga!

      Elimina
  2. Hai preso un'altra direzione rispetto alla domanda che ti avevo fatto, ma ne è uscito fuori un gran bell'articolo, bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah. Avevo capito volessi una digressione sulla bellezza maschile nel fumetto di supereroi!

      Elimina
  3. Complimenti Giova, un bellissimo articolo che condivido in pieno. La prossima volta giusto un pelo più di Nightwing tra un paragrafo e l'altro, giusto per gradire! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille utente anonimo! Ci posso laorare ma sono un blog per famiglie :P

      Elimina
  4. Scusa se faccio la voce fuori dal coro,non avertene a male, ma sinceramente aspettavo questo post per leggere considerazioni un po' meno scontate di "un eroe maschio non è mai oggettivato". Ma poi mi rendo conto che in argomenti come questi non sia facile non cadere nella banalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, ognuno ha diritto alla sua opinione. Se mi permetti però il post non è solo quello. E personalmente ritengo si debba partire dalle basi. Non tutti lo sanno,non tutti lo capiscono. Tutto qua

      Elimina
    2. Io sono il primo che ha imparato molto da questo blog soprattutto perché spesso adotta prospettive insolite suii fumetti e lo fa in maniera semplice e accessibile anche per uno a cui mancano le basi, perciò la mia non voleva essere una critica fine a se stessa, sottolineo che il blog lo leggo volentieri esprimevo solo la mia opinione personale e cioè secondo me non è uno dei post che ti sono riusciti meglio. Ma capita a chiunque,pazienza.

      Elimina
    3. Per carità, ti ringrazio per la tua opinione. Come ho detto, non sono il più grande esperto del mondo sulla questione. Per il clima di trasparenza che provo a tenere ti dicevo come mai non fosse un testo di sociologia tutto qua. Detto questo amici come prima :)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio