Didascalia

Didascalia

giovedì 12 febbraio 2015

Action Comics 1, la retrospettiva (Come Eravamo)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che ha avuto un'idea per una rubrica. "Un'altra? Ma non hai già un bazilione di rubriche?" direte voi "E QUANDO FAI UN POST SUL WOLVERINE?" diranno altri. Le risposte sono sì, e zzzzzzzzzzzz.
Però, questa rubrica è un po' diversa. Perchè sarete VOI a deciderne il fato! Sì, anche voi che amate Wolverine. In cosa consiste questo nuovo segmento? Beh, spesso si parla di "numeri uno", di quei fumetti che costano un occhio della testa e magari anche due denti, ma non tutti li abbiamo letti veramente. Insomma, in Action Comics 1 non c'era solo superman, ma anche altre storie, e la domanda che mi è sorta è: Vale davvero un milione di dollari? Andiamo quindi a scoprire che cosa c'era all'interno di Action Comics numero 1!


 Superman
 Action Comics 1 inizia ovviamente con Superman, e beh, non c'è gara, la striscia è davvero la migliore dell'antologico. Ma per gli standard di oggi....Beh diciamo che non è una montagna russa.
I primi episodi di Superman sembrano molto strani e un po' meccanici, e uno potrebbe dare la colpa a Siegel e Shuster, e non avrebbe tutti i torti, le due S sono un po' legnosi, ma il fatto è che in realtà le prime avventure dell'uomo d'acciaio non erano state create per essere fumetti mensili, bensì strisce sui giornali, che all'epoca erano la vera miniera d'oro (e non è che oggi non siano un buon modo di sbarcare il lunario). Questo fa sì che ogni due/tre vignette i dialoghi si ripetano un po', per poi finire con una sorta di "colpo di scena". Ammetto però che vedere per la prima volta Supes che spacca una porta a mani nude è fico oggi come allora.
Oltre alle origini dell'uomo d'acciaio (In una pagina. Geoff, perchè dodici numeri?), nella sua prima avventura il nostro salva un uomo dalla sedia elettrica, pesta un misogino urlandogli insulti misogini, combatte cospiratori al senato e introduce anche Lois Lane. Quindi quando si dice che i fumetti di oggi sono diluiti....è vero.

Chuck Dawson
 Con una tecnica comune anche in Italia, alcune pagine di Action Comics erano in bianco e nero, per risparmiare sui costi di stampa. La storia  che per prima si presenta senza il colore è un'avventura di Chuck Dawson, che gira per il Texas per vendicare il padre ucciso da misteriosi banditi. Pur essendo più "fumetto", non è che Chuck Dawson sia la cosa più interessante del mondo.

Zatara il Mago
 Unico altro supereroe di Action Comics, Zatara il mago è un tipo che combatte il crimine in marsina e cilindro, ma che si differenzia dal buon Mandrake per due motivi. Il primo è che Zatara attiva i suoi incantesimi parlando a rovescio (Fuoco è ocuof. E in inglese parlare a rovescio è tostissimo), il secondo è che il nostro ha il metallissimo nome Giovanni. Ragazzi, suda classe da tutti i pori.
Zatara e il su servo al limite della caricatura combattono la criminale Tigress, e la storia è abbastnaza solida. Però era già iniziata in un latro fumetto. A sfregio

La Strategia dei mari del Sud
 Sempre per risparmiare sui coti di produzione, Action Comics possiede anche una storia in prosa, che parla di viaggi nei mari del sud, cannibali e altri tropi del genere. Troppe poche figure. Cosa pensano questi qui, che ci piaccia la cultura?

Sticky-Mitt Simson
 Una storia comica su un ladro che non fa ridere. IL PROSSIMO!

 Le Avventure di Marco Polo
 Versione illustrata del celebre "Milione" del nostro connazzionale veneto, Le Avventure di marco Polo sono relativamente interessanti, e il suo viaggio verso la Cina ha lo stesso fascino che aveva in mille altri sceneggiati a lui dedicati. Certo, qui non c'è la tavola del girifalco e la critica al pubblico televisivo, ma non si può mica aver tutto.

"Pep" Morgan
 Avventura nel mondo del pugilato, Pep Morgan, campione dei pesi massimi deve sfidare un aborigeno rappresentanto in modo così razzista da farci pensare cosa facessero alle vere persone di colore negli anni 40, per poi farcelo dimenticare subito perchè il senso di colpa è così.
Il nuovo pugile però bara, poichè nasconde nei guantoni un ago avvelenato. Ma Pep, bianco, biondo e AMERICANO vincerà lo stesso. LIBERTAAAAAAAAA'!

Scoop Scanlon-Detective a cinque stelle
 Storia in bianco e nero, che setta il trend per le più brutte nella rivista, Scoop Scanlon è un asso reporter che indaga su vari crimini, fra cui un misterioso traffico d'armi. La mascella di Scoop è così quadrata che quando gioca a monopoli può non usare i dadi, ma colpire la plancia con la faccia ed ottenere lo stesso risultato.

Tex Thompson
No allora decidetevi. O son le storie in bianco e nero a far pena, o sono quelle western. Tex Thompson è un cowboy che lascia il Texas per l'inghilterra, che però e disegnata lo stesso come fosse piena di praterie e canyon. Quindi boh. I dialoghi sono di un ripetitivo che levati. I dialoghi sono di un ripetitivo che levati.

Come solo Superman sia riuscito a diventare un'icona non dovrebbe sorprendere nessuno. Dopotutto Action Comics nasceva proprio per dare uno spazio a Superman, e il nostro aveva anche l'onore della copertina. E' interessante vedere però come un sacco di anni fa l'antologico tirasse molto di più di oggi, e di come, a parte due storie sul Texas perchè oh, tiravano, Action Comics avesse davvero qualcosa per tutti. E io in effetti lo leggere un fumetto di Zatara, o uno di Pep Morgan magari non così bigotto. Sicuramente la prima apparizione di Superman fa un po' tenerezza agli occhi di un lettore moderno a cui piace il nulla cosmico e due battute messe lì per fare introspezione l'azione e il dramma. Action Comics però resta a livello concettuale un prodotto solido, con momenti di intrattenimento e perchè no anche di apprendimento. Perchè in un percorso didattico l'importante è l'intenzionalità educativa. E mostrare eroi che combattono contro i bulli, e sicuramente una mossa intelligente. AAAAAAAAH! CULTURA!

Ma perchè prima parlavo di voi lettori? Beh, vedete, in tutta sincerità a me questa rubrica piace molto. Ma vorrei sapere la vostra. L'idea vi stuzzica? Vi incuriosisce sapere cosa c'è all'interno dei veri, primi, numeri 1? Ditecelo con un commento, o anche condividendo un po' l'articolo e il blog, che abbiamo 600 visite al giorno e 168 fan su facebook e la cosa non mi torna. Grazie.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Che poi, io ce l'ho Action Comics 1. Quello del reboot però. Pronti a partire. Let's go!

16 commenti :

  1. Beh, Zatara in un certo senso è "sopravvissuto fino ai giorni nostri"....bell'idea comunque...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì e no. E' un personaggio che esiste per essere morto. Per non parlare di fama. Il che mi rattrista un po'

      Elimina
    2. Però c'è la figlia gnocca -.-'

      Elimina
    3. Non sono un grande fan dei disocrsi di maschio, ma "eredità" a parte, Zatara non ha la fama di Superman pur essendo un suo comprimario. Il senso era quello ;)

      Elimina
    4. Infatti il mio era un commento sarcastico :)

      Elimina
  2. Un'altra rubrica che fa ghignare e parla di passato vergognoso ( in senso spiritoso) ? Assolutamente si! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo segno, ma scusami ma "ghignare" non si può sentire :P

      Elimina
  3. A me interessa. Mi togli il dubbio su come Supes potesse affrontare il misogino urlandogli cose misogine? Ah, com'erano i dialoghi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo pesta urlandogli "Non stai affrontando UNA DONNA adesso". PEr carità, si apprezza l'intenzione. E boh,Eh boh. Un po ridondanti,anti,anti, anti

      Elimina
    2. Giova, però questa non è misoginia. E' un dato di fatto che di norma le donne sono fisicamente più deboli, e per quello prendersela con loro è da vigliacchi. Non è facendo finta che siano fisicamente uguali a noi che si professa uguaglianza.

      Elimina
    3. Siccome sono scemo, non capisco se sia un commento ironico, così ti dò die risposte. La prima seria. Non si vuol dire che le donne siano uguali agli uomini, è il modo in cui la frase è strutturata che presuppone che le donne siano inferiori e non reagiscano. Non c'entra la forza, ma la mentalità che si attribuisce ad un sesso piuttosto che ad un altro. È un concetto molto radicato nella nostra testa per carità. Se invece era ironico rispondo "Banana"

      Elimina
    4. devo dire per completezza di cronaca, che mi sono trovato a praticare arti marziali, e su dieci allievi c'era una sola ragazza, molto magra per'altro, ma ho preso più botte e lividi da lei che da tutti gli alti assieme. Quindi essere più piccoli è si uno svantaggio, ma si compensa con la malvagità.

      Elimina
    5. Si per carità. Quello è sogettivo da persona a persona. L'idea di base èche usare "Donna" come sinonimo di "debole" non è una mossa astuta ecco

      Elimina
  4. La nuova rubrica mi piace un casino, ma avrei ancora un dubbio: Action Comics 1 vale davvero 1 milione di dollari?
    Nel senso, c'è qualcuno che l'ha comprato per quella cifra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì e no. Qualcuno l'aveva pagata un milione, ma di recente hanno superato l'offerta e adesso un tipo ha pagato tre milioni di dolalri per una copia in buono stato. Sono serissimo

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio