Didascalia

Didascalia

lunedì 26 gennaio 2015

Batman e Robin-La recensione (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che non teme nessuno. Tranne le mucche. Quelle ci fanno paura. E anche il buio.
Internet. Luogo di grandi gioie, e anche di grandi sofferenze. Luogo dove gente si strugge perchè gli hanno rovinato l'infanzia perchè si è deciso di fare un nuovo film su un poliziotto robot. Luogo dove la maggioranza fa un rumore pazzesco, come nella vita vera insomma.
Fatto sta che ci sono alcuni argomenti che sono molti polarizzati sulla rete, uno di questi è di come una cosa faccia schifo. E questa cosa è Batman & Robin, il film. Per saperne di più, seguiteci dopo l'intervallo.
Non avte idea in quanti mi abbian chiesto una recensione di questo film
Film del 1997, scritto da Akiva Goldstman (che ha scritto anche "Io sono Leggenda", "A Beatiful Mind",Un sacco di puntante di Fringe e molto altro) e diretto da Joel Schumacher, Batman & Robin è il quarto film in una supposta quadrilogia iniziata con "Batman" di Tim Burton nel 1989. Diciamo supposta quadrilogia perchè i film non sono superconnessi nel vero senso del termine, e al loro interno c'è un furioso cambio di attori che lascia la "C" di coerenza nel posto che le spetta alla Dc: a casa sua.  Questo però gioca a nostro favore, perchè il film è assolutamente godibile preso singolarmente, anche perchè, oggettivamente, chi non sa chi sia Batman? Un sacco di gente, ma mi avete capito.

Dati Tecnici (durata 120 minuti)

La Trama è la seguente: Victor Fries (Arnold Schwarzenegger), scienziato che in un incidente si trova a poter sopravvivere solo a temperature glaciali, si dà al furto di dimanti per trovare una cura per la moglie malata. Nel frattempo, Pamela Isley (Uma Thurman), botanica secchiona, si trasforma in una supercriminale ecoterrorista, decidendo di uccidere gli animali per rendere le piante le nuove regine del mondo. Per farlo, Pamela ha l'aiuto di un bruto potenziato di nome Bane (Flagello in traduzione,Jeep Swenson). La coppia di criminali, seppur molto diversa, si unirà per portare caos a Gotham City. toccherà quindi a Batman (George Clooney) e al suo nuovo partner Robin(Chris O'donnell) fermare i criminali, e anche capire cosa significhi lavorare in squadra, soprattuto quando il duo verrà a conoscenza della misteriosa nipote (Alicia Silverstone) del maggiordomo Alfred(Micheal Gough), che a quanto pare ha un segreto tutto suo da nascondere. Detta così è complessa, ma vi giuro che è tutto più semplice di quanto io non stia qui a spiegarvi.
E comunque, qui qualcuno sa della mia disgrafia e mi dà solo attori con cognomi difficili da scrivere. E Robin entra subito nel club dei maschi bianchi che si chiamano Chris e fanno i supereroi. Ragazzi, oggi vado a fuoco proprio!
Sul fronte del doppiaggio italiano, i dialoghi sono di Elettra Caporello, e risultano relativamente fedeli all'originale, con qualche piccolo strafalcione, ma nulla di irritante come "SONO UNO ZELATORE" dei Guardiani della Galssia.  Si possono perdonare alcuni strafalcioni di doppiaggio, anche perchè i personaggi parlano molto per giochi parole a tema (del tipo "ice to meet you", che suona come "nice to meet you", ovvero "lieto di conoscerti". La cosa non è tradotta come "gelo di conoscerti" ecco)
Le voci italiane sono quindi di

Batman: Massimimo Corvo (Vin Diesel nei film di "Fast and Furious")
Robin: Giorgio Borghetti (Peter Pan nel cartone della Disney e Spike In "Buffy". Che se non lo dico la mia amica Erika mi uccide)
Mr Freeze: Alessandro Rossi (Robocop nella trilogia originale di "Robocop")
Poison Ivy:Roberta Greganti (Jane Lynch in "Glee")
Batgirl: Stella Musy, che ci risparmia l'accento britannico finto della Silverstone (Sarah Walker in "Chuck")
Alfred: Gilfranco "Gil" Baroni (John Belushi in "Animal House")
Bane: Renzo Stacchi, che parla poco ma va citato per il suo ruolo principale (Haran Banjo in "Daitarn III")

Cosa c'è di buono

Complice un passaparola molto forte, e alcune interferenze degli Studios Warner, Batman& Robin (B&R per comodità) fu un grosso successo al botteghino, ma di breve durata, complice un passaparola violento che ritraeva il film come una cosa orrida.
B&R è un film molto più leggero dei suoi predecessori, che punta molto sull'azione spettacolare e spettacolosa, in un turbinio di luce e coreografie ben studiate e bizzarre, che, all'occhio dell'appassionato non possono non mostrare una fine citazione del batman anni '50 e '60 disegnato da Dick Sprang. Oggetti giganti, tecnologia bizzarra, gadget per ogni situazione fanno di questo film una divertente uscita nel mondo dei supereroi, ben prima che si iniziasse a puntare tanto sullo Humor, e su quell'innocenza bambina che ha un tipo vestito da scemo che combatte il crimine.
La trama ci presenta anche una bella scena finale col cattivo, e un bellissimo lieto fine, riuscendo a darci un finale che avrebbe potuto dare atto ad ulteriori sequel, ma senza sembrare forzato come altri film sugli eroi.
La scanzonatura del film è bilanciata però da un cattivo molto tragico (che prende a piene mani dal Batman della serie animata) e da un conflitto emotivo dei buoni che, seppur non sia sviluppato al meglio, è alla fine interessante, e aiuta anche a focalizzarsi sul mondo che gira intorno a Batman, che nel film non combatte solo il male a pugni, ma si mostra anche nelle vesti di filantropo, in un Bruce Wayne senza maschera davvero molto convincente.
La presenza femminile nel cast è, e questo forse vi sorprenderà, molto positiva e ben gestita. E' raro vedere cattive femmine, ed eroine femmine essere gestite non in funzione di puro interesse romantico, e in questo caso, la coppia Ivy/Batgirl ha dei bei momenti, dando alle bambine dei bei personaggi in cui identificarsi, e dando al film un rapporto di protagonisti di quattro a due, che ammettiamolo, è un qualcosa di fantascientifico nell'odierna produzione supereroistica.


Cosa c'è di non buono

Gli anni 90.  No davvero. Il film soffre di quel maledettissimo problema di voler rendere un prodotto "moderno" inserendo citazioni a non finire sul periodo storico in cui la pellicola è uscita, solo per poi risultare ad una seconda, o terza visione magari qualche anno dopo come un qualcosa che puzza come la vita di prima di Willy il principe di Bel Air. MALEDIZIONE!

In secondo luogo, il copione non è dei migliori. I dialoghi sono spesso un po' forzati, e a volte anche innaturali. La sceneggiatura ha inoltre davvero molti buchi nella trama, e almeno due Deus Ex Machina che fanno un po' storcere il naso, dando così ad una storia tutto sommato solida, un senso di poco curato.
La scenografia è a volte troppo dettagliata, e questo lascia perdere dei particolari che, magari sarebbero potuti essere utilizzati anche per rinforzare un po' di più la storia, che sì, si regge, però due battute in più per spiegare meglio la situazione schifo non mi fanno.


Il contesto

Prima di passare al giudizio, due cose veloci su come mai il film fosse così "Colorato" rispetto ai film precedenti (E in "Batman Forever" c'era "Kiss from a Rose" come colonna sonora, il che è tutto dire sulla sua presunta serietà). La Warner aveva insistito che il film portasse soldi relativi al merchandising, e quindi aveva fatto pressioni a Schumacher per rendere tutto il più "Cartone animato" possibile. Scene mozzafiato, dialoghi un po' vecchi, costumi nuovi a non finire, dozzine di oggetti coreografici e dettagli minuziosi erano così messi in scena per poi essere rivenduti a quelli che poi sono coloro che dovrebbero essere il pubblico principe di questo medium: i bambini.
Schumacher quindi procederà a dirigere il film come una lettera d'amore al telefilm di Batman anni 60 con Adam West. Uno show che per molti sarà anche scemotto, ma vi assicuro che è terribilmente affascinante. Ma ora, è giunta l'ora che tutti aspettavate. Il giudizio finale

Giudizio Finale

Si è detto "Il peggior film sui supereroi di sempre". Peccato che chi lo ha detto non abbia mai visto "The Spirit" o "Daredevil". B&R ha ricevuto nel corso degli anni, critiche troppo feroci, e poco giuste per il prodotto che era.
B&R è nasce come film colorato e divertente, per passare un po' di tempo in famiglia o con gli amici, come moltissimi filmoni ad alto budget che nascono e muoiono dopo poco. "Ma Giova! B&R non è un film di Batman! Batman è un personaggio cupo, realistico e solitario!". Beh, sul solitario non saprei, visto che Robin è arrivato solo un anno dopo Batman, e sul cupo...Cari lettori, vi svelerò un segreto: nessun supereroe può essere realistico. Ma nessuno. Batman è uno dei più grandi evergreen narrativi dei nostri tempi. Lo metti a combattere il crimine in strada? Ci sta. Lo metti a picchiare i cavalli? Ci sta. Lo metti a duellare a petto nudo nel deserto? Ci sta. Lo metti a combattere cattivi colorati che hanno piani complessi per dominare il mondo? Lo hai messo nella stessa situazione in cui è sempre stato nei suoi fumetti.
B&R ha dei problemi oggettivi, e ne abbiamo discusso sopra. Ammettiamo ovviamente che siano problemi medio/grossi, ma non si tratta di cose inedite nel medium da cui è tratto il film, che è illogico per eccellenza. Basti pensare a tutta la roba radioattiva che si butta addosso la gente senza conseguenze di salute.
Il giudizio su Batman e Robin è dunque questo: Batman E Robin è un film estremamente piacevole e divertente, che ci mostra un cavaliere oscuro efficace, capace di perdonare e che ha cuore la salvezza di chi è più debole, ma che forse non si prende troppo sul serio. Che sono poi le basi di Batman.
Batman & Robin si merita tre conigli su cinque.
E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. "Ma Giova! Il regista e gli attori si vergognano di aver fatto questo film!" E te credo, dopo vent'anni a sentirsi dire che hai fatto uno schifo, prima o poi inizi a voler che la gente smetta di dirtelo perchè, beh, son anche passati vent'anni. Il lavoro è in vendita, ma la dignità no. Pronti a partire. Let's go!

34 commenti :

  1. Io ho amato questo film solo perché c'è Batgirl, che è il mio personaggio preferito a prescindere da praticamente qualunque fattore.

    RispondiElimina
  2. Il film è una bojata da primato, che adempie egregiamente allo scopo per cui è stato girato: far soldi facendo ridere e puntando sulle assurdità del telefilm con Adam West.
    Poi, per carità: come film sui supereroi "serio" non si merita manco una pernacchia e a livello tecnico fa genuinamente vomitare, ma l'idea non era quella... (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un giorno, quando avrò il coraggio, scriverò sulla serità dei supereroi e di come non esista. :P

      Elimina
    2. Ma'nfatti, qui si parla della serietà dei film... :-)
      Più seriamente: chi si aspettava le atmosfere cupe del "tipico" Batman (per quanto si possa definire un supereroe "tipico") rimase e rimane deluso da questa variopinta pagliacciata, mentre chi ha amato la serie del '66 può piacere.
      "Può" piacere, però, non "piace". Il film ha un tono scherzoso, e questo è accettabile: che lo staff del film non abbia preso il proprio lavoro sul serio... ecco, quello proprio non mi garba. (Lavos-D)

      Elimina
    3. Su quello posso esser d'accordo, ma va detto che a partr Arnoldone e forse Uma, non vedo attori adatti a fare i supereroi nel film, e che efettivamente le pressioni della Warner fossero particolarmente forte. E' un film marchetta come tanti, anche di Batman, solo che questo si prende tutte le colpe del mondo

      Elimina
    4. Temo che sia perché non mostra il " "dovuto rispetto" " (con doppie virgolette a sancire l'assurdo) a un supereroe che più che amato è idolatrato.
      Per carità: di fronte a roba come Daredevil, Wolverine Origini o Iron Man 3, questo film ha il grande pregio di non prendersi sul serio nemmeno per un momento. Che sia un prodotto obiettivamente fatto coi piedi, però, rovina il risultato.
      Di mio mi sto ancora chiedendo se siano più imbarazzanti i bat-capezzoli o la bat-carta di credito... ma, nel dubbio, vince ancora il bat-spray repellente per squali. (Lavos-D)

      Elimina
    5. Poco ma sicuro. Il fatto è che Batman, nato per esser poliedrico, è diventato un'icona di "monodimensionalità" in parecchie storie per il grande pubblico. Fatto coi piedi sì, ma a parer mio molto migliore di tante altre cose, almeno ad un cinque scarso B&R ci arriva. E comunque, Batman fa paura, a un tipo coi capezzoli di gomma a me spaventa, quindi funziona. E la Bat carta di credito a me fa un sacco ridere quindi la salvo. Il blog è mio dopotutto :P

      Elimina
    6. Ecco: credo che la bat-carta di credito sia la scena più comica di tutto il film. Probabilmente è per questo che la odiano così tanto: perché ridicolizza Bat "er mito invencibbile" man.
      Però anche te che gusti... se vedo uno coi capezzoli di gomma la mia unica paura è di soffocare dalle risa!
      (Lavos-D)

      Elimina
    7. Da bambino sarò rimasto traumatizzato da una gomma per cancellare, che vuoi che ti dica!

      Elimina
  3. Senza parlare di serietà ( perché come hai detto tu nn esiste ) credo che sia un film particolarmente brutto
    Senza giri di parole per me è quello che è!
    È stato uno dei primi film che sono andato a vedere al cinema da bimbo e me lo ricordavo con tanta nostalgia e come gran bel film ( la batmobile più figa di tutte e il batwing, signori il batwing!!! ), poi l'ho rivisto recentemente... Mio dio. È prorpio vero che avevo 8 anni
    Più che altro mi ha lasciato scioccato i dialoghi che sembrano fuori dal mondo! Una specie di film di serie B ma con milioni da spendere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo perchè tu non possa pensare che sia brutto, ognuino ha il suo! Comunque i dialoghi dei fumetti sono sempre fuori dal mondo ;)

      Elimina
  4. Mi spiace, ma questo film era e rimane inguardabile. Attori scelti senza criterio (la Thurman come Ivy è meno credibile della Dusk come Mary Jane), recitazione pessima, dialoghi così ridicoli che fanno sembrare GdG un film drammatico, sceneggiatura che non è nient'altro che un accozaglia di clichè da cartone animato e il tutto in un atmosfera troppo kitch da sopportare.
    Va bene l'omaggio a West, ma bisogna anche ricordarsi del medium che si sta trattando; non stai facendo un film comico-parodistico. Anche Batman Forever aveva un tono simile, ma molto più tollerabile.

    Non ho visto Spirit, ma Daredevil (pur con i suoi difetti) è due spanne sopra questo film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non stai facendo un film parodistico, ma stai anche trattando di un personaggio che ha avuto, e ha momenti di pura stupidaggine, e di elementi esagerati e colorati. I clichè "da cartone animato" per me possono anche essere clichè da film, che ripeto, sono presenti anche in molti film sui supereroi recenti considerati "Belli". Detto questo, ognuno ha la sua opinione ovviamente. Però scusami lettore anonimo, ma Daredevil è al massimo due spanne sopra un filmino delle medie ;)

      Elimina
  5. Se questo è il peggior film di supereroi di sempre secondo alcuni vuol dire che non hanno mai visto cose come Catwoman, Green Hornet e sopratutto il Capitan America del 1990.
    Secondo me l'unico vero difetto che si può trovare è che Freeze doveva essere concepito come un personaggio che non ride mai (come nella seire animata), invece il buon Arnold ci regala delle belle risate da cattivone di serie B, si fuma i sigari in vestaglia e fa faccie strane per tutto il film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "facce strane", mamma mia che errore....

      Elimina
    2. Il discorso è che per una volta han provato (un po' costretti) a voler fare un qualcosa di meno serio e più per tutti. Poi oh, le pressioni dall'alto son sempre cose scomode da trattare perchè nessuno di noi c'era e le cose son sempre fumose

      Elimina
    3. E poi scusa, parli qui di errori di ortografia? ;)

      Elimina
  6. Veramente "Zelatore" è corretto come traduzione di "zealot"
    http://www.treccani.it/vocabolario/zelatore/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma "Zealot" in quel contesto voleva dire terrorista. Magari "Fantico" sarebbe stato più corretto. Grazie della correzione

      Elimina
    2. Ora, scusatemi se mi intrometto, ma queste cose mi danno davvero fastidio. Ora, io leggo il blog da poco, ma tutte le volte che vedo un commento di questo Sirtao, ha sempre da ridire su tutto, come se volesse correggere il Giova a tutti i costi. Ma insomma, questo ragazzo si fa un mazzo tanto per darci degli articoli gratis, e noi stiamo qui sempre a fargli le pulci sul minimo dettaglio? Ora, io non conosco nessuno su questo blog, ma mi sembra una cosa molto poco educata da fare. Detto questo, scusate lo sfogo, e cancella pure il commento senza pietà se credi vada fatto, ma io dovevo dirlo!

      Elimina
    3. Allora, grazie, ma sono abbastanza grande da difendermi da solo, Non sono un granbde fan delle lotte fra utenti. Quindi, per favore smettiamola qui, Il fatto che si possa dire una cosa, non significa lo si deva fare

      Elimina
  7. Mi spiace, ma proprio non riesco a salvare questo film..
    Non è batman come piace a me, ma rimane una versione di batman accettabile, in fondo come tu ci insegni il cavaliere oscuro se ne anche andato in giro con un costume arcobaleno...
    Ma c'è una scena, pochi secondi che proprio non posso buttare giù, verso la fine quando viene congelata la città, un'auto della polizia coperta di ghiaccio si schianta, la portiera si apre, ed il ghiaccio ondeggia in maniera talmente innaturale che nemmeno nella recita di natale delle elementari basata Frosen...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, come già detto, di solito dico che tutto è brutto, qyuindi capisco la sorpresa nel vedermi fare il contrario ;) Ad ognuno il suo! grazie per il commento!

      Elimina
  8. Ma Daredevil il film cosa ha fatto di tanto male per essere cosi' tanto criticato?

    Ps:Green Hornet e' un film carino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, è un film raffazzonato, con dialoghi brutti, e non ha l'idea di essere un film sui supoeroi. E poi gli effetti speciali erano brutti :P Almeno per me!

      Elimina
    2. Potremmo scrivere molto dei difetti di trama, regia, atmosfera e recitazione di Daredevil, ma per non dilungarci mi limiterò a una sola definizione: più che un film brutto è un film insulso.
      Tutto qui. (Lavos-Dogmatico)

      Elimina
    3. Adesso inizierò ad usare la tecnica del critico d'arte dicendo che le cose brutte sono "Pregevoli". Così vi spiazzo tutti

      Elimina
  9. Più che di realismo, si dovrebbe parlare di credibilità; e il Batman di Schumacher non è credibile sotto nessun punto di vista: l'impianto cartoonesco e colorato manda a farsi benedire la sospensione dell'incredulità già durante la prima scena.

    I personaggi sono piatti: citi il fatto che Bruce Wayne sia ritratto come un filantropo come un aspetto positivo, e di per sé stesso lo è; il punto è che l'esecuzione di tale "volontà" è blanda: in fin dei conti, Wayne viene dipinto solo come un miliardario brillante; e il suo alter ego, Batman, solo come un tizio che picchia i cattivi.

    Il rapporto amore/odio con Robin è puramente pretestuoso e messo lì giusto per dare un guizzo in più al canovaccio; e infatti si risolve solo in una serie di battibecchi infantili. Quanto ai personaggi femminili: beh, è vero che vedere eroi e villain donne è sempre un piacere, ma se devono essere monodimensionali e genuinamente stupide, meglio rispermiarsele.

    Il cattivo, Mr.Freeze, è preso pari pari dalla serie animata; peccato che viene svestito di ogni vera drammaticità e appiattito sullo stereotipo del pagliaccio che parla a suon di one-liner; vabbè, hanno preso Schwarzenegger, forse c'era da aspettarselo.

    Quello che non capisco del post è la volontà di "salvare" il film solo perchè concepito come una buffonata per fare soldi; intento non condivisibile, perchè da un lato non rende giustizia al lavoro fatto nei tre film precedenti (compreso "Forever", che per quanto camp almeno riusciva ad inserire un contorno serio a storia e personaggi) e sopratutto verso il pubblico, trattato come un bambino al quale vendere un prodotto.

    Ed è forse proprio quest'ultimo il peccato imperdonabile di questo film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, prima di tutto, un'appunto: Batman non è mai credibile. Il solo fatto che un tipo vestito da scemo pesti i criminali e vinca senza che nessuno lo colpisca mai nella parte di faccia scoperta con un proiettile è già di suo un qualcosa che distrugge ogni speranza di "sospensione dell'incredulità". Almeno a mio parere, se vogliamo buttarci su questo punto in un film di supereroi. Sul fatto che le caratterizzazioni siano blande, mi trovi d'accordo, sul fatto che avere donne stereotipate nel film non vada bene, beh, se vivessimo in un mondo dove ci sono donne supereroine nei film ti direi che mi trovi d'accordo, ma visto che non ci sono (e che Batman e Robin supera il Bechdel test, e tipo gli Avengers no) per me è indice di positività.
      Il post non vuole "salvare" il film solo perchè è una commercialata. Il mio intento, la mia opionione, è che il film non è la bestia nera che si dipenge, e che prende lo spirito di Batman più di molti altri film. Poi, il fatto che il film fosse un modo per vendere a qualcuno, è lo stesso discorso di tante altre serie come Fast an Furios, Transfromers e molto altro. Non ho detto che Batman &Robin è un capolovoro assoluto. Ho solo detto che se vogliamo vedere dei film brutti di supereroi, c'è molto di peggio. Io non voglio "salvare! il film. A me è piaciuto veramente, e quindi lo dico. E a quanto pare ho aperto un vespaio, ma me l'aspettavo.

      Elimina
    2. Ma infatti non ho mai detto che secondo te è un capolavoro, lo avevo capito dal post.

      Non hai sollevato nessun vespaio, è solo che ognuno può dire la sua, o no?

      Solo perchè molta gente detesti questo film, che a te piaccia e che il film stesso, oggettivamente, non abbia motivo di esistere (nonostante le argomentazioni pur buone che tu hai rilevato), non bisogna arrabbiarsi o meravigliarsi solo perchè qualcuno dice o fa notare cose che a te non sembrano tanto brutte.

      Elimina
    3. Infatti non sono arrabbiato. Sono certo che il film piaccia a pochi, e se tengo i commenti aperti vuol dire che ci tengo ad avere feedback. Trovo solo sorprendente quanto la gente si muova per dire "questo film è brutto". Poi ad ognuno il suo, per te non bisogna meravigliarsi, per me non è un film che non ha senso di esistere. Ad ognuno il suo

      Elimina
  10. Chris O'Donnell però Giova. Che all'epoca Pratt manco Everwood aveva ancora fatto.

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio