Didascalia

Didascalia

domenica 5 ottobre 2014

I Sovereign 7 di Chris Claremont -Copia? Chi ha detto copia? (Forgotten Run)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che quando dice che passa il tempo a leggere cose brutte non scherza. Vorrebbe un sacco, ma così non è. Il centounista Cayman D. ci ha chiesto di parlare di un team Dc non molto conosciuto, adducendo che non aveva mai avuto l'occasione di leggerne le avventure. Fortunello lui diciamo noi. Sarcasmo a parte, conosciamo assieme i Sovereign 7!

Un team diversificato etnicamente d supertizi un po' reietti? Mmmmmm Dove l'ho già visto?

Serie creata nel 1995 da Chris Claremont e Dwayne Turner, Sovereign 7 (che adesso chiamerò S7) era una serie particolare nel panorama Dc. Particolare perchè il buon Claremont, che la maggior parte degli appassionati ricorda per il suo ciclo leggendario degli X-men o per il fatto che abbia un buffo feticismo per il controllo mentale e per i paroloni (acci), aveva ottenuto i diritti sui personaggi da lui creati. Questo significava che, ad esempio, se io avessi mai voluto fare delle action figure di un protagonista della serie, avrei dovuto chiedere il permesso a Chris, non alla Dc, e che parte dei profitti sarebbe andata all'autore, e non tutti alla casa editrice. Alla Dc (ma anche alla marvel) questo non capita quasi mai, e la faccenda era roba grossa, anche perchè Claremont era, ed è, agli occhi di tutti "Un tizio Marvel", un po' il secondo (ma anche il primo) papà di un franchising milionario nato da un'idea pigra.
La nostra serie si aprirà così con una lotta fra un gruppo di sette personaggi, il dio del male Darkseid, e la forza oscura nota come Maitresse, un oscura conquistatrice dotata di enormi poteri che vuole la testa dei nostri sette eroi. Occhei.

I sette protagonisti del fumetto saranno quindi

Cascade/Rhian Douglas: Figlia di Maitresse, Cascade si può teleportare con un buffo effetto "a cascata" dovunque sia già stata o dovunque possa vedere nelle sua testa. E' la leader del gruppo
Network/Taryn Haldane: Telepate, può leggere la mente, controllare il pensiero, e rubare conoscenze da chiunque le stia intorno. Ergo più gente c'è vicino a lei più è potente. Senza nessuno intorno non sa nè leggere, nè scrivere, nè parlare. E' la migliore amica di Cascade e possiede un'arma che è tipo spada da un lato e frusta dall'altro. L'orrore.
Finale/Pahe Leilani Favaela: Proveniente da un pianeta che è tipo le Hawaii in formato Maxi, Finale possiede mani e piedi palmati, indossa sempre un armatura, ed è una feroce combattente armata di spada. Sebbene la sua religione sia adorare "La Madre Oceano", a causa delle sue azioni la nostra è terrorizzata dall'acqua.
Rampart/Jaffar Ibn Haroun Al Raschid: Proveniente da un mondo simile ad un emirato arabo formato famiglia, Rampart proietta campi di forza. Ed' è carino. Non credo di avergli mai visto far qualcosa nella serie. E l'ho letta tre volte.
Reflex/Walter Thorsson:Proveniente da un mondo Vichingo tipo la Norvegia ma avete capito il trend, Reflex è superveloce. Però è un tipo enorme e muscolosissimo.
Cruiser/Nicholas Helicon: telecinete "russo", Cruiser trae i suoi poteri dal suo grasso corporeo. Più ha graddo da bruciare, più è potente.
Indigo: Oddio finalmente un personaggio bello. Occhei, Indigo è asessuale, e quindi viene trovato attraente da tutti. Possiede il potere di passare inosservato/a finchè non decide di mostrasi, risultando così un ottima/o spia o infiltrato/a. E' anche un maestro/a stratega, e spesso l'unica persona sana di mente nel gruppo.

I sette protagonsiti avevano tre cose in comune: La prima, erano tutti principi dei loro mondi (da qui il nome Sovereign, ovvero Sovrano), la seconda: i loro mondi erano stati colpiti dal misterioso "Rapture", evento che perseguiterà tutta la serie. Finale, per evitare che il suo mondo fosse catturato dal Rapture, ucciderà tutto il suo pianeta. Mi sembra un filino esagerato come modo per dare depressione ad un personaggio, ma forse sono io. La terza è che i protagonisti si conoscono. Ma da molto. E quindi parlano come se tutti sapessimo quello che hanno passato. "Ti ricordi le botte che ti ho dato su Deneb-7?" "Questa sembra la festa che Urzzz ha dato per il suo compleanno su Vega!" "Ti dimentiche che Urzz ha cercato di fare di te la sua Urfpl". Vi piace sentirvi l'escluso/a alle conversazioni da bar con gli amici? S7 è il fumetto che fa per voi
Dopo la lotta con Darkseid e Maitresse, i nostri prenderanno residenza alla buffa locanda di CrossRoads, centro nevralgico della realtà (tu guarda la combinazione), gestita da una versione a fumetti del duo musicale "Flash Girls", e piena di personaggi presi qui è là dalla cultura pop. Vale la pena citare anche la sceriffo della zona, con un passato oscuro e un'armatura da battaglia, il fatto che poco dopo la locanda ci fosse un campo militare segreto noto come "progetto Camelot", l'organizzazione terroristica piena di stereotipi etnici (tra cui un italiano che dice spesso Buongiorno), una sorta di protettore mistico con corna da cervo e boh, cioè i protagonisti sono i sette tizi con i costumi buffi vero?
Fatto sta che i nostri eroi dovranno adattarsi in poco tempo alla vita sulla Terra. Nel secondo numero Cascade verrà ipnotizzata (capisco lo sforzo sovrumano di Claremont di non mettere questa scena nel primo) e conosceremo meglio L'ENORME CAST DI SUPPORTO. Nel frattempo, i S7 gireranno anche un po' nell'universo Dc, e Network fingerà di tradire il gruppo assieme ad un robot dorato mutaforma, per proteggere la vita di un bambino telepate.  Ah sì, e indosserà un costume più zoccoleggiante, che manterrà per gran parte della serie. Un punto al femminismo.
Sconvolta dall'apprente tradimento della sua migliore Amica, Cascade lascerà così il gruppo per ritrovare se stessa, lasciando il comando a Cruiser. Citiamo anche che Turner lascerà l'albo, e i disegni passeranno a vari disegnatori, ma chi la spunterà sarà il prezzemolo degli anni 90 Ron "due linee e ci siamo" Lim.

Mentre i S7 passavano delle avventure dimenticabili (pagine e pagine di lotte a palle di neve e sessioni di addestramento), Cascade vivrà un simpatico arco narrativo dove incontrava Clark Kent e ne diventava amica.
Cascade troverà così uno spirito affine, e vivrà un po' la pressione di una stretta amicizia uomo/sposato- donna nubile (in quel periodo Superman era sposato con Lois Lane. Sapete cosa sarebbe buffo? Se Superman stesse con Wonder Woman. Sono due personaggi incompatibili! Ma andiamo, chi lo scriverebbe? Adesso potete pure concentrarvi solo su questo e lasciar perdere S7. Lo farei anche io), ma riuscirà anche a ritrovare se stessa.
Nel frattempo alla locanda le cose andavano un po' a catafascio. i S7 venivano attaccati da un gruppo di paraumani malvagi che, facendo leva sulle loro paure più oscure e profonde erano riusciti a mettere in scacco un team di snob coi superpoteri. Come avranno fatto?
Fatto sta che Cascade tornerà così ad aiutare i suoi amici, portandosi però dietro l'amico grande, ovverosia Superman. Ti piace vincere facile nevvero? Risolta la questione, il gruppo tornerà assieme.
E guadagnerà anche un nuovo membro: Power Girl, la potentissima ragazza invulnerabile e fortissima il cui tocco prosciuga la vita. Il problema era però questo: in quel periodo Power Girl aveva perso i poteri, ed era semplicemente Karen Starr, famosa industriale. Questa ragazza sosteneva, ed aveva tutti i poteri di power Girl, ma nessuno la riconosceva come tale. Il perchè e il percome della vicenda, ci verrà spiegato....mai. No seriamente.
Il gruppo si dovrà così abituare ad essere in otto, affronterà altre minacce, e continueremo ad esplorare l'arco narrativo di Cascade, che scoprirà una bontà nascosta nella madre, e un lato sensibile e romantico, che però non potrà mai far venire allo scoperto.
L'essere in 8 durerà però molto poco per il S7, perchè Rampart verrà ucciso in battaglia. Ci sarei rimasto male, ma vi giuro che siamo tipo al numero venti e qualcosa, e io non avevo idea che Rampart fosse nel gruppo. Ma zero. Cioè, si occhei c'era un tipo con la fascia in testa, ma cavoli era disegnato UGUALE a mille altri personaggi! E poi avrà detto si è no sei parole.
Verrà quindi fatto un funerale per l'amico caduto, e Power Girl (essendo all'epoca principessa di Atlantide), avrà i giusti requisiti per entrare ufficialmente nel gruppone.
Negli ultimi numeri della loro testata, i nostri combatteranno finalmente il Rapture, che si rivelerà essere una razza di insettoni malefici, che epurano i supereroi per rendere i pianeti più docili. Tutto questo mistero...per questo? E' tipo aspettare che esca un film sul tuo libro preferito e scoprire che la protagonista femminile è Dora l'Esploratrice. "Chloè, hai una ninfea in un polmone..." "Qual'è la ninfea? E' il fiore alle mie spalle, quello sotto di me, o quello nel mio polmone?". A volte leggo anche i libri. Sconvolgente nevvero?
I nostri eroi terranno duro strenuamente e blablabla siamo al numero 26, l'ultimo numero! Mancano due pagine e se conosco Claremont ci sarà il colpo di scena!
E il colpo di scena è che S7 era un fumetto scritto da due tipe che bazzicano al Crossroads. No ve lo giuro. Ora se mi perdonate, devo fare un reclamo ad una fumetteria di Londra.
Lasciando perdere il trenino del sarcasmo cinque minuti, S7 non è un bel fumetto. Non è proprio il peggio del peggio ovvio, ma non arriva neanche al mediocre. Claremont è sicuramente uno degli scrittori più influenti del secolo scorso in tema fumetti su supergruppi, ma in questo progetto personale, forse mette troppo dei suoi difetti piuttosto che dei suoi pregi, sperando di ricatturare un trend che putroppo aveva perso molto tempo prima.
In primo luogo, a parte l'arco narrativo dedicato a Cascade, le cui avventure in solitaria assieme a Clark kent sono davvero adorabili, e Indigo che spacca i personaggi sono bidimensionali. Reflex è grosso ma saggio, Finale è depressa, Network è ambigua, Rampart lasciamo stare...E in più volete dirmi che ogni loro singolo pianeta è una nazione grossa? Il tutto per poter avere diversi stereotipi etnici? E' vero che è molto più facile scrivere quello che sai, ma un pianeta di russi è oggettivamente un modo pigro per poter dare ad un tipo personaggio un tic verbale come "tovarisc". Se sono alieni, potevamo anche scrivere di un blob porpora con le ali, non credo che il Rapture ce l'abbia solo con le persone belle.
S7 prova ad essere un contenitore di tante cose che voleva fare claremont, ma le cose sono davvero troppe. Troppi personaggi secondari, che non è un male, ma se poi le loro trame vengono dimenticate in un soffio allora non ci siamo, Troppa poca enfasi sul gruppo, troppi misteri mai svelati, troppi tormentoni e strizzatine d'occhio messi lì come a dire" Ehi, vi ricordate questa cosa che vi piaceva? Questa è uguale!". Ora, io sono vegetariano, ma non mi sognerai mai di dire a chicchessia che il mio hamburger di soia è come una bistecca. E' buono e lo giuro, ma la bistecca ha tutt'altro sapore.
Un progetto che funziona in certi casi, non è detto che funzioni in altri. In difesa di Claremont posso però dire che se una cosa ti ha portato milioni, allora la vedo dura provare a cambiare.
Alla fine della fiera Sovereign 7 era un esperimento troppo compresso e troppo personale per essere appassionante, o anche solo intrigante. Claremont ne ha ancora i diritti, vedremo se i nostri faranno ancora capolino. Ma magari stavolta diamola una personalità a Rampart occhei?

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. "Sei stato troppo duro con Claremont!" in 5,4,3,2,.... Pronti a partire. Let's go!

6 commenti :

  1. Ma sono io o la testa di Reflex è meno gorssa delle sue mani?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeeeee no. E' proprio così- Però il velocista grosso era una buona idea! Non possiamo mica dargli anche delle proporzioni corrette!

      Elimina
  2. Grazie infinite per avere realizzato l'articolo che ti avevo richiesto.
    Sui S7 non sapevo del finale, mi sa tanto che è stato un modo per far uscire i personaggi dalla continuity.

    P.S.: ma c'è una serie Marvel o Dc dove prima o dopo non sia passato Ron Lim? Che a me pure piaceva..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente era un modo per rendere i personaggi di Claremont più "portatili", ed evitare di dargli dei soldi ;) Eh non saprei, Ron Lim aveva uno stile molto minimal, ed era quindi superveloce a disegnare! Quindi era super richiesto!

      Elimina
  3. Povero rampart! Che gli sia data una personalità per favore!
    Fino adesso nn avevo mai sperimentato il desiderio di non leggere una saga. Anche quando dici che una storia fa abbastanza pena mi piacerebbe comunque leggerla. Questa no! Neanche per l'anticamera del cervello. Anche perché mi sembrano i disegni più brutti che abbia mai visto O.o
    Grazie per questo articolo
    Ti vogliamo sempre sarcastico a questi livelli! Ho capito che ti sei dovuto trattenere molto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che non leggevi saghe cosmiche negli anni 90 :P Ti dico, per molti a volte non sono bravissimo a fare l'acido, così vedo di limitarmi ;)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio