Didascalia

Didascalia

sabato 25 ottobre 2014

Guardiani della Galassia: Il Film (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che cede alle pressioni sociali. L'ho già scritto, ma oh, è vero. Ci prendiamo una brevissima pausa dal mese delle richieste per portarvi una cosa che oggettivamente ci chiedete da molto. Parlare di film sui fumetti. E quindi cogliamo la palla al balzo, e recensiamo la più recente fatica filmica dei Marvel studios, "I guardiani della Galassia"! La recensione è senza spoiler di trama lo giuro!
E no, non l'ho visto in 3D


 Film del 2014, scritto da James Gunn e Nicole Perlman, e diretto dallo stesso James Gunn, "Guardians of the Galaxy" (che da qui in poi chiamaremo GOTG come tutti gli sfigati veri), è ispirato ad un team marvel che ha una storia lunga e complessa, di cui però non abbiamo ancora parlato nel blog. Per chi si approccia per la prima volta al film, la pellicola fa del proprio meglio per mettere lo spettatore a suo agio, presentando tutti i personaggi in modo distillato e meno ampolloso, ma tutto sommato in modo molto efficace.
Per gli interessati, il ciclo alla quale il film si ispira è quello del duo britannico Abnett e Lanning (la mia fonte sono i titoli di coda del film quindi una fonte SERISSIMA!)

Dati tecnici: (durata 122 minuti)

La trama è molto semplice: Il giovane terrestre Peter Quill (Chris Pratt), dopo essere stato rapito in giovane età da un gruppo di alieni, diventa un fuorilegge noto come Star-Lord, e si imbatte in una misteriosa sfera (nel film chiamata in modo super-letterale "ORB") che è voluta dal terrorista Ronan(Lee Pace), dalla sua assistente Nebula (Karen Gillian) e da molti altri esseri nella Galassia. Sulla strada di Quill si porranno i cacciatori di taglie Groot (un albero senziente interpretato da Vin Diesel), Rocket (un procione geneticamente modificato, interpetato fisicamente da Sean Gunn, ma doppiato da Bradley Cooper), Gamora la figlia del criminale Thanos (Zoe Saldana), e Drax assassino intergalattico (Dave Bautista). Questa marmaglia di disadattati dovrà così affrontare varie peripezie tutte legate a questo oggetto di grande potere. E vabbeh ragazzi, sono film sui supereroi, mica Shakespeare. E neanche lì lo scheletro delle trame era tutto sto gran fuoco d'artificio ma sto dilangado.
 Sul fronte doppiaggio in italiano, premetto di non avere visto il film in originale, e non posso quindi valutare la recitazione originale. Alcuni punti però (primo su tutti "Orb" che non è un nome esotico, vuol dire proprio sfera) risultano un po' troppo letterali, ed alcune battute (almeno quelle parallele al trailer) risultano forse meno convinte. Tutto sommato però ci troviamo di fronte ad un buon prodotto. In Italia i Guardiani hanno le voci di
Star-Lord:Andrea Mete (Noah di "A tutto Reality")
Gamora: Letizia Scifoni (Astrid in "Dragon Trainer")
Drax: Nino Prester (Xanatos nei "Gargoyles")
Groot: Massimo Corvo (Vin diesel in un sacco di film)
Rocket: Christian Iansante (David Tennat in "Doctor Who", nonchè un tesoro nazionale svizzero)
Ronan:Fabio Boccanera (Johnny Depp in un sacco di film)
Nebula:Francesca Manicone (Serena in "Gossip Girl")

 Cosa c'è di buono:

Complice una distribuzione lenta in Italia (il film è uscito nel mondo a Luglio), il film ha alle sue spalle un sacco di hype. E per carità, rispetto alla media dei film di Supereroi, questo film ha estremi vantaggi e punti forti.
L'ironia che di solito fa storcere il naso ai puristi, essendo inserita in un team del quale prima dell'uscita non fregava una cippalippa a nessuno, risulta estremamente godibile, e fa sì che un film su una marmaglia di scemi non faccia il delitto di prendersi mai troppo sul serio. Sono però presenti momenti molto forti anche a livello emotivo, su questo non ci piove.
L'azione. L'azione in questo film è fantasticosa. Uno squadrone di omini degli effetti speciali (che prendono tipo tre minuti di titoli di coda!) rende questo film non il classico videogiocone, ma un bellissimo spettacolo visivo, anche a livello puramente cromatico. La gestione del gruppo è molto buona, e tutti sappiamo quanto sia complesso gestire un gruppo.
I protagonisti sono tutti usati in modo corretto, con forse una più forte enfasi su Star-Lord, ma è comprensibile considerando il suo ruolo di "leader" del gruppo.
La colonna sonora tutti anni 80 da un feel "nostalgico" al film, che a me personalmente non piace perchè è una delle mosse di marketing più bieche del mondo, ma oh, funziona, sono uscito dal film cantando hooked on a feeling.

Cosa c'è di non buono:

Ronan è uno dei cattivi più generici che io abbia mai visto. Non ti prende, non è carismatico, nè va oltre il "potente potentoso onnipotente" cattivo senza un motivo spiegato in modo chiaro. E per carità, io capisco che si volesse mettere l'enfasi su questi personaggi nuovi, che sarebbero poi entrati nell'universo filmico Marvel, dando alla casa delle idee milioni di soldini, mentre il cattivo che di solito sparisce alla fine del film non può avere lo stesso trattamento, ma da uno studio che crea personaggi così carini, mi piacerebbe che mettessero l'enfasi anche sui criminali. Poi vedo che fanno un film su Ultron e allora boh mi arrendo.
 L'introspezione dei personaggi a volte è davvero troppo, troppo diretta. "Sono triste perchè ho perso il mio smalto per unghie". "Fingo di essere un procione perchè in realtà sono triste dentro", e alcune parti dei dialoghi sono così stereotipate che volevo vomitare la mia comunione del 99 (Una su tutti, gamora che non balla). Questa esposizone un po' fallace si vede anche in alcune parti del film, dove gli avvenimenti precedenti al film (che però sono importanti per la trama) sono a malapena accennati.
Altro punto non proprio ben sviluppato sono i personaggi femminili. A parte che nel grande schema delle cose si poteva benissimo aggiungere un personaggio femminile ai Guardiani, oppure almeno sviluppare meglio la dinamica fra sorelle Nebula/Gamora, nel quale la prima risulta un personaggio con il carisma di una Lampada. Intediamoci, Gamora è un bellissimo personaggio femminile, e sicuramente spero che questo porterà tante bambine ad immedesimarsi, ma in un mondo dove i Marvel studios hanno interi franchise basati su tizi muscolosi bianchi che si chiamano Chris, magari provare un pelo a lanciare una signora non mi farebbe schifo.

Giudizio Finale

 "Il Miglior Film Marvel di sempre" è stato detto. Non sono rispettosamente d'accordo (il titolo va a Cap America 2, la vendetta, anche se c'era poca vendetta), ma GOTG è un film estremamente godibile nella sua semplicità, presentando finalmente sotto una luce un po' diversa i supereroi, e mantenendo sempre un ritmo ottimo (In Avengers ci sono minuti interi di due tizi che riparano un astronave, qui non c'è nulla di tutto ciò. C'è un procione che costruisce bombe) e incalzante. La colonna sonora si sposa benissimo con tutto il film, e il risultato finale è di buonissima qualità.
Ammetto che alcuni difetti da me citatati (la parte femminile) siano forse molto personali, ma il cattivo e l'espozione COSI' forzata in alcuni casi mi hanno un po' portato via dal film, facendomi un pelo perdere l'atmosfera che Gunn e la sua troupe erano riusciti a darmi.
Tutto sommato però il giudizio è positivo, Tre conigli e mezzo di Cinque, e lo rivedrei volentieri. Però non è un film che andrei al cinema da solo affrontando il deserto e i condor. La macchina dell'Hype lo ha molto montato, ma GOTG, pur essendo un film molto nella norma come trama e dialoghi, si regge bene sulle sue gambe perchè godibile e senza troppi fronzoli. E' bello perchè ti dà quello che ti promette: un'avventura spaziale basata sull'amicizia. E lo fa bene. Ed è quello che interessa a me. E a me i film neanche piacciono
E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Recensire un film. Non credevo sarei mai arrivato a tanto. Se vi piace l'idea fatemelo sapere. Se non vi è piaciuta pure. Così mi regolo. Pronti a partire. Let's go!

14 commenti :

  1. Visto pochi giorni fa anche io
    Davvero carini e godibile però sono dell'avviso che bisognerebbe uscire un po da questa concezione disneyana dei film sui supereroi
    Insomma sono riusciti a creare un ottimo film per adulti con cap2 però per nn perdere il target bimbi/ragazzini non vogliono rischiare da subito a creare un film per adulti
    Per carità se poi devono tirare fuori un altro fantastici 4 mi va benissimo anche così
    È solo una opinione personale, comunque il film mi è piaciuto parecchio e mi piacerebbe rivederlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non capisco perchè un film su un tizio vestito in pigiama che picchia i cattivi debba essere "adulto". Cap 2 non è adulto. Cap 2 è divertente senza essere chiassone. Almeno secondo me

      Elimina
  2. Bhe, un'osservazione molto diffusa, e che reputo corretta, è che si può fare un film adulto con Capitan America, ma se fai un film su una squadra con un procione ed un albero l'unica cifra stilistica che puoi scegliere è quella dell'ironia, tutto stà ad usarla bene. E secondo me ci sono pienamente riusciti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si non lo metto in dubbio
      La mia "contestazione" se vogliamo chiamarla così è anche sulla scelta della squadra
      Io lo ripeto il film è davvero carino e da rivedere
      :)

      Elimina
    2. Anche io ho dei dubbi sulla squadra (voglio più supereroine!) Ma lì è anche una questione di diritti cinematografici! La Marvel di grosso ormai ha solo gli Avengers...

      Elimina
    3. E poi Dumbo è tristissimo.ma i suoi protagonisti sono un elefante ed un topo! ;)

      Elimina
    4. Verissimo anche questo
      Qui continuano a parlare di civil war a destra e a manca ma la gente ( sopratutto quella importante ) manca c'è poco da dire
      Mha vedremo. Nel mentre ieri se nn sbaglio è uscito il nuovo trailer ufficiale di age of Ultron e siccome hank pim non è stato ancora fatto hanno ( da quello che ho capito ) trovato un escamotage nel quale Tony stark rimette in funzione il prototipo di Ultron creato molto anni prima da non so chi
      Almeno questo è quello che ho capito fino ad adesso

      Elimina
    5. Ho capito giova il tuo ragionamento ma Batman o Superman nn sono stati creati ( i film intendo) come film per bambini
      Che poi nn piacciano o che piaccia è un altro discorso

      Elimina
    6. Beh sì e no. Nel senso, io capisco che il supereroe possa e sia essere un ottimo intrattenimento anche per i grandi, ma l'idea all basi è una cosa sciocca. Poi, a me le cose sciocche piacciono, non è una vergogna che ti possano piacere le cose "per bambini". Che poi per bambini non è, è per tutti, per bambini è dora l'esploratrice. Poi, è anche vero che la Dc si vergogna di fare i supereroi e questo è tutt'altro discorso. Non è postivo neanche un tizio in pigiama depresso, è poco credibile come un personaggio in pigiama allegro

      Elimina
    7. Age of Ultron è tutt'altro paio di maniche comunque. Io delle indescrizioni non mi curo. E neanche de trqailer, esce il film, lo vedo e poi dico. Tutto qua :) Ma poi è molto personale come modus operandi

      Elimina
    8. Mi sa che sono io che nn mi faccio capire
      Ho capito quello che vuoi dire, io non sto parlando male dei guardiani anche perché in altro modo nn potevano farlo ( e va benissimo così perché è un film godibilissimo) io parlo più che altro del modo di pensare della casa ( soprattutto Disney) ed è un discorso più generico
      Nei fumetti ci sono cattivoni che uccidendo supereroi che fanno sesso tra di loro... Insomma vivono un po' più "umanamente" se mi passi il termine. Poi ti ritrovi con quella cavolata di Wolverine in Giappone dove affettava a destra e a manca ma nn di vede una goccia di sangue perché nn sta bene
      Nn so se riesco a farmi capire

      Elimina
    9. No ma io avevo capito, infatti non mi riferivo ai Guardiani in se e per se (perchè l'ho già fatto nella recensione) ma al tono che tu notavi nei film. Nei fumetti ci sono anche pipponi di continuity e storie che fanno pena, e che sì, fanno più cose ma sono sempre finti. Anche le commedie romantiche sono fintissime e nessuno vive "umanamante". Anche nei Mercenari succesono cose a caso ma perchè sono film. Il supereroe ha questo brutto vizio di voler essere una cosa serissima, quando è un prodotto per un altro target d'età. Poi, che si possano fare storie bellissime e commoventi anche per un uomo di cinqunat'anni è tutt'altro paio di maniche. Per me, e ripeto, per me, fare intrattetinimento "adulto" con i supereroi è possibile anche senza farlo "reale" perchè il supereroe è quello di più lontano dal reale che ci sia. Ho capito il tuo punto di vista, ma non sono rispettosamente d'accordo. Tranne sul fatto che Wolverine fosse un film brutto, ma era della FOX ;)

      Elimina
  3. Non mi è piaciuto Ronan come cattivo, sarà perché Ronan l'Accusatore è uno dei miei eroi dei fumetti, uno come lui non avrebbe mai e poi mai mai bombardato a tappeto una città come gli fanno fare nel film . Sarà che non mi piace come cattivo perché in realtà non è un cattivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, nasce come cattivo, e la sua evoluzione in buono è recente!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio