Didascalia

Didascalia

giovedì 18 settembre 2014

Extreme Justice-Devo aggiungere altro? (Mighty Nineties)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che...no ragazzi dai. Stavolta no, per favore! Ah, gli articoli non me li impone nessuno? E quindi ho deciso di farlo da solo? Però. Devo avere l'autostima di un gattino sotto una mietitrebbia.
Tutti (o quasi) conoscono la Lega della Giustizia, gli eroi pi potenti del cosmo Dc uniti sotto un'unica bandiera di verità e giustizia per tutti. Ecco, per un certo periodo, una branca della Lega sarà un po'....diversa. Nel senso che è, ad oggi, una delle cose più brutte che io abbia mai letto. E io ho letto Extreme Justice. Ah, questa battuta non funziona. O forse funziona troppo bene. Per la vostra "gioia" presentiamo una lega così estrema che...davvero devo farlo? Ormai ho già scritto più di cinque righe, sono troppo pigro per scrivere qualcos'altro. O masochista. Seguiteci dopo l'intervallo....SE OSATE!
Lo scrivo qui così siam tutti contenti:ESTREMOOOOOOOOOO disappunto


 Prima di tutto, un po' di storia. Nei primi anni 90, la Lega della Giustizia scritta da J.M DeMatteis e Keith Giffen aveva rivoluzionato il modo di fare fumetti sui supergruppi. Dopo che la coppia d'oro lascerà  la serie, le avventure del gruppo andranno velocemente scemando, in modi più o meno fantasiosi. Cercando di capitalizzare un po' su un brand che aveva ancora del fascino, si deciderà così di dividere la Lega in tre branche, una per ogni tipo di appassionato. La Lega "Principale" sarà guidata da Wonder Woman, che si alleerà con la Nato, atta a dimostrare un gruppo coeso e pronto ad aiutare tutti, una Lega che cambiava formazione ad ogni missione per fossilizzarsi poi su eroi "Giovani" nota come Justice League Task Force, e una guidata dall'eroe Capitan Atom che voleva un approccio più proattivo alla lotta al crimine. E qui c'è il mio appunto personale: un gruppo proattivo di supereroi è un'idea carina, ma con poca azione. Ergo di base i gruppi "proattivi" di eroi o non lo sono, o sono supercriminali. Ah scusate, volevate il tormentone. Protattivo? NOOOOOOOOOOO!
 Capitan Atom raccoglierà così tre eroi della vecchia guardia, delusi dall'unione della Lega con l'ONU: Il geniale Blue Beetle, il corazzato dal futuro Booster Gold (che a quel tempo doveva indossare un armatura che fungeva da supporto vitale ed era senza un braccio. IL BRACCIO! MI HA TAGLIATO IL BRACCIO!)e l'imperatrice aliena dai mille poteri Maxima. Al gruppo si unirà anche il giovane eroe Amazing Man, in grado di assorbire e replicare al tocco qualsiasi materiale o energia. Un breve appunto, gran parte del fascino della lega già citata di DeMatteis e Giffen, era dato proprio dalla coppia Blue e Gold, che fungeva un po' da siparietto comico, essendo un po' "i tizi qualunque" della Lega. Con simpatia e intelligenza, la coppia riusciva ad essere eroica, ma senza tristezza o cupezza di sorta. E finiranno nella lega più "cupa". Che è come invitare i teletubbies ad un party a tema Dario Argento. Probabilmente lo scrittore della saga, Dan Vado, aveva vinto i diritti a scegliere per primo i personaggi del fumetto.
 Dopo neanche un numero, il gruppo accoglierà fra i suoi ranghi anche l'eroe Firestorm, in grado di ricostruire la struttura molecolare di qualsiasi oggetto inorganico. Quello che il gruppo non sapeva però, è che Firestorm soffriva di Leucemia. Ci arriviamo, ci arriviamo.
 Nella loro prima missione, il gruppo deciderà di invadere lo stato sovrano di Bialya, che in passato aveva causato diversi problemi alla Lega. Ma, a casa mia invadere uno stato sovrano senza motivo solo perchè si ha il sospetto che posso essere pericoloso non è proprio il comportamento più nobile del mondo. Poi siamo in un fumetto e i nostri hanno ragione e la Bialya ha al suo comando un esercito di cyborg mutaforma, ma non sta qui il punto. Così dopo aver "ucciso" Capitan Atom per un numero, i nostri eroi sconfiggeranno i Cyborg, e prenderanno casa in Colorado, fondando il loro quartier generale sul monte Tuono. E mi odierò per averlo detto, ma fa un sacco metal.
 Saranno poi lanciate varie sottotrame, che però cadranno nel vuoto. E qui però bisogna un attimo dare tregua al team creativo. Perchè vedete, Extreme Justice durerà 19 numeri. E cambierà 4 scrittori e 5 disegnatori. Che non è proprio positivo se si vuol dare un taglio organico al proprio fumetto. Ma qui siamo alla Dc, dove la C non sta mica per "Costanza".
Fatto sta che nel quinto numero Firestorm sarà curato dalla leucemia da un elementale del fuoco, che però era parte dello stesso Firestorm. Questo era il modo più veloce per spiegarvelo. Prima o poi parlerò di Firestorm. Si vede che perdo tempo dal dire che inserire una malattia bruttissima e risolverla in cinque numeri con un "tocco taumaturgo" è una scemata cosmica? No perchè lo è.
 La grande sorpresa arriverà però poco dopo, quando EXTREME JUSTICE (che però nel fumetto si vergogna di farsi chiamare così e usa il nome "Lega della Giustizia") incontrerà il potentissimo Monarch, personaggio ambiguo in armatura. Ambiguo perchè il primo Monarch era un criminale che aveva provato a distruggere il mondo e si era poi evoluto in un essere cosmico che controllava il tempo e aveva cercato di distruggere l'universo, mentre questo tizio cura la gente e prova a migliorare il nostro pianeta. Va anche citato che il Monarch originale sarebbe dovuto essere proprio Capitan Atom, ma a causa della fuga della notizia (sì, vivevamo in un mondo dove gli spoiler erano malvagi e non visti come il secondo avvento del gelato alla stracciatella) l'identità del criminale fu cambiata in quella dell'eroe Hawk.
 Chi era quindi questo nuovo Monarch? Capitan Atom. No ve lo giuro. In pratica, durante l'esperimento che aveva dato al nostro eroe i suoi poteri, il suo corpo si era separato in due versioni diverse di se stesso: una calma e riflessiva (e malvagia) e una testa calda (ma buona). Vi giuro che leggendo la serie originale del Capitano io non l'avevo mai visto testa calda, ma si vede che fra me e Dan vado l'unico ad averla letta ero io. Ah sì vabbeh, Monarch finge solo di aiutare la gente ma in realtà la infetta con dei virus per il controllo della mente. Ma era palese.
 Fatto sta che la rivelazione di essere un clone sarà un po' destabilizzante per il Capitano, che però prenderà il coraggio a due mani e chiederà alla sua fidanzata ex terrorista canadese col potere di far esplodere le cose Bette Sans Souci alias Platique di sposarlo. Dopo aver accettato, Bette passerà da uno dei personaggi femminili più interessanti degli anni 80, a una casalinga cosmica. Alè! Aspetta un secondo....
 Durante una missione, Extreme Justice si imbatterà anche in due giovani alieni noti come Zan e Jayna, dotati di particolari poteri. Lui può mutarsi in qualsiasi cosa fatta d'acqua, lei in qualsiasi animale terrestre o alieno. Gli appssionati riconosceranno subito un arguto omaggio al cartone animato dei "Superamici", che vedeva una Lega della Giustizia un po' edulcorata combattere contro varie minacce, accompagnata però da questi eroi in addestramento che erano proprio Zan e Jayna. Quindi Extreme Justice estremizza anche i cartoni animati per bambini. Perchè dio ci salvi dalle cose per i bambini. Al prossimo natale regalo ad un ragazzino di sei anni una ventiquattrore con dentro un modulo per le tasse.
 Assisteremo poi all'adio al nubilato di Plastique, che verrà usato per risolvere una trama vecchia di dieci anni...del fumetto di Lanterna Verde. Che in questo fumetto non lo si è mai visto. Sono...Perplesso. Ah beh, e la situazione (in un bar pieno di supereroine) viene risolta dagli eroi maschi. Sono....boh non sono neanche più sorpreso. Stizzito sì però.
 La nostra storia si sposterà poi su Booster Gold che, stufo di vivere rinchiuso in una lattina (concetto che ripeterà A MORTE, tanto da dover cambiare il suo nome in "booster Gold arrabbiato") deciderà di rivolgersi ai poteri curativi di Monarch, che gli darà un braccio nuovo e lo farà uscire dalla sua lattina di zuppa atomica.
 Ma ovviamente il braccio nuovo di Booster era un accrocchio che muterà il corpo di Booster, e lo renderà per un po' uno strumento di morte nelle mani del criminale. Vatti a fidare dei tizi in armatura con un ego cosmico.
 La situazione verrà risolta, e grazie a Booster EXTREME JUSTICE riuscirà anche a bloccare ogni possibile attacco futuro di Monarch, che farà la classica cosa del cattivo da cartone del sabato mattina: Se ne starà ma giurerà vendetta. Ah sì, e Booster gold otterrà un nuovo costume che può mutarsi in un costume simbiotico dorato. Direi tipo i WetWorks, ma sento già cocente la domanda "CHI?"
 Risolta provvisoriamente la crisi Monarch, i nostri aiuteranno Zan e Jayna a salvare il loro pianeta, e la coppia si unirà al gruppo. Cito per completezza, che va bene che la struttura delle vignette del fumetto non è mai stata il massimo, ma i disegni di un mondo di tizi che cambiano forma mi mette un sacco in crisi a capire cosa stia succendendo.
 Nel frattempo vedremo gettate nuove sottotrame, come il continuo del matrimonio di Capitan Atom, e la nascita di una relazione fra Amzing Man e Maxima (non ne ho parlato molto? Perchè non fanno molto), e scopriremo che Maxima non sa come si fa l'amore. No ve lo giuro. E il suo scopo era quello di farsi ingravidare da Superman. E qui mi arrabbio davvero. Cioè, non solo vuoi farmi vedere lo stereotipo della donna forte ma pudica, ma mi ignori anche che Maxima è uno dei eprsonaggi più sessualmente liberi dell'epoca? Che poi questa libertà venisse da una scemata è un altro discorso. Ho capito che erano gli anni 90 erano un po' sessisti ma.... no vabbeh niente ma.
 Nella loro ultima missione, Extreme Justice al gran completo dovrà affrontare una nuova versione della LEGIONE DEL DESTINO (nome metallissimo e altra citazione del cartone dei Superamici), formata in realtà o da robot o da tizi ipnotizzati dal criminale BrainWave Jr.
 Lo stesso BrainWave Jr aveva però dei problemi. I suoi poteri psichici erano stati ereditati dal padre, vecchio supercriminale. Dopo aver provato un po' a rigare dritto, il nostro verrà però sopraffatto dall'eredità paterna e perderà un po' la brocca. Verrà sconfitto da Maxima che ci ricorderà che a volte anche i cattivi hanno bisogno di supporto. E pure io dopo aver letto Extreme Justice. Ed erano meno di venti numeri.
 Extreme Justice è un fumetto che ha più di un problema. Abbiamo già citato i numerosi cambi di scrittori e disegnatori, ma vale la pena rinominarlo. In soli diciannove numeri si sono viste decine e decinde di sottotrame, alcune anche divertenti, che sono state però o tagliate con prepotenza (alla fine che era il vero Capitano? Quello cromato perchè poi è rimasto lui ma tant'è...) oppure risolte in un battito di ciglia. Le storie in sè non avevano poi un vero senso di progressione, e tutta la questione "proattiva" si vedrà solo nell'assalto a Bialya, mentre per tutto il resto del tempo il nostro sarà un normalissimo team di supereroi anni 90.
I personaggi femminili sono assenti o senza spessore. In un gruppo dove c'è una donna sola ( per due numeri due), il ruolo dovrebbe essere molto più importante, ma l'eroina in questione finisce per essere un semplice interesse romantico, anche se a conti fatti sarebbe la tipa più forte del gruppo.
Questo caos di personalità permea anche nei protagonisti maschili, che risultano o ipertiroidei nei momenti meno oppurtuni, oppure depressi e sconsolati...sempre. Sempre. Ad un certo punto i nostri entrano in un bar e devono mandar via due ragazze perchè il loro lavoro da eroi li distrugge e blablabla eroismo un piffero. E dal lato dei disegni....Beh. Gli occhi li avete. A parte un numero disegnato da un giovane Pascual Ferry la qualità è molto bassa. La composizione della pagina in vignette irregolari sarebbe una buona idea, se i disegni fossero anche solo di media qualità. Così...non è
Non ho idea sotto che premesse nascesse Extreme Justice. Posso però provare a dare una mia idea. 1)capitalizzare sulla moda degli eroi violenti Image (che però erano fuori moda già da due anni) e 2) far vedere al pubblico "grande" cresciuto con i vecchi cartoni Dc che i fumetti ora non erano più roba da mocciosi. Altrimenti non riesco a spiegarmi come un fumetto ESTREMOOOOOOO sia farcito di citazioni da "I Superamici", cartone che adoro, ma che è ESTREMO come una scatola di minestra liofilizzata.
Fatto sta che, alla fine della fiera, Extreme Justice è un fumetto pessimo. Ma davvero brutto. La storia non ha senso, i disegni erano pessimi, i personaggi....quali personaggi? Tizio iroso 1 e tipo sarcastico ma ferito dentro 2? Si può forse dire che se fosse sopravissuta un po' di più avrebbe potuto decollare, ma quello che venne dopo sarà la JLA di Grant Morrison, da molti considerata la miglior Lega di Sempre. E quindi boh, Mors Tua vita mea. Ma mettiamo pure l'enfasi sulla prima parte delle frase.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti.Non fraintendetemi, mi piace un sacco dare ai lettori quello che vogliono, ma questi post che non richiede nessuno odorano di libertà. E di visite scarsine. Pronti a partire. Let's go!

10 commenti :

  1. bello il taglio di capelli del Capitano!

    RispondiElimina
  2. Penso che sia il post che racchiuda più tormentoni del blog di tutti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei! Mancano alcuni stabili come "FUMETTI!", e "Ho bisogno di un adulto" oppure "hai trovato x nelle patitine". Si può fare un post tutto di tormentoni, ma ormai sono talmente radicti nel mio modo di scrivere che appaiono senza sforzo!

      Elimina
    2. Eh sì in effetti ne mancano alcuni importanti... Ma rimane comunque un post estremooooo! :-)

      Elimina
    3. Quello è tassativo. Cioè la rubrica doveva chiamarsi "Anni ESTREMI", ma poi ho virato sull'ingleseggiante. E poi mi è venuto in mente che potevo chiamarla febbre a 90, ma non ci penso troppo se no piango...

      Elimina
    4. Beh febbre a 90 sarebbe stato bellissimo! Ma devo dire che Mighty Ninties racchiude meglio lo spirito della rubrica secondo me!

      Elimina
    5. Am io dico di non dirmelo che piango! Ma allora mi volete male! :P Alla fine tante rubriche sono giochi di parole scemi in inglese, Mighty Ninties ha anche una bell'assonanza|

      Elimina
    6. Mighty Ninties è un nome molto bello
      Se mai creassi il supereroe centounistico potesti chiamarlo così XD
      Con la tua grande passione ci hai mai pensato a scrivere qualcosa di tuo? Un tuo fumetto o hai mai creato un tuo personaggio?

      Elimina
    7. Nei miei burrascosi anni di liceo ebbi ben tre collaborazioni artistiche per fare fumetti. Quella più duratura portò alla nascita di due diverse realtà a fumetti, progetti di cui ho qualche pagina disegnata. A livello di miei progetti sì, ne ho un sacco nel cassetto, l'unico realizzato è però un progetto umoristico noto come "Trottolo". Lo pubblicai sul giornalino della mia scuola (al tempo in cui ero in cima alla catena alimentare e facevo quello che mi pareva). Le prime dieci tavole si trovano su facebook! Per adesso sto lavorano ad un paio di progetti! Una spy story e una storia di fantascienza

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio