Didascalia

Didascalia

giovedì 26 giugno 2014

The Ray: Il Raggio Umano dell'universo Dc nella storia (Fresh from the past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che è pro al risparmio energetico. E quindi scrive con un computer con la luminosità bassissima. Unite al fatto che scriviamo di notte e saprete perchè facciamo così tanti strafalcioni. Quello e che siamo scarsi nella correzione della bozze.
Il blog ha raccolto la bellezza di duemila commenti, e per festeggiare abbiamo premiato il fautore di tale commento, il centounista Shoryuken con una bella richiesta! Il nostro ci chiedeva un po' la storia dell'eroe luminoso The Ray, alias il Raggio. E siccome è un figo, siamo molto contenti di accontentarlo!
Cavoli l'effetto giallo su nero è strepitoso. Ora sembro una fashion blogger


 Nel corso della storia della Dc, quattro personaggi hanno portato il nom de guerre "Ray", andremo così ad analizzarli uno per uno.

Lanford "Happy" Terrill
 Creato nel 1940 su Smash Comics 14 della Quality Comics da Lou Fine, Lanford "Happy" Terrill (E sì, è un nome così scemo che diventa immediatamente favoloso. Stupido feticismo per le parole) è un giornalista che viene colpito da un fulmine e da un raggio di sole allo stesso tempo e si ritrova dotato del potere di generare energia luminosa, volare e insomma essere luce vivente. E sì, la sua origine è questa. Ma erano altri tempi. All'epoca le supereroine si coprivano. Fatto sta che dopo che Quality verrà comprata dalla Dc comics le origini del nostro verranno un po' modificate.
In questa nuova versione Lanford è sempre un reporter, che viene sottoposto con l'inganno all'esplosione di una bomba di luce creata dal misterioso professor Dazyl, facente parte dell'organizzazione segreta RONOL. Lo scienziato aveva infatti studiato la luce per anni e aveva teorizzato che un giorno la luce prodotta dalla terra si sarebbe evoluta in un'entità senziente, e l'unico modo per fermarla dal distruggere il mondo sarebbe stata quella di creare un ambasciatore ibrido uomo/luce. Inizio a rivalutare l'origine anni 40.
Fatto sta che, ignaro di tutto Lanford userà i suoi poteri (che oltre a quelli originali contano anche un invecchiamento lentissimo) per il bene con il nome di Ray, e si unirà al gruppo patriottico noto come "I Combattenti per la libertà", viaggiando anche in un mondo alternativo dove i Nazi avevano vinto la guerra.

 Dopo aver scoperto del complotto del professore (che sparirà poi dalle scene), Ray proverà per un po' ad abbandonare la carriera da eroe, ma riprenderà il cappuccio giallo negli anni 50 assieme al figlio Joshua, avuto dalla prima moglie. Il giovane luminoso prenderà il nome di Spitfire e possiederà poteri superiori a quelli del padre ma sarà soggetto a violenti scoppi di rabbia che lo rendereranno pericolossimo.
Suo padre farà così la cosa più razionale: lo metterà in animazione sospesa. Aspetta cosa?
 Dopo essersi ritirato di nuovo, Lanford si risposerà e avrà un secondo figlio, questa volta ancora più potente e in contatto con l'enità luce. Il nostro per proteggere il figlio lo darà in adozione al fratello, e racconterà alla moglie che il bambino era morto di parto. Ragazzi, qui si voleva proprio vincere il premio padre dell'anno eh?
Dopo essersi rincongiunto con il figlio ed averlo addestrato all'uso dei suoi poteri, aver reincontrato la moglie e aver per un poco indossato un costume fighissimo, il nostro si ritirerà di nuovo per un po' dalle scene.
 Durante una missione dei nuovi Combattenti della Libertà, Lanford si ritroverà a dover chiedere aiuto al misterioso eroe noto come Neon Lo sconosciuto, che otteneva i suoi poteri da una fonte mistica. L'eroe sarà però disinteressato alle sorti dell'umana stirpe, ma lascerà che il raggio si abbeveri alla sua fonte, ottenendo i poteri di Neon. Imbevuto di misteriose "energie neoniche" Lanford prenderà così il manto del nuovo Neon. Adesso metto su un blog dove recensisco lampadine.


Raymond C. "Ray" Terrill
 Apparso per la prima volta su The Ray 1 del 1992 da Jack C.Harris e il diavolo Joe Quesada, il giovane Raymond Terrill soffre di una misteriosa allergia: la diretta esposizione alla luce solare lo ucciderebbe all'istante. In verità il tutto era una bugia ordita dal padre del nostro, che non voleva che il figlio venisse in contatto coi suoi poteri e dovesse affrontare l'entità luce. Soprannominato dai media "il piccolo nottambulo", Ray verrà cresciuto in una casa buia, e avrà pochissimi amici. Al suo dicottesimo compleanno, suo padre morirà e gli rivelerà di essere il Raggio, l'eroe anni 40, e che il nostro possedeva i suoi stessi poteri. Per la prima volta dopo anni, Raymond vedrà la luce, e la luce vedrà lui, dandogli poteri oltre ogni immaginazione. Il nostro infatti è un perfetto ibrido uomo/luce e possiede non solo il potere di mutarsi in energia ed essere quindi quasi indistruttibile, ma anche di manipolare la luce creando costrutti, lanciando raggi di energia, ottenendo la possibilità di muoversi a velocità fuori dal comune e trasformarsi in ogni aspetto dello spettro elettromagnetico. Inoltre, gli anni di prigionia in casa avranno fatto del nostro uno dei più grandi esperti di computer dell'universo Dc. Ma soprattutto, ogni volta che il nostro usa i suoi poteri, il suo corpo diventa nero per assorbire meglio la luce. Ed è una scelta di design perfetta, non accetto commenti a riguardo.
 Dopo aver scoperto di essere stato cresciuto dallo zio, Ray incontrerà il suo vero padre vivo e vegeto, che lo aiuterà a controllare i suoi poteri (spigandogli anche che la pinna che porta in testa è una sorta di timone. Dovevamo proprio saperlo. GUAI se qualcosa in un fumetto non fosse un qualche cosa di SERISSIMO) e a combattere l'entità luce, che sarà sgominata dal nostro, che prenderà il nome paterno diventando il nuovo Raggio. Il fatto che in inglese il suo nome di battesimo e il suo nome da eroe siano lo stesso però mi manda ai matti fortissimo.
In seguito alla morte di Superman Ray entrerà nella prestigiosa Lega della Giustizia dove avrà una breve relazione con Black Canary (e chiamala scema). Era però un periodo strano per la lega, e in poco tempo gli eroi più potenti del mondo si divideranno in fazioni: una guidata da Wonder Woman che esprimeva il bisogno di poter combattere per l'uguaglianza, una guidata da Capitan Atom che esprimeva il bisogno di scrivere e disegnare male un fumetto, e una guidata da Martian Manhunter il cui senso ancora mi sfugge. Ray pescherà la pagliuzza corta e seguirà il segugio di marte.
 Entrato così nella "prestigiosa" (e non riesco a scriverlo con la faccia seria Justice League Task Force, Ray si unirà ad altri giovani personaggi per imparare la vera via dell'eroe, cioè indossare orridi costumi coordinati. Cavoli, neanche i Vendicatori di Bob Harras vestivano così male.La JLTF combatterà così numerose minacce aliene e non, arrivando anche a combattere maghi al centro della Terra. Molto Metal.
Fatto sta che nel breve periodo in cui Ray frequenterà questo gruppo, stringerà una forte amicizia con i compagni di squadra Gypsy e Trionfo. Amicizia che però verrà fatta sparire quando, usando una candela mistica Gyspy e Ray cancelleranno per errore Trionfo dalla storia. Si vede che Trionfo non piaceva a nessuno?
 Mentre il nostro viveva le gioie del gruppo, la sua vita privata andava un po' a rotoli. Ray si alleerà per un po' con il criminale immortale Vandal Savage solo per scoprire la sua vera natura e rompere la partnership, creerà per errore un robot assassino coi suoi stessi poteri (tranquillo Ray, tutti i grandi eroi creano robot assassini ma scarsi in quanto a personalità e carisma),e addestrerà il fratello Joshua, che si risveglierà dall'animazione sospesa. Dopo aver ricongiunto il padre e la madre, e dopo lo scioglimento della JLTF Ray diventerà membro di riserva della Lega della Giustizia, e farà sporadiche apparizioni nell'universo a fumetti, unendosi ad esempio al gruppo noto come "Gli eroi dimenticati", aiutando gli eroi del cosmo Dc a creare un sole finto, e combatterà una guerra galattica. Che roba i giovedì nell'universo Dc. Mai un attimo di pace
 Volendo tornare nel giro degli eroi, Ray si unirà poi al gruppo di eroi noto come Young Justice, facendo così il salto di qualità verso la gloria di grandissimo eroe. L'essere più grande e più potente di tutti i membri del gruppo metteranno per un po' Ray in difficoltà, ma il nostro riuscirà a trovare il suo spazio all'interno del gruppo.
 Dopo aver affrontato il misterioso Nowhere Man, Ray seguirà le orme paterne ed entrerà in una versione dei Combattenti della Libertà, che avrà però vita breve: sarà infatti massacrata di botte dal gruppo malvagio noto come "La Società Segreta dei Supercriminali". Ray verrà catturato dai malvagi ed usato nel loro piano che consisteva nel fondere assieme tutte le terre del multiverso.  In seguito, di Ray si perderanno le tracce
La morte dei nuovi combattenti della Libertà mi ha sempre dato molto fastidio perchè rappresenta quel tipo di "morte" senza valore, fatta solo per far vedere che "Abbiamo così tanti personaggi che possiamo ucciderli a sfregio. Visto che roba adulta?". Però ci ha dato il momento in cui l'eroe con la pelle esplosiva noto come La Bomba Umana spacca la faccia del criminale magnetico Dottor Polaris esplodendogli in faccia. Col potere di UN MILIONE DI SOLI IN ESPLOSIONE.


Stan Silver
 Senza nessuna parentela con i raggi precedenti, Stan Silver è un giornalista che viene esposto a misteriose radiazioni in orbita attorno alla Terra, e ottiene il potere di trasformarsi in un raggio di luce vivente. Dopo essere entrato nell'organizzazione segreta S.H.A.D.E. , ed aver scoperto di lavorare per dei criminali, Stan si unirà ai nuovi combattenti per la libertà.

 Ma in realtà Stan sapeva di lavorare per i cattivi. Anzi, era proprio per quello che si divertiva. Rivelatosi un traditore, Stan pugnalerà alle spalle il suo gruppo vendendoli allo S.H.A.D.E. , e per dimostrare di essere cattivo cambierà anche colore in un azzurrino opaco. Perché nulla dice "MALVAGIO" come la carta zucchero
 Ma mentre tutto sembrava perduto, un raggio di luce giungerà in soccorso dei Combattenti: Ray Terril era tornato, e si presenterà al criminale col suo stesso modo nel modo migliore possibile: con un cazzotto fortissimo. La differenza di potere fra i due sarà notevole, e Stan Silver si darà alla fuga rientrando nello S.H.A.D.E.
 Ray invece deciderà di continuare sulla sua strada e prenderà il poste di Stan nei combattenti, vivendo assieme al gruppo numerose avventure, e diventerà cruciale durante l'invasione del dio del Male Darkseid, fungendo da corriere di speranza mondiale, e liberando il mondo intero dal controllo mentale del malvagio. Ragazzi quanto mi piacciono i fumetti


Lucien Gates
 Il nome del Raggio è arrivato anche nel nuovo universo Dc. Non ci sono prove vere e proprie, ma Lanford Terril viene citato come un eroe che è esistito nel nuovo mondo supereroico.
Ma un nuovo Raggio è arrivato nel mondo, creato da Justin Gray, Jimmy Palmiotti (che si citano sempre insieme, come Fano e Senigallia, Spotorno e Noli, Pane e Salame, Pestalozzi e Frobel...) e Jamal Igle su The Ray 1 del 2011: Lucien Gates, giovane bagnino Koreano/americano che viene modificato geneticamente da un raggio moleocolare che lo rende un essere di luce pura. Lucien può così creare raggi di energia, illusioni, e volare. Ma bizzarramente il nostro può volare solo in linea retta, calibrando il suo movimento aereo solo rimbalzando su varie superfici. Il suo cervello però si muove alla velocità della luce, e il nostro può quindi calcolare milioni di traiettorie in un secondo. Ed è un'idea niente male devo ammetterlo. Chapeau.

Pur avendo lo stesso nome, i vari Raggio sono personaggi molto diversi. Stan Silver è una boiata creata solo per un colpo di scena, ma un colpo di scena fantastico quindi ci passo sopra. Lanford Terril è un personaggio interessante, ma nel volere caricarlo di misteri si è un po' finiti per renderlo un guzzabuglio di caraterizzazioni, mettendogli addosso una corazza di sottotrame che non vanno da nessuna parte, fra cui la sua trasformazione in "Neon". Cioè, ci sono millemila lanterne verdi, perchè non ci possono essere due Raggio mi è ignoto.
Lucien Gates è apparso solo in una manciata di fumetti, ma l'idea di base è davvero bella e interessante. La sua origine è generica ma misteriosa al punto giusto, e i suoi poteri sono molto divertenti e sono un esempio di come la Dc riesca (quando vuole) a reinventare i suoi eroi per una nuova generazione. Uno su millemila non è un risultatone, ma sono lo stesso passi avanti.
Ray Terril merita un discorsino a parte. Perchè Ray Terril rulla a manetta. Non solo mi crei un eroe adolescente potentissimo alla Peter Parker prima che lo facessero tutti (Kyle Rayner, Invincibile etc). Non solo mi dai una motivazione triste e fuori di zucca per la sua personalità. Non solo crei un personaggio che porta sulle spalle un eredità di un persona classico. Lo scrivi anche davvero bene, facendolo maturare, evolvere, e diventare ogni giorno di più un eroe migliore. Anche se è apparso in meno di 300 fumetti Ray Terril ha avuto una parabola crescente, diventando ogni volta sempre più vero ed eroico. Sempre pronto a volare alla velocità della luce quando c'è un problema, a Ray Terril non importa essere di serie B. Quello che conta è l'essere un eroe. E questo solo i grandi personaggi possono dire di saperlo.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Bloccate Ray all'altezza di tre metri ed avrete l'Hank Pym dell'universo Dc. E LA COSA SAREBBE PERFETTA! Pronti a partire. Let's go!

12 commenti :

  1. Cioè, mi dici "A quel tempo le supereroine si coprivano" e subito dopo esce fuori Phantom Lady? (ma si può comprare da qualche parte il giubbino di Ray?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Phantom Lady non ha sempre avuto il buffo monokini giallo :P Sul giubbino non so! Ma i cosplayer possono grandi cose!

      Elimina
  2. ... devo dire che stavo per scrivere lo stesso di Scott :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti rispondo di nuovo che non girava sempre col monokini giallo :P E poi mica ho detto "il sessismo.non esisteva" ;)

      Elimina
    2. Ok, da oggi la mia richiesta diventa: "tutti i costumi di Phantom Lady" :-D

      Elimina
    3. Conta anche la Phantom Lady non autorizzata blu e rossa o facciamo le lanterne verdi e ammettiamo.che è il giallo il nostro punto debole? ;)

      Elimina
  3. ... facciamo contare anche la rosso-blu, e salomonicamente ammettiamo anche il debole per il giallo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi in un segreti dal fumettoverso salterà fuori anche la strana storia di Phantom Lady :P

      Elimina
  4. con enorme ritardo riesco finalmente a postare
    ................

    Trovo che Ray Terryl,incarni tutte quelle cose che mi fanno arrabbiare della Dc,ovvero "oltre a Batman,Batman,Batman e un po' Superman,non sappiamo interessarci/gestire altri personaggi.

    Insomma,il Ray con la giacchetta ha un costume davvero semplice, ma molto ispirato, poteri semplici ma utili, una caratterizzazione inedita per il DC Universe (se escludiamo le versioni giovanili dei componenti della JLA) e......scompare nel nulla??!?
    E quando torna ha un costume orrendo.

    E quando arriva nel 52 fa abbastanza schifio.

    Ps:l'utilizzare insieme personaggi della stessa etichetta per fargli formare un gruppo, solo a me pare un modo per ghettizzare i personaggi?

    Ps2: il rendere una sagoma tutta nera il nostro amico Raggio,e' un'idea fantastica.Seriamente, fa una scena incredibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con l'idea che la Dc punti molto su pochi personaggi. Però è anche vero che, fingendo che i fumetti siano gelato, la Dc ha il monopolio di crema e cioccolato. E poco importa se.ad un certo punto finisci la nocciola. Detto questo, un po' la colpa è anche del mercato che non sempre premia la qualità, e un po' è colpa di chi scrive perchè magari non ha voglia o tempo di gestire la serie.B. Intendiamoci, se la Dc mi chiamasse per scrivere una serie a mia scelta, scriverei Batman, non Martian Manhunter o Lady Shiva, sebbene mi piacciano di più. È naturale, ma anche fastidioso. La Dc ha un po' perso la sua voglia di osare, anche se ora più o meno ci sta lavorando. Male ma son passi avanti. A me il raggio nuovo 52 piaciucchia. È un'idea carina!
      E sulla questione "ogni etichetta ha il suo supergruppo"...beh è anche vero.che a parte la fawcett le altre etichette erano.abbastanza ghettizate già di loro...

      Elimina
    2. Per me il top,per quanto riguarda l'utilizzo dei personaggi( e al contempo stesso, il guadagnarci), e' della Marvel, con tutti quei personaggi mezzi dimenticati, lasciati in mano ad autori che vogliono e possono rischiare (vuoi che hanno il nome, vuoi hanno le idee), basti pensare a Occhio di Falco o Moon Knight, lasciati in mano ad autori che non scrivono queste serie tanto per passare il tempo (oddio forse Warren Ellis si', ma tanto tira fuori figate pure quando dorme su uno storyboard).

      Mentre invece ho sempre trovato fastidioso il metodo Dc, tanto a pochi, sperando che nerdoni come Gheoff Jones o Morrison ritirino in ballo tizio e Caio da sotto un mare di polevere.

      Elimina
    3. Ti dirò, secondo me è anche vero che certi personaggi li usi perchè comunque son nomi grossi, o si adattano meglio alla filosofia della casa editice. Moon Knight è Batman, e Occhio di Falco prende a piene mani dal tema Marvel "Ehi! Sono un tipo comune!". Poi è vero che i personaggi Marvel "minori" fanno più capolino di altri, ma come sai sul blog c'è la rubrica ricorrente di personaggi davvero simpatici che però una serie loro non l'hanno mai avuta. Moon Knight invece bene o male sì. Anche la Marvel ha i suoi nerdoni (Tipo Dan Slott), però secondo me nel mercato alcune cose non si spiegano e basta. Cioè, Deadpool era serie B fino a ieri, e adesso è Gesù? Cioè c'era un periodo che aveva quattro testate. QUATTRO

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio