Didascalia

Didascalia

lunedì 16 giugno 2014

La Saga di Paperon de' Paperoni di Don Rosa-Parte 2: Il compendio (Awesome Concepts)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che spezza le lance, i post, le schiene ai pipistrelli e ricicla le battute più in fretta di quanto voi possiate dire "Ehi, ci fai un post su..." . Abbiamo parlato qui della Saga di Paperon de' Paperoni, il magum opus di Keno Hugo Don Rosa sulla vita del Papero più ricco del mondo. Anche dopo aver concluso le gesta dell'eroe, l'autore vedrà però ancora un sacco di spazio per nuove storie, e deciderà così di stilare un compendio. Seguiteci per vedere se le storie reggono al confronto con la saga principale. Spoiler, lo fanno
I prezzi di queste edizioni sono un qualcosa di proibitivo. Lo faccio per voi amici. Lo faccio per voi.

Nota: Per godersi queste storie non serve aver letto la saga. Ma aiuta. Se cito un'altra volta Alan Moore mi ritrovo un serpente di cartapesta appeso a testa in giù in camera da letto. Che però farebbe pandan col pavone di metallo quindi non sarebbe poi così male.
Inoltre quasi tutte queste storie sono narrate da Paperone ai nipoti, attraverso l'espediente del Flashback.

Capitolo Zero:Decini e Destini

Origliando una conversazione di Paperone, Amelia la fattucheria che Amalia (al cui nome originale, Magica DeSpell non mi abituerò mai. Sopratutto perchè è italiana col cognome inglese) deciderà di tornare indietro nel tempo per rubare la famosa prima moneta di Paperone nel momento stesso in cui il giovane paperotto l'aveva guadagnata. Dopo aver incontrato Howard Rockerduck (il propietario originale della moneta, che darà ad un gruppo di bambini per beneficenza), Fergus De Paperoni e famiglia, Amelia riuscirà nel suo scopo... o una sorta di fallacia nella logica del suo piano la riporterà sui suoi passi. Una storia prettamente umoristica, che però aggiunge un buon tocco di magia intorno alla fantomatica "Numero Uno".
Frase Topica

Fergus:Posso essere povero, ma NESSUNO ruba ad un De' Paperoni (pensando) E poi quella moneta gliel'avrei anche venduta se avesse raggiunto un buon prezzo.

Capitolo terzo B: Il Capitano Cow-boy del Cutty Sark
Dopo aver recuperato due bufali purosangue nei suoi giorni da mandriano, Paperone si imbarcherà con Ortensia sul battello Cutty Sark verso l'india, per vendere le sue bestie ad un ricco maraja (che mi ha coperto tutto d'oro e poi mi ha lasciato solo, solo qui a pensare a diventare marajà) che voleva usarle per un corsa rituale. Quello che il giovane Paperone ignorava era che si sarebbe ritrovato di fronte non solo ad una rivalità fra reali, ma anche di fronte all'esplosione di Krakoa, una delle più grosse catastrofi naturali mai accadute nella storia.
Una storia fatta di elementi visivi spettacolari (i marajà che parlano solo a gesti, il capitano del cutty Sark che non sorride mai, ORTENSIA CHE CAVALCA SUI DETRITI DEL VULCANO CADUTI IN MARE. Poi non dite che non vi avevo detto che quella cavalla era uno dei personaggi migliori della saga) che mischia storia e fantasia. Probabilmente una delle mie storie ancillari preferiti.
Frase Topica
Capitano: Sta inseguendo una nave a vapore a cavallo! Questa cosa diventa più fantastica ogni minuto che passa!Mr Pencroft! Se non trovate quella macchina fotografica vi appenderò al pennone.

Capitolo sesto B: Il vigilante di Pizzen Bluff
Durante un giro nel vecchio west, Paperone entrerà in contatto con lo spettacolo itinerante di Phineas T- Barnum, grande impresario che ha al suo servizio numerose leggende del west come Annie Oakley e...Manibuche De'Paperoni, zio di Paperone e capitano di vascello trasformatosi in scrittore di romanzetti. La visita però non sarà tutta di piacere perchè durante uno spettacolo, i famosi fratelli criminali Dalton (no, non quelli di Lucky Lucke, che oltretutto muoiono una morte orrenda) ruberanno l'incasso dello spettacolo, spingendo le vecchie leggende (e Manibuche) a lanciarsi alla ricerca dei ladri in quel del villaggio di Pizzen Bluff. Una storia fatta di azione e nostalgia, quella raffinata e malinconica sensazione di non avere più un posto nel mondo se non nei ricordi.
Frase Topica
Paperone(sfondando un tetto a cavallo): GERONIMOOOOOOOOOOOO!

Capitolo ottavo B: La prigoniera del fosso dell'Agonia Bianca
Per farsi pagare un debito, Paperone rapirà Doretta Doremì, la stella del polo, ballerina e imprenditrice, nonchè unica donna che paperone abbia mai veramente amato. La ragazza si farà rapire per scoprire l'ubicazione del giacimento che aveva reso Paperone ricco, e la coppia inizierà una relazione di convivenza forzata.
Il corrotto Soapy Slick (il cui più grande punto debole sono le buffe muffoline di pelo farcite di pepite d'oro) metterà però sulle tracce della coppia tre grandi leggende del West: Wyatt Earp, Bat masterson e il giudice Hannibal Roy Bean
Credendo che il nostro eroe fosse un fuorilegge, il trio combatterà il cercatore d'oro credendolo un semplice criminale, solo per trovarsi di fronte una vera e propria forza della natura. Quando nella mischia entreranno anche i famosi criminali Butch Cassidy e Sundance Kid, che rapiranno Doretta per davvero, Paperone perderà davvero la bussola, e si lancerà all'inseguimento. Dopo aver salvato la ragazza, il nostro eroe e Doretta si ritireranno nella capanna di lui per...in realtà la cosa ha molti sottotesti, ma sì, per fare l'amore. La controversia di questa scena farà sì che questa storia in Italia abbia avuto una sola pubblicazione (Zio Paperone 206), e in America pochissime ristampe. Un peccato, perchè la cosa era molto ben gestita e poetica.
Dopo aver pagato il suo debito, Paperone lascerà andare la donna, ma con un peso nel cuore. Peso che avrà anche la sua compagna di avventure. Don Rosa aveva sempre detestato l'idea che Paperone avesse potuto rapire una donna a sfregio, e deciderà così di rimettere le cose in ordine, dando vita ad un'avventura estremamente poetica e avventurosa, con l'unico difetto di essere molto referenziale per chiunque non conosca la storia del far west a menadito.
Frase Topica

Narrazione: I ricordi possono essere nascosti in profondità, ma la mente li può rivivere alla velocità della luce, soprattuto se sono ricordi rivisitati di frequente

Capitolo ottavo C: Cuori nello Yukon
Nella città di Dawson stanno accadendo due cose: una grande carestia di cibo, e l'arrivo del leggendario Colonnello della polizia a cavallo Samuel Steele, uomo incorruttibile e famoso per essere implacabile con i criminali. I disonesti di Dawson indicheranno così al Colonello Paperone, spingendo l'uomo di legge su una falsa pista (l'uomo infatti vuole a tutti i costi impressionare la Regina, e per farlo si porta dietro anche lo scrittore Jack London per raccontare le sue imprese).
Il sergente che accompagna Steele porterà così una denuncia  a Paperone, denuncia che toglierà al nostro tutto il suo oro. E se il colpo non fosse stato abbastanza forte, il nostro scoprirà che la denuncia era stata firmata da Doretta.
Cercando di far ritirare la denuncia, Paperone correrà verso Dawson a piedi. Verrà aiutato poi da un uomo con un carico di viveri, la cui apparizione porterà però una grande confusione in città.
La confusione darà vita ad un grandioso incendio, che prenderà anche la sala da ballo di Doretta.
I due paperi, che forse sono qualcosa di più, si ritroveranno così l'uno di fronte all'altra, ognuno dei due troppo testardo per fare qualcosa. Come spesso succede, Doretta, molto più furba del papero farà la prima mossa, fingendo di svenire.
La sfortuna porterà però un grosso colpo a paperone. Quello e un blocco di ghiaccio lanciato con forza da una canna ad alta pressione per spegnere l'incendio. Il cercatore d'oro più duro di tutti i tempi perderà così i sensi, e sarà Doretta a salvarlo.
Dopo aver chiuso i conti con Steele, e aver recuperato la sua concessione, Paperone riceverà una lettera da Doretta. Cosa c'era scritto in quella lettera, non lo sapremo mai, perchè l'ultimo del clan De'Paperoni, spaventato, non la aprirà mai, lasciandola nella neve. E ora sto piangendo. Con una storia di paperini. Da critico da internet definirei questa storia come un'opera di un vero maestro, come lettore però questa storia si piazza però solo come mia seconda preferita in questo compendio.



Frase Topica (per stemperare)

Steele(Dopo essere stato colpito): Sasquatch!
Jack London: Sasquatch signore?
Steele: Un ufficiale della polizia a cavallo di sua masestà non dice mai "Ahia"

Frase Topica (quella vera)

Doretta(pensando): Fa qualcosa stupido di un Paperone!
Paperone(pensando):Fa qualcosa stupido di un Paperone!


Capitolo dieci B: L'astuto papero del varco di Culebra
Paperone e sorelle arrivano a Panama, dove incontrano un corrotto generale e Teddy roosvelt.
Paperone e il vecchio amico discoreranno a lungo sul famoso canale, arrivando anche a scoprire un tempio segreto pieno di tesori, e fra i due inizierà un match di pugilato(ed  in seguito lotta libera a gravità zero) sulla vera appartenza di questi tesori.
Alla fine dell'avventura, Paperone riuscirà ad esiliare il generale, ma grazie all'intervento delle sorelle otterrà come pagamento un orsetto di peluche. Che si rivelerà però il primo prototipo del famoso Teddy Bear, e il nostro guadagnerà una fortuna. Con somma tristezza e rabbia di Paperino.
Frase Topica

Teddy Roosvelt: Torna sui tuoi passi De'Paperoni! Devo avvisarti che l'ex campione del mondo Jim"Il gentiluomo" Craddock è stato spesso alla casa bianca per allenarsi con me
Paperone: Ah sì? Ha ancora qualla cicatrice sull'occhio che gli ho fatto mandandolo KO a San Francisco nel 91?

Bonus Round: Il sogno di una vita
Questa. Questa Signori è la storia di Paperone più bella di Don Rosa, dopo "Ritorno a Tralla La". Usando una macchina che può entrare nei sogni della gente inventata da Archimede, i Bassotti entrano nella mente del papero più ricco del mondo per estorcerli la combinazione della cassaforte (nei sogni infatti non si può mentire). Paperino si lancerà all'inseguimento dei criminali, mentre i nipoti lo aiuteranno nel mondo della veglia. Don Rosa si lancerà così in una sorta di riassunto in chiave comica della sua opera più grande, raccontando una delle storie più avventurose e divertenti della storia della Disney.
Alla fine, resterà solo un bassotto, e in un sogno molto importante: Il momento dell'incendio della sala da ballo. Solo che questa volta non sarà un piccolo papero ad essere colpito da un mattone di ghiaccio, ma un omone mascherato. Dopo aver sconfitto anche questo ultimo ostacolo, Paperino uscirà dalla mente di Paperone, per lasciargli, almeno nei sogni, un lieto fine.
Frase Topica (Per sdrammattizzare)

Guardia del deposito: Volete dirmi che state mandando un uomo solo e disarmato contro i bassotti?
Archimede: Ma certo che no! Paperino potrà contare sulla sua astuzia!
Guardia: Come ho detto. Solo e disarmato

Frase Topica (ma della vita)

Paperino:Ehi, signor Bassotto! Quel Paperone che stai cercando di strangolare è almeno di cinquant'anni più giovane di qualsiasi Paperone tu abbia mai incontrato! Quello è il re del Klondike!


Sei storie contro dodici. Non sembra una gara leale. Dopotutto, c'è un motivo per cui la Saga di Paperon de'Paperoni è considerata uno dei più grandi fumetti della nostra epoca. Queste storie però reggono il confronto. Certo, con una poesia ed un ritmo diverso, ma questo è un Don Rosa diverso. Un Don Rosa più maturo artisticamente, e un Don Rosa che capisce meglio come muoversi all'interno di Barks, ma senza essere Barks. E ci regala sei perle di fumetto, e una...non saprei come descriverla perchè non conosco bene il valore dei metalli, ma "Il sogno di una vita" va letto. E mi lascia senza parole, e voi sapete quanto sia difficile.
Lasciatevi trasportare da queste storie, da questa capacità cameleontica di un personaggio che sta bene in ogni contesto, mettendo su pietra il suo essere uno dei grandi evergreen narrativi della storia del fumetto. Non tutti possono farcela. Ma lui è stato il più duro dei duri, il più furbo dei furbi e ha fatto quadrare i suoi conti.
Chiudiamo questa carrellata con una nota di colore. Di recente il tastierista dei Nightwish, Tuomas Holopainen, ha composto un album concettuale ispirato alla storie da noi analizzate chiamato semolicemente "Music inspired by the life and times of Scrooge". Ed è veramente un bell'album, consigliamo in particolare la traccia "Into the west", e "A lifetime of adventure". Il video di quest'ultima è reperibile anche online, e dentro c'è anche Don Rosa. Cosa volete di più? La numero uno?

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Questo, e l'altro articolo sono stati scritti ascoltando proprio quest'album. No che poi mi dite che le mie colonne sonore da scrittura son brutte e io poi piango. Pronti a partire. Let's go!

16 commenti :

  1. Quella dell'album mi mancava! E non sapevo neanche che ti si criticasse per i tuoi gusti musicali! Devo leggere meglio la sezione commenti... Per curiosità l'album è uscito anche da noi in formato CD o posso solo averlo in mp3?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il Cd è uscito anche da noi! Alla Feltrinelli (quella di Genova) ce l'avevano :) E sui miei gusti musicali...non è che ci sia lamentati, solo che ascolto cose molto sceme quando scrivo!

      Elimina
  2. "Quello che stà accadendo in quella capanna non costituisce un'offesa alla legge in Langtry, Texas. E da nessuna altra parte, grazie a Dio!" Dei del Cielo, che bella storia! Tutto insieme, che colossale capolavoro! E sai della teoria secondo la quale, dopo quella notte, Paperone divenne un inconsapevole genitore? (e poi inconsapevole nonno di Paperetta Ye-Ye)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ma non l'ho mai considerata perchè Paperetta Ye-Ye nacque in Italia e quindi Nè Barks nè Don Rosa se l'erano mai filata. Un po' come la maggior parte delle generazioni successive a quelle del 66 ecco. Io in italiano quella famosa storia non l'ho mai letta fa un po' te! Per anni ho ignorato della sua esitenza :P

      Elimina
    2. ... e tutto questo mi porterebbe a una richiesta: le aggiunte "italiane" alla Saga dei Paperi (intendo anche e soprattutto quelle "inconsapevoli", cioè quelle scritte in Italia prima di Don Rosa). Un esempio per tutte: quel periodo in cui Paperone e Nonna Papera vivevano insieme "fingendosi" fratelli ...

      Elimina
    3. Di pancia ti direi che non so se posso farcela. Per due motivi, il rpimo è che quelle aggiunto non nascono come aggiunte. Cioè, a parte Don Rosa, a nessuno calava della continuity dei paperi, e quindi non è mai veramente esisita una continuità seria fra i paperi. Le aggiunte messe e dimenticate sono state centinaia, e non sarei in grado di recuperarle tutte. Anche perchè non ho tutti quei topolini sotto mano! Un'edizione digitale americana si trova molto meglio. Comunque vedo quello che posso fare

      Elimina
  3. Ah, grazie a te ho scoperto l'esistenza de "Il sogno di una vita", e l'ho appena letta in pdf. "Zio Paperon da giovane era una vera tigre!" "Se solo tu sapessi, marinaio!" Peccato che non riesca a trovare "Ritorno a Tralla la"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sottigliezze di Don Rosa sono sempre sul pezzo! Come il suo "fra le gambe signorina"

      Elimina
  4. Risposte
    1. Il giorno che diventerò ricco mi sarà molto più semplice gestire questo blog :)

      Elimina
  5. "La controversia di questa scena farà sì che questa storia [La prigioniera del fosso dell'Agonia Bianca] in Italia abbia avuto una sola pubblicazione (Zio Paperone 206), e in America pochissime ristampe."

    Non credo che le controversie c'entrino in questo caso: la "Prigioniera" è una storia del 2006, e le tre raccolte italiane sulla Saga sono del 1997, 2000 e 2004; a parte la pubblicazione iniziale su Zio Paperone, nessun capitolo della Saga (sia i 12 originali che quelli extra) è mai stato ripubblicato in un contesto diverso da una raccolta sulla Saga. Lo stesso discorso vale anche per l'America e gli altri paesi: dopo la pubblicazione iniziale, i capitoli della Saga vengono ripubblicati solo in raccolte della Saga o in volumi che raccolgono l'opera omnia di Don Rosa. Opera omnia che per inciso ci vorrebbe anche in Italia, dato che la "Prigioniera" non è l'unico dei suoi capolavori ad avere avuto una sola pubblicazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto, grazie per la precisazione sull'angolo temporale che non avevo preso in considerazione per l'italia. Ma, anche contando questo aspetto, è vero che la storia da noi e negli USa è stata pubblicata poco. Le controversie non sono state ginormiche come in altri casi, ma sono state presenti. Forse la mia è più un assunzione che un fatto. Detto questo, concordo con la scarsa copertura dell'opera di Rosa a livello di ristampa

      Elimina
    2. In effetti è così, molte storie fondamentali di Rosa ("Una lettera da casa", "La corona dei re crociati", "Il sogno di una vita", "Il figlio del sole", "Sua maestà de' Paperoni" ecc.) non sono più state ristampate dopo il debutto su ZP; e dire che hanno avuto molte più possibilità rispetto ai capitoli (originali ed extra) della Saga, per i quali una sorta di regola non scritta impone che dopo il debutto su ZP siano ristampati solo in volumi della Saga.

      Speriamo che una Don Rosa Library arrivi anche in Italia, o al limite che Uack! lo diventi per circa 16 numeri una volta finite le storie di Barks.

      Elimina
    3. Mi sembra una cosa buona e giusta. Anche perchè, in un modo o nell'altro, l'opera di Barks è "un soldo la dozzina" in discorso ristampe piuttosto che quella di Rosa. Incrociamo le dita

      Elimina
  6. Scusa Giovanni, vorrei porti un quesito. Vorrei approcciarmi a questa stupenda epopea di Don Rosa ma non riesco a trovare da nessuna parte un' edizione che raggruppi tutte le storie (principali e non). Purtroppo non sono abituato a leggere su internet e preferirei possedere il cartaceo. Tu hai qualche consiglio o suggerimento al riguardo. Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono in un ritardo astrale nella risposta, ma il tuo commento si era perso nello spam. Scusami. Le ristampe di questo ciclo sono scarse, e le edizioni che raccolgano tutto tutto, in italiano ancora non esistono. La saga è stata raccolta in volume un paio di volte (una nei classici di repubblica serie oro, che dovrebbe essere l'edizione più recuperabile). Per il resto, in america dovrebbero ristampare a breve il tutto. Ma per ora i volumi costano un occhio e mezzo.

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio