Didascalia

Didascalia

giovedì 8 maggio 2014

Batman:Hush la recensione (Piace a tutti tranne a me)

 Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntsamento con Comicsverse 101, il blog gestito da un tizio che è stato definito "Il più famoso Batmanologo di Genova". E, potendo vantare una laurea sul cavaliere oscuro, non ho mai smentito questo epiteto. Questo non significa però che io ritenga il crociato mantellato esente da ogni critica. Oggi infatti parliamo di un exploit relativamente recente di Batman, e considerato dalla maggior parte dei lettori come una grandissima storia dell'alter ego di Bruce Wayne. Inutile dire che il nostro parere a riguardo è....diverso. Questo sì che è l'eufemismo del secolo. Per saperne dopo di più, seguiteci dopo l'intervallo!
Inoltre "Hush" in Italiano di può tradurre anche come "Shhhhh" che è quello che farei io a chi ha scritto la saga.


 Pubblicata per la prima volta sulla serie mensile di Batman (dal numero 608 al numero 619, editi nel 2002/2003), Hush è una saga completa in dodici numeri scritti da Jeph Loeb e disegnata da Jim Lee.
Il secondo è uno dei recordman del fumetto, avendo disegnato il numero a fumetti più venduto di sempre, il primo è uno scrittore famoso per le sue avventure con un mistero all'interno. Hush non fa eccezione, essendo una storia che lascia al lettore molte domande. Del tipo, "Ma perchè?".
Fatto sta che la nostra storia inizia con un rapimento di un giovane eredietiero per mano, o meglio zampa del mostruoso Killer Croc, che lo tiene prigioniero in un traghetto. Sebbene la polizia voglia pagare un riscatto, Batman decide di assaltare la nave mettendo K.O. tre famosi picchiatori di Gotham (leggi li abbiamo visti solo in questo numero per  farci vedere che il pipistrello è tipo fighissimo), scontrandosi poi con il criminale rettile, rivelandoci anche che il rapimento sembra una mossa troppo intelligente per essere stata pensata da una borsetta gigante.
 Infatti il piano era stato servito a Croc su un piatto d'argento da un misterioso committente, e il nostro aveva accettato per potersi pagare una cura e tornare ad avere un aspetto umano. Nella collutazione con Batman però, la valigetta col riscatto verrà presa da Selina Kyle, alias Catwoman, che porterà il nostro eroe ad una frenetica caccia/chiaccherata sui tetti. Questo fino a quando la Batfune che reggeva il cavaliere oscuro verrà tagliata, e il nostro precipiterà in un vicolo di Gotham. E se non bastassero le didascalie tipo "Prima di tradisce il mio corpo....poi la mia città" che fanno sembrare l'eroe di Gotham un feticista dei mattoni, il vicolo in cui Batman cade è Park Row, meglio conosciuto come Crime Alley, il posto dove avevano ucciso i suoi genitori. Ooooooook.
 Inoltre scopriremo che Catwoman era stata in realtà ipnotizzata da Poison Ivy per compiere il furto a Killer Croc. E diciamolo, qui non si è mai contrari alla gente ipnotizzata, ma siamo tipo solo al primo numero e mi hai già dato tre colpi di scena che non vanno a parare da nessuna parte? Sarà una lunga lettura quindi.
 Batman subirà così un trauma cranico e una frattura alla testa. Nel vicolo intanto, un gruppo di pazzi suicidi proveranno ad uccidere Batman solo per essere respinti prima dai sistemi interni della Batmobile,dal costume stesso di Batman e poi presi a cazzotti in faccia dall'eroina "SONO HELENA BERTINELLI DEI BERTINELLI DI SICILIA ZITTA STANGONA ORA PARLO IO" meglio nota come Cacciatrice, che sfoggerà un nuovo costume ed equipaggiamento (ci arriviamo, ci arriviamo...)
 Di solito le ferite di Batman vengono curate dal fido maggiordomo Alfred, ma questa volta il gentiluomo di un gentiluomo sarà fuori posto, tanto da costringere Batman a chiamare un vecchio amico di gioventù che non vedeva da anni, Thomas Elliot, altro giovane eredietiero il cui padre morirà in un incidente d'auto. I due ragazzi vivranno assieme molte avventure, ma la vita li separerà, fino a questo giorno.
 Ma perchè chiamare Thomas Elliot dopo tutto questo tempo? Beh perchè il buon Tommy è diventato un abilissimo neurochirurgo, e sarà proprio lui a compiere l'operazione salvavita a Bruce Wayne. Nel frattempo però faremo la conoscenza (leggi, apparirà in una vignetta) di un nuovo pericoloso nemico di Batman, un uomo misterioso con il volto fasciato e che parla solo sottovoce. Mmmmmmmh abbiamo introdotto due personaggi nuovi in una storia così piena di vecchi eroi e criminali che sembra una riunione della famiglia Forrester, che ci sia una connessione fra i due? Naaaaaaaah!
 Scoperto che Catwoman era stata controllata mentalmente, Batman farà pace con la donna, e dopo molti anni, la coppia deciderà di inziare una relazione vera, baciandosi sopra un tetto. E meno amle che non ci hanno fatto anche sesso! Dai, chi scriverebbe una cosa così di cattivo gusto? Ah sì, Judd Winick.
 Volendo indagare a fondo sulla questione Poison Ivy, Bruce Wayne interrogherà Killer Croc, ma questi ruscirà a fuggire. La pista di Ivy porterà Batman a Metropolis, dove verremo a conoscenza del fatto che Ivy aveva a disposizione un arma relativamente potente: Superman, tenuto sotto controllo mentale.
 I due terzi degli eroi più eroi dell'universo Dc inizieranno così una sfida che, secondo logica dovrebbe finire con Batman ridotto in purè in un  millisecondo, metterà invece in seria difficoltà l'uomo d'acciaio che verrà tenuto sotto scacco grazie all'anello di Kryptonite nella cintura di Batman, un tot di gadget, e dal fatto che "Clark sotto sotto è una brava persona, mentre Batman No". E scusatemi se dico che questa frase è una delle più grosse stronzate che io abbia mai letto. Cioè, Batman non è una brava persona? Che vuol dire? Che non ha paura di giocare sporco? E allora perchè non uccide la gente? Perchè non usa i bambini come ostaggio? Jeph Loeb, se volevi che tutti i fanboy del mondo potessero avere la bavetta alla bocca per dimostrare che Batman "può fare tutto con la giusta preparazione" potevi farlo in cento modi diversi. Ma che dico cento, mille. E invece hai fatto una cosa che era già vecchia la seconda volta che l'avevo scritta. La verità è che in questo scontro uno dei due combattenti è Superman, Più veloce di un proiettile, più potente di una locomotiva, in grado di saltare i grattacieli in un solo balzo. L'uomo d'acciaio, la meraviglia di Metropolis, l'uomo di domani, oggi. L'altro...no.
 Fatto sta che Superman riuscirà a liberarsi dal controllo di Ivy e a catturarla grazie a Krypto il Supercane. Ma ivy non era che una pedina in questo gioco d'ombre (ehi, lo sapevate che Bruce Wyane e Tommy Elliot da bambini giocavano ad un non meglio specificato giuoco di strategia, e che Batman perdeva sempre? Magia dei flashback). Nel frattempo Burce, Selina, Tommy e il motivo per cui sono contento che si fatto un reboot totale di un universo a fumetti, la Dott.Ssa Leslie Thompkins si recheranno all'opera. Più specificatamente "I Pagliacci". Come ogni persona con un minimo di sale in zucca a Gotham saprebbe dirvi, l'opera attirerà l'attenzione della criminale Harley Quinn, che rapinerà il grosso del pubblico, rubando anche un ciondolo appartenuto alla madre di Tommy, che lancerà il chirurgo in una furia cieca.
 Mentre Batman combatteva gli scagnozzi di Harley,e Catwoman veniva ferita, Tommy inseguirà Harley, solo per essere poi trovato morto fuori dal teatro, e, sopra al suo corpo, ci sarà una violacea figura ridente, ovverosia il Joker, che giurerà però di essere innocente, e di non aver ucciso il chirurgo.
 La sola visione del Joker sul corpo di un'altra persona da lui amata, porterà Batman a ripercorrere tutte le morti causate dal Joker nella sua carriera ai danni di Batman, soffermandosi per molto tempo su Jason Todd, il secondo Robin (descritto benissimo come "quello meno bravo degli altri) che il joker prenderà a mazzate con un piede di porco e poi verrà fatto saltare in aria per vendere più fumetti. Certo, era uno dei personaggi più brutti mai creati, ma la sua morte non fu proprio dignitosa. Anche perchè fu decisa via un sondaggio telefonico, peraltro truccato.
 Fatto sta che Batman perderà per un attimo la brocca, e proverà ad uccidere il Joker a mani nude, solo per essere interrotto dal suo amico fraterno Jim Gordon, che gli farà il solito pistolotto "se lo uccidi non potremmo più fare i soldi con lui diventerai come lui", che condivido al mille per mille, ma in una storia già carica di clichè batmaniani in ogni suo angolo, non risulta motivazionale, risulta forzato e poco coerente (anche perchè il Joker è davvero innocente).
 Batman inizierà così a pensare che tutte le sue sventure erano state troppo ben orchestrate, e che forse era state organizzate da un nuovo supercriminale, che si rivelerà proprio il tizio con le bende in faccia che parla pianissimo di cui sopra, che però sarà visto lanciare in aria una moneta d'argento, in una pagina dove Jim Lee disegna come Greg Capullo.
 Intanto Batman si prenderà un po' di tempo per stare con Dick Grayson, il primo Robin, e la coppia vivrà una breve avventura combattendo l'Enigmista. E questo breve interludio è oggettivamente ben scritto devo ammetterlo. E' gestito molto bene il rapporto padremanontroppo/figliomanontroppo fra Bruce e Dick, e i continui rimandi alle vecchie storie di Batman sono molto godibili, ma mi ricordano che potrei leggere una bella avventura dell'Uomo pipistrello, ma invece sto leggendo questa. Vabbeh, ad ognuno il suo credo.
 Su consiglio di Dick, Batman deciderà poi di fare il grande passo e rivelare la sua identità segreta a Catwoman, mentre il Joker scoprirà che l'uomo mascherato altri non è che...Due-Facce, che ha subito un intervento di chirurgia plastica ed è di nuovo sano, e, per miracoli burocratici è di nuovo procuratore distrettuale. Ricordiamo ai distratti che Due-Facce ha tipo ucciso un sacco di persone. Sempre in numero pari certo, ed è un bene, ma io non lo inviterei a cena ecco.
 Le indagini di Batman lo porteranno a scoprire che il misterioso Hush aveva utilizzato uno dei famosi Pozzi di Lazzaro, misteriose acque vulcaniche in grado di curare ogni ferita e anche di riportare in vita i morti. Per scoprire la verità, Batman rapirà Talia Head, figlia del criminale Ra's Al Ghul, ovvero il più grande esperto dei Pozzi di Lazzaro della Terra. La coppia si sfiderà ad un duello all'arma bianca che è oggettivamente una figata.
 Nel frattempo, Talia sarà guardata a vista da Catwoman. Peccato che il Buon Ra's avesse preso una guardia del corpo per la figlia: Sandra Woosan. Meglio nota come Lady Shiva, o, se ti metti sulla sua strada:morte. Shiva è infatti la più grande artista marziale del mondo, e in breve tempo riuscirà a sconfiggere Catwoman
 Solo per essere sconfitta....da una sediata alle spalle datagli da Talia, che non vuole che suo padre si intrometta nei suoi affari. Beh, questo è stato molto anticlimatico. E non lo dico solo perchè Lady Shiva non si farebbe nulla di una sediata.
 Dopo essere tornato a Gotham avendo la certezza che qualcuno abbia usato un pozzo di Lazzaro, Batman troverà Catwoman in mezzo ad una sfida con la Cacciatrice, che era stata manipolata dallo Spavantapasseri, che per tutto lo scontro non smetterà di canticchiare la famosa ninna nanna popolare "Hush Little Baby". Capite, Hush, come la saga a fumetti. Adorabile guarda. E inoltre, in 9 numeri abbiamo avuto 9 criminali diversi, senza un vero e proprio avversario carismatico. Cioè, Poi vogliamo metterci anche la Falena Assassina? E Zebra-Man era occupato?
 Dopo aver avuto questa rapida apparizione del principe della paura, Batman si ritroverà faccia a faccia col misterioso Hush, che si rivelerà essere....Jason Todd, il Robin morto che era tornato dall tomba. Wow. Neanche questa l'avevo mai vista. Ma proprio mai eh.
 Dopo aver picchiato per un po' il nuovo cattivo, Batman capirà di trovarsi di fronte ad un sosia. Il nostro infatti non solo non era il vero Hush, ma non era neanche Jason Todd. Era infatti il criminale mutaforma Faccia di Creta, al servizio del vero Hush. I cachet non sono compresi nel prezzo del blog.
Analizzando poi i suoi supercomputer, Batman scoprirà al loro interno uno speciale microchip che lo aveva ipnotizzato per fargli pensare subconsciamente a Tommy Elliot. Il microchip era stato impiantato nel computer da un vecchio alleato di Batman, il muto e gobbo Harold, che era stato però operato ed ora aveva recuperato voce e postura corretta. Il nostro verrà però ucciso prima di rivelare l'identità del criminale che lo aveva pagato.
 E se non lo aveste capito, il colpevole alla fine era proprio Tommy Elliot (il cadavere nel vicolo era un fantoccio di creta), che ce l'aveva con Bruce Wayne perchè...e qui vi giuro che non scherzo, l'incidente che aveva ucciso il papà di Tommy era stato studiato proprio da lui per avere l'eredità di famiglia ad otto anni. E siccome il padre chirurgo di Bruce aveva salvato la vita di sua madre, Thomas aveva deciso di farla pagare ai Wayne. Che peraltro sono morti in un vicolo, quindi non è che la passino troppo bene. La cosa ha così poco senso che credo di aver bisogno di bere un po' d'acqua. Anche perchè, se tua madre ha continuato a vivere a lungo, non potevi, che so, soffocarla con un cuscino? Cioè hai ucciso tuo padre quando avevi otto anni, dopo era un problema?
 Fatto sta che durante il confronto finale fra Batman e Hush (che si chiama così perchè la sua identità è un segreto, e perchè lo Spaventapasseri canticchiava la canzoncina), Batman verrà salvato da Harvey Dent, che sparerà al nuovo criminale facendolo cadere nel fiume di Gotham, lasciandolo però in vita per nuove avventure. Sigh.
 Nell'epilogo della serie, Catwoman lascerà Bruce Wayne, il cadavere di Jason Todd sarà sparito (poi è resuscitato davvero) e il vero boss di tutto questo ambaradan si rivelerà essere...L'Enigmista. Era infatti stato lui ad usare il pozzo di Lazzaro per curarsi dal cancro, e, grazie alle proprietà mistiche delle acque, il nostro aveva dedotto l'identità segreta di Batman, unendosi poi ad Hush per distruggere il crociato mantellato. E sapete una cosa? Seppur il nostro, criminale che da sempre vuole sconfiggere Batman sul piano mentale, e questa volta bene o male ce l'ha fatta, un criminale che VUOLE far sapere a tutti quanto sia bello e intelligente, decide di non rivelare l'identità segreta di Batman perchè "un indovinello di cui tutti sanno la risposta non vale un cicca". Ma scusate, qualcuno l'ha controllata la logica in questa storia sì? O gli editor erano tutti i vacanza? Ma che vuol dire che un indovinello che sanno tutti non vale una cicca? CHE VUOL DIREEEEEEEEEEEEE!

Ed eccoci senza ulteriori indugi alla fine di questa storia. E meno male. Partiamo però dai lati postivi. Come già scritto, il numero con Batman e Nightwing è molto divertente, ed è assolutamente godibile. Jim Lee è in splendida forma, e i disegni di questa serie sono uno dei suoi lavori migliori, sebbene a tratti il nostro risulti essere un po' statico. E ci sta cavolo, avete visto che disegni? Cioè se era un pelo più bravo era tipo il signore delle matite. E poi...  E poi no basta, il bello finisce qui. E sebbene il mio amico Raoul sostenga sempre che "Almeno hai visto dei bei disegni", io non credo che mi basti un artbook per apprezzare un fumetto. Se volevo un artbook, compravo un Artbook.
Hush fallisce come storia in tre punti. In primo luogo, in Hush, tutto è già visto. Batman che combatte Superman, Batman che bacia Catwoman, Batman che combatte Ra's Al Ghul con le spade...in pratica Jeph Loeb ha preso tutte le parti belle di altri fumetti e le ha incollate alla bell'e meglio in un guazzabuglio. E se Hush è il vostro primo fumetto, va anche bene, ma se avete già letto due fumetti di Batman, il sapore di "Ehi, ma questo l'ho già visto" è lì dietro l'angolo. In secondo luogo, Hush è come una brioche da discount. 99% di pasta, e solo 1% di marmellata, che è poi il sugo dell'avventura. Hush continua mettere cose su cose, mostrandoti criminali che hanno fatto la storia del fumetto resi pure e semplici macchiette in un mistero che era risolvibile al secondo numero della serie, continuando a prometterti grandi cose...che poi non accadono. Hush non ha portato nulla di nuovo nella vita di Batman. Tranne Hush certo, ma le possibilità che un personaggio venga usato in futuro non sono sempre rosee. Batman non è cresciuto, non ha imparato qualcosa, ha solo perso e ritrovato cose che già aveva, in un enorme arazzo di clichè così triti e ritriti che sembra uno di quei blog dove si riciclano sempre i tormentoni.....aspetta un secondo.
E ultimo, ma non per importanza, Hush uccide ogni possibile sospensione dell'incredulità. Io adoro Batman. E' oggettivamente un Evergreen narrativo, una delle idee più esplosive del secolo scorso, ma ogni tanto, mi piacerebbe vederlo per quello che è: un tipo vestito da scemo che si picchia coi criminali e risolve i misteri. Non come un feroce dio vestito di grigio e azzurro. Sforzandoti a tutti i costi di rendere Batman invincibile (e così di contrappunto Hush) lo rendi solo sciocco e forzato. Il bello di vedere Batman vincere, è vedere la lotta, è vedere la sfida. E' vedere l'astuzia fondersi coi cazzotti. Non è "Cicca cicca ho l'anello di Kryptonite". Quello non è storytelling, è spazzatura.
Hush è un'ottima storia da regalare a chi non ha mai letto Batman. Ma non è una bella storia. Hush è un po' come le rotelle alla bici. Per imparare sono ottime, ma quando si è capaci, diventano una cosa ingombrante, e a tratti anche fastidiosa.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Countdwon a "Ma Hush è bello, DAI" in 5,4,3,2...Pronti a partire. Let's go!

24 commenti :

  1. A quanto pare, Jeph Loeb deve restare in compagnia di Tim Sale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non è il disegno il problema, è un po' il fatto che la storia è brutta! Anche "Vittoria Oscura" non era un gramchè a ben guardare!

      Elimina
  2. Buongiorno
    Sono nuovo del blog perché scoperto da pochi giorni ( Mannaggia!) e ti devo fare davvero i complimenti
    Una domanda ma prevalentemente ti occupi solo di DC o tratti anche MARVEL? Grazie e complimenti ancora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il supporto e per i complimenti al Blog! Allora, il mio blog si occupa sia di Marvel che Dc in Egual misura! In generale di tutto quello che è supereroi/fumetto americano. Sulla destra puoi trovare un pratico post riassuntivo (c'è scritto "Sei nuov sul blog? Clicca qui!) che spiega tutto quello che c'è sa sapere su Comicsverse 101!

      Elimina
    2. Ok allora mi ci tuffo!

      Ps ho appena finito di leggere il post su sentry e devo ammettere che ero uno dei a quanto sembra pochi fan
      Più che altro ero affascinato dal suo "potenziale"! Mi sembrava davvero forte come supereroe ( letto per la prima e unica volta su World War Hulk)
      Peccato davvero. Sono uno a cui piacciono gli strani e cerca sempre il personaggio con il potere più particolare ma sentry mi aveva colpito proprio per il duello con il verdone e della sua potenza assurda
      Va be pazienza XD

      Elimina
    3. Una domanda cosa ne pensi di Millar come autore? E nello specifico del Millarworld? Io mi sto intrippando parecchio ma da quello che ho capito nn ti piace molto
      Consigli?

      Elimina
    4. Questione Sentry, è vero che nella sua "genericità" era particolare per la sua storia un po' bizzarra e complessa. E' anche vero che però l'hai letto in una bella storia, e quello forse te lo ha un po' falsato! Comunque oh, magari da zombie ci darà più soddisfazioni :P

      Elimina
    5. Questione Millar...A me non piace per nulla. Perchè è molto fumoso. Non c'è sostanza in quello che scrive, è tutto legato ad un'idea allettatante ma vuota (E se Batman fose cattivo? E se i supereroi fossero persono vere?) magari anche già vista, e gestita in modi che non mi piacciono, allungando il brodo, inserendo del marcio ad ogni costo, basando tutto sui dialoghi e non sulla storia, e tante altre menate che sembrano creare uno scrittore che è una versione patchwork di scrittori migliori. Consigli su Millar, io personalmente dico sempre di recuperare il suo Superman Adventures, che è il suo lavoro che mi è piaciuto di più

      Elimina
    6. Adesso come adesso ho iniziato a leggere le testate della Marvel now su consiglio perché era già da un po' che volevo iniziare il fumetto americano, però se devo essere sincero nn mi piace. Troppo incasinato e mi da fastidio che per capire il quadro generale devi prenderle tutte! Mi piace il Millarworld perché sono storie complete fuori dalla normale "amministrazione" come superior, Kick ass ecc.
      Più che altro leggo molto i volumi completi è l'unico modo per capire secondo me
      Ps per gli x-man della Marvel now adoro la storia di legione. Secondo me fatta benissimo seppur pecca di disegni da 5º elementare

      Elimina
    7. Intendi troppo incasinato il Marvel Now o il fumetto americano? Perchè io capisco che al nuovo lettore un universo condiviso possa essere un po' ostico (non credo però nell'assiamo "devi prendere tutto per capire qualcosa. Di solito una serie regolare di un certo personaggio è abbastanza chiusa in se stessa) ed è per questo che ho iniziato a scrivere il blog. E' cero che le storie complete sono comode, ma Millar non scrive, sempre secondo me, fuori dalla normale amministrazione. Superior, Kick Ass e altri sono storie già viste e riviste, ma temo di ripetermi. Poi ad ognuno i suoi gusti è una sacrosanta verità. X-men Legacy la trovo molto carina ma la seguo con scarsa regolarità! Il mio budget è quello che è! Gli insegnanti privati non sono più quella forza della natura che erano un tempo :P

      Elimina
  3. Mi ricordo che Hush mi piacque parecchio,sopratutto perche' non sono mai stato un grande lettore di Batsy,e vedermi tutta la sfilata dei cattivi che conoscevo mi galvanizzava.Poi certo, l'anello di Kryptonite per me,da puro ignorante in materia,poteva essere che Bruce se lo portasse sempre dietro, anzi non mi stupirei se nella bat-cintura ci nascondesse pure il famoso spray antisqualo.

    Ps: ma esiste una storia in cui lo scontro fra Supes e Bats fa a finire come dovrebbe andare veramente? (cioe' Bruce in formato polpette al sugo sul muro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, che abbia l'anello non è un problema. Quello può avere senso, ma superman respinge i proiettili, e un cazzotto al suo muso ti rompe la mano all'istante :) E sul fatto che esista sì, ma solo in vecchie storie! Adesso la fama di Batman è troppo forte!

      Elimina
    2. Maledetto Batman!

      Elimina
    3. Più che altro maledetto marketing fatto coi piedi! :P

      Elimina
  4. Tristezza. Vedendo i disegni l'avrei preso al volo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripeto, a me non è piaciuto. Poi ognuno è libero di fare quello che crede! Comunque grazie per apprezzare così la mia opinione

      Elimina
  5. Ma guarda, la tua recensione è stata molto chiara. La storia non sta davvero in piedi! Io poi non sono nemmeno un batfan (passami il termine) dell'ultima ora, percui, certi voli pindarici di alcuni sceneggiatori mi mettono solo tristezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che voli pindarici io li definireri plagetti ;)

      Elimina
  6. Su Due Facce, se non l'hai già fatto, leggiti questa bellissima storia: http://fumettidccomics.tumblr.com/post/87852755341/jthenr-comics-vault-batman-black-white-1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! La lessi un sacco di tempo fa, e Batman B&W è una delle più tristi mancanze nella mia libreria (anche se i fumetti di Batman li metto dentro una scatola)

      Elimina
  7. Comunque le motivazioni di Hush fanno veramente pena, mi ricorda Tiberius Stone, amico d'infanzia di Tony Stark, che accoppò i suoi genitori per ereditare come aveva fatto Tony, per non essergli inferiore. Motivazioni veramente del cavolo. Oddio, almeno la storia di Tiberius senso ce l'ha, questa proprio no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia di Tiberius l'aveva anche scritta un autore un pochino più bravo nel parere di chi scrive ;) Secondo me c'è che non era neanche un mistero, alla fine si sapeva benissimo che il colpevole era lui. In altre storie Loeb era stato molto più bravo. Qui era un voler giocare con i lego fino a morirne

      Elimina
  8. A me è piaciuto abbastanza...
    Evitabile la cacciatrice (la odio) e forse troppi colpi di scena, assolutamente ridicole le motivazioni di Hush, così come evitabile era tutta la storia del Pozzo di Lazzaro (a me non piacciono le resurrezioni).
    Però va detto anche che Batman minaccia di morte l'enigmista alla fine, nel caso svelasse la sua identità e che l'enigma di chi sia Hush effettivamente regge, perchè siamo depistati con il funerale finto e con l'apparizione di two faces.
    Anche la storia di Catwoman (pur se già vista) è credibile.
    Insomma è evidente che ogni tanto debbano dare una rinfrescata a tutti gli elementi e i personaggi chiave del fumetto per raggranellare un pò di generazioni nuove. Lo hanno fatto, inserendo tutto in una storia che non è male (ma che, certo, poteva essere migliore) e con disegni stupendi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, dunque personalmente non sono d'accordo sulla rispolverata perchè, va bene ricordare il passato ma qui si esagera. Batman non minaccia l'enigmista di morte ma gli fa una proposta sciocca, e ti dirò, non sono neanche sicuro che l'enigma di Hush regga, appunto per l'introduzionr particolare di un personaggio così importante....ma di cui nessuno aveva mai sentito parlare. Se poi comunque la storia ti è piaciuta, sono contento! Ad ognuno il suo ecco :) Grazie del supporto

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio