Didascalia

Didascalia

lunedì 19 maggio 2014

Batman: the brave and the bold, la serie animata (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che quando scrive certi post teme fortissimo un momento in particolare. Torna a grandissima richiesta "Fumetti in Tv", la rubrica che si occupa di parlare delle apparizioni extrafumetto dei nostri eroi favoriti. Questa volta siete stati in tantissimi a richiederci di parlare di questa serie, che è stata molto "polarizzata" nel corso degli anni. Parliamo di Batman: The Brave and the Bold (per comodità BTBAB), la serie che vede il cavaliere oscuro unirsi ad altri cento eroi per combattere il male. Ed è una cosa meravigliosa.
Per tutti i crani Batman! Un attacco di teste volanti!


 Andata in onda dal 2008 al 2011, BTBAB è stata prodotta da James Tucker e da Micheal Jenic, ispirandosi alla serie a fumetti anni 70 con lo stesso nome. L'idea era semplicissima, proporre una nuova versione di Batman, che vedeva il nostro sì come il più straordinario degli eroi, ma anche come un abile giocatore di squadra, in grado di valorizzare le potenzialità di eroi provenienti dai quattro angoli del cosmo Dc. E fin qui tutto a posto no? Beh, in un periodo dove Batman piaceva a tutti cupo e triste  (la storia della mia vita), questo Batman prendeva non solo a piene mani dagli anni 70, ma anche da Jack Kirby e dal puro divertimento, mostrandoci un crociato mantellato più leggero e divertente, adatto a tutte le età, proponendo gadget fantastici, ambientazioni particolari e mai banali, e senza mai un briciolo di paura nell'osare e sperimentare (dopotutto "The Brave and the Bold" si traduce come "Il coraggioso e il temerario")
 La classica struttura di un episodio ci presentava un breve segmento con un team up fra Batman e un altro eroe, e in seguito un episodio intero che vedeva il crociato mantellato unirsi ad un altro personaggio. Ad esempio, nel primo episodio, l'introduzione vedrà Batman e Freccia Verde (che in questa versione sono migliori amici che fanno a gara a chi sia il miglior vigilante senza superpoteri, e la cosa rende tantissimo) e l'episodio principale Batman e Blue Beetle. E' da notare come spesso le brevi introduzioni siano veri e propri gioielli presi anche singolarmente.
La serie prende così a piene mani dallo spirito dalla famosa Silver Age del fumetto, mostrandoci anche numerosi eroi e criminali agghindati con gli stessi costumi dell'epoca.
 L'idea di base della serie era quella di mostrare tutte le potenzialità di un universo narrativo enorme come il Dc Universe, focalizzandosi principalmente sui personaggi "minori", evitando i nomi troppo grossi, ma senza esagerare.
La serie è composta dunque  da tre stagioni,per un totale di 65 episodi. Per motivi di contratto però, Superman e Wonder Woman, personaggi molto papabili per un team-up, appariranno solo nell'ultima stagione, ma vi assicuro che ne sarà valsa la pena. La serie infatti non si dimentica mai da dove è venuta, e seppure presenti sempre contenuti nuovi, non manca di presentare argute citazioni come lo scontro Superman/Batman da "Il ritorno del cavaliere oscuro" (e qui com'è giusto Batman perde), o l'introduzione di Wonder Woman con in sottofondo la sigla dell'originale telefilm con Lynda Carter.
 Sul fronte doppiaggio (gestito dalla Merka Film), la serie presenta davvero tantissimi personaggi, abbiamo quindi deciso come sempre di presentare solo il principali. "Solo". L'understatement del secolo

Batman:Diedrich Bader(Hoss Delgado in "Billy &Mandy)/ Marco Balzarotti (Beh, è Batman amici. Più di Clooney,Bale,Keaton,Kilmer e anche Affelck messi insieme)
Freccia Verde: James Arnold Taylor (Rachet in Ratchet and Clank)/Gianluca Iacono (Vegeta in Dragon Ball)

Blue Beetle: Will Friedle (Batman in Batman Beyond)/Federico Zanandrea (Astral in Yu-Gi-Oh Zexal)

Aquaman: John DiMaggio (Bender in Futurama)/Luca Bottale (Quiche in MewMew amiche vincenti che se non lo dico la mia amica Erika mi toglie il saluto)

Joker:Jeff Bennet (Azmuth in Ben 10)/Riccardo Peroni (E' il Joker in tipo tutte le sue incarnazioni italiche amici)

Plastic Man:Tom Kenny (Spongebob in Spongebob Squarepants)/ Massimo di Benedetto (Yugi in Yu-gi-oh)

Black Canary: Grey deLisle( Daphne Blake in Scooby Doo, e probabilemente una delle mie cotte vocali più forti del cosmo)/Elisabetta Spinelli (Bunny/Usagi in Sailor Moon)

Nel doppiaggio originale inoltre, numerose guest star si prestaranno per donare le voce a molti personaggi. Citiamo Paul Reubens, Neil Patrick Harris (Barney di How i Met Your Mother), Adam West (Batman nel telefilm del 66), Julie Newman (Catwoman nei telefilm del 66), Henry Winkle (Fonzie di Happy Days) e molti altri.
Citiamo inoltre che la serie presenta anche un buon numero di performance musicali, che non mancano mai il bersaglio: essere ad un livello di orecchiabilità pazzesco.
 La struttura della serie sarà perlopiù episodica, anche se nella prima e seconda stagione avremo invece una sottotrama che proseguirà per tutta la durata della serie.
Nei primi episodi incontrermo quindi Equinox, misterioso essere in cerca del perfetto equilibrio fra Caos e ordine, che sarebbe poi dovuto diventare anche il nemico principale della terza stagione, ma la cancellazione della serie fermeranno i piani per un suo ritorno.
 Mentre nella seconda stagione avremo il malvagio conquistatatore alieno "Starro il Conquistatore" che in pratica è una stella marina gigante. No davvero. Una stella marina gigante che darà vita ad uno degli episodi più commoventi della serie. Ve lo giuro.
 Pur essendo una serie più "leggera" rispetto alle precedenti, BTABAB non delude anche sul fronte emotivo, presentandoci personaggi ben costruiti, e riadattati a servire la trama, ma senza mai sembrare forzati. Del tipo che qui Aquaman è un figo, rovesciando il classico tropo dei fan che di Aquaman conoscono forse il costume che considerano il re dei mari un personaggio "moscio". Io dò la colpa alle pessime serie tv che lo prendono in giro. In un episodio inoltre vedremo il Joker in una serie di Team-up atti a sconfiggere il bene. E anche se non apprezzo il personaggio, l'idea è ottima.
Inoltre, come già spiegato più sopra, la serie è molto citazionista (sempre con garbo, mai con prepotenza) ma anche molto metareferenziale.
 Si sprecano quindi le citazioni più adulte, a quelle riferite a fatti avvenuti nei fumetti o al fatto che ci si trovi davvero in cartone. In un episodio il folletto noto come Bat-Mito si reca ad una convention di Fan di Batman (dove sono presenti anche Paul Dini e Bruce Timm, creatori della serie animata di Batman più famosa di sempre) spiegando come, sebbene questa versione sia meno seriosa, Batman sia un evergreen narrativo, e soggetto a molteplici interpretazioni.
E in un episodio Batman si unisce a Scooby Doo per sconfiggere il Joker e il pinguino. E il danese più famoso del mondo prende a calci in faccia il Joker. Vi presento il mio nuovo sfondo del pc.
 BTBAB è una serie estremamente piacevole con un'animazione fluida e scorrevole, ma non senza difetti. Non tutti gli episodi colpiscono con la stessa forza, ed alcuni riescono a malapena a superare la sufficienza, risultando troppo stopposi, o poco nello spirito della serie. Il fatto che la serie abbia settata la sua barra così in alto inoltre, fa apparire alcuni episodi troppo "semplici" e non divertenti come avrebbero potuto essere. Inoltre, non tutti i personaggi con cui Batman fa un team up sono convincenti o ben studiati, risultando più che altro macchiette. E poi oh, una volta che mi hai mostrato che Batman ha una spada laser nella sua cintura multiuso, tutto il resto è noia. Oh aspetta, la sua batmobile diventa un aereo? E il suo mantello un jetpack? E Batman definisce i suoi pungi "I Martelli della Giustizia"? E' sempre meno bello della spada, mi spiace.

Ed ora, ecco come sempre una selezione dei migliori episodi della serie

I 5 (+1) episodi più belli di Batman. The Brave and the Bold

5-1 The mask of Matches Malone/ Il mantello delle nove vite

Occhei, di solito metto solo cinque episodi, ma questo è un caso particolare per ben due motivi. 1) Questo  cartone l'ha scritto Gail Simone e quindi ha vinto tutta la vita e 2) Questo episodio è stato censurato in America, ed è andato in onda solo in Australia e secondo le mie fonti anche da noi. Perchè? Beh vedete in questo episodio Batman recluta Catwoman, Black Canary e la Cacciatrice per recuperare un misterioso artefatto che dona nove vite al suo possessore. Peccato che durante una missione sotto copertura, Batman perda la memoria e creda di essere un criminale vero. Sarà compito delle nostre tre eroine, preso il nome di Birds of Prey salvare il crociato mantellato dal malvagio Due-Facce. Ora, non solo abbiamo un episodio tutto centrato sulle ragazze, è un signor episodio. LE tre protagoniste devono imparare ad andare d'accordo (dopotutto una è una criminale e le altre due eroine. Oh, e sono tutte e tre innamorate di Batman. Come dargli torto?), ma ci dimostrano subito come le ragazze possono essere in gamba come e è più dei maschi. E inoltre, le nostre mettono su uno spettacolino musicale dove parlano in modo più o meno sottile delle performance amorose di molti supereroi. No ve lo giuro. Una vita non è degna di essere vissuta senza aver visto questo episodio. Figuariamoci nove

Frase Topica (adattata dal vostro Dr Giova)

Catwoman (cantando): Buonasera miei signor, mafiosi, ladri e arraffator!
Black Canary (cantando): I supereroi vi danno la caccia, ma noi non salvate la faccia!
Cacciatrice (cantando):Per quelli che spaventano e terrozzano, e siete voi signori miei
Tutte insieme: E' finita la pacchia, siamo le Birds of Prey!


5-Cry Freedom Fighter/I combettenti per la Libertà
 Batman e Plastic Man devono unire le forze allo Zio Sam, spirito vivente del patriottismo e ai suoi combattenti per la Libertà. Il loro scopo è liberare il pianeta Qward dalla tirannia. Il problema è che Plastic Man finge solo di essere un patriota e di essere interessato nel sociale per poter far parte del gruppo. Quando lo Zio Sam viene così distrutto dal tiranno di Qward, sarà proprio l'eroe duttile a dover salvare la situazione, unendo ai grandi valori, un po' di sana scioccheria.
Per uno spettatore non americano, questo episodio può risultare un po'....di parte. Ma in realtà qui si parla di patriottismo nel senso di amore per la libertà, ogni libertà. Si tratta di un episodio particolare, ma dimostra come a volte, con un po' di impegno, si può fare l'impossibile, e che vale la pena sporcarsi un po' le mani per un po' di dolce libertà.

Frase Topica:

Alieno di Qward: Non ti possiamo aiutare, noi non siamo eroi.
Plastic Man: Vedi, sul mio pianeta c'erano persone ordinarie, proprio come voi, si alzarono contro l'ingiustizia, anche se le possibilità erano contro di loro. Credevano che combattere per la libertà e la ricerca della felicità fosse un qualcosa senza prezzo. Loro erano combattenti per libertà, e potete esserelo anche voi
Alieno: Ma dovremmo affrontare pericoli immensi!
Plastic Man: Quello ha Fermato Abramo Lincoln quando era circondato dalla giubbe rosse durante il D-day? No! E quando John Paul Jones e Ringo finirono il loro thè a Boston, questo li fermo da fare il loro party?  Certo che no! Sì amici, io come Gerge Jefferson prima di me non posso dire una Bugia. Aiutatemi, e insime faremo suonare la libertà!


4-The Last Patrol/L'Ultima Pattuglia
 Il criminale Generale Zahl è tornato a minacciare il mondo, e gli unici che possono fermarlo sono i suoi più vecchi nemici, un gruppo di eroi un po' bizzarri noti come La Doom Patrol. Ma la pattuglia del destino si è sciolta da tempo, ritirandosi dalle scene. Batman rimetterà in sesto la vecchia banda per un ultima grande sfida con il generale. Chi ha letto i fumetti sa del potere che questa avventura ha, anche a cinquant'anni di distanza. Chi vede la puntata per la prima volta, saprà cosa vuol dire essere un eroe, anche se per il mondo non sei altro che un mostro. Fosse l'ultima cosa che fate, guardatelo

Frase Topica

Una folla di cittadini: SIAMO TUTTI LA DOOM PATROL!


3-Chill of the Night/La verità del passato
Due entità sovrannaturali, lo Ppettro (doppiato da Mark Hamill, il Joker nella serie animata anni 90 di Batman), e lo Straniero Fantasma (Kevin Conroy, Batman nella serie sovracitata) seguono Batman nella sua ricerca dell'uomo che ha ucciso i suoi genitori. Il primo vuole trasformare il crociato mantellato in un essere cupo, dedito solo alla vendetta, mentre il secondo spera che il nostro resti uno strumento di giustizia. Episodio molto cupo per gli standard della serie, resta però nel clima di amore verso il personaggio che pervade tutto BTBAB. Scritto da Paul Dini, già pluripremiato Bat Autore, questa avventura colpisce Batman perfettamente, mostrandoci sia il suo lato di detective, sia il suo lato sentimentale quando incontrerà i suoi Genitori (Julie Newmar e Adam West), sia la sua sete di giustizia. Se in passato non l'avete visto, fatelo ora.

Frase Topica (per me che son scemo)

Batman: Com'è la tua mira?
Thomas Wayne: Impeccabile vecchio mio

Frase Topica (per tutti)

Batman: Tu sei il codardo che ha ucciso Thomas e Martha Wayne
Joe Chill: Ma...è stato una vita fa!
Batman: Sì! LA MIA VITA!


2-Triumvirate of Evil/Supereroi contro Supercriminali
 Lex Luthor, Joker e Cheetah sono stanchi di perdere sempre contro Superman, Batman e Wonder Woman. Decidono quindi di scambiarsi gli avversari per mettere i tre eroi  contro  minacce a loro ignote. Joker siferà così Wonder Woman, Luthor Batman e Cheetah Superman. Nel frattempo, i nostri tre eroi, che poi sono amici, devono trovare un simbolo di cosa sia l'eroismo, per poterlo inserire in una capsula del tempo. Questo episodio gestisce perfettamente le dinamiche fra eroi e criminali, partendo da una premessa forse un po' scontata, ma scritta in modo magistrale, unendo perfettamente lo spirito silver age della serie con una visione moderna. I tre più grandi eroi del cosmo Dc sono finalmente riuniti in questa serie. Valeva la pena aspettare? Cavolo sì! Chiunque spacca in questo episodio, ma il momento migliore ce l'ha Alfred il Maggiordomo. Ve lo giuro. E in più vedremo Prez come guest star. Cioè, Prez.

Frase Topica

Batman: E' tempo di ringrazire i nostri amici per la loro ospitalità
Wonder Woman: Ci scambiamo di nuovo i nostri compagni di ballo?
Superman: No, tieniamoli sulle spine!


1-Mayhem of the Music Meister/L'incantesimo di Music Meister
Un nuovo criminale è giunto in città, il Music Meister. Il nostro possiede il potere di controllare la mente di chiunque semplicemente cantando, e  mentre controlla le mente, costringe i suoi schiavi a danzare e cantare. Esatto, questo è un musical, ma con Batman. Se me l'avessero detto nel mio periodo metal non ci avrei mai creduto, ma adesso boh, ce l'ho in DVD e non mi soprendo più di nulla. Non solo BTBAB ci presenta quindi una situazione bizzarra in cui Batman è costretto a cantare (solo alla fine), ma lo fa con una grazia ed un armonia straodinaria. Tutte le canzoni sono divertentissime e orecchiabili, nonchè piene di citazioni sciocche e non. La trama regge perfettamente la situazione, che sembra scema, ma che risulta invece adorabile e un ottimo modo per far funzionare un musical con i supereroi. Aiuta anche che il Music Meister e Black Canary siano doppiati da cantanti professionisti, ma vi giuro, è un qualcosa di magico. Anche solo il leggero cambio d'espressioni nella faccia di questo o quel personaggio mentre viene ipnotizzato è indice della qualità e dell'amore che si è messo in questa serie. Il tutto inoltre, gira intorno al fatto che Batman sia l'unico serio che non vuol cantare. Strepitoso. Cinque stelle su cinque, un bacino all'autore e chi più ne ha più ne metta. Non serve l'ipnosi per vedere questo episodio, però aiuta.

Frase Topica:

Batman: Il tuo show chiude Music Meister, per intenzioni criminali! E pessime recensioni


Batman The Brave and Bold è la mia serie a cartoni su Batman preferita. Non faccio mistero che per me riesca ad essere migliore anche della serie anni 90 (che continua ad essere un capolavoro). Questo perchè, seppure la serie abbia 65 episodi, non ne ho visto nessuno brutto. Nessuno. Certo, alcuni sono meno forti, o meno "iconici", ma c'è sempre qualcosa in questa serie che riesce a vincere anche il fan più integerrimo. BATBAB riesce veramente spostare la tacca sull'undici, e l'amplificatore arriva al massimo a tre.
Dozzine di personaggi si muovono in perfetto concerto, in una sinfonia di azione, umorismo e una battuta scema (Batman è serio), che viene continuamente stravolta, mostrandoci un cavaliere oscuro più umano di quello che si possa immaginare. Non si può non sorridere nel vedere Batman essere geloso del fidanzato di Wonder Woman, essere felice di non aver salvato il mondo, perdere contro personaggi più forti di lui. BTBAB riesce non solo ad essere una vetrina per mostrare nuovi personaggi al pubblico, ma per mostrare che a volte, anche Batman ha bisogno di un amico. E che il cavaliere oscuro, un uomo che vive la vita per la giustizia, di amici ne ha molti. Certo, non va d'accordo con tutti, e alcuni sono un po' bizzarri, ma c'è spazio davvero per tutti.
E' un messaggio banale, ma cavolo, è fortissimo. E non si può chiedere di più ad un cartone per bambini. Personaggi colorati, azione stravolgente, situazioni bizzarre gestite in modo ancora più bizzarro. E per voi adulti (io sarò adulto il giorno in cui morirò)? Beh, c'è il voler riscoprire un mito della narrazione del 20esimo secolo sotto una nuova luce. C'è un puro senso di meraviglia, e una valanga di emozioni. Ci manchi Batman The Brave and the Bold. Ci ha regalato tanto.  Ma ci ha lasciato anche un bel messaggio: Sappiate che dovunque il male si annidi, ci sarà Batman, con i suoi martelli della giustizia, a combattere per la decenza, e difendere gli innocenti.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Nulla batterà la super slitta da strada al neon parlante,però. Pronti a partire? "Pronta quando lo sei tu Crociato mantellato!" "Get low and let's go!"

10 commenti :

  1. Cioè, vuoi dirmi che hanno avuto il coraggio di far vedere QUELL'EPISODIO della Doom Patrol? Con tutte le conseguenze spinte fino in fondo? (Ah, che Batman cantasse bene lo si sapeva dai tempi di "I'm blue")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh le conseguenza sono che non avremo altri episodi simili a quello ;) Ed è davvero davvero bello. E sì Batman canta, ma era Kevin Conroy

      Elimina
  2. A quando i post su Giorni di un futuro passato, Wolverine, Emma Frost e Rachel Summers?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su wolverine non credo che farò qualcosa in tempi brevi. Ne Emma Frost e Rachel summers sono per ora in scaletta, ma ci si può far spazio. Per giorni di un futuro passato...non so. Non credo di aver mai analizzato una sola saga così breve. Magari potrei far qualcosa a ridosso del film, ma non garantisco nulla mi spiace!

      Elimina
  3. Qual è il momento in particolare che temi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La parte del doppiaggio! Ci metto sempre sei anni :) Poi secondo me ne vale la pena se no non li farei, però la pigrite ha fatto di me il suo campione!

      Elimina
    2. Da lettore confermo che ne vale la pena! :)

      Elimina
  4. Solo tu puoi avere una "cotta vocale"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un buffo feticismo per le voci. E per le parole. Se sono il solo non me ne faccio un problema! ;)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio