Didascalia

Didascalia

mercoledì 23 aprile 2014

Young Justice, il miglior fumetto sui supereroi adolescenti di sempre (Forgotten Run)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che ci è arrivato.  Piano piano ma ci è arrivato. Per i nuovi arrivati, dovete sapere che nel lontano 2011 nasceva questo blog. E in uno dei primi articoli raccontai di come il fumetto "Young Justice" fosse, nel mio modesto parere, la più bella serie a fumetti su supereroi adolescenti. Dissi anche che nei avrei parlato. Lo dissi ancora, ancora e ancora, ma oggi, in questo mese delle richieste, finalmente arrivo a parlarne, su spinta del centounista Nosferatu, che credo l'abbia chiesto mezzo per scherzo. L'attesa, per chi attendeva, è finita. Per gli altri, spero di avervi messo almeno un po' di curiosità. Seguiteci dopo l'intervallo per saperne di più!
Bellissime le immagini di gruppo, per carità, ma mi chiedo sempre come facciano a non corrersi sopra l'uno con l'altro.


 Siamo nell'anno 1998, e la Dc comics decide di lanciare un evento un po' particolare. Per un mese infatti, la maggior parte dei titoli della casa editrice saranno dedicati ai personaggi femminili, in un iniziativa chiamata "Girlfrenzy". L'idea era ottima, e così rivoluzionaria, che adesso la Dc tratta un buon 70% delle sue eroine come appendimeloni. Per karma credo.
La nostra storia si intreccia nel pieno della Girlfrenzy, grazie allo scrittore Todd DeZago e ai disegnatori Todd Nauck e Larry Strucker, autori di "Young Justice: The secret", dove i giovani eroi Robin, Impulso e Superboy si univano per sventare la minaccia di un mostro gassoso, che si rivelerà alla fine una ragazza con bizzarri poteri. Decidendo di salvare la giovane, il trio di eroi fingerà di aver eliminato il "mostro", tenendo però segreto il loro piano. "Segreto" diventerà così il nome in codice della giovane creatura gassosa, che verrà invece liberata dalla prigionia.
In questo periodo storico inoltre, il gruppo originale di eroi ragazzi noto come i "Giovani Titani", era ormai formato da ventenni, che decideranno di lasciare fuori il "giovani" dal loro nom de guerre per un più adulto Titani. Tale cose non li aiuterà quando un genio maligno prenderà possesso del corpo di un ragazzino, rendendolo in grado di manipolare la realtà. Preso il nome di Bedlam, il ragazzino esilierà tutti gli adulti su un mondo parallelo al nostro, lasciando tutti i ragazzi liberi dell'influenza dei grandi. Peccato che non tutti i supereroi abbiano superato la maggiore età, e molti tizi in costumi ragazzini diventeranno gli unici protettori del mondo. Impulso, Robin e Superboy uniranno di nuovo le forze per sconfiggere Bedlam, e nel mentre incontreranno il primo quartier generale della Lega della Giustizia, la caverna inserita nel Monte Giustizia. I ragazzi si ritroveranno così a ponderare il loro futuro, anche dopo aver sconfitto Bedlam.
Le avventure di questi moderni tre moschettieri prenderanno poi piede in una serie regolare nota come Young Justice, scritte però non più da De Zago, ma da Peter David. Dopo aver deciso di prendere la caverna come base, il trio scoprirà che al suo interno si era nascosto il vecchio eroe robot chiamato il Tornado Rosso (che ricordiamo avere il corpo di un tostapane ma un'anima da tornado) lì esiliatosi perchè pensava di aver perso la sua umanità. Cinque minuti con i tre marmittoni però gli faranno venire una voglia matta di prenderli a ceffoni, facendo ritrovare all'androide una parvenza di sentimento. Terrorizzato dal lasciare un ninja più o meno moderato, uno sportivo che non può star zitto sul fatto che abbia il potere della "telecinesi tattile" e un velocista che non usa mai la testa, Tornado deciderà di diventare il mentore di questa banda di sconclusionati.
 Nella loro prima apparizione pubblica, i nostri eroi si ritroveranno a dover combattere una seria archeologa che, dopo essere venuta in contatto con una artefatto alieno aveva sviluppato...un paio di bocce enormi in grado di ipnotizzare quasi ogni uomo. Peccato che siano così grandi che non le permettono di stare in piedi. Vi giuro però che è gestita bene, e non è così volgare.
Sul caso, incontreremo anche alcuni comprimari della serie, gli agenti governativi Batt e Pazz (in originale Fite e Maad), e il reporter Ace Hutchinson, che battezzerà ufficilamente (seppur con poca gioia di Impulso), Young Justice.
 L'artefatto che donò i poteri alla seria archeologa (ribadisco la sua serietà), si rivelerà però essere una super-moto, un veicolo proveniente dal pianeta alieno di Nuova Genesi, che, non solo può volare ad enormi velocità, generare armi potentissime e diventare intangibile, ma è anche senziente, tanto da arrivare ad affezzionarsi a Robin. E tutto questo accade solo nel primo numero? WAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
 Dopo aver vissuto varie avventure, sarà finalmente giunto il momento per ampliare i ranghi del team. Durante una missione contro un giovane supercattivo noto come Male, l'eroina....signore....Miss Freccetta, abilissima arciera e  vecchia conoscenza (e cotta) di Impulso verrà gravemente ferita, e la Supermoto la porterà in salvo nel Qg di Young Justice.
 Nel frattempo, Segreto voleva ritrovare i suoi amici, ma troverà solo la giovane eroina Wonder Girl, che, complice di una grossa cotta per Superboy, deciderà di aiutare la ragazza fumosa ad unirsi a Young Justice. Unito per la prima volta, e non senza qualche difficoltà, il team sconfiggerà Male, che si rivelerà però stranamente legato a Segreto (era infatti suo fratello). La carriera del giovane signore del crimine finirà però presto, infatti verrà ucciso da suo padre.
 Una volta scoperta l'esistenza di un team di giovani eroi quasi senza supervisione, l'intera Lega della Giustizia si lancerà ad investigare sul fenomeno, avendo paura che i loro "protetti" non fossero ancora in grado di reggere il peso di lavorare in solitario. Grazie al lavoro di squadra, e a una bella lavata di capo fatta da Miss Freccetta, la Lega deciderà di rendere indipendente il gruppo. Ma solo dopo aver ricevuto l'approvazione dei genitori di questi ultimi.
 Avremo così un po' di tempo per approfondire la personalità dei nostri protagonisti. Osserveremo così la poca pazienza e concentrazione di Impulso, l'idealismo di Wonder Girl, il rapporto difficoltoso con la madre di Freccetta (che era diventata eroina solo dopo che la madre fallì nell'impresa), della paura di Superboy del futuro, del passato misterioso di Segreto e degli ideali di Robin (che, per dicatat della Dc non poteva rivelare la sua identità segreta ai suoi compagni di squadra, arrivando a togliersi la maschera solo dopo una ventina di numeri, ma dando il nome falso di Alvin Draper). Nel frattempo, i genitori/mentori dei nostri giovani eroi accetteranno la fondazione del gruppo, dandoci una delle scene più belle della serie.
A rappresentare i genitori di Robin, si presenterà Nightwing, il primo a portare il nome del pettirosso, primo partner di Batman e ormai eroe a tutto tondo. La mamma di Freccetta dubiterà del giudizio di un uomo che non è padre. Ma lì, Nightwing, uomo che padre non è non per scelta, le ricorderà che tutte le mattine si sveglie sentendo le urla dei suoi genitori che volano verso la morte, e che forse, sa due cose sulla responsabilità. Dio mio come adoro questo fumetto.
 Il gruppo vivrà così diverse avventure fra il serio e il faceto, fino a quando la psicologa scolastica di Miss Freccetta verrà uccisa dal suo fidanzato violento. La giovane eroina deciderà così di prendersi una vendetta vecchio stile, e si lancerà all'inseguimento del fidanzato e di un suo amico. Arrivando troppo, troppo vicina a diventare una supercriminale, la nostra deciderà di mollare il costume e di vivere una vita normale, una scelta che dimostra molto più coraggio di molti eroi che la maschera la tengono in faccia dagli anni 40.
 L'insieme di queste azioni di alto profilo ma poco "morali", porteranno alla nascita di n nuovo gruppo di eroi, noto come "Old Justice", e formato solo da vecchi assistenti di eroi anni 40. Questo gruppo prenderà in poco tempo le luci della ribalta, diventando un beniamino del pubblico. Young Justice sarà invece fratturato internamente, anche grazie all'intervento dei nemici di Superboy noti come "L'Agenzia", che avranno sostituito il ragazzo d'acciaio con il suo clone, il malvagio Match, che lavorerà per distruggere il gruppo. Nel frattempo, Red Tornado  lavorerà per adottare legalmente Traya, una bambina mediorientale. Ragazzi troppe sottotrame....FAVOLOSE!
 Mentre la Young Justice lotterà per essere riconosciuta come una vera forza del bene, e non come dei "signora mia i giovani d'oggi", i nostri verranno in contatto con la misteriosa Imperatrice, una pretessa vodoo col potere del teletrasporto e del controllo mentale. Il gruppo deciderà così di dare una conferenza stampa alla casa bianca per spiegare le sue ragione, conferenza alla quale parteciperanno anche i vecchi eroi della Società della Giustizia, la famosa Lega della Giustizia e molti altri
 Il piano dell'agenzia verrà alla luce quando il suo direttore, nota come La Contessa, sia alleerà con il magico demonietto Klarion bum bum bum lo streghetto, che userà i suoi poteri per mandare in guazzabuiglio le età di tutte le generazioni di eroi. Gli anziani diventeranno bambini, gli adulti adolescenti e gli adolescenti adulti. Tre gruppi di tizi in costume dovranno così adattarsi non solo ad avere poteri ed abilità diverse, ma dovranno anche letteralmente mettersi nei panni dei loro pari. Alla fine la crisi verrà risolta, e tutto tornerà alla normalità.
 Tutto eccetto il cacciatore di taglie Lobo, che si ritroverà dall'essere "L'UOMO" ad essere "L'Asso Adolescente". Il nostro, non avendo nulla di meglio da fare, ed ammirando lo spirito del gruppo, diventerà il nuovo membro di Young Justice.
 In seguito, Freccetta entrerà nella squadra olimpionica di tiro con l'arco, e i suoi vecchi amici decideranno di andare ai giochi per fare il tifo per la vecchia compagna. Ai giochi saranno però anche presenti delle vecchie conoscenze del gruppo, l'agente Batt e sua figlia, Anita. Che se non l'avesta già capito è Imperatrice, ma sapete com'è, in teoria era un segreto. Se non fosse che "Imperatrice" e il soprannome amorevole che usa suo papà per chiamarla. La prossima volta cara, pensati meglio il tuo nome da eroina.
 Alle olimpiadi parteciperà però anche un altra squadra "bizzarra", quella della Zandia, una nazione nuova, creata per ospitare solo supercriminali, e gestita dal malvagio barone Agua Sin Gaaz. Il team aiuterà Freccetta a vincere la medaglia d'oro evitando i trabocchetti della squadra Zandese, e scoprirà il segreto di Anita, invitandola all'interno del gruppo.
 In seguito, il gruppo seguirà la Supermoto sul suo pianeta d'origine, per farla...accoppiare con un'altro veicolo. Durante questa gita alla fattoria tattile, il team si incontrerà con i Forever people, altra squadra di eroi che gira con una supermoto, mentre Segreto diventerà amica di Darkseid, sedicente dio del male. Un amorino guarda.
 Quando l'incarnazione stessa dell'Entropia Imperiex attaccherà la Terra, il governo degli stati uniti, guidato dal suo presidente Lex Luthor, arruolerà tutti i superumani disponibili per fare guerra alla minaccia aliena. Per un buffo caso del destino, Young Justice dovrà compiere una missione di ricognizione assieme ad un atleta olimpionica che si era offerta volontaria: Miss Freccetta.
Il gruppo subirà molto la pressione di un viaggio nello spazio, e si perderà sul pianeta malefico Apokolips, dove il piccolo Lobo verrà apparentemente ucciso, mentre il resto della Young Justice verrà rapito dai sicari di Darkseid.
 Quello che però nessuno sapeva era che, l'incantesimo che aveva fatto ringiovanire Lobo, gli aveva donato di nuovo il suo potere di poter creare un clone di se stesso da ogni goccia del suo sangue. Fatevi voi i conti cosa deve aver creato squartare il giovane alieno. Il team verrà così salvato da una legione di Lobini, che dopo un po' verranno tutti riassorbiti nel corpo del Lobo originale, che tornerà adulto e senza memoria della sua seconda giovinezza. MA ERANO PROPRIO TUTTI I LOBO?
 NO! Un lobino contente tutti i geni recessivi dell'alieno (e che sarà quindi dotato di una versione molto ridotta dei poteri dell'alieno, ma un'intelligenza e sensibilità molto superiore) chiamato Slo-Bo, fuggirà dal riassorbimento, e si unirà al gruppo in qualità di meccanico, aggiungendo quel tocco di sarcasmo che era sì già presente nel team, ma che sarà proprio la ciliegina sulla torta.
 Adottata finalmente Traya, il Tornado Rosso lascerà il gruppo, e il suo ruolo di mentore verrà preso dal vecchio assistente della Lega della Giustizia, Snapper Carr. Nel gruppo entrerà anche Ray Terril, alias The Ray, eroe con il potere di controllare lo spettro luminoso. Un po' più vecchio, ed estremamente più potente dei suoi compagni di squadra, Ray farà un po' fatica ad entrare nel team, ma riuscirà poi a gestire le dinamiche di gruppo, complice anche la nuova leadership, che passerà da Robin a Wonder Girl.
 Citiamo anche che per un po', il tema dovrà affrontare episodi di razzismo nei confronti di Traya, che subirà forti pressioni a causa della sua etnia mediorientale. Grazie al supporto di Freccetta e Wonder Girl, e alla sua forza di volontà d'acciaio (pur essendo una bambina), la nostra ne uscirà a testa alta. Cioè, mi volete dire che i fumetti possono anche dare un messaggio? Per la seconda volta?
 Per un breve periodo inoltre, il team dovrà affrontare di nuovo Bedlam, che questa volta deciderà non di eliminare gli adulti dal mondo, ma proprio la Young Justice, trasformando i membri non fondatori in un gruppo di ancor più debosciati, senza memoria delle loro vite precedenti. Grazie all'intervento di Impulso, tutto tornerà però alla normalità
 Scopriremo poi, che il malvagio Sin Gaaz avrà rapito il padre di Imperatrice, arrivando anche ad ucciderlo. Inoltre, Sin Gaaz si rivelerà il nonno di Anita, nonchè il killer della sua stessa figlia.
La serie di omicidi familiari era stata organizzata dal Barone per i suoi esperimenti magico/genetici, che, una volta scoperti dalla nipote, la getteranno in una profonda depressione.
 Scoperti i piani di Sin Gaaz, Wonder Girl deciderà di fare la cosa più giusta: chiamare tutti gli amici del gruppo (cioè praticamente ogni eroe adolescente all'epoca pubblicato dalla Dc) per assaltare la Zandia e farla pagare al barone. Occhei dai, siamo al top, non si può essere più fichi di così.
 E invece! E Invece! Per portare un'attacco preventivo a Zandia, Superboy chiederà aiuto al suo amico che sa parlare con i pesci Lagoon Boy, che userà un banco di balene per dare vita ad un onda di maremoto come fece Aquaman contro di lui. E qui ci fermiamo no? Cioè, non si può superare questo momento!
 E INVECE! In seguito tutti gli eroi ragazzini, quelli in cui nessuno credeva, quelli che non erano veri "eroi" si lanceranno in una battaglia all'ultimo sangue contro criminali che hanno messo in difficoltà con i loro mentori più di una volta, vincendo grazie alla forza dell'affetto che hanno per la loro amica e al loro innato entusiasmo e sete di giustizia. Il tutto guidato da una supereroina che non fa da tappezzeria. Bene dai, tiriamo un attimo il fiato?
 INVECE! Durante la lotta Sin Gaaz verrà ucciso da Miss Freccetta, che si rivelerà però essere la mamma dell'eroina, che voleva risparmiare alla figlia il dolore della guerra. Usando poi le macchine del nonno, Anita riuscirà a resuscitare i suoi genitori...sotto forma di neonati. Cioè, azione, avventura, colpi di scena E IL LIETO FINE? CHE STREGONERIA E' MAI QUESTA?
In seguito a questa grande avventura, il team incontrerà solo sventure. Slobo inizierà a perdere la vista, e si indebolirà sempre di più, mentre verremo a conoscenza delle origini di segreto. La nostra era in realtà una normale ragazzina di nome Greta, che venne uccisa dal fratello nella vasca bagno per ottenere poteri superumani. La nostra verrà così trasformata così in un portale vivente verso il limbo, costretta per sempre a vagare per la Terra senza avere mai la possibilità di tenere i contatti con qualcuno. Complice una sua cotta per Robin e l'influenza di Darkseid, Greta userà i suoi poteri per attaccare il suo team, gelosa della loro vita e arrabbiata per non avere la possibilità di essere in controllo della sua esistenza.
La situazione sarà però risolta dall'intervento di Robin, che finalmente si rivelerà ai suoi amici non solo senza maschera, ma anche rivelando finalmente il suo vero nome, in un atto di fiducia estrema per quel gruppo di amici che ormai era come una famiglia. Avendo capito che a qualcuno di lei importava, Segreto fermerà l'attacco al suo team.
Sconvolto da questo spreco di potenziale, Darkseid punirà Greta.... rendendola di nuovo umana e mortale, non più in grado di portare tristezza nel cuore della gente. E per il re del male, non c'è punizione più grande dell'umanità. Scusate, questo è davvero un fumettino per ragazzi?
Con una mossa molto agrodolce però, Slobo verrà trasformato in una statua cosciente.
In seguito, Young Justice verrà sciolta quando il gruppo verrà attaccato da un Superman robot, lasciando Robin, Impulso,Superboy e Wonder Girl ad unirsi ad una nuova versione dei giovani Titani, dove verranno colpiti da una fortissima amnesia perchè di quei ragazzi maturi ma un po' sciocchi non ci sarà più traccia. Scusatemi se piango. FORTISSIMO.
Quindi, valeva la pena aspettare due anni per sentir parlare di Young Justice? Mai fu fatta domanda più retorica. Mi spiego meglio. Una delle cose più difficili, è ricordarsi come si era da piccoli. Si vede di solito il mondo più o meno ovattato, o troppo esagerato. Ora immaginate di dover scrivere di non solo voi stessi, ma anche di qualche amico. Di solito si finisce per imbottire la storia di stereotipi come "morte ai vecchi", "Non ho voglia di ascoltarvi" o slang giovanile vecchio come matusalemme. In Young Justice ci sono nove ragazzi completamente diversi, vivi e pulsanti. Ci sono nove adolescenti che, superpoteri a parte, si potrebbero incontrare per strada. Non ci sono falsi patemi, non ci sono storie tristissime messe a caso, c'è un universo di personalità originali e ben delineate. Certo, sul finale si punterà di più a tirare le corde dei personaggi meno famosi del gruppo, ma va bene, Imperatrice, Segreto e Slobo una serie regolare non ce l'hanno, è bene usare il gruppo per spingere la trama.
Young Justice è un ottimo fumetto non solo sugli adolescenti, ma anche sul gruppo. Il team ha un'ottima chimica, funziona bene, giocando sui punti di forza e di debolezza di tutti i suoi membri, mostrandoci non solo una forte crescita spirituale personale, ma anche comunitaria. Se nel primo numero avevamo davanti sei ragazzini impulsivi ed emotivi, negli ultimi abbiamo una vera famiglia, che è in grado di spaccare i sederi a tutti. Azione, parliamo dell'azione. Beh, la descriverei con un tormentone piuttosto nuovo, ma ragazzi, ragazzi, l'azione qui ha l'impatto di UN MILIONE DI SOLI IN ESPLOSIONE. Ardite lotte fra supergruppi, culti assassini, divinità, eserciti di supercattivi, c'è tutto quello che vorreste vedere in un fumetto d'azione, calibrato al punto giusto con quell'umorismo cinico e tagliente che fa sempre bene, ed è tipico degli adolescenti.
Young Justice è un fumetto fresco, che anche dopo più di dieci anni risulta godibilissimo e attuale, centrando in pieno tutto lo spirito del fumetto di supereroe, e tutti i tropi del sottogenere a cui appartiene.
Lessi per la prima volta Young Justice a 15 anni, e rimasi a bocca aperta di fronte ad un mondo che era anche il mio. Ora, a rileggerlo, certe cose sembrano lontane anni luce, ma l'essenza di quel fumetto, è il senso di meraviglia e di giustizia che solo un ragazzino può avere. E non importa se hai sette o novantasette anni. Ogni pagina di Young justice trasuda entusiasmo puro. Un entusiasmo che non puoi distruggere, neanche se sei il dio del male. Ed è un entusiasmo contagioso a dire poco.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti.Ora potete iniziare a menarmela con qualcos'altro. Tipo Wolverine, quello vi piace no? Pronti a partire. Let's go!

28 commenti :

  1. ma ricordiamoci dell'amico di Snapper, quello che è diventato partner di un tizio cosmico e poi è morto l'universo.

    RispondiElimina
  2. "Aqua Sin Gaaz"? ... davvero davvero? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è Agua! Errore di battitura ;)

      Elimina
    2. ... geniale, geniale (come dice anche Veleno, qui sotto) :-D

      Elimina
    3. I giochi di parole sono sempre adorabili!

      Elimina
  3. Ciò non toglie che "Agua Sin Gaaz" sia un nome geniale. Cioè, dove lo trovi un cattivo che si chiama, in pratica, "Acqua Naturale"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perchè, Fite'n Maad ? Peter David è un maestro dei giochini di parole! ;)

      Elimina
  4. So ke non c'entra nulla ma visto ke mi trovo... Un post su tutti i figli di Wolverine? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che sembrerò maleducato, ma piuttosto mi taglio le mani :P No, direi che per ora non è nella scaletta del blog! Ho un accenno a Daken!

      Elimina
  5. E ora parecchie citazioni del cartone Young Justice diventano chiare...ma perdavvero.
    Però rimane che Miss Freccetta come nome è ridicolo.(Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltretutto alcuni episodi del cartone (tipo quello con Segreto) li ha scritti proprio David! E oh, nome scemo ma grandissimo personaggio! Ha fatto un bel salto di qualità. Per poi sparire nel limbo...

      Elimina
    2. Verissimo! Anche nel cartone era un personaggio brillante. Benché la mancanza di Aqualad nel fumetto mi rammarichi assai (Lavos-D)

      Elimina
    3. A me mancava imperatrice nel cartone :P all'epoca però c'era un solo aqualad e stava nei Titani!

      Elimina
  6. Tutti i tuoi post mi spingono la curiosità a mille!!! La voglia di sapere di più sui personaggi e le storie, leggerle...grazie mille :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! E' il miglior complimento che si possa ricevere!

      Elimina
  7. L'ho adorata anch'io questa serie, purtroppo però l'edizione Play Press che possiedo si ferma proprio al crossoverone "Sins of Youth" che sinceramente mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca, nonostante alcune storie del crossover fossero più che degne.

    Della serie di Peter David adoravo i dettagli: hai visto l'espressione feliciotta di Aquaman mentre Freccetta sbrocca, proprio lui non poteva non apprezzare qualcuno senza peli sulla lingua, soprattutto per come lo caratterizzò proprio Peter David.

    Comunque se non erro non è che la JLA li scoprì, gli permisero di usare la loro ex base dopo la faccenda di Bedlam, e i maledetti irriconoscenti (hanno salvato il Mondo al posto vostro e non vi fidate?) li hanno spiati, peraltro attaccandosi a delle sciocchezze per giustificare i loro timori, come guustamente gli fa notare Freccetta.

    Comunque anche Todd Dezago fece un bel lavoro con "Un Mondo senza adulti", ma devo dire che quella storia me la ricordo soprattutto per la bella caratterizzazione di Impulso.

    p.s.: ho ripostato il commento ma epurato dagli spoiler che mi erano sfuggiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo, è un piacere incontrati anche sul mio blog! Sull'edizione Play Press non posso che essere d'accordo, anche perchè il team aveva appena iniziato ad oliarsi post Sins of Youth, e il bellissimo sarebbe arrivato solo dopo.

      Questione Dettagli, sono assolutamente d'accordo, ma darei merito anche al buon todd Nauck, che ancora oggi è uno dei pochi disegnatori che dà ai suoi personaggi proporzioni reali (le sue ragazzine sono ragazzine, non supermodelle), ma sicuramente la mano di David si vede parecchio.

      Anche io ho spprezzato molto l'Impulso di Dezego, che seguì bene gli input dati da Waid, facendo di lui un ragazzino intelligente ma fondamentalmente distratto, cosa che poi di perderà un po', facendo passare la sua impulsività per scioccheria. E la scena col quadro mi piace da morire!

      Grazie ancora per il supporto!

      Elimina
  8. Scusate, mi sto interrogando su Superboy.....ma quanti ne esistono di SB diversi??? Aiuto confusione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, di Superboy "ufficiali" 2! Il primo nasce prima della crisi, ed è Superman quando era un ragazzo. Quando questo epriodo della vita dell'azzurrone verrà cancellato, e il nostro morirà nella celebre morte di Superman, nascerà un nuovo Superboy, un clone dell'originale! Parleremo di lui a brevissimo!

      Elimina
  9. in effetti era uno scherzo, ma l'articolo è ottimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto mi sono tolto questo dente però! :P

      Elimina
    2. visto? anche nella mia malvagia malvagità c'è del bene.

      Elimina
    3. Ah non mi dimentico mica che sei tipo uno dei primi iscritti al blog :)

      Elimina
    4. cambiando argomento: tra poco ci dovrebbe essere il genova comix, tu che dovresti essere della zona, sai se vale la pena visitarla o è dimenticabile?

      Elimina
    5. Ecco, a me non piace tantissimo, ma principalmente perchè ci sono molti negozi che già frequento. E' presente però uno stande della fumetteria Comics Corner, a cui il blog è affiliato, e con cui, con tutta onestà, mi sono sempre trovato bene. E' una fiera piccola, ma se hai un sabato libero si gira bene! E se vai, digli che ti mando io! Magari non succede nulla, ma una stretta di mano fa sempre piacere :)

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio