Didascalia

Didascalia

mercoledì 16 aprile 2014

Wilson Fisk, il Kingpin del crimine

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che s'immedesima. C'è da dirlo? Siamo ancora in un rovente mese delle richieste, e questa volta ci facciamo condurre dal centounista Cammi in un viaggio criminale nella mente di Wilson Fisk, il capoccia del crimine Marvel!
Ah John Romita Jr. Sull'Uomo Ragno non ti batteva nessuno

Apparso per la prima volta su Amazing Spider-Man 50 del 1967 per penna di Stan Lee e matita di John Romita Senior, il nostro si presenterà subito come un potente criminale, tanto da portarsi addosso il nome di Kingpin (termine gergale per indicare il "capoccia" di un'organizzazione criminosa.
Prima di essere un pericoloso gangster però, il nostro era un bambino grasso preso in giro dai suoi compagni di scuola. Ehi, cos'è questa strana sensazione? Forse l'immedesimazione? In seguito, dopo essersi stancato dei bulli, Wilson si allenerà nel bodybuilding, trasformando la sua massa in un punto di forza. Dopo aver compiuto il suo primo omicidio a dodici anni, Wilson diventerà in breve il capo dei bulli che prima lo tormentavano, iniziando la sua carriera crimonosa. Ecco, ora l'empatia è finita, io l'unica volta che ho picchiato uno poi sono scoppiato a piangere come un vitello.
Focalizzandosi sempre sulla convinzione che il potere, e quindi la forza fisica fosse il fondamento della vita, Wilson si darà anche allo studio di diverse arti marziali, fra le quali spicca il sumo.
Il nostro inoltre si costruirà una grossa cultura politica e finanziaria, rubando qua è la libri universitari. Affinati il corpo e la mente, la carriera di Wilson prenderà direzioni contrastanti. Alcuni dicono che il nostro costruirà un impero criminale da solo, altri sostengono che Wilson diventerà il braccio destro del boss Don Rigoletto, che tradirà per rubargli il suo potere.
Fatto sta che in pochissimo tempo il figlio di mamma Fisk diventerà il leader della maggior parte delle bande di criminali di New York, nascondendo i suoi traffici sotto la maschera di un astuto e benevolo uomo d'affari grosso come un armadio a sei ante.
E' da notare inoltre come di solito Wilson presferisca non agire sul campo, ma comandare i suoi sottoposti a distanza, preferendo di solito non sporcarsi le mani. Quando succede però, lo zar del crimine si rivela un avversario fortissimo anche per i lottatori più esperti.
Ma anche i mostri possono trovare l'amore, e Wilson lo troverà in Vanessa. La donna ricambierà i sentimenti del nostro, ma una volta scoperta la sua carriera criminale lo costringerà a scegliere fra il business e l'amore. Le cose non si faranno così semplicissime per la coppia, che avrà numerosi scontri.
Richard e Vanessa avranno anche un figlio, Richard, che, scoperte le attività illecite del padre, si ritroverà disgustato e deciderà di prendere la decisione più logica: travestirsi da maestro criminale con il nom de plume di Schemer, e distruggere l'impero del male paterno sostituendolo con il suo. E la cosa più buffa? Che quasi ci riesce!
Nel frattempo, la strada del Kingpin si incrocerà con quella del giustiziere noto come l'Uomo Ragno. La coppia si scontrerà più volte, ma seppur il Ragno sia riuscito più volte a fermare le operazioni illecite di Fisk, non riuscirà a smascherare la maschera di bontà di mister Fisk.
Nel corso degli anni inoltre, l'impero criminale del Kingpin aumenterà e decrescerà in modi abbastanza poco coerenti. Per un po' Kingpin sarà a capo di una branca dell'Hydra, e per tutta la durata della sua carriera si troverà a scontrarsi con latri capibanda fra i quali citiamo il cyborg Silvermane, il mafioso Testa di Martello, il folletto verde Goblin e il Dottor Octopus.
In seguito, con una mossa geniale, Kingpin capirà che forse picchiarsi con un acrobata che rompe il cemento a cazzotti non è una buona idea, e deciderà di prendersela con un acrobata cieco. Dopo aver scoperto l'identità segreta dell'eroe Daredevil dalla sua fidanzata tossicodipendente,  e il nostro procederà a distruggere sia la vita eroica dell'eroe sia quella civile.
L'idea dello scrittore Frank Miller (prima che partisse per la tangente) era molto buona, perchè giocava sulla dicotomia di Daredevil come doppio protettore della legge (come avvocato e come eroe in calzamaglia) e su quella di Fisk come doppio criminale.
Preso dal successo del suo piano, e dalla completa distruzione del suo bersaglio, Fisk diventerà ossessivo nei confronti del diavolo custode, tanto da renderlo una sorta di bersaglio personale.
Il pelato avrà però sottovalutato il fatto che aver tolto la speranza a Devil non sarà stata una mossa geniale. Perchè come insegna una mia maglietta, un uomo senza speranza è un uomo senza paura.
Devil riuscrià così a sconfiggere a denunciare Kingpin, causando una delle molte cadute del boss criminale.
Fisk sparirà così per un po' dalla circolazione, fino a quando il nostro tornerà alla ribalta anche grazie ad un nuovo luogotenente, un uomo mascherato chiamato semplicemente "La Rosa". La Rosa era in realtà Richard Fisk mascherato, che voleva distruggere l'impero criminale del padre dall'interno, ma dopo aver scatenato una guerra fra bande, il nostro deciderà di prendere in mano il business di famiglia.
Dopo che Kingpin verrà sconfitto dall'Hydra, Fisk Jr di farà aiutare dall'amico Alfredo Morelli, il quale si farà una plastica facciale per diventare uguale a Richard, e costruire così l'immagine di un superboss. Quando però l'occasione si presenterà, Alfredo scaccerà il vecchio socio, si raserà i capelli e metterà su peso diventando così il nuovo Kingpin.
Richard Fisk impazzirà, e si costruirà una nuova identità segreta vigilantizia nota come "Rosa di Sangue", che, in puro stile anni 90 aveva così tante armi da far sembrare l'esercito americano una truppa di lupetti. Dopo una sfida all'ultimo sangue, Richard sconfiggerà Alfredo, ma verrà catturato da Nightwatch. E quindi boh, l'idea del vigilante cattivo col passamontagna violetto ma piaceva, ma dai, Nightwatch? Meriti la prigione
Nel frattempo il vero Kingpin provava a ricostruire il suo impero, viaggiando per il mondo e tessendo una fitta rete di conoscenze e contatti che gli saranno utilissimi in futuro. E sì, si picchierà anche con Devil col costume armatura. Siate dannati a vita anni 90.
In seguito, usando le sue connessione, Kingpin entrerà nel consiglio d'amminstrazione della multinazione Stark-Fujikawa, riprendendo il suo posto di leader di New York, sfidando moltissimi supereroi fra cui gli X-men, l'Uomo Ragno e anche qualche vampiro. A sfregio.
Fisk manipolerà in seguito Maya Lopez, figlia di un famoso mercenario per farle uccidere Devil.
Una volta scoperto il trucco, Maya sparerà agli occhi di Wilson rendendolo cieco. L'invalidità del boss lo renderà facile preda degli squali del crimine, fra i quali citiamo Samuel Silke, che, grazie all'appoggio di Richard prenderà possesso del regno del Kingpin.
Sarà poi Vanessa Fisk ad uccidere il figlio, facendo fuggire il marito in Europa, dove, grazie ad un trapianto, il nostro recupererà la vista.
Tornato in forze, Fisk spaccherà come un melone a mani nude la testa di Silke, ma verrà scoperto da Daredevil, che lo sconfiggerà mandandolo in prigione. Devil diventerà così il nuovo Kingpin di Hell's Kitchen. Il perchè mi sfugge sia chiaro.
Seppur in prigione, Fisk continuerà a tramare. Per un breve periodo, il nostro sarà anche compagno di cella di Devil, e la coppia dovrà sopravvivere ad una rivolta, arrivando anche a collaborare.
Durante la Guerra Civile fra i supereroi, Fisk verrà a conoscenza dell'identità segreta dell'Uomo Ragno, e deciderà di vendicarsi, pagando un assassino che sparasse o alla moglie o alla zia del suo vecchio rivale.
Il cecchino colpirà mortalmente la zia del giustiziere, che deciderà di prendersi una vendetta vecchio stile e dimostrando al boss pelato che cosa può fare davvero un ragno infuriato. E sebbene tutto questo ambradan porterà la Marvel a fare la sua più grossa cavolata a livello editoriale, e quindi mi urti parecchio, il fatto che finalmente qualcuno si ricordi che l'uomo ragno può spaccare la faccia di un sacco di gente mi riempie il cuore di gioia.
Kingpin in seguito si ritirerà a vivere in un villaggio di pescatori in Spagna, ma verrà riportato a forza nel business del crimine. Dopo aver lottato contro vari eroi "da strada", Kingpin si ritroverà a dover sfidare il vecchio nemico Devil, ma questa volta il diavolo sarà posseduto da un diavolo vero, e Wilson dovrà chiedere l'aiuto di numerosi eroi per sconfiggere il vecchio rivale.
Una volta purificato il diavolo custode, Fisk prenderà il comando dell'impero del nemico, un impero formato da ninja assassini noto come la Mano.
Preso possesso del loro covo noto come Shadowland, Fisk manipolerà di nuovo la mala, scontrandosi con numerosi avversari, e reclutando fortissime guardie del corpo come il criminale Hobgoblin, l'assasina Lady Bullseye e la psichica Typhoid Mary.
La pacchia a Shadowland durerà però poco, perchè il covo verrà distrutto dal Superior Spider-man. Kingpin inscenerà così la sua morte e sparirà dalle scene. Ma tornerà. Oh se tornerà.
Kingpin è un personaggio strano, ma efficace. Un classico dei classici, il boss dei boss, interpretato però come, prima di tutto, un uomo non con un corpo da culturista, e in seguito anche come persona con un cuore nero, ma con qualche traccia di umanità.
Come tutti i personaggi che sono "al top" di qualcosa però, Fisk soffre del complesso del campione del mondo di boxe, cioè tutti vogliono buttarlo giù per prendere il suo posto. E questo può succedere certo, e anzi dà una bella scossa allo status quo. Per tre secondi perchè poi il Kingpin torna di nuovo in pista. Di base non è un male-male, anche perchè comunque cementifica come un personaggio sia davvero "il migliore in quello che fa", ma dà lo stesso un'idea di stantio. Kingpin è un personaggio interessante nel parere di chi scrive, ma molto difficile da amare.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Ah, se solo avessimo delle donne con tipi di corpo diversi...Uno può sempre sognare no? Pronti a partire. Let's go!

19 commenti :

  1. Grazie! Bel post, come sempre! :) Mi ero un po' perso per strada diverse cadute e risalite del boss del crimine!
    Mi ha sempre affascinato la figura di Kingpin. Un "semplice uomo" che è il n°1 del crimine in un mondo popolato da cattivi coi superpoteri merita rispetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va anche detto che quando nacque di personaggi ce n'erano anche meno ;) Però sì, rappresenta un filone "realistico" poco esplorato!

      Elimina
  2. Appena messo appena letto:-) complimenti continua così !!!

    RispondiElimina
  3. Noooooo preceduto per un secondo!!! :-)

    RispondiElimina
  4. Complimenti, ottimo post ... :-)

    ... a questo punto però, faccio (ovviamente se sono in tempo) una richiesta: Turk :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto, grazie! In secondo luogo in teoria saresti fuori tempo massimo. In patrica non so cosa sia Turk...

      Elimina
    2. A meno che non fosse Turok! Su quello qualcosa ho in un mighty ninties sulla valiant!

      Elimina
    3. No no, intendo proprio Turk :-) . Turk Barret. Il tirapiedi di Kingpin che esordì in coppia con Grotto (lui poi caduto nel dimenticatoio). Turk che era all'inizio un ladruncolo qualsiasi, informatore di Devil, e che poi ha "affrontato" anche (se non ricordo male) i Nuovi Mutanti, che mi pare una volta abbia rubato i trampoli di Stiltman, e compiuto molte altre imprese; che a un certo punto faceva da paraspalle a Kingpin in carcere, e che in definitiva, una volta individuato, non potrai non ammettere che ha una storia editoriale superiore a quella di molti "titolari di testata" effimeri :-)

      Elimina
    4. Adesso che me lo metti così me lo ricordo! Aveva anche rubato l'armatura di Mauler, e Wilbur Day era geloso di come usava l'armatura di Stilt-man! Effettivamente ha quasin una cinquantina di apparizioni a fumetti! Magari uno spazietto riesco a darglielo!

      Elimina
    5. Non dubitavo che lo avresti presto individuato :-)
      Grazie, attendo fiducioso.

      Elimina
    6. Eh ormai son vecchio e canuto e non ricordo più le cose... ;)

      Elimina
  5. Certe persone sono grasse e vengono maltrattati Dai bulli e per Rivincita si allenano e diventano boss del crimine, altri invece si allenano si limitano a dimagrire, non mi lamento ma anche un impero del crimine ha il suoi vantaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il bullo l'ho preso a calci ma sono grasso uguale però! Pifferi!

      Elimina
  6. Domanda da precisino odioso: ma l'immagine di apertura del Kingpin non è stata presa da Devil di Miller&Romita Jr? Altro che l'uomoragno, eh! vogliodì... ;-)
    (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Ma il mio commento esulava dall'immagine! ;)

      Elimina
  7. Il buon Gianni Eremita il Giovane è sempre un enigma per Lavos-D.
    Sono perfettamente consapevole che sia un bravo disegnatore, e di quelli bravi. Ma non sopporto come disegna. De gustibus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh per carità cose onestissima. Io non soporto Jae Lee, che eppure è osannato a destra e manca come il salvatore dell'americo fumetto. Ma personalmente lo trovo intollerabile!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio