Didascalia

Didascalia

mercoledì 2 aprile 2014

Sulla scia di Diabolik, dieci fumetti Noir Italiani (Top 10)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che si rende conto di aver pianificato male il mese delle richieste. Vivi e impara. O nel caso degli zombie muori e impara. Ci sono solo tre persone che mi possono chiedere di parlare di fumetto italiano senza che io li guardi malissimo. Una di questa è la centounista e amica Chiara, che ci ha chiesto di parlare di un certo personaggio del noir italiano. Fatto sta che le cose, se si fanno, si fanno bene, quindi noi vi portiamo dieci esempi di eroi noir made in belpaese, tutti seguendo l'esempio del vero re del terrore, Diabolik.

Chissà come fa Diabolik ad entrare nel suo costume passando dal foro per gli occhi

Coreva l'anno 1962, annata spettacolare per il fumetto internazionale, e Angela Giussani fondava una piccola casa editrice, l'Astorina. Leggenda vuol che la signora Giussani avesse letto un libro sul ladro gentiluomo Fantomas, e volesse lanciare sul mercato un fumetto con protagonista un ladro maestro dei travestimenti. Osservando i passeggeri alla stazione, Angela lancerà il suo fumetto fatto di azione, furti ad alto rischio, inseguimenti e puro thriller in un nuovo formato tascabile, adatto proprio ai pendolari. E dio se non è una delle cose più furbe del cosmo.
Dopo qualche tempo, Angela si farà aiutare dalla sorella Luciana nello sceneggiare il suo nuovo personaggio, un giovane orfano cresciuto su un'isola misteriosa dal boss criminale noto come King, che, dopo aver derubato il "padre" si darà ad una vita di addestramento per diventare il ladro migliore del mondo. Il nome di questo personaggio, era Diabolik, e il mondo del fumetto italiano non sarebbe mai stato più lo stesso.

Il successo del re del terrore sarà travolgente a dire poco. Le edicole scoppieranno, la gente inizierà a vestirsi di nero (sperando che non lanciasse pugnali per hobby),Johnny Dorelli si faceva chiamare Dorellik e le altre case editrici si mangeranno le mani. Il nome di Diabolik diventerà subito simbolo di forza, cattiveria e astuzia, tanto che gli altri editori decideranno di usare la tecnica che più si è dimostrata funzionante nel corso degli anni: il saltare sul carro del vincitore.
In pochissimo tempo, le edicole diventarono nere come il mio guardaroba, presentando geni del male di ogni forma e colore, tutti muniti di nome pittoresco contrassegnato da lettere straniere come X,W,Y ma soprattuto K (NdR, uno di questi personaggi altri non era che Paperinik. Ve lo Giuro.).
E se l'Uomo Ragno ci ha insegnato qualcosa oltre al fatto che da grandi poteri eccetera eccetera è che non sempre i cloni sono il male, ma più spesso sì, o, in parole più semplici, non tutti gli ammiratori di Diabolik diventeranno delle hit. Conosciamo ora una selezione di quelli più interessanti.

Satanik
Creata nel 1964 da Max Bunker e da Roberto "Magnus" Raviola, la nostra eroina è Mary Bannister, professoressa di chimica dal viso sfregiato. Seppur sul lavoro Mary risulti ineccepibile, la sua vita è intrisa di vessazioni a causa del suo aspetto. Dopo aver studiato le teorie di un alchimista, la nostra svilupperà un portentoso elisir che la trasformerà in una donna bellissima, ma assetata di vendetta verso tutti quelli che l'avevano tormentata. Preso il nome di Satanik, ma  nota ai più come "la rossa del diavolo", Mary si lancerà in una serie di vendette verso l'umanità estrememente adulte, usando la sua bellezza e sessualità per compiere audaci imprese, che finiranno sempre in modi orrorifici. Ad esempio una volta la nostra ha iniettato acido nelle vene di una rivale.  La serie prenderà presto toni più fantasiosi quando Satanik otterrà poteri magici e inizierà a combattere anche Vampiri come Wurdalak (da me citato perchè il suo nome è l'anagramma di W Drakula).
La sessualità e i toni splatter del fumetto porteranno però pesanti critiche, e, dal numero 200, Satanik resusciterà come un'antieroina al servizio della Legge. Inutile dire che i lettori non furono entusiasti della scelta.

Zakimort
Fedra Garland è una giovane ereditiera il cui padre si rivelerà un boss criminale. Dopo la morte di quest'ultimo, la nostra deciderà di venedicarsi del crimine in modo totalmente razionale: indossare una tutina aderente e picchiare i cattivi a colpi di pugnale e karate. Con il nome di Zakimort, Fedra diventerà il terrore del crimine, nascondendosi dalla polizia perchè...perchè.... Fatto sta che sulla scia di Zakimort c'è sempre il poliziotto di Scotland Yard Gary Norton, CHE IN REALTA' E' IL FIDANZATO DI FEDRA! GASP! Quanto è durata questa serie? Ah. 115 numeri. Perfetto. Anzi, Perfettok.

Killing
Occhei, qui baro un attimo perchè Killing non è proprio un fumetto-fumetto, ma bensì un fotoromanzo. Che in America si chiama "Fumetti" quindi conta uguale cicca cicca.
Killing è uno spietato criminale che adora essere cattivo, anzi cattivissimo, e gira per il mondo facendo le peggio cose in un mix di sexy e noir. L'attore che interpretava Kriminal, Rosario Borelli, parteciperà inoltre ad alcuni film importanti come Rocco e i suoi fratelli. Dite quello che volete, ma quel costume da scheletro in saldo è bellissimo. E giusto per la cronaca, il mio compleanno cade a settembre.

Sadik
Altro antieroe violento, Sadik è prima di tutto un vendicatore di torti, usando le sue arti di killer solo contro i malvagi oltre ogni redenzione. Gli hanno dedicato una canzone i Baustelle. Giuro.

Demoniak
Eh boh gente di Demoniak non so nulla. Tranne che il suo creatore si lancerà poi nell'erotico con il fumetto della vampira Jacula. E che tutti lo citano come eponimo del re del terrore per il nome tamarro. E che sembra essere sopravvissuto ad un incontro ravvicinanto con una bicicletta.

Spiderman (senza il trattino)
Eeeeee boh. Di plagio plagio non direi, si tratta solo di un nome. Uscito nel 1968, questo Spiderman era un personaggio britannico importato noto in patria come "Spider", ed è un classico scienziato malvagio armato di vari congegni fra i quali spiccano un jetpack e una pistola sparacavo. Il perchè abbia le orecchie a punta mi sfugge. (Eh sì, ripeto NON E' ITALIANO, ma l'occasione era troppo ghiotta per non prenderla al volo)

Genius
Come Killing prima di Lui, Genius nasce come fotoromanzo sexy/Noir, ma si lancerà presto nel fumetto (al quale lavorerà anche Milo Manara). Genius è in realtà un agente FBI che di notte diventa un antieroe a cui non piace la banalità, e che usa la sua grande astuzia per muoversi nelle tenebre e portare la morte nei modi più bizzarri e rocamboloeschi. Il nostro indossa al collo un cappio, lo stesso con cui era stato impiccato ingiustamente il padre, continuando rimando alla sua crociata di morte e giustizia. Sono solo io a trovarlo un pelino inquietante?

Fantax
Primo imitatore "ufficiale" di Diabolik, Fantax è un agente di polizia che soffre però di doppia personalità, e, indossata la calzamaglia diventa un uomo spietato e crudele dedito al sadomaso. La serie, seppur amata dal pubblico (ehi, c'erano delle belle donnine. Che bei modelli che passavano questi fumetti!) verrà cancellata a causa di un omonimia con un personaggio francese degli anni 40. Il personaggio verrà ribatezzato FantasM ma la sorte non gli sarà propizia.

Cattivik
Nato su un giornale studentesco per penna di Franco Fortunato Augusto Bonvicini in arte Bonvi, uno dei più grandi maestri del fumetto italiano che la storia ricordi, il nostro più che essere un imitatore è una parodia. Genio periforme del crimine, Cattivik passerò poi sotto la penna di uno degli allievi del Bonvi, Guido Silvestri alias Silver.
Sfortunato fino all'inverosimile, e caratterizzato con una buffa parlata che omette le ultime lettere delle parole da lui pronunciate e con un'iconica risata (a scelta Yuk Yuk Yuk o Uaz Uaz Uaz), il nostro è un anonimo ladruncolo che vive nelle fogne di una città senza nome, che prova davvero ad essere un genio del male, ma fallisce sempre. Con un umorismo a metà fra lo slapstick e la satira, Cattivik nasce come macchia criminale, per espandersi però a macchia d'olio nel nostro immaginario.

Kriminal
Altro figlio di Magnus e Bunker, Anthony Logan vede il padre sparire dalla sua vita, la madre e la sorella morire davanti ai suoi occhi e passerà anche parte dell'adolescenza in carcere. Non sarà che porta sfiga? Diventato trapezista e noto con il soprannome di "Scheletro volante" per il suo costume bellissimo (perchè simile a quello di Fantaman) il nostro deciderà di trovare il padre solo per trovarlo impiccato a causa di una truffa....NO EH! MA BASTA! Belin, i gatti neri quando vedono Kriminal cambiano giro. Fatto sta che Logan deciderà di vendicare il padre uccidendo i suoi soci in affari usando il suo costume di scena, che è una pessima mossa a livello di "Ehi sono un famoso trapezista" ma ottima a livello "Dio mio che bel costume". Dopo l'assassinio, Logan prenderà il nome di Kriminal e si darà ad una carriera criminale. Seppur molto simile al Diabolik "classico", i Kriminal sarà presente una più approfondita visione psicologica dei personaggi, unita anche ad alcuni fallimenti del protagonsita, dando al fumetto un tono abbastanza inedito per l'epoca. E' il mio preferito in assoluto. E non solo per il costume.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Ma c'è un uomo, forte, con un nome fantastico, che sa volare, sa lottare, e tutti aiuterà, FANTAMAAAAAAAN! Pronti a partire. Let's go!

18 commenti :

  1. Bhe, però vorrei sentirti gridare "IL MONDO è MIIIOOOOOOOOO!!!!". E se a settembre ti regalano il costume da scheletro, posta le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo zio che mi ha passato la passione per certi cartoni era terrorizzato dal Dr Zero quinid è una frase che non ho mai usato! (con quelle parole). Se mi regalate un costume da scheletro è la volta buona che facciamo un raduno. In sei, ma sempre raduno!

      Elimina
    2. si un raduno! dai ci si trova tutti(e sei)a torino comix a desolarci per la mancanza di stand!

      Elimina
    3. Se trovo il denaro forse il 12 a Torino ci sono davvero....

      Elimina
    4. è un martedì? credevo fosse il week end come al solito ma cade a fagiuolo...

      Elimina
    5. E' un sabato. se ci sono vi avviso ovviamente

      Elimina
    6. sono un cretino, ho sbagliato a leggere il calendario, è un sabato comunque

      Elimina
    7. Cose che capitano. Comunque ripeto, se ci sono metto un post dove lo dico. Se no pace!

      Elimina
  2. Zakimort è l'antenata di Occhi di Gatto! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh diciamo che la sua è una formula che nel corso degli anni era ed è molto comune ;)

      Elimina
  3. Da quello che ricordo io, Spiderman era una produzione inglese (ma forse mi sbaglio). Però giurerei che ha avuto l'onore di apparire (invecchiato e col suo nome "civile") in una storia di Miracleman ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione tu! Per un attimo ho confuso la sua casa editrice, la Fleetway, con la Topps. L'età si sta facendo sentire...Io su Miracleman non me lo ricordo bene, però su Jack Staff il nostro è un comprimario quasi fisso!

      Elimina
    2. Hai ragione, mi ero proprio dimenticato di Alfred Chinard :-)
      E comunque, mi sbagliavo, l'apparizione che ricordavo non era in Miracleman, ma in Captain Britain, dove "The Arachnid" è uno degli eroi uccisi dalla Furia ... l'età, l'età :-D

      Elimina
    3. Eh ma se non è zuppa ;) Gli eroi inglesi sono sempre presenti nei lavori del buon Alano Moro!

      Elimina
    4. ... dici che posso consolarmi pensando al fatto che, dopo tutto, in quelle pagine c'era anche Miracleman? O;-)

      Elimina
    5. Parli con uno che ha speso i milioni per leggere Miracleman qualche anno fa (e farci un articolo sul blog) per poi vederselo pubblicare in italiano ;) Non si sbaglia mai a ridere ridere e ridere ;)

      Elimina
  4. Ragazzi ho letto i primi commenti e... Ma davvero c'è qualcun altro oltre me che conosce Fantaman???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantaman è uno stabile delle mie elementari altrochè!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio