Didascalia

Didascalia

mercoledì 8 gennaio 2014

John Stewart- Architetto, Soldato, Lanterna Verde

 Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che a volte non riesce proprio a progettare una buona introduzione. Oggi puntiamo i riflettori su un membro di uno dei franchising Dc più famosi, e con succursali...universali! Parliamo infatti di una delle molte lanterne terrestri (e una delle più famose anche fuori dalla cerchia degli appassionati), John Stewart! Per saperne di più, seguiteci dopo l'intervallo!
Devo però aggiungere che il fatto che esista un famoso comico col suo stesso nome mi ha reso molto difficile il fare ricerche sul suo conto

Apparso per la prima volta su Green Lantern vol 2 87 a cavallo fra il 71 e il 72 (la serie era bimestrale), per penna di Dennis O Neil e matita di Neal Adams, il nostro eroe avrà alle sue spalle una storia piuttosto complessa.
Nato in una normale famiglia di Detroit, in giovane età John causerà per errore la morte della sorellina, ricordo che il nostro in seguito sopprimerà, ma che tornerà a morderlo dopo molti anni.
La vita porterà poi il ragazzo del Michigan a studiare architettura, ed in seguito ad arruolarsi nei Marines, grazie a ai quali si darà una bella raddrizzata e imparerà numerose tecniche di combattimento a mani nude e armato, dimostrando una mira accuratissima, che lo porterà a diventare un abilissimo cecchino.
Dopo aver lasciato il servizio militare, John inizerà a lavorare come architetto, e avrà la sua prima vera dose di potere spaziale.
Il nostro verrà infatti contatto dai misteriosi Guardiani dell'universo, alieni potentissimi al comando di una polizia spaziale nota come corpo delle Lanterne Verdi (cosa che avrete già capito leggendo il titolo del post). Ogni membro di questi sbirri spaziali possiede un anello che in grado di concentrare la volontà del suo possessore e trasformarla in energia pura, manipolabile in numerose forme. Definiti a ragione "l'arma più potente dell'universo", gli anelli avranno in principio una sola debolezza: il giallo, il colore della paura.
La nostra Terra ha già una Lanterna Verde, e addirittura una Lanterna Verde di scorta, che però si infortunerà, lasciando per un po' la Terra scoperta.
I Guardiani sceglieranno così John, che, da sempre sospettoso verso le figure autoritarie, accetterà con riluttanza, decidendo anche di non nascondersi dietro la maschera facente parte dell'uniforme del corpo.
John porterà così tutta una nuova prospettiva la mito di Lanterna Verde, affrontando nel corso degli anni alieni, robot, robot alieni, politici razzisti e molti altri avversari, dimostrandosi un ottimo membro del corpo. Il nostro sostituirà la Lanterna Verde "ufficiale" della Terra, Hal Jordan (causa il coma del sostituto ufficiale, Guy Gardner) in più occasioni, aiutando anche la famosa Lega delle Giustizia.
In seguito, Hal Jordan lascerà il servizio attivo come Lanterna Verde, e John diventerà il nuovo protettore ufficiale della Terra (e inizierà a indossare la maschera. Il motivo mi è ignoto). La sua entrata ufficiale nel corpo porterà però il nostro a subire un rigoroso addestramento sotto l'ala di una delle Lanterne verde più toste del cosmo. Quanto tosta? Beh, sul suo pianeta (noto come Korugar) il simbolo delle Lanterne Verdi è stato reso una svastica dal suo predecessore, il rinnegato Sinestro. La nuova Lanterna Verde di Korugar si è quindi fatta le ossa su un mondo che la odia e la tema. Il nome di questa istruttrice, era Katma Tui, e lascerà sul buon John un segno profondo. E non solo quello dei cazzotti verdi d'addestramento.
John parteciperà poi alla prima Crisi dell'Universo Dc, vincerà uno scontro con un guarito Guy Gardner, e a fondare un nuovo gruppo di Lanterne Verdi con sede sulla Terra assieme a Katma, Hal Jordan e alcuni alleati. Lo spendere più tempo con i suoi colleghi porterà però Johna prendere un'importante decisione, a sposare la sua vecchia istruttrice.
Ma la felicità non durerà a lungo per il nostro. Dopo aver perso il suo anello grazie agli schemi del malvagio Sinestro, John e Katma si ritireranno a vita privata. Vita che verrà interrotta dalla vecchia nemica del corpo delle Lanterne Verde, Zaffiro Stellare, che ucciderà a sangue freddo Katma, lasciando John Sconvolto.
Accusato poi ingiustamente di un furto nella fittizia nazione africana del Sud Nambia, John verrà imprigionato e torturato per mesi, e riuscirà a fuggire solo grazie all'aiuto di un ritrovato anello del potere. La sua fuga porterà però anche all'avasione di alcuni pericolosi criminali.
E giusto per aggiungere un altro bel peso sulla sua coscienza, John verrà reclutato dal governo degli stati uniti (assieme ad altri supereroi) per fermare una minaccia spaziale. Il team verrà così diviso in coppie, e John verrà assegnato al potente Martian Manhunter per salvare il pianeta Xanshi da una bomba. Il nostro, cercando di dimostrare di essere ancora un eroe, di lancerà in solitario verso l'ordingo, scoprendo con orrore che la bomba era completamente gialla, la sua unica debolezza. Ditemi ancora che non si può trasformare una cosa sciocca in una momento di terrore. Vi sfido.
Impotente di fronte all'ordigno, John non potrà impedire la distruzione di Xanshi.
Dopo aver contemplato il suicidio, John verrà convocato dal Guardiano Appa Ali Apsa (meglio noto come il folle. E detto da una razza di maniaci del controllo blu e senza emozioni è dire tanto) per diventare il protettore di un mondo "mosaico", costruito con vari pezzi presi a caso da un cospicuo numero di pianeti. Non potendo lasciare soli gli abitanti "rapiti", John diventerà il protettore di questo bizzarro nuovo mondo, e, se da principio le cose andranno benino, in seguito John inizierà a perdere la brocca, riuscendo però a canalizzare il potere dei guardiani stessi, diventando così il primo umano a possedere il titolo di Guardiano dell'Universo. Evviva, credo....
Dopo che sarà Hal Jordan a perdere la brocca e smantellare il corpo delle Lanterne Verdi, John si ritroverà senza poteri su un mondo alieno. La salvezza arriverà dai Controllori, razza aliena molto presente sui treni, e "cugina" dei Guardiani, che recluteranno il nostro nel loro gruppo di poliziotti spaziali, le DarkStars (o stelle scure che dir si voglia).
Il figlio di mamma Stewart userà così i suoi nuovi poteri per salvare tutti gli abitanti del mondo mosaico, e il suo addestramento per migliorare il suo nuovo gruppo.
Ma siccome la tragedia è sempre dietro l'angolo, John si ritroverà a dover affrontare una minaccia che i suoi nuovi poteri non possono gestire: il figlio del dio del male, conosciuto come Grayven.
Grayven farà polpette delle stelle scure e della spina dorsale di John, che si ritroverà costretto su una sedia a rotelle, e riprenderà il suo lavoro di architetto. Le sue ferite fisiche verrano curate dal vecchio amico Hal Jordan, diventato semi-onnipotente, ma il nostro riuscirà a camminare solo dopo aver superato il suo senso di colpa per la morte di Xanshi e della sorella.
Dopo aver ricevuto l'anello originale di Hal Jordan, John proteggerà la Terra anche senza un corpo a cui appartnere, partecipando anche alla missione delle Lega della Giustizia più fantastica di tutti i tempi e oltre. In seguito al ritorno di Hal Jordan fra le fila dei sani di mente (e dal mondo dei morti, ma sapete che nei fumetti la parola con la m non è mai "per molto"), John parteciperà alla ricostruzione del corpo delle Lanterne Verdi che ridarà a John il suo ruolo di protettore della Terra.
Usando le sue capacità apprese nel corpo dei Marines (piccola nota di continuty, il periodo militare di John è un aggiunta recente. Nel senso che l'hanno deciso dopo trent'anni. Ma per un motivo preciso, di cui parleremo più sotto) John arriverà a vette mai viste nel corpo, superando anche i limiti stessi dell'anello. Un arma che di per se è onnipotente. Questa parte della trama verrà spiegata o estesa? Figuriamoci!
Però una volta John ha cecchinato un alieno da un sistema solare di distanza, quindi glielo perdono.
Durante la rinascita del corpo delle Lanterne verdi, John affronterà numerose minacce, fra le quali citiamo il corpo lanterne malvagie noto come Sinestro Corps, un Superman Cyborg, le personificazioni delle principali emozioni umane (e delle speranza perché fa bello), l'omicidio di un dio e tutto un affare di eroi e criminali rinati sotto forma di zombie, che, per motivi di moda e per dare a noi critici da Internet del materiale per le battute sartoriali, sono il nuovo nero.
Tutto questo entrando anche a far parte della Guardia d'onore delle Lanterne Verdi. Mica male per un ragazzino di Detroit!
Quando gli anelli del corpo delle Lanterne verranno posseduti dall'energia del Guardiano malvagio Krona, trasformando tutti i poliziotti spaziali in schiavi, le Lanterne Terrestri saranno costrette ad indossare anelli appartenenti ad altri corpi, e a John toccherà l'anello indaco, legato all'emozione della compassione, e che permette di mimare tutti i poteri dello spettro emozionale
E proprio grazie a questa sua grande forza d'animo, John potrà prendere la decisione suprema di uccidere un altro pianeta, la Lanterna Verde nota come Mogo, responsabile del buon funzionamento degli anelli. Usando il potere puro delle Lanterne Nere, John colpirà il cuore del pianeta, dovendo rivevere i suoi incubi peggiori per salvare l'universo.
John ha ovviamente trovato un posto anche nel nuovo Universo Dc, nel quale il nostro ha un ruolo di primo piano all'interno del corpo delle Lanterne Verdi, nel quale il nostro Architetto può dimostrare le sue grandi doti, e far vedere a tutti l'uomo che è diventato, e rendendo l'universo un po' più sicuro ogni giorno.
John deve la sua fama (e il suo periodo con i marines, che gli autori gli affideranno per dargli una sfumatura da "duro" col cuore d'oro utile per il successo del programma) grazie alla sua preponderante presenza nel cartone animato Justice League e nel suo seguito Justice League Unlimited (di cui parliamo qui). Doppiato dall'immenso Phil LaMarr nella terra della LIBERTAAAAA e da noi da un Pietro Ubaldi in forma smagliante, John è diventato un punto di riferimento per milioni di spettatori.

John Stewart non è fra i miei eroi preferiti, ma cavoli se è un grande personaggio. Non solo aggiunge una troppo scarsa diversità fra il corpo delle Lanterne (e nell'universo Dc), ma anche tutte le potenzialità per arrivare al cuore degli appassionati. Un uomo comune, forse troppo spesso definito dai suoi sbagli, che dimostra come con la giusta dose di volontà si può superare qualsiasi ostacolo. Un uomo che dimostra ogni giorno, su scala planetaria, che non importa come, o quando forte vai al tappeto. Tutto quello che conta è come ti rialzi. Di solito dico sempre quanto un tale personaffio meriti un ruolo di primo piano nell'univero Dc. Beh John Stewart il suo ruolo di primo piano, nel suo  settore di vendite, ce l'ha. Ma merita molto di più. Non serve certo un architetto per costruire una bella storia, un soldato per vincere la battaglia delle vendite, o una lenterna verde per poteggere il suo piccolo angolo di cosmo. Serve solo un uomo. E quell'uomo, è John Stewart

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Se l'articolo ti è piaciuto, che ne dici di condividere il blog, e iscriverti? Puoi farlo anche su Facebook, o seguirci su twitter! Pronti a partire. Let's go!

16 commenti :

  1. Ma! Nessuno sbadiglio dopo "Hal Jordan"? Chi sei tu, e cosa ne hai fatto del Giova!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un tormentone vecchio! E poi quando ogni volta devi "arrabbiarti" con un personaggio finto e insultarlo secondo me non è più divertente, e anzi mi faceva sentire un po' un cretino! (che è una cosa vera, ma salviamo le apparenze)

      Elimina
  2. Quale era la missione più fantastica di sempre della JLA? E perchè il fatto di far parte del cast di un cartone comporta per John l'appartenenza ai Marines? e perchè trovi tanto noioso Hal Jordan?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul perchè John fosse nei marines grazie al cartone fu una decisione dei produttori dello stesso, come già scritto nel post :) Sul perchè Hal Jordan sia per me un personaggio noioso ne ho parlato abbastanza a lungo sul post "Personaggi vecchi vs personaggi nuovi", ma l'idea di base è che un bianco della classe media e con la dentatura a posto creato negli anni 60 con una personalità basta su due qualità, e che ormai è diventato Gesù perchè il preferito di uno scrittore non risuona molto con i miei gusti personali. Per la missione della Jla, eh, non lancerei le premesse se non volessi fare una sorpresa ;)

      Elimina
  3. In pratica hanno aggiunto il suo periodo nei marines perché, nel cartone che lo ha finalmente reso famoso, era un ex marine?
    (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Una mossa di marketing comunissima, ma a parer mio azzeccata. Certo, continua a non andarmi giù che "l'architetto liberal" sia diventato un soldatino, ma si vede che gli auotri hanno prefeito dare a Guy Gardner la personalità da testa calda, lasciando un certo vuoto di potere in John, ch però è stato ben colmato e integrato! Non sempre gli altri media sono il male!

      Elimina
    2. E, soprattutto, passare da architetto liberal a ex soldato disciplinato -e quindi buon cittadino che fa il suo dovere- gli fa perdonare dal pubblico statunitense la grave colpa di essere NEGRO.
      (Lavos-D)

      Elimina
    3. Non credo che ai POC si perdoni mai qualcosa. Dovevano pensarci prima di nascere non bianchi! Penso che la transizione liberal/militare servisse agli autori per contrapporlo meglio in un cartone con due teste calde!

      Elimina
    4. Sicuramente anche evitare la sovrapposizione di personalità anticonformiste, col rischio che risultassero troppo simili, ha influito.
      Comunque anche Obama insegna: ti si può perdonare di essere liberale, di venire dal ghetto, di non avere un centesimo e di non essere un campione di baseball, ma se sei anche NEGRO, beh, allora lo fai davvero apposta!
      (Lavos-D)

      Elimina
    5. Dwayne McDuffie parlava spesso di come la maggioranza delle critiche al suo lavoro fossero "STAI CERCANDO DI FARCI INGOIARE LA TUA FILOSOFIA!". Mettendo quattro membri di colore nella lega della Giustizia. Il peggior ghetto di tutti è il mondo dei fumetti altroche.

      Elimina
    6. Per forza: ha sfondato di tre unità la "quota nera"!
      Comunque non ci si può aspettare chissà che cosa: indipendentemente da quanto cerchino di ripulirsi l'immagine, lo statunitense medio è ancora molto più razzista di quanto pensi di essere. (Lavos-D)

      Elimina
    7. L'umano medio è più razzista di quanto pensi di essere. L'importante è capire quando si oltrepassano certi limiti...

      Elimina
  4. Piacevole approfondimento, quanto odio per Guy e quanta stima per John e Hal dai.
    Lo so perchè ce l'hai con GL, è l'unico che non ha paura di Batman!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scritto da Geoff Johns Anche un gatto non ha paura di Batman! A lui il personaggio non piace :P Hal Jordan è proprio noioso. È una sagoma di cartone a dire tanto

      Elimina
  5. comunque è stato KYLE a curare John, una delle prime volte che era diventato onnipotente(non ricordo esattamente quale ma era nella prima dozzina)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quyanto Kyle abbia aiutato Johna camminare di nuovo, nel crossover final night, prima di riaccednere il sole è HAL JORDAN a curare John dalla sua paralisi. Kyletoglierà solo l'eneriga di Parallax dal corpo di John. Ora, per carità, apprezzo le correzioni, ma il tuo tono non è molto amichevole...

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio