Didascalia

Didascalia

venerdì 3 gennaio 2014

Ercole, il principe della forza (Fresh from the past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che si lancia del nuovo anno con la forza di un leone di un comune del peloponneso. Il primo post dell'anno è, a sorpresa, un post a richiesta. Il centounista di vecchia data Giuda ci ha chiesto di parlare di Ercole, il semidio della mitologia classica che negli ultimi anni ha preso un ruolo di primo piano anche nell'univeso Marvel. Per saperne di più, seguiteci come sempre dopo l'intervallo!
Il problema è che a "mitologia classica" ho avuto orridi flashback del mio periodo liceale

Meglio noto agli antichi greci come Ἡρακλῆς, trascritto Heraklès (dove  Ἥρα" è "Era", la dea greca moglie di Zeus e "κλέος" ossia gloria, arrivando così a poter tradurre il suo come "Gloria di Era") è figlio del dio più importante del pantheon Greco antico, Zeus e di Alcmena, regina della città di Tirinto. Approfittando di un assenza del marito di Alcmena, Zeus ne prenderà le sembianze per giacere con la regina (cosa molto comune nella mitologia. Zeus si faceva un po' chiunque), dando così vita al piccolo Heraklès, italianizzato in Eracle. 
Grazie al suo essere figlio di Zeus, il giovane nacque dotato di una forza sovrumana mai vista sulla terra, solo da neonato riuscì a strangolare una coppia di serpenti che volevano ucciderlo.  Purtroppo però la fortuna non da subito dalla parte del nostro eroe: Era, sposa ufficiale di Zeus non era proprio entusiasta di veder un figlio illeggitimo del suo sposo girare sulla Terra, e cercò quindi di ucciderlo già da infante. La mitologia racconta poi di numerose imprese di Eracle, fra cui contiamo l'uccisione di diversi mostri, la partecipazione alla spedizione dei famosi Argonauti e le famose dodici fatiche (da lui compiute per redimersi del suo uxoricidio). In seguito, l'eroe venne ucciso con l'inganno, ma si ritroverà benedetto dal padre Zeus, che lo renderà un Dio a tutti gli effetti (Alla faccia tua vecchi professore di greco). L'ercole dei fumetti Marvel coincide più o meno con tutti i racconti mitologici esistenti, anche se la lunga vita di Ercole ha un po' danneggiato la sua memoria, e il nostro non sempre ricorda tutte le sue imprese.
Il nostro farà la sua prima apparizione su Avengers 10 del 1964, dove verrà evocato dal criminale Immortus per combattere il potente Thor. Ci verrà rivelato poi in seguito che questo Eracle altri non era che un impostore.
Il VERO Eracle (in Italia tradotto con Ercole, il nome Latino dell'eroe) farà la sua prima apparizione su Jouney into the mistery Annual 1 del 1965, testi di Stan Lee e disegni di Jack "King" Kirby.
Scopriremo così che Ercole, presa a noia la vita sull'olimpo inizierà a vagare per il mondo, e firmerà per errore un contratto con il dio dei morti Plutone.
Queste beghe burocratiche divine  porteranno ercole a dover restare intrappolato nel mondo dei morti, ma il nostro verrà salvato dal potente Thor, con il quale il figlio di Zeus stringerà negli anniuna grandissima amicizia.
L'Ercole dei fumetti possiede come quello mitologico una forza straordinaria (leggermente superiore anche a Thor), è invulnerabile, non si stanca quasi mai e possiede grandi abilità di combattimento sia a mani nude sia armato (il nostro porta spesso con se una mazza indistruttibile forgiata dal dio Efesto)
Dopo aver combattuto Hulk, il potente Ercole si ritroverà servo involontario della maga Asgardiana nota come l'Incantatrice, per conto della quale attaccherà i potenti Vendicatori. Una volta liberatosi dell'incantesimo che lo legava alla strega, il figlio di Zeus si ritroverà bandito dall'Olimpo, e per passare il tempo deciderà di unirsi agli eroi più potenti della Terra, portando al gruppo la sua forza sovrumana e il suo carattere gioioso ma impulsivo (cosa molto triste, perchè prima che arrivasse Hank Pym era tipo fortissimo)
Assieme agli eroi più potenti della Terra, il nostro eroe affronterà robot, comunisti, robot comunisti, stregoni malvagi e molte altre minacce. Inoltre, l'introduzione di Ercole porterà nell'universo Marvel tutto il pantheon greco, e il nostro eroe dovrà affrontare anche l'ira della matrigna e i piani malefici del fratellastro Ares, dio della guerra.
Dopo aver aiutato Thor in numerose missioni, Ercole fonderà un nuovo gruppo di supereroi noti come i Campioni, assieme alla Vedova Nera, all'Angelo, all'Uomo Ghiaccio e a Ghost rider. Il team non avrà lunga vita, ma una volta combatterà uno scienziato fatto di api naziste. No davvero.
Dopo aver sciolto i Campioni, il principe della forza tornerà nei ranghi dei Vendicatori, che aiuterà ad affrontare numerose minacce. In questo periodo, il nostro eroe riuscirà anche a stringere amicizia con il borioso principe Namor. Come? Pestandolo a sangue mentre quest'ultimo era depresso, ricordandogli il dono della lotta e il non arrendersi mai. FUMETTI!
 Durante la permanenza di Ercole nel gruppo, il team di criminali noti come "I signori del male" (una sorta di anti-Vendicatori) deciderà di prendere l'inziativa, e di assediare letteralmente gli eroi più potenti della Terra. Potendo contare su un grosso numero di criminali "forzuti", e sulla guida del più grande criminale Marvel vivente, il Barone Zemo, i signoro del male riusciranno a far ubriacare Ercole e a sfruttare la sua testa calda per attirare il semidio in una trappola, e pestarlo fino a mandarlo in coma.
Il vedere suo figlio ridotto ad una polpetta porterà Zeus a lanciare un attacco in grande scala ai Vendicatori. Dopo molte peripezie, i nostri eroi riusciranno a curare il loro compagno, che però verrà di nuovo bandito dall'Olimpo.
Dopo essersi evoluto "oltre la divinità", essere tornato normale e aver girato un film,Ercole tornerà al servizio attivo nei potenti Vendicatori, accompangando il team in numerose missioni (di cui parliamo qui). Inoltre, il nostro troverà l'amore nella mortale Taylor Madison, che si rivelerà solo un costrutto di suo padre Zeus. Fischia, e poi c'è chi si lamenta della morale di Beatiful.
Dopo aver aiutato la compagna di squadra aliena Deathcry a tornare a casa, Ercole scoprirà di essersi perso la battaglia cruciale contro il supercriminale mutante Onslaught, che aveva apparentemente ucciso tutti i più grandi eroi della Terra. Dopo aver annegato per un po' le sue tristezze nell'alcool, Ercole inizierà a girare il mondo compiendo buone azioni, e dando anche qualche cazzotto. In questo periodo il nostro sfiderà anche il membro dei Thunderbolts noto come Atlas. Non guardatemi così. Doveva succedere.
Ercole si unirà poi alla nuova incarnazione degli eroi a pagamento noti come gli eroi in Vendita, gruppo nel quale il nostro non riuscirà però a splendere.
Quando i Vendicatori e tutti gli altri eroi torneranno nel nostro mondo, Ercole ne sarà ovviamente estasiato, e dopo qualche fraintendimento, il principe della forza tornerà come membro di riserva nei Vendicatori, ed aiuterà l'amico Thor a combattere divinità oscure e uccisori di dei.
Ercole aiuterà poi il fratello Ares a sconfiggere il dio giapponese del caos Mikaboshi (che arriverà però ad uccidere Zeus), vedrà i Vendicatori sciogliersi, parteciperà ad un reality show, verrà denunciato per danni da un supercriminale, ma riuscirà a rifarsi e a ripredenrsi tutte le sue ricchezze perse nel processo battendo il supercriminale a poker. Storia vera.
Durante la guerra civile fra i supereroi, Ercole si unirà al gruppo segreto di Capitan America, al quale porterà un po' di desiderata potenza fisica. Durante la lotta, Ercole si scontrerà con Ragnarok, clone cyborg del suo vecchio amico Thor. Clone a cui il principe della forza spaccherà la testa come un melone usando il suo stesso martello. Scala metal? Cavolo sì!
In seguito, Ercole metterà su un piccolo gruppo di eroi noti come i Rinnegati, per proteggere New York dall'assalto di un potentissimo Hulk, ritornato sulla terra dopo un esilio forzato sul un altro pianeta. Ercole proverà a ragionare con braghe viola, ricordandogli che sulla Terra c'è ancora qualcuno che gli vuole bene.
Proprio nei Rinnegati Ercole troverà però il suo destino: un giovane ragazzo di nome Amadeus Cho (che spero proprio mi possa rockeggiare), l'ottava persone più intelligente sul pianeta.
Cho era infatti il più grande fan di Hulk,ma dopo aver visto Ercole in azione, il ragazzo deciderà di seguire il figlio di Zeus. Fungendo come una sorta di "strana coppia" (Ercole forte e spontaneo, saggio ma infantile, Amadeus intelligente e riflessivo, genio ma infantile) la coppia vivrà assieme numerose avventure.
La coppia si unirà anche ad una nuova formazione di Vendicatori, nota al mondo come "I Potenti Vendicatori", una forza internazionale di pace.
In seguito, Ercole verrà raccomandato dalla sorella Athena (che vede il nostro come il suo campione) per creare una squadra di esseri divini per sconfiggere le divinità Skrull, che stavano lanciando un'invasione su larga scala della Terra. Ercole e i suoi alleati riusciranno a sconfiggere gli alieni, ma lasceranno il pantheon Skrull (che comprende dozzine di divinità assimilate da migliaia di mondi) nelle mani del vecchio avversario Mikaboshi.
In seguito, Ercole e Cho affronteranno le mitologiche amazzoni, e si lanceranno alla ricerca del padre del nostro, il potente Zeus fino nell'inferno greco, noto come l'Ade. Durante questa bizzarra ricerca, il principe della forza dovrà anche fingere di essere il vecchio amico Thor, dando vita ad una bizzarra commedia degli equivoci (e ad un repentino cambio di costume).
Ercole e Cho verrano poi chiamata da Atena per fermare Era, che voleva creare una realtà artificiale, dopo aver distrutto la nostra,per poter fare in modo che gli dei del suo pantheon tornassero al top delle priorità dei terrestri. I nostri eroi metteranno su numerosi amici e alleati per fermare il folle piano della regina dell'olimpo del suo nuovo amante, il titano tifone. Quest'ultimo si rivelerà dunque il vero artefice del piano malefico, ma verrà sconfitto da Ercole, che si sacrificherà per salvare la nostra realtà.
La morte di Ercole verrà pianta da tutti i suoi amici e alleati, e ci verrà rivelato che la morte del nostro era tutto un piano di Athena, che voleva un nuovo campione, adatto all'era moderna. Quel campione altri non era che Amadeus Cho, il cui cervello doveva sostituire i muscoli del figlio di Zeus. Il ragazzo sarà sconvolto da questa rivelazione, ma deciderà di diventare il nuovo campione della dea, solo per usare le sue risorse per ritrovare Ercole, che a quanto pare era morto solo apparentemente.
Amadeus recluterà quindi Thor e la sua fidanzata Gorgone per trovare una lista di artefatti magici atti a mutare un mortale in un dio vero e proprio. Il nostro verrà però ostacolato dal malvagio Vali Halfling, figlio del dio del male Loki.
Una volta sconfitto il rivale, Amadeus diventerà un dio, e userà i suoi poteri per ritrovare Ercole,e, una volta capito che un mortale non è fatto per la divinità, cederà i suoi poteri all'amico.
Mutato così in una sorta di Super-Dio, Ercole userà la sua nuova onniscenza per venire a conoscenza della minaccia di Mikaboshi, che si rivelerà una forza primordiale del caos, il cui piano prevedeva la totale distruzione dell'universo conosciuto. Preso il monito di Dio degli Eroi, Ercole guiderà la carica contro la minaccia.
Usando un mix di astuzia, forza, ingenuità e un numero impressionante di alleati, Ercole e Cho riusciranno a sconfiggere Mikaboshi, rinchiudendolo nella realtà artificiale creata da Era. Lo sforzo della battaglia però porterà un duro peso sulle spalle di Ercole: il nostro infatti uscirà dallo scontro non solo senza più i suoi poteri superdivini, ma anche senza la sua normale forza, risultando così un comune mortale.
Ma anche senza poteri, il cuore di Ercole lo chiamerà alla battaglia contro il male. Usando un arsenale di armi mitologiche (e potendo lo stesso contare su una buona forza fisica e sulle sue abilità ci combattente) il nostro si lancerà in una carriera come vigilante senza poteri.
Riteniamo importante citare una versione alternativa di Ercole. Noto come...beh Ercole, questo eroe compie le sue buone azione nel 24esimo secolo, affrontando ogni sorta di minaccia cosmica. Protagonsita di due miniserie di grande successo, questo Ercole avrà un inizio umoristico (e godibilissimo) e un seguito più "cupo", ma lo stesso interessante.
Ercole ha un vantaggio su molti eroi Marvel. Ed è un successo che dura da qualche migliaio di anni. Nel corso degli anni, gli autori Marvel hanno dato un certo smalto ad Ercole, rendendolo un bel personaggio, ma putroppo polarizzandolo molto nell'essere un comprimario. Dopo gli inizi come "doppio" di Thor, Ercole passerà un lungo  periodo come "testa calda" di numerosi supergruppi, e solo di recente il nostro ha provato a tastare il terreno del protagonismo puro (in realtà protagonismo condiviso col suo sidekick, ma insomma anche Batman si porta dietro un ragazzino). I risultati ci sono. Ercole è riuscito a scavarsi una bella nicchia, e a sviluppare una personalità interessante e sfaccettata, pur possedendo un set di superpoteri "generico". Si è riusciti a trasformare uno spavaldo in un eroe in grado di piangere, di avere paura ma anche di affrontare mostri e demoni cento volte più grossi di lui. E di ridere mentre prende botte. Perchè la lotta per una buona causa è tutta la vita di Ercole. E l'era delle botte non finisce mai. Vedremo se il principe della forza riuscirà ad ottenere di nuovo un ruolo di primo piano nel mondo Marvel.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Questo articolo ha troppa cultura. BOOM! BANG! SBING! Ora va meglio. Pronti a partire. Let's go

14 commenti :

  1. E l'Ercole della DC Comics ? Compare solo in All Star Superman oppure lo hanno reso un personaggio come alla Marvel?

    E, visto che le domande sono come le ciliegie, ne sorge spontanea un'altra: la hit parade delle capocce Marvel.
    Lessi non ricordo dove che la classifica è: 1°) Reed Richards 2°) Victor von Doom 3°) Tony Stark (prima dell'aumento di popolarità del personaggio era Hank Pym) 4°) Bruce Banner 5°) Hank Pym (precedentemente Tonistàrche), e gli altri mi sfuggono. Anzi, ero convinto di aver letto su un Devil&Hulk che Amadeus Cho era il numero sette. Ma, soprattutto: in base a che cosa è stilata questa classifica? Scelte degli autori (quali?) O preferenze dei lettori?

    E, con questo, direi di aver inaugurato l'anno nuovo con una bella sfilza di interrogativi: Buon anno, Giovanni!
    (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi era stato chiesto anche l'Ercole Dc, che è apparso prevalentemente come cattivo nei fumetti di Wonder Woman (e come avversario di Superman,ma non in All-Star Superman, lì c'erano Atlante e Sansone, frequenti avversari dell'uomo d'acciaio nella Silver Age).
      Sul come vengano date le infomrazioni tipo "Più forte/più intelligente/più bello" a parte rari casi (Reed Richards primo e Destino secondo per motivi di trama) le cose sono sempre variabili da testata a testata. In Alpha Flight il criminale Samrt Alec sostenva di essere l'uomo più intelligente del mondo, ma con una pessima pubblicità. Spesso gli autori ci girano intorno adducendo scuse del tipo "Ok, Magari Stark non è così intelligente in biologia, ma è un ingegnere che levati" e cose così sui generis. In teoria, secondo alcune fonti abbiamo Reed, Destino, Hank Pym (oh yeah!) Pantera Nera, Tony Stark, Bruce Banner, Hank Mc Coy, Amadeus Cho. Ma non è scritto nella pietra ecco. E Amadues era il settimo, ma in quel periodo non c'era Hank Pym sulla terra (giuro che non me lo sto inventando)

      Elimina
    2. Accavolo, è vero... Sansone&Atlante.

      Ricordo di aver letto sul mega-librone ufficiale di Hulk che R.B.Banner era il numero 4... ma mi pare evidente che la classifica vari a seconda dei gusti di chi scrive.
      Classifica fantastica, comunque: tutti maschi, tutti statunitensi tranne due e tutti supereroi tranne uno. Si vede che 'sta classifica è stata messa in piedi tanti anni fa...
      (Lavos-D)

      Elimina
    3. Il megalibrone ufficiale di Hulk scritto da Defalco era stata una manna per la mia giovane mente, ma purtroppo viviaimo in un mondo di Retcon...
      Questione supergeni: non vedo il problema nel fatto che siano tutti supereroi. Dopotutto, sono fumetti. Il problema lo vedo invece nelle mancanza di donne (in realtà i non statutinsi sono tre, e un rispettabile tre a cinque mi sembra un buon risultato nel ghetto Marvel). E dire che donne geniali ci sono nella casa delle idee: Nightshade,Superia,Monica Rappacini, Alyssa Moy, Valeria Richards,Moonstone,la fu Moira Mctaggert, per motivi personali ci metterei pure Rita Demara. Il problema sta che la paura del tropo della "donna intelligente" probabilmente è una dei quelle cose che la Marvel si porta dietro dagli anni 60. E' sicuramente un pessimo stereotipo, ma adesso sembra che la casa delle idee si stia muovendo per dare un po' più di diversità al suo parco testate. Vedremo dove andranno a parare.

      Elimina
    4. (E la classifica è putroppo molto recente, ma si è fermata agli ani 60! Più Amadeus Cho)

      Elimina
  2. L'Ercole della Dc, se non sbaglio, si redimeva del suo passato malvagio, e provava anche a farsi una carriera di eroe sotto l'identità del Campione. C'era anche una versione alternativa in un futuro post atomico o sbaglio? Quanto all'Ercole Marvel, tra i momenti migliori ci sono indubbiamente le storie da te citate (pestaggio dai Signori del Male, e il conseguente, fantastico scontro tra i Vendicatori e gli dei dell'Olimpo), il ciclo di Bob Harras (splendido lo scontro col padre alla morte di Taylor Madison) e lo scontro con Hulk al ritorno del viaggio spaziale con Deathcry. E carino anche, quando lo si pensava morto, di quelle (e quelli!) che avevano avuto una storia con lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, la fugace apparizione di Ercole Dc sotto le spoglie del "campione" non era proprio un atto di redenzione, ma un elaborato piano per vendicarsi delle amazzoni. E di recente abbiamo rivisto l'eroe mitologico complottare con la famosa maga (e nemesi di Wonder Woman) Circe :) Anche la versione post atomica è quella Dc, nella mini Hercules Unbound!
      Il pestaggio di Ercole da parte dei signori del male (in realtà tutto il ciclo "sotto assedio") è tra i miei momenti preferiti!

      Elimina
  3. Per redenzione intendevo quando era disposto a sacrificarsi sotto il peso dell'isola Paradiso per salvare Ippolita, non sapevo avesse turnato di nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà Eracle non aveva scelto di reggere l'isola Paradiso, ma era una punizione divina. Dopo essere stato liberato, avrà sì un breve momento di redenzione. Ma siccome gli scrittori su Wonder Woman cambiano più in fretta di un pannolino, mettiamo un enfasi su "breve"

      Elimina
  4. Cosa si intende per oltre il divino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo se lo fossero chiesto anche gli autori della saga, perchè non solo non potrei dare una risposta sensata, ma neanche una filosofica. Era un modo per dare enfasi al tutto, ma non è mai stata esplorata come idea, infatti l'hanno subito cancellata)

      Elimina
  5. ... prima di leggere l'articolo, ti ringrazio :-)

    RispondiElimina
  6. ...e dopo aver letto l'articolo, ti ringrazio ancora :-)

    Ercole è (si sarà capito) il mio personaggio preferito, e il tuo articolo è ottimo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i complimenti, e per il tuo supporto partecipato! Se devo essere sincero non avevo capito fosse il tuo personaggio preferito però :P

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio