Didascalia

Didascalia

venerdì 10 gennaio 2014

Ant-Man, Scott Lang (Definire i personaggi)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che calva a sua insaputa le notizie del giorno. Chi segue il blog da un po' di tempo, sa del mio amore per il personaggio di Hank Pym, membro fondatore degli Avengers e noto ai più con... una dozzina di vari nomi da supereroe. Nel corso degli anni, altri eroi hanno deciso di adottare identità già usate dal buon dottor Pym, alcuni anche con maggior successo dell'originale. Oggi parliamo proprio di uno di questi personaggi: Scott Lang, conosciuto ai più come Ant-man!

Questa immagine è stata il mio avatar su tipo un bazilione di siti internet


 Scott Edward Harris Lang  appare per la prima volta su Avengers 181 del 79, ma viene creato dalla penna di David Micheline e John Byrne, che lanceranno le sue avventure su Marvel premiere 47 (dello stesso anno).
Provetto riparatore ed esperto di elettronica, Scott Lang nasce in Florida, e lì sposerà Peggy, dal quale avrà una figlia, Cassandra (per gli amici Cassie). Quando il suo lavoro inizierà ad andare a pallino, Scott si troverà costretto a darsi ai furti per mantenere la sua famiglia.
Ma essere un genio dell'elettronica non è sinonimo di maestria nei furti, mister Lang verrà arrestato e passerà tre anni in prigione, nei quali perfezionerà le sue conoscenze tecniche ed elettroniche.
In seguito però, Peggy divorzierà da Scott, prendendo la custodia di Cassie, mentre Scott verrà assunto da Tony Stark nel reparto di design della sua azienda.
 La vita però non avrà ancora finito di prendere a calci in faccia Scott, il quale scoprirà che Cassandra è affetta da una rarissima malattia cardiaca, che può essere curata come tutte le grandi malattie americane: con una vagonata di soldi.
Scott ovviamente non è ricco, e deciderà di ritornare ai furti, e, sorpresa delle sorprese, la prima casa da lui visitata sarà quella di Hank Pym, e il nostro verrà in contatto con il costume che l'eroe aveva usato per interpretare Ant-man.
 Il costume dona a Scott numerosi superpoteri, fra i quali citiamo il potersi rimpicciolire fino a dimensioni subatomiche, ma di mantenere allo stesso tempo la sua forza fisica a taglia "normale". Il suo caso gli permette inoltre di controllare la mente degli insetti, e di lanciare potenti scariche elettriche.
Così bardato, il nostro si intrufolerà nella Cross Technological Enterprises, dove lavora la dottoressa Erica Sondheim, unica persona in grado di curare la figlia.
La buona dottoressa verrà però rapita da un miliardario metaumano (FUMETTI!), e, per salvare la vita di Cassie, Scott si ritroverà a dover affrontare la sua prima superbattaglia.
 Una volta sconfitto il criminale, il nuovo Ant-man riuscirà a far operare la figlia, e scoprirà di essere stato scoperto da Hank Pym, che gli darà la sua benedizione per agire come supereroe. Colpito dal complimento, il novello uomo formica deciderà di cambiare la sua vita e di diventare un vero difensore dei deboli. Se Hank Pym avesse fatto un complimento a me probabilmente sarei svenuto sul colpo.
 Scott inizeirà così una promettente carriera supereroistica, combattendo a fianco dell'Uomo Ragno, aiutando i famosi Fantastici Quattro nel microverso, provando a far uscire il suo mentore Hank dalla prigione, combattendo il mercenario Taskmaster assieme ai potenti Vendicatori, con i quai stringerà un rapporto di profonda amicizia, aiutandoli anche in uno dei loro momenti più bui, l'assedio da parte del gruppo criminale noto come i Signori del Male.
In questa occasione, l'uomo che si rimpicciolisce aiuterà la meravigliosa Wasp a sconfiggere due avversari in grado di mettere in difficoltà Thor. Che se non vi fosse arrivato il memo è un Dio. Ditemi ancora che rimpicciolirsi è un potere stupido.
 Senza mai trovare un posto da protagonista, Scott continuerà a bazzicare nel mondo degli eroi, partecipando anche ad alcune missioni con il suo capo Iron Man,  sconfiggendo terroristi in borghese, e aiutando il cavaliere spaziale ROM nella sua missione di VENDETTA COSMICA.
 Quanto il famoso Reed Richards dei Fantastici Quattro verrà creduto morto, il gruppo di eroi più famoso del cosmo Marvel chiamerà proprio Ant-man a sostituire il genio nel suo ruolo di consulente scientifico. In questo periodo, il nostro dovrà scontrarsi con minacce molto grosse per un uomo formica, ma riuscirà sempre ad uscirne a testa alta.
Inoltre, pur essendo abbastanza contrario, Scott vedrà nascere una profonda amicizia fra sua figlia Cassandra, e il figlio adottivo del criminale noto come il Dottor Destino, Kristoff.
 Proprio durante una missione col fantastico quartetto, Scott si ritroverà per un breve periodo sotto il controllo del gigantesco mostro formica Grottu, e prenderà l'identità criminale di Myrmidon. Dopo essere riuscito a liberarsi del controllo del mostro, il nostro troverà una nuova fiducia in se stesso, che migliorerà di gran lunga il suo lavoro da eroe.
 Dopo il ritorno di Mr Fantastic e la morte presunta di Vendicatori e Fantastici quattro a causa di Onslaught, Scott si ritroverà di nuovo in solitaria, ma verrà reclutato in fretta e furia da una nuova incarnazione del gruppo noto come Gli Eroi in Vendita, per riparare la Torcia Umana originale dall'interno (La Torcia è un robot, e la storia faceva così un parallelo con Hank Pym, che riparò dall'interno il robot visione in un immortale avventura dei Vendicatori). Scott resterà con gli eroi in Vendita fino al loro scioglimento, ma la sua permanenza non sarà senza conseguenze: infatti Scott era ormai riuscito a farsi un nome nella comunità supereroistica.
 Sul lato sentimentale, Scott si fidanzerà per breve tempo con la detective ex supereroina Jessica Jones, che però lascerà dopo aver scoperto che la donna era incinta dell'eroe Luke Cage. I due resteranno però in buoni rapporti.
 In seguito, Ant-man parteciperà ad alcune missioni di backup dei Fantatici Quattro e dei rinati vendicatori, venendo però ingannato in una falsa avventura dal mercenario Taskmaster. Nel frattempo, Scott si ritroverà anche a dover combattere per l'affidamento di Cassandra.
 Dopo varie peripezie e aver perso definitivamente l'affido, Scott si ritroverà senza una direzione, di unirà ai Vendicatori per avere un senso di famiglia, e assieme al gruppo affronterà divinità del caos, capricci gamma e un nazista che crede nel sogno americano.
 I rapporti col gruppo andranno perlopiu bene, tranne che col compagno di squadra Fante di Cuori, con il quale Scott sentirà molti attriti, a causa del carattere spaccone e delle rabbia del giovane eroe, rabbia che Scott poteva vedere riflessa in se stesso. Uomini in realtà molto simili, i due si riappacificheranno solo dopo il suicidio del Fante, che preferirà la morte ad una vita in gabbia (il corpo dell'eroe produce troppo radiazioni, e per mantenersi saldo deve stare quattordici ore al giorno  in una camera di contenimento).
Quando la mutante e Vendicatrice Scarlet Witch perderà la brocca e userà i suoi poteri di manipolazione delle realtà e di una pessima sceneggiatura per distruggere i Vendicatori, avrà il buon gusto di usare il cadavere del Fante di cuori come bomba umana. Cercando di ragionare col vecchio compagno, Ant-man verrà preso di mezzo in un esplosione, perdendo così la vita.
 La persona a rimanerne più sconvolta sarà sicuramente Cassandra, che scoprirà però che gli esperimenti fatti in gioventù con l'equipaggiamento del padre le avranno dato il potere di variare le sue dimensioni. Preso il nome di Stature, la giovane si unirà prima al gruppo di eroi adolescenti noto come i giovani Vendicatori, e poi ai Potenti Vendicatori, eroi fuorilegge in un mondo di eroi oscuri.
 In seguito, i Giovani Vendicatori viaggeranno nel tempo fino all'attacco da parte del fante di cuori,e, sebbene fosse molto chiaro da un bazilione di episodi di Doctor Who che cambiare la storia non è un'idea furba,Cassie non riuscirà a frenare i suoi sentimenti, e salverà il padre da una morte orrenda. E te credo.
La prima emozione che Scott proverà sarà però non il sollievo, ma la grande ammirazione per la figlia, che avrà deciso di dedicare la sua vita per aiutare gli altri. La bella riunione di famiglia verrà però interrotta quando il Dottor Destino, volendo usare i poteri di Scarlet per il suo guadagno personale, ucciderà Cassandra, lasciando suo padre devastato, e con un forte desiderio di Vendetta nei confronti del monarca Latveriano.
Dopo aver militato per breve tempo in una nuova formazione dei Difensori, Scott verrà chiamato dal vecchio amico Reed Richards per sostituire i Fantastici Quattro, e dirigere la scuola per giovani geni nota come Fondazione Futuro per quattro minuti. Le cose non andranno come sperate, e i quattro minuti diventeranno molti di più, e Ant-man si ritroverà un bel boccone da mordere. Circondato da ragazzini, con un cuore spezzato, un gruppo alle spalle molto variegato e con il forte desiderio di uccidere Destino, Scott si trova davanti un bel boccone da mordere. Ma sapete come sono le formiche no? Passo dopo passo, fanno cose straordinarie. Anzi, Fantastiche.
Ma qui siamo a definire i personaggi, il segmento dove vi mostriamo una vignetta che racchiude nel parere di chi scrive l'essenza del personaggio oggetto del post.
In Avengers 76, un folle rapisce Cassie. Ed è un folle molto pericoloso, senza un buffo costume, senza un nome accattivante. E' un uomo malato, che ha già ucciso sua figlia perchè "si era sporcata, e non era più innocente". E Cassie è molto simile a sua figlia.
Peggy e disperata, e chiama Scott. Ora, Ant-man forse non sarà il più grande eroe del mondo. Scott Lang è una persona comune, ma non è certo un volto dei Vendicatori. E' un uomo che crede di aver perso tutto. Non è a prova di proiettile, e il folle è armato. Si potrebbe tranquillamente chiedere l'intervento di un altro Vendicatore. Ma qui, si parla di una bambina,la sua bambina, e la grande forza che prota Ant-man a rischiare tutto, è sempre lei, Cassandra, l'unica persona che non ha mai smesso di avere fiducia in lui, perchè Scott Lang pensa di aver perso tutto, ma non ha mai perso l'amore di sua figlia.. E dalla finestra della stanza, un esercito di calabroni si para davanti al folle. E Cassie non ha più paura di nulla. Perchè è arrivato il suo papà
Scott Lang è, a mio parere, il migliore Ant-man di sempre. Non solo perchè cattura benissimo l'essenza di avere un superpotere bizzarro, ma che se usato con astuzia e abilità può fare grandi cose. Ma anche perchè dimostra come anche gli uomini che sembrano piccoli possano fare meraviglie. Il secondo Ant-man non è esagerato come Hank pym, per lui non ci sono problemi cosmici. Per lui c'è la sua vita, il suo lavoro, sua figlia e poi aiutare gli altri, con o senza costume. Scott Lang ha perso la bussola tante volte, forse troppe. E non è un eroe perfetto, si arrabbia, sbaglia, e perde. Oh se perde. Ma ha quella forza dentro, quel fuoco che solo i grandi eroi hanno. Scott Lang segue perfettamente la filosofia degli eroi come Hank Pym: se mi dai una possibilità, io posso redimermi. Non importa quanto piccola sia la chance, non importa quanto comune sei. Se riesci a vedere che nel mondo non siamo solo formiche, anche un ex ladro può essere un grande eroe. Almeno negli occhi di chi sa guardare bene.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Ehi! Ti è piaciuto il blog? Allora mi faresti un grosso piacere ad iscriverti qui, o a mettere un mi piace sulla nostra pagina Facebook! Trovi tutti i link per farlo sulla destra del blog! Pronti a partire. Let's go!

4 commenti :

  1. Si potrebbe dire che sei un po' di parte, ma quando scrivi di cose che ti piacciono è sempre meglio che leggerti quando ti lamenti! (che mi piace lo stesso sia chiaro) ;))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi farai arrossire! Grazie dei complimenti e del supporto!

      Elimina
  2. Mi è piaciuta un sacco la tavola che hai scelto per definire Scott Lang!
    Non lo conosco tantissimo, ma cavolo se spacca! "My dad's here!" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può dire quello che si vuole su Geoff Johns ma non che non sappia scrivere frasi ad effetto! E poi sono uomini formica, spaccano di default!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio