Didascalia

Didascalia

martedì 12 novembre 2013

Sinestro, il lato oscuro del verde

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che non trova bellissimo il giallo. Abbiamo spesso parlato di nemesi, personaggi nati per essere "l'altra faccia della medaglia" di questo o quell'eroe. Oggi, analizziamo un uomo, anzi, un alieno con un sogno di ordine. Ovviamente mantenuto col pugno di ferro. Un uomo che usa la luce come strumento di terrore. Dal pianeta Korugar, presentiamo Thaal Sinestro!
Countdown a "OH! QUANDO FAI UN POST SU HAL JORDAN?" in 5,4,3...

Apparso per la prima volta su Green Lantern vol 2 7 del 1961, su testi di John Broome e disegni di Gil Kane, il nostro è un alieno del pianeta Korugar, situato nel settore spaziale numero 1417 e di mestiere fa l'antropologo.
Un giorno, mentre Sinestro stava indagando sui resti di una misteriosa civiltà Korugariana, il piccolo mondo vedrà per la prima volta una Lanterna Verde, poliziotto spaziale al servizio dei misteriosi Guardiani dell'universo. Tale personaggio farà naufragio su Korugar poichè attaccato da un pericoloso nemico, e, vedendosi vicino alla morte, darà la sua arma, il famoso anello del potere, all'essere senziente più vicino, ovverosia Sinestro, che lo userà per sconfiggere l'assalitore.
Dopo la sua vittoria, la Lanterna Verde chiederà a Sinestro di riconsegnarli l'anello, in primo luogo per potersi salvare la vita e ritornare alla base, e in secondo luogo perchè dev'essere l'anello a scegliere il suo portatore, altrimenti si potrebbe rischiare che l'arma più potente del cosmo finisca nelle mani di un folle.
Per un buffo caso di ironia, Sinestro sarà talmente affascinato dal potere guadagnato che lascerà morire la Lanterna Verde, diventando così il nuovo protettore del suo settore spaziale.
Una volta entrato nel corpo di straforo, Sinestro ne diventerà presto un membro importante e rispettato, tanto da guadagnare in fretta il rispetto non solo dei Guardiani (che non si prendono neanche la briga di vedere se hanno dato un arma che realizza i pensieri ad un assassino) ma anche dei suoi commilitoni, fra cui spicca il protettore del settore 2814 (che è quello dove sta la nostra Terra), Abin Sur.
Legame che verrà rinsaldato quando Thaal sposerà la sorella dell'amico,Arin, che dopo qualche tempo darà alla luce una bellissima bambina, Soranik Natu.
Sinestro, che da principio era diventato un'ottima Lanterna, grazie al suo amore per l'ordine, inizierà ad usare misure sempre più drastriche per mantenere il controllo sul suo settore.
In poco tempo, i suoi risultati saranno così notevoli che il suo piccolo angolo di spazio sarà considerato il più sicuro di tutto il cosmo. Peccato che nel rendere il suo vialetto universale un modello di ordine, Sinestro sarà diventato una sorta di fascista in verde, trasformando nel cuore di tutte le razze da lui protette, il simbolo di speranza delle lanterne in una svastica.
Il suo pugno di Ferro sarà particolarmente duro proprio su Korugar, e questo porterà Arin ad abbandonare il marito e lasciare la figlia in affido ad un altra coppia.
Questo sarà un duro colpo per Thaal, al quale si aggiungerà la morte dell'amico fraterno Abin, che verrà sostituito nel corpo delle Lanterne Verdi da un giovane pilota umano chiamato Hal Jordan (zzzz....Scusate mi ero appisolato).
 Sarà proprio questa recluta a smascherare la farsa di Sinestro, che verrà così cacciato con disonore dal corpo delle Lanterne. Questa sarà l'ultima goccia per il nostro, che perderà così definitivamente la brocca, giurando vendetta eterna contro ogni poliziotto spaziale color smeraldo.
Sinestro verrà così bandito in un universo opposto al nostro, l'universo di anti-materia di Qward. Qui, il nostro farà la conoscenza degli armieri, nemici giurati dei Guardiani, che lo aiuteranno a forgiare un perfetto strumento di vendetta: un'arma ancora più potente di un anello del potere.
Concentrandosi sulla debolezza delle Lanterne Verdi al colore giallo, gli armieri forgeranno così un anello color limone per Sinestro, che si ritroverà così a possedere le stesse abilità di una Lanterna Verde (volo, raggi d'energia e la capacità di creare costrutti di luce solida) ma basati proprio sulla luce gialla, contro il quale le creature dei guardiani dell'universo non hanno potere.
Scopriremo in seguito, che ogni parte dello spettro luminoso visibile è in realtà catalizzatore di un emozione, e quindi mentre il verde rappresenta la volontà (che non è un emozione, ma ehi, FUMETTI!), il giallo rappresenta la paura.
Con i suoi nuovi poteri, Sinestro si scontrerà più volte contro gli eroi della Terra e contro Hal Jordan, finendo però sempre sconfitto.
In alcuni casi, il nostro unirà le forze con altri criminali terrestri, unendosi a supergruppi come la Lega dell'ingiustizia e la Legione del Destino (gruppo così tamarro da avere una base a forma di teschio gigante nascosta in una palude)
Dopo qualche tempo, Sinestro verrà imprigionata dai Guardiani in una gabbia indistruttibile.
Grazie alle sue abilità di manipolatore, Thaal riuscirà ad ottenere i poteri di un dio impazzito residente nel settore numero 3600. Reso folle dai suoi poteri quasi illimitati, Sinestro distruggerà tutto il settore spaziale, compiendo così uno dei più grandi genocidi della storia dell'universo Dc.
Il nostro sarà quindi condannato e morte, e il suo corpo verrà seppellito all'interno della fonte stessa del potere delle Lanterne Verdi, la batteria centrale situata su Oa, pianeta al centro dell'universo.
 Nel frattempo, dopo che la sua città natale era stata distrutta, Hal Jordan proverà ad usare i suoi poteri per ricostruirla, creando anche dei costrutti di ogni abitante, in modo da crearsi una via di fuga non solo dalla demolizione del luogo dove aveva vissuto, ma anche della sua anima.
I Guardiani, accortisi per la prima volta dopo secoli che forse uno dei loro sbirri in verde aveva perso un po' la bussola, decideranno di togliere i poteri a Jordan, che impazzirà definitivamente, e ucciderà (apparentemente) una decina di lanterne Verdi, rubando i loro anelli, in modo da ottenere sempre più potere. Quando Jordan si ritroverà di fronte alla batteria centrale di Oa, troverà però un ultimo guardiano: Sinestro.
Riportato in vita in fretta e furia dai Guardiani per fermare Jordan, l'ex lanterna verrà però sconfitta e uccisa da nuovo rinnegato, che gli spezzerà il collo. Ehi, la strategia di Henry Cavill!

Sinestro farà qualche comparsata dopo la morte sotto forma di spirito, e combatterà l'eroe Guy Gardner per il possesso del suo anello giallo.
E ora ci perdonerete una breve digressione, ma dopo aver ucciso il rivale, Jordan ruberà l'energia centrale delle Lanterne Verdi e la userà per diventare il supercriminale noto come Parallax, che un paio di volte cercherà anche di ricostruire l'universo secondo i suoi capricci.
Scopriremo in seguito che Hal Jordan non era impazzito, ma era stato infettato da un insettone spaziale, incarnazione della paura stessa.  Perchè un personaggio creato cinquant'anni fa non può diventare cattivo! Non ha senso! Quei personaggi col mascellone erano perfetti. PERFETTI VI DICO!
Dopo molte disavventure, Jordan ritroverà la bussola, e sacrificherà la sua vita per salvare la Terra, morendo una morte da eroe, solo per tornare in vita come l'incarnazione dell'ira di Dio. Lo giuro.

Scopriremo così che l'infezione di Parallax era stata opera nientemeno di Sinestro, che avrà manipolato Jordan per liberare nel cosmo l'entità della paura, che lui stesso manipolava tramite il suo anello giallo. Quando Hal tornerà in vita (NOOOOOOOOOO!), tornerà anche Sinestro, che però subirà una sonora batosta da Kyle Rayner, altra lanterna verde (che ha il terribile difetto di essere un po' diversa) che lascerà al nostro Korugariano un piccolo segno d'aprezzamento da parte delle Lanterne, una cicatrice a forma di simbolo del corpo, marchiata a fuoco sulla sua schiena.
Sinestro tornerà poi nell'universo di Anti Materia, dove inizerà a forgiare una serie infinita di anelli gialli, decidendo di mettere su un suo corpo di lanterne. Con squillo e partite di Blackjack credo.
Questa nuova associazione prenderà il nome di "Corpo di Sinestro", e sarà un'accozzaglia di pericolosi criminali, ognuno con la capacità di "infondere una grande paura".
Grazie a questi nuovi alleati, e ad altri membri dell'esercito dell'anti-materia, Sinestro muoverà un attacco su larga scala alle Lanterne Verdi, solo per spingere il corpo ad adottare misure di combattimento letali. Sinestro infatti continua a credere nell'ordine che possono portare i suoi vecchi commilitoni, solo che crede anche che nell'ordine debba essere inserita anche una sana dose di terrore.
Sinestro verrà però catturato e incarcerato, e i membri del suo corpo cacciati da tutto il corpo delle Lanterne Verdi. Nel frattempo però, l'universo vedrà la nascita (o la rinascita) di altri cinque corpi, uno per ogni colore dello spettro visivo. Nati con obbiettivi diversi, e con modus operandi opposti, questi sette corpi dovranno però unirsi quando il dio della morte cosmico Nekron deciderà di fondare un suo gruppo di Lanterne: usando i morti. Questo momento nella storia, verrà conosciuto come "La notte più profonda".
 Prima di aiutare gli altri buffi omini colorati, Sinestro dovrà però riprendere il controllo del suo stesso corpo, ora sotto il controllo del tiranno spaziale Mongul, talmente potente da poter tenere testa a Superman.
Seppur svantaggiato dal punto di vista fisico, Sinestro supererà mongul grazie alla sua connessione con l'entità della paura: Thaal ha infatti forgiato ogni singolo anello del suo corpo, e questo significa che può controllare un numero cospicuo di armi potentissime. Concentrando così tutto il suo potere negli anelli, Sinestro riuscirà a sconfiggere il suo rivale e a riprendere possesso della sua milizia.
 La vera missione di Nekron non era però giocare a strega comanda colore creando un gruppo di zombie in nero, ma di distruggere la dea cosmica della vita, conosciuta come l'Entità, nascosta proprio sulla terra. Sinestro prenderà dentro di sè il potere vitale dell'Entità e combatterà per poco tempo Nekron, solo per vedersi rubare il titolo di Lanterna Bianca da Hal Jordan.
Dopo questa avventura, Sinestro continuerà a vagare per il cosmo incutendo paura,  arrivando a anche a ritrovare la figlia, diventata anche lei Lanterna Verde.
La riunione di famiglia non sarà però delle più felici.
E siccome un universo con sette corpi di tizi con la passiona per la bigiotteria senza botte è un universo noioso, dopo la notte più profonda il corpo delle Lanterne Verdi sarà costretto ad affrontare il Guardiano dell'Universo ribelle Krona che, usando l'energia stessa delle emozioni, riuscirà a controllare l'interezza del corpo, rivoltandolo contro Hal Jordan e un pugno di alleati, che saranno costretti a combattere contro 7196 lanterne verdi.
Sinestro si unirà alla lotta contro i suoi vecchi commilitoni, solo per ricevere una sorpresa.
Essendo l'unico essere senziente nel raggio di anni luce  con una volontà ancora libera, Sinestro verrà scelto per la prima volta come Lanterna Verde. Grazie a questi nuovi poteri e ai suoi nuovi alleati, Thaal sconfiggerà Krona, e verrà accettato suo malgrado nel corpo.
Nei nuovi 52 la serie di Lanterna Verde non subirà quasi nessun cambiamento, potremo vedere così Sinestro  che userà  i suoi poteri per sconfiggere in maniera temporanea il Corpo di Sinestro e, scoperti i piani dei Guardiani di creare una nuova razza di difensori dell'ordine cosmico, cederà parte del suo potere ad Hal Jordan (che aveva perso il suo anello nella guerra delle Lanterne Vedi), e farà di lui la sua spalla. La coppia inizierà così ad indagare sulla misteriosa "Terza Armata" dei Guardiani.
Sinestro è un cattivo che ha ricevuto molta attenzione negli ultimi anni. Nelle sue prime apparizioni il nostro era un classico nemico, versione distorta dell'eroe, con i suoi stessi poteri ma una piccola marcia in più. Di recente il nostro ha subito una certa umanizzazione (tanto odiata dal centounista Nosferatu), che ha visto il cattivo da film di serie B che ride e si arriccia i baffi diventare una sorta di anti-eroe messianico. Certo, Sinestro prende botte come l'orso, ma ha sempre quei due-tre momenti di figaggine che ce presentano come un figo,come un criminale con quel bizzarro senso dell'onore. Come un criminale che finge solo di essere cattivo, sacrificandosi per un bene più grande. Nel parere di chi scrive, la grandezza morale di Sinestro, rispettò alle sua azioni, risulta però perlopiù forzata, e meno sviluppata rispetto ad altri "nobili demoni", rendolo quindi non un personaggio affascinante e carismatico, ma quasi blando nel suo voler incarnare una mezza dozzina di caratteristiche. Inoltre, e questo è puramente personale e assolutamente non critico, Sinestro ha preso questo ruolo da protagonista tormentato, perchè è simpatico all'autore delle sue storie, Geoff Johns.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Il lato oscuro del verde è il mio nuovo sottotitolo preferito. Pronti a partire. Let's go!

18 commenti :

  1. ora vogliamo un post su Kyle Rayner, magari su quella volta che diventa Dio. Oppure su quella volta che assurge a divinità. O quella volta che ottiene poteri divini. O...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto, grazie per il commento e per il supporto, E in secondo luogo, un post su Kyle Rayner si può fare senza problemi ;)

      Elimina
  2. Ammetto che Sinestro non rientra nei miei personaggi preferiti...principalmente perché ho fatto la sua conoscenza negli imbarazzanti fumetti della Silver Age, in cui era un cattivo che sembrava uscito da Altrimenti Ci Arrabbiamo.
    Lo rivalutai nella sua comparsata in Superman TAS, non tanto perché si sbarazza di Supes con irrisoria facilità, quanto perché effettivamente risultava una convincente incarnazione della paura.
    Il suo guajo è che è nato per fare la nemesi di Hal Jordan. Ma direi che ultimamente stanno sfruttando le potenzialità del personaggio!
    (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, però forse un po' troppo! Un personaggio dovrebbe essere sgaccettato certo, ma non essere un guazzabuglio!

      Elimina
    2. È sempre il solito problema.
      Vende? Bisogna dargli più risalto. Finisce l'esplorazione del personaggio? Diamogli sfaccettature così da poter dire che è un "personaggio complesso".
      Poi, per carità: dopo averlo visto nelle vecchie storie, segaligno, con lo sguardo cattivello e i baffetti, ogni volta che lo vedo penso più a Dick Dastardly.
      (Lavos-D)

      Elimina
    3. La tua è certamente un analisi puntuale, al quale mi permetto di aggiungere una cosa. Nei primi anni del fumetto, potevi metterci sangue sudore e inchiostro nel tuo personaggio, ma eri felice perchè l'avevi fatto tu, e se magari scrivevi una figata, era felice tutto finiva lì, perchè c'era da lavorare alla storia successiva. Adesso, putroppo o per fortuna, ci sono i fan che scrivono. E se io da bambino vedevo il personaggio taldeitali come una figata assurda, se lo scrivo dovrà essere una figata assurda. Anche a costo di scrivere boiaite. :)

      Elimina
  3. Allora, Sinestro crede nell'ordine assoluto, da realizzare attraverso la paura. Per far ciò, per portare paura, ma comunque allo scopo di proteggere le popolazioni arruola le peggiori canaglie della galassia. Solo a me sembra poco intelligente?

    RispondiElimina
  4. giusto per andare sempre d'accordo, quella di sinestro è una delle poche(se non pochissime) umanizzazioni che approvo.un po perché per quanto fichi i cattivi puri è poco realistico che lo siano tutti, un po perche mi piaceva la storia di sinestro verde.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maledizione, mi hai rovinato il finale :P

      Elimina
    2. Ma no figurati. Era un battuta! In media non mi piace cacellare i commenti, a meno che non siano spam.

      Elimina
    3. questo commento è stato offerto da: lubtificanti per cyborg Kobayashi, lubrifica il cybotg chr è in tè!

      Elimina
  5. Qualcosa di simile all'ideale di Sinestro, se ben ricordo (e, ovviamente, nella mia interpretazione), era stato a suo tempo proposto con i Manhunters ... il corpo al servizio dei Guardiani precedente alle Lanterne Verdi, che giunse a voler IMPORRE l'ordine nella Galassia, attraverso l'eccessivo uso della violenza punitiva, tanto che i Guardiani li "congedarono" e li sostituirono appunto con le Lanterne, corpo meno militarizzato e in cui veniva lasciato più spazio alla coscienza individuale di ciascuno. Anche qui (come già detto per Anarky) si ritrova il dualismo Socrate/ Platone, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ordunque, grazie come sempre per l'analisi precisa. Devo però fare qualche osservazione: primo i manhunter sono successivi a sinestro di almeno una decina d'anni. In secondo luogo, i manhunter a parer mio non hanno come idea quella dell'ordine, ma il semplice fatto di eseguire il lori programma, ovverosia catturare il loro uomo. Piuttosto che imporre un pugno di ferro, il manhunter vuole solo giustizia cieca. Questo poi negli anni si è evoluto e mutato, ma il cuore di questi robot è sempre il loro motto "nessun uomo sfugge ai manhunter". Più che una dicotomia Socrate/Platone io vedo i manhunter come critica non troppo sottile a tutte le categorie che seguono solo le loro regole, senza il minimo calore umano. Mentre Sinestro è il classico tropo del nobile demone, che vorrebbe che tutto fosse buono e carino, ma secondo la sua e solo la sua definizione

      Elimina
  6. Scusate l'ignoranza, ma una domanda che non c'entra niente: quando intendi botte con l'orso (che le ritrovo citate qua e là sul blog), ti riferisci a quel momento in cui (se non ricordo male) Batman ha sconfitto un orso mentre era in versione bambino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No è un modo di dire che usava mio nonno. Ho sempre creduto fosse una cosa internazionale, ma magari mi sbaglio io

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio