Didascalia

Didascalia

giovedì 7 novembre 2013

Freccia Verde (By Popular Demand) (No,davvero)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che si sorprende sempre. Di recente, un nostro lettore ci ha detto che ha comprato un volume dopo averne letto la nostra recensione, e questo ci riempie il cuore di gioia. Nello stesso tempo però, una ventina di lettori ci ha intimato di scrivere un post su Freccia Verde. E questo mi riempie il cuore di noia. Non perchè il personaggio in sè sia brutto, ma...Scopriamolo insieme dopo l'intervallo!
E ora mi toccherà cambiare la battutina iniziale in un altro post. Mannaggia!

L'aricere di Smeraldo appare per la prima volta su "More Fun Comics"  73 del 1941, scritto da Mort Weisinger e disegnato da George Papp. Noto all'anagrafe come Oliver Jonas "Ollie" Queen, il nostro protagonista diventa miliardario dopo la morte dei suoi genitori, e inizierà ad usare i suoi soldi per fare la bella vita, fregandondosene della società intorno a lui. Durante una gita in barca con alcuni suoi colleghi, un suo rivale deciderà di far fuori il borioso ereditiero gettandolo fuoribordo. Ma per quelle belle coincidenze da fumetto, Oliver non morirà, ma riuscirà a raggiungere un'isola lontano dalle carte, dove si ritroverà a dover lottare per la sua sopravvivenza.
Dotato di un talento per il tiro con l'arco, il nostro deciderà di trasformare questa sua predisposizione nella sua principale forma di difesa e sostentamento sull'isola. Dopo diverse settimane nelle quali il mondo lo credeva morto, Oliver diventerà un abilissimo arciere, in grado di scoccare fino a otto frecce al minuto con una precisione quasi superumana, capacità che lo aiuterà a mettere fine ad un cartello della droga con sede sull'isola. Dopo aver sconfitto i criminali (vestito con del fogliame verde e con del grasso di motore a mò di maschera) Oliver verrà salvato e riportato in società, dove deciderà di usare i suoi talenti per aiutare i più bisognosi nella sua nativa città, Star City, in modo logico e razionale. Indossando un costume da scemo e prendendo il nome di Freccia Verde.
Weisinger dichiarò più volte di essersi ispirato non solo all' (ovvio) Robin Hood per dare la vita a Freccia Verde, ma anche al serial televisivo del 1940 noto come "L'ariciere Verde", dove un misterioso vigilante portava scompiglio fra una gang di criminali e la legge. L'altra grande influenza sarà però il Batman di Bill Finger e (mannaggia) Bob Kane, del quale il primo Oliver sarà una copia quasi sputata, potendo contare su un assitente in miniatura con il nome da supereroe più bello di tutti i tempi, un pagliaccio come nemesi (no davvero),una "Freccia-caverna", un "freccia-Segnale" e un orrenda "freccia-mobile" gialla. Per differenziarlo un po' dal cavaliere oscuro, si deciderà di dotare Freccia Verde di una serie di frecce con punta truccata e diverse funzioni, come quella accecante, quella acida, quella con rampino e la famosa freccia con il guanto da boxe.
Freccia Verde raggiungerà una discreta popolarità negli anni 40, e questo lo porterà ad unirsi ai Sette Soldati della Vittoria e a diventare il primo eroe esterno ai fondatori ad essere ammesso nella prestigiosa Lega della Giustizia, gruppo che arriverà a salvare utilizzando una freccia con la punta di diamante. L'arciere color menta diventerà così un valido membro del team, sebbene la sua permanenza avrà ben più di uno scossone.
Nel corso degli anni, Oliver passerà sempre meno tempo nei panni di Freccia Verde, per concentrarsi su progetti umanitari per conto della sua società. Sarà il disegnatore Neal Adams a far uscire mister Queen dalla naftaliana dandogli un nuovo costume, e un iconico pizzetto, che negli anni è stato segno distintivo del personaggio. Tornato nel giro degli eroi, Oliver inizierà a Flirtare con la giovane Black Canary, e arriverà a maturare una personalità un po' diversa.
Il nostro di ritroverà infatti con una somma ironia, al verde, essendo la sua società finita in bancarotta. Scoprendo un America che nelle sue torri d'avorio non aveva mai visto, Freccia Verde diventerà un eroe del popolo, con idee di sinistra e molto liberali, arrivando a salvare bambini da gangster, e un secondo dopo ad attaccare un soliloquio su come l'america sia un paese bello e fertile ma estremamente malato. Queste sua poca simpatia per il sistema lo porterà in conflitto con il poliziotto spaziale Hawkman, suo commilitone nelle Lega, e forte conservatore (anche qui noto una certa ironia).
Sarò proprio questo cambio di personalità a dare il vita d uno dei cicli di storie più famosi e amati dalla critica degli anni 70, poichè proprio in quel periodo la serie di Lanterna Verde, con protagonista Hal Jordan (scusate lo sbadiglio) navigava in cattive acque, e lo scrittore Dennis O'Neil coglierà la palla al balzo per affiancare al poliziotto dello spazio, ligio al sistema, il nuovo Freccia Verde. La coppia inizierà così un lungo viaggio in camioncino per l'America, affrontando non solo supercriminali, ma anche diverse tematiche sociali, come il razzismo e le droghe.
E saranno proprio le droghe a scuotere il mondo di Freccia Verde, che al suo ritorno a Star City, troverà il suo sidekick Speedy (OLE'!) invischiato nel tunnel della droga. Invece che comportarsi con fare paterno con il giovane a cui a fatto indossare un costume da scemo e combattere la malavita a tredici anni, Oliver caccerà il ragazzo di casa, causando una rottura fra la coppia che durerà parecchi anni.
Per un po', Oliver deciderà di lasciare il mondo degli eroi, ritirandosi in un monastero, dal quale uscirà solo dopo pressioni di Black Canary (sua fidanzata a singhiozzo, perchè non sia mai che un personaggio femminile sia qualcosa di più di un interesse romantico) e di Hal Jordan. Oliver diventerà così un giornalista, per esprimere ad un pubblico sempre maggiore le sue idee. Durante una missione però, Black Canary verrà rapita e torturata da un gruppo di criminali, e Oliver ucciderà tutta la gag accecato dalla vendetta. Era arrivato un nuovo momento nella vita di Freccia Verde.
Lo scrittore Mike Grell deciderà infatti di portare l'arciere color salvia nel mondo delle serie per "lettori adulti", abbandonando le frecce truccate per un modello classico. Con la punta cioè.
Trasferitosi a Seattle, Oliver smetterà di indossare una maschera e anche di chiamarsi con buffi appellativi, e userà la forza letale con i suoi nemici. Questa particolare serie perderà quasi del tutto i toni supereroistici classici, concendosi pochissimi crossover con l'universo Dc, e introducendo nuovi comprimari per il nostro protagonista, come il mercenario pistolereo Eddie Flyers e la misteriosa Shado, Arciera che arriverà a stuprare Oliver. No davvero. Inoltre, Black Canary lascerà Oliver (ALE'!)
Il momento "adulto" di Oliver durerà un centinaio di numeri, e dopo l'abbandono di Grell si riporterà in fretta e furia il personaggio nel normale universo Dc, dove si ritroverà costretto a dover combattere il vecchio amico Lanterna Verde, ormai votatosi alla criminalità, che ha deciso di farsi chiamare Parallax. Il climax di questo scontro  sarà in una semplice vignetta, con la coppia di amici che si guarda, pronta a colpire. E dalla bocca dei due vecchi amici escono due sole parole "Oliver" il nome completo dell'arciere, che nessuno dei suoi amici usa mai e "Hal", il diminutivo che solo gli amici possono usare.Perchè forse Parallax non è più Hal jordan ma un tiranno psicopatico, ma per Oliver Queen, è sempre l'amico con cui ha girato per gli USA in un camioncino scassato.
E siccome sono sempre i migliori che se ne vanno, Oliver troverà poco dopo la morte, restando attaccato ad un bomba che avrebbe potuto distruggere metropolis. In quel periodo infatti, la Dc Comics aveva capito che forse scrivere per cinquant'anni sempre gli stessi personaggi non era un'idea genialissima, e deciderà di muovere un po' le acque, provando, orrore e raccapriccio, e darci qualcosa di nuovo.
Ci sarà quindi un nuovo arciere in città, Connor Hawke, monaco buddista più bravo nelle arti marziali (Abilità che lo mette in pari con grandi maestri come Batman.Lady Shiva gli ha fatto credere di poterle tenere testa) che con l'arco. Perchè un monaco tibetano decida di proteggere Star city, e soprattuto perchè abbia i capelli biondi è presto detto: il nostro è figlio illegittimo di Oliver. Il nuovo arciere di smeraldo si ritroverà così invischiato in un mondo di supereroi che forse non capisce del tutto, ma nel quale era nato per stare. Vi basti sapere che una volta ha salvato da solo l'intera lega della giustizia. Con la freccia a guanto da Boxe. Papà sarebbe così fiero.
Oliver tornerà poi dal mondo dei morti (e chi non lo ha mai fatto?), ma la sua resurrezione lo avrà lasciato cinico e rabbioso. Questo perchè era tornato solo il corpo di Freccia Verde, ma non la sua anima, il tutto legato al piano malvagio di un vecchio personaggio dei fumetti umoristici Dc degli anni 60, riportato all'interno delle storie solo per far fare il sorrisino ai lettori più scafati. Dopo aver recuperato l'anima, e inspiegabilemente il denaro, Oliver combatterà un serial killer che parla solo per onomatopee e deciderà di chiedere a Black Canary di sposarlo. Oh sì, farà anche pace con Speedy e  strangolerà uno zombie molto grosso. Dovevo mettere qualcosa di divertente.
Ollie recluterà anche un nuovo Speedy (ALE'!), una giovane ex prostituta affetta da HIV nota come Mia Dearden, rendendo così la Freccia Famiglia sempre più allargata. Nel frattempo, la galleria di nemici del nostro si allargherà per fare posto all'arciere oscuro Merlyn, al tipo che quanto pare riesce a prendere al volo dozzine di frecce lanciate da tre arcieri diversi Constantine Drakon e al mafioso invulnerabile Brick
Nel frattempo, Oliver verrà eletto sindaco di Star City (ci aveva già provato negli anni 70, ma aveva perso di pochi voti) e troverà una nuova nemesi nel criminale più sopravvalutato di sempre (sì, più del Joker) il mercenario Deathstroke. Per sconfiggerlo, Freccia Verde dovrà addestrarsi sotto lo stesso maestro del mercenario.
Dopo lo scontro però, il nostro dovrà dimettersi da sindaco.
Nel frattempo, la coppia Freccia Verde/Black Canary si sposerà, solo per scoprire che lo sposo era in realtà un malvagio mutaforma, e che il vero Oliver era prigioniero. Dopo aver messo su tutta la Freccia-Famiglia, composta da Arsenale, Freccia Verde II e Speedy, Black Canry troverà il suo fidanzato, ma a caro prezzo: Connor Hawke verrà gravemente ferito, e verrà geneticamente modificato per perdere le sue abilità marziali, guadagnando però un fattore rigenerante.FUMETTI!
Dopo che il criminale Prometheus avrà fatto saltare in aria Star city, uccidendo migliaia di cittadini senza volto, e la figlia di Arsenale, Freccia Verde si lancerà all'inseguimento del killer, il supercriminale Prometheus, e gli piazzerà una freccia in testa. Tutti gli amici di Oliver penseranno che il nostro sia andato troppo oltre, e non solo lo cacceranno dalla Lega della Giustizia, ma Black Canary chiederà il divorzio (ALE'!). Ora, non che io sia pro agli eroi che uccidono, ma qualcuno si era perso il momento in cui Oliver amministrava giustizia letale a Seattle?
Nel frattempo però, grazie all'energia restoratrice degli anelli bianchi, fra le macerie di Star City nascerà una foresta rigogliosa a forma di stella, e Oliver, dopo aver perso la sua azienda a causa di un misterioso parente, ne diventerà il nuovo protettore, combattendo la corruzione e proteggendo i sopravissuti al massacro di Star City.
Nei nuovi 52 Freccia verde è sempre un giovane miliardario, che però non ha il completo controllo della sua azienda, potendo contare solo sulla branca che lavora nel ramo delle telecomunicazioni. Grazie ai suoi contatti e ad un piccolo gruppo di geni della tecnica, Oliver continua a combattere il crimine vestito di verde.
E siccome questa versione non sarà molto ben vista dal pubblico, dopo solo 17 numeri, vederemo la vita di Oliver cadere in pezzi, quando un misterioso nemico farà fuori tutti i suoi alleati, lasciando il nostro solo a combattere contro qualcosa di più grande di lui, e introducendo dei misteri sull'isola dove Oliver avrebbe imparato l'arte dell'arco.
Nel 2012 inoltre, Oliver Queen è diventanto protagonista di una serie Tv, dove viene interpretato da Stephen Amell. Noto solo con il nome di Arrow, il nostro dovrà ritornare alla società dopo cinque anni passati su un'isola misteriosa, dovendo così dividersi fra il riprendere le redini della sua società e combattere il crimine vestito di verde. La serie in sè, a parere di chi scrive, non è il massimo del divertimento. Non bastano piccole comparsate di personaggi "minori" della Dc e misteri farlocchi a renderla particolarmente interessante. Putroppo, pur essendo una serie mediocre, deve competere con serie basate su fumetti di qualità ancora scadente. E quindi boh, nel regno dei ciechi il guercio è re. (Approfondiremo di più Arrow in un articolo futuro, quindi evitiamo troppi commenti a riguardo per piacere)

Questo è Freccia Verde. Un brutto personaggio dicevamo? No, ma un personaggio noioso. Putroppo per questioni di prospettiva.
Mi spiego meglio, nel mondo dei fumetti esiste un altro personaggio che si veste in colori secondari ed è solo un tipo normale che lancia le frecce, ma non deve certo competere con altri eroi "umani". Freccia Verde deve competere con Batman. Intendiamoci,in un cosmo a fumetti normali non ci sarebbero problemi, ma nel cosmo Dc, dove la Lega della giustizia ha avuto nel corso della storia solo cinque membri umani, le cose cambiano. Questo perchè un personaggio come Freccia Verde ha la sua forza nell'usare un arma basata solo sull'abilità, rendendolo davvero una spanna sopra gli altri. Qualunque idiota può usare una pistola (purtroppo), ma provate a disarmare qualcuno con un arco, provate anche solo a colpire di striscio un bersaglio con un arco con una forza d'impatto di 200 chili. Ecco, essere un eroe umano che vince i propri limiti, in un mondo dove c'è un tipo vestito da pipistrello che chiama fare l'impossibile "allenamento mattutino" è dura.
Con questo non voglio dire che si debba confrontare Freccia Verde con Batman, perchè cavolo, lo fanno già i suoi scrittori. Anche dopo aver abbandonato la Freccia-mobile, si è comunque cercato di dare a Freccia Verde una sua famiglia di vigilanti, un'azienda umanitaria, problemi sentimentali con duecento donne e mezza et cetera. Inoltre, nel cercare di trovare uno spazio a questo eroe che la Dc si porta dietro dagli ani 40, si hanno approntato troppi, troppi cambiamenti idioti.
Si può avere un freccia verde diverso? Sì. Per quanto non mi piacciano gli eroi violenti, il periodo di Seattle era effettivamente affascinante o per cambiare totalmente sfondo, il Freccia Verde simpatico che fa a gara con Batman per vedere chi è il più grande combattente del crimine imbraccia il suo problema di fondo e gli ride in faccia. Oppure ci ridate Connor Hawke. Però gli affiancate SPEEDY!

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Comprerei una miniserie di Speedy a qualunque prezzo. Poi non la leggerei, starei tutto il giorno a gongolare guardando le copertine. Pronti a partire let's go!

16 commenti :

  1. Per quanto anche io non impazzisca per gli eroi violenti, piantare una freccia in testa a colui che ha ucciso migliaia di tuoi concittadini, tra cui quella che è praticamente la tua nipotina, non mi sembra un'esagerazione. Poi, capisco la tua passione per Lady Shiva, ma Connor, in occasione del famoso scontro, andò veramente molto vicino al pareggio! (poi portò a casa la pelle solo per l'intercessione di Tim Drake, ma fa niente), e comunque la sua abilità di arciere è pari quasi a quella del padre, e comunque superiore a quella di Freccia Rossa. Ah, le stesse problematiche che tu vedi per Oliver oscurato da Batman non potrebbero ripetersi anche tra Occhio di Falco e Capitan America? Se non sbaglio vari autori ci hanno giocato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Lady Shiva la mia era una mezza esagerazione come quando scrivo IL MIGLIOR EROE MARVEL VIVENTE quando paro di Giant-man :) Putroppo però devo dire che che Connor è un arciere peggiore sia del padre che di arsenale, pur mantenendo un'abilità superiore ad un atleta olimpico (la sua specialità è il combattimento, non il tiro con l'arco dopotutto!). Le similitudini fra Occhio di Falco e Capitan America sono più un gioco di carattere. Dopotutto Cap ha 1) i superpoteri e un ruolo di "protettore del sogno americano" mentre occhio di falco è un tipo normale che fa del suo meglio non perchè sia un simbolo, ma perchè è giusto e 2) il tono delle avventure dei due personaggi in solitaria è spesso molto diverso, con il capitano che gira ai quattro angoli del mondo (e fuori) combattendo anche mostri e roba cosmica e occhio di falco invece calato in un contesto più urbano

      Elimina
    2. Bhe, sui superpoteri di Cap non sono molto d'accordo, il siero del supersoldato ha spinto le sue capacità ai limiti dell'umano, non oltre. Penso che in teoria le sue prestazioni atletiche non siano dissimili da quelle di Batman. Per il resto, io mi riferivo a quando entrambi sono nei Vendicatori, è vero che le loro avventure in solitario differiscono molto.

      Elimina
    3. Al massimo delle potenzialità umana, ma con qualche trucco in più. Cap si muove molto più velocemente di un uomo comune, il suo corpo produce molte meno tossine ( e quindi il capitano si stanca molto meno di un uomo normale), la sua pelle è un po"' più dura ed è molto più reistente alle intemperie. Non saranno superpoteri fighissimi, ma sono Vantaggi. Nei Vendicatori fra Cap e Falco c'è rivalità, ma perchè quest'ultimo non sopporta molto l'autorità, e questo crea una certa alchimia. Fra FV e Batman non c'è rivalità vera e propria, c'è un po di stridore non detto, legato alle loro similitudini a parer mio!

      Elimina
  2. Però va detto: la serie Green Arrow&Lantern sarà vecchia, superata e agli occhi di oggi superficiale, ma fu una delle scelte più coraggiose del fumetto in quegli anni.
    Con tutto che non amo Hal Jordan e il povero Ollie sia stato ridotto a macchietta "supereroe di sinistra", quella serie ha davvero sancito la nascita della Bronze Age del fumetto.

    (Lavos-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sembra infatti di averla definita una macchietta, e di averna parlato bene anche nel post sulla Silver Age :)

      Elimina
    2. Infatti non sei stato tu: è stata la DC Comics. E Frank Miller, va' :-(
      (Lavos-D)

      Elimina
    3. Beh dipende. A me sembra che sia comunque una serie ben ricordata. Poi che molti autori l'abbiano ignorata o che non la credano importante purtroppo è possibile, ma non sempre uno scrittore ha la stessa sensibilità di un altro1

      Elimina
    4. Credo sia semplicemente perché il povero Ollie s'è ritrovato cucita addosso l'etichetta di "supereroe di sinistra" e, negli Usa, non son cose che si possono perdonare...
      Comunque, a scanse equivoci, concordo con tutto il tuo articolo. È un peccato che non sia mai stato approfondito l'impegno sociale di Freccia Verde al di là di una grattata superficiale.
      (LAvos-D)

      Elimina
    5. Non saprei. In linea di massima Freccia Verde è un personaggio abbastanza importante per la casa editrice, non al pari di altri membri della JLA ma non proprio di serie C ecco. Anche perchè FV è di sinistra ma mica comunista :) Sulla grattata superficiale non sono d'accordissimo, però è vero che si poteva lavorarci di più . Mettiamo però in conto che una buona fetta di lettori non vuole cose complesse, ma le botte....

      Elimina
    6. Sulle botte non abbiamo il MINIMO dubbio! :-D

      Il guajo per il povero Ollie è chenegli USA il maccartismo ha funzionato benissimo: nel senso che il concetto di "sinistra" è rappresentato dai democratici... e, come si evince ascoltando un suo qualsiasi discorso, Obama è di sinistra quanto Gianfranco Fini.

      Figurati mister Queen: al confronto altro che comunista, è un bolscevico!
      (Lavos-D)

      Elimina
    7. Sul fatto che "comunista" nella terra della LIBERTA' sia un insulto bello e buono, siamo d'accordo! Ma pur essendo un liberal leggendario, nel corso delgi anni Oliver ha avuto idee piuttosto leggere, più di buonsenso che "rivoluzionarie", rispetto ad altri eroi "bolscevichi" come il superpatriota di Larsen che gira con la marijuna medica. Il problema è che ripsetto agli eroi Dc, di solito molto abbotonati, o con caratterizzazioni non basate su una visione politica, il nostro risulta un po' esagerato (in un mondo dove TUTTO e' esagerato per contratto)

      Elimina
  3. In effetti, Freccia Verde mi sembra un personaggio un pò sopra le righe. Poi tutto quel verde me lo rende difficile da accettare: a parte Hulk, in genere il verde sui vestiti non mi va a genio. Vabbè, è un buon personaggio, non dico di no, ma mi sta più simpatico Occhio di Falco con la sua tutina viola. E poi non ha mai avuto un aiutante tra i piedi! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati che invece io mi vesto spessissimo di verde ;) Beh, Occhio di Falco non hai mai avuto l'aiutante, ma perchè lo era lui stesso della Vedova Nera! Un bel disonore!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio