Didascalia

Didascalia

martedì 15 ottobre 2013

Danielle Moonstar (Fresh From the Past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog con una buona mira. Il centounista di vecchia data Fabrizio ci ha chiesto di parlare di una mutante (questo è karma. No non questa) non fra le più conosciute, ma che è riuscita a scavarsi una bella nicchia nelle serie mutanti "satelliti". Parliamo di Danielle Moonstar, nota un tempo come Mirage!

Ragazzi se gli archi vanno di moda in questo periodo.

Creata da Chris Claremont (testi) e Bob McLeod (disegni) Danielle è una mutante Cheyenne che possiede il potere di manifestare immagini psichiche delle più profonde paure dei suoi bersagli, oltre a poter stabilire legami telepatici con gli animali. Dopo aver avuto una visione dei suoi genitori uccisi da un orso demoniaco, Dani verrà presa sotto l'ala del professor Xavier, che la farà entrare nel gruppo di giovani mutanti noto come "I Nuovi Mutanti", un dieci alla fantasia. Il team sarà infatti composto dalle future leve degli X-men, e Dani ne diverrà il leader assieme al mutante esplosivo Cannonball.
Dani inoltre svilupperà una profonda amicizia con la compagna di squadra Wolfsbane, dotata del potere di mutarsi in lupo (e con il quale Dani può creare un legame telepatico).
Assieme ai suoi compagni di squadra, Dani affronterà numerosi nemici degli uomini X come il lumacone Mojo, il cyborg Pierce, il misterioso Club Infernale, i giovani mutanti malvagi noti come Satiri, il telepate Re delle Ombre arrivando a trovare una maturità non richiesta a semplici ragazzini, che si ritroveranno catapultati in un mondo che li odia e li teme, addestrati a predicare la pace, ma a cui verrà anche insegnata la violenza.
 Inoltre, durante uno scontro col genetista Alto Evoluzionario, Dani svilupperà il potere di creare costrutti psichici solidi, scegliendo spesso di materializzare una lancia.
Dani crescerà molto durante il suo periodo alla scuola Xavier,arrivando anche a lottare contro il suo istinto materialista. Tutto andrà dunque per il meglio (per quanto sia possibile per un commando mutante), fino a quando l'orso demoniaco che uccise i suoi genitori non ritornerà per lei.
Danielle proverà a combattere il mostro, solo per essere ferita gravemente alla spina dorsale.
Grazie all'aiuto della sua squadra, Dani riuscirà poi a sconfiggere il Demone Orso, che si rivelerà una creazione mistica di un misterioso nemico(misterioso ancora oggi), e sotto la pelle d'orso appariranno i genitori di Dani, trasformati dall'incantesimo. Seppur la nostra avrà ritrovato i genitori, deciderà di restare nella scuola Xavier. Nel frattempo, la nostra diventerà amica di un membro dei Satiri noto come Warpath, anch'egli di origini nativo-americane.
Durante un viaggio nella terra degli dei Nordici nota come Asgard, Dani libererà uno stallone alato noto come Brighwind da una trappola di filo spinato. Le sue azioni le doneranno così il ruolo di Valchiria, scudiera del dio nordico Odino, col compito di scortare i morti dal regno dei vivi al Valhalla. Dopo una battaglia contro la Dea della morte Hela, Dani deciderà di restare su Asgard per ritrovare se stessa.

In seguito ritroveremo Dani inserita nel gruppo terroristico noto come Fronte di Liberazione Mutante (da non confondersi col Fronte di Liberazione Di Mutazione, che sono dei parolai), col potere di creare frecce psichiche in grado di stordire qualunque avversario. Questo periodo criminale era in realtà un'elaborata farsa gestita dal leader mutante Cable, che voleva consegnare alla giustizia tutto il FLM. Dani avrà perso il suo status da Valchiria e il suo bianco cavallo, per un altra cavalcatura nera e con ali da pipistrello
Dopo che la sua copertura sarà saltata, Dani entrerà a far parte dei X-force, evoluzione dei nuovi mutanti, ritrovandosi insieme ai suoi vecchi compagni di squadra e anche con qualche faccia nuova. Durante questo periodo Dani verrà supercaricata da una scarica di quanti e otterrà il potere di generare potenti raggi concussivi, ma questa abilità sarà di breve durata. Dani lascerà poi X-force per cercare di combattere per il sogno di Xavier in un modo proattivo (NOOOOOOOOOOOOOOOOO!)
La nostra Moonstar troverà così la sua strada nell'insegnamento, diventando la Tutor di un gruppo di giovani studenti della scuola Xavier, che in un moto di nostalgia la nostra chiamerà "i nuovi mutanti".Durante questo periodo la nostra si ritroverà in mezzo ad una tempesta di ormoni, problemi piccoli che sembrano enormi e balli scolastici. In pratica il liceo con i superpoteri. Dove si firma per entrare?
Dopo che Scarlet Witch cancellerà il gene X dalla maggior parte dei mutanti, Dani si ritroverà senza poteri (tranne qualche abilità da Valchiria), ma non ne farà una tragedia (dopotutto è comunque addestrata in numerose forme di combattimento ed è un'ottima tiratrice, non certo indifesa dunque) e continuerà il suo lavoro d'insegnante, fungendo da tutor per il giovane Trauma, figlio del signore dei sogni Incubo, e continuando a lavorare fianco a fianco degli X-men, addestrando la nuova generazione di X-men, che potrebbe essere l'ultima, nella città/stato Utopia
Dani metterà insieme di nuovo la vecchia banda (i nuovi mutanti originali e il potente telapte noto solo come X-man) quando scoprirà di essere vicina alla morte a causa del figlio del professor Xavier, Gabriel Heller alias Legione. Sebbene siano stati amici e compagni per anni, i nuovi mutanti avranno lo stesso qualche problema di percorso, ma riusciranno a salvare Dani,e  decideranno di mantenere la formazione

Quando il malvagio Norman Osborn deciderà di invadere la città stato mutante di Utopia, Dani farà un patto con Hela, riottenendo i suoi poteri di Valchiria, questa volta potenziati per poter uccidere un dio (in questo caso Ares, dio della guerra al soldo di Osborn). Grazie ai suoi nuovi poteri, Dani diventerà la nuova leader dei Nuovi Mutanti (ho scritto più volte nuovi in questo articolo che nella mia vita)
Di recente Dani si è unita ad una nuova incarnazione dei Difensori, esclusivamente femminile, dove si trova a dover combattere una magnate che sogna il potere delle Valchirie. Ma ha tagliato la strada alle donne sbagliate.

Dani Moonstar è un personaggio strano. Sembra che gli scrittori non sappiano bene cosa fare di lei. Nata con un potere mediocre, si è cercato nel corso degli anni di potenziarla, ma senza troppo successo (nel parere di chi scrive il suo momento più equilibrato era quello di arciera psichica). Anche la sua personalità è oscillata nel corso degli anni, passando da semplice a materna fino a donna forte (cosa che non ci dispiace). Moonstar deve ancora trovare il suo posto nell'universo Marvel. Forse circondata da altre signore la nostra riuscirà a sbocciare. Aspettiamo e vedremo.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Non sono molto pro i cavalli alati. Pronti a partire. Let's go!

8 commenti :

  1. Io amo gli X-Men ma Moonstar mi è sempre sembrata un personaggio davvero poco interessante, soprattutto a confronto degli altri Nuovi Mutanti. Speravo che dopo la perdita dei poteri post House of M, sparisse e invece eccola sempre in giro, ogni tanto completamente inutile ogni tanto forte come una dea. Mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, la maggior parte dei nuovi mutanti era piuttosto blanda. In seguito hanno avuto il problema di aver cambiato sceneggiatore e setting di storie ogni tre per due. Moonstar a me piaceva insegnante alle prese coi ragazzi. Mi dava un'idea di crescita che spesso non si vede nel fumetto medio. Quella nei Difensori sembra simpatica. Vedremo!

      Elimina
  2. Come non sei pro i cavalli alati? E Aragorn, quello del Cavaliere Nero? Comunque Cannonball e Wolfbane non erano male come caratterizzazione, dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wolfsbane ha inziato a prendere forma quando la scriveva Peter David in X-Factor, dopo aver usato per anni la simpatica caratterizzazione "HO UNA BESTIA DENTRO DI ME!". Cannonball ha avuto i suoi momenti, ma la maggior parte in X force, e, mi sento male solo a scriverlo, il momento più bello lo ha scritto Scott Lodbell (chiedo perdono) anni dopo che Sam si era diplomato dai nuovi mutanti. Questione cavalli alati, nel post dei dieci enmici più stupidi di Iron Man citavo come il primo cavaliere nero si fosse creato uno stallone volante, una lancia piena di armi, ma non indossasse un paracadute. Il trend è presente in tutti i cavallerizzi alati, ecco perchè li ritengo un mezzo non sicurissimo. Inoltre, il miglior cavallo del cavaliere nero II era Strider che volava superveloce ANCHE SOTT'ACQUA

      Elimina
  3. Non ha fatto una gran carriera, vedo.
    A me piaceva molto come leader dei Nuovi Mutanti, alle prese con un potere tutto sommato ridicolo rispetto ai suoi compagni e quindi costretta a sfoggiare abilità proprie e non geneticamente donate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche vero che spesso le serie mutanti satellite erano più un modo per cavalcare le mode del momento, piuttosto che un modo per creare personaggi iconici (i nuovi mutanti erano molto anni 80, X-force è stato per anni IL fumetto anni 90 eccetera). Putroppo c'è una certa "gerarchia" fra i personaggi mutanti, e quindi quelli minori spesso pescano la pagliuzza corta. Grazie per il commento comunque e per il supporto!

      Elimina
  4. Mi ricordo di Moonstar, un altro personaggio sfruttato male...era diventata una valchiria, avrebbe potuto essere sviluppata meglio. Ma è il suo destino essere una di seconda, o terza, fila. Facciamo terza, almeno fino a quando qualcuno non la saprà usare come si deve.
    Grazie della carrellata! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati che già per me l'idea della Valchiria non era buonissima, ma mi piaceva da matti che usasse le frecce psichiche!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio