Didascalia

Didascalia

giovedì 12 settembre 2013

Lex Luthor:scienziato, visionario, nemesi.

Benvenuti cari Centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che piace a Jim Steranko (storia vera). Continuiamo ad aggiornare il blog con articoli sui cosiddetti "cattivi" del mondo del fumetto, e questa volta incontriamo sicuramente la nemesi più potente di tutto il cosmo Dc, Lex Luthor!
Le battute sui pelati fanno ancora ridere vero?

Nato su Action Comics 23 del 1940 (Testi di Jerry Siegel e disegni di Joe Shuster), Lex Luthor (vero nome Alexander Joseph Luthor) si presenta come uno scienziato dai folti capelli rossi, che vive in una base volante fatta a forma di dirigibile. Tipico scienziato pazzo da fumetto pulp, Luthor vuole conquistare il mondo con una superscienza e il suo supercervello, contrapponendosi così all'eroe più "fisico" Superman.
Luthor in principio non era però il grande nemico di Superman che impareremo a conoscere negli anni futuri, ma era piuttosto un classico nemico ricorrente, che anzi, assomigliava un po' nei modi ad un altro avversario dell'azzurrone, lo scienziato pelato di mezza età noto come Ultra-Humanite.
Sarà proprio questa somiglianza ad avvantaggiare Luthor nella corsa alla ribalta

Durante un'avventura sulle sue strisce a fumetti sui giornali infatti, Luthor verrà rappresentanto come uno scienziato senza capelli, forse per colpa del disegnatore Leo Novak, che scambio le due nemesi dell'uomo d'acciaio. Con la nascita del multiverso Dc, il Luthor dai capelli rossi verrà così trasformato in Alexei Luthor, scienziato che abita su Terra-2.
Il Luthor pelato diventerà quindi il più grande nemico di Superman, cercando di distruggere l'uomo d'acciaio nei modi più strani, usando robot giganti, Kryptonite ma anche fingendo di essersi riformato per poi pugnalare il suo nemico alle spalle.
In queste prime apparizioni, il nostro era più che altro un classico scienziato criminale, che voleva non solo dominare il mondo, ma addirittura l'universo, e dopo ogni sconfitta veniva sempre messo in prigione. La sua fama come criminale era talmente grande che la gente fuggiva terrorizata al suo solo passaggio, tanto da costringere la sua famiglia a cambiare cognome in Thorul per evitare di venire legata alla fama di Lex
Ma perchè Luthor vuole distruggere Superman? La spiegazione ci fu data nel 1960, quando scopriremo che durante l'adolescenza, Luthor viveva a Smallville, città natale di Superman, che all'epoca si faceva chiamare Superboy. Dopo aver salvato il giovanotto d'acciaio da un pezzo di Kryptonite, fra i due ragazzi nascerà una profonda amicizia, tanto che Superboy costruirà per l'amico peldicarota un laboratorio scientifico, che Luthor userà per creare un antidoto alla Kryptonite.
Purtroppo durante l'esperimento, nel laboratorio scoppierà un incendio, e il giovane Lex chiederà aiuto al suo amico Superboy, che domerà le fiamme con il suo supesoffio, causando però la caduta di una boccetta di acido, che distruggerà sia l'antidoto, sia i capelli di Luthor, che resterà così pelato a vita.
Pensando che tutto il salvataggio fosse dettato dall'invidia di Superboy verso il suo genio, il giovane scienziato calvo giurerà vendetta contro l'ultimo sopravvisuto di Krypton. Alcune versioni della storia aggiungeranno che nell'incendio era anche stato distrutto un robot creato da Luthor e da lui amato come un figlio, ma nulla toglie che la più grande nemesi di Superman vuole distruggerlo perchè lui lo ha reso calvo. Quando si dice una motivazione accattivante!

Solo dopo qualche tempo, si inizierà a scrivere Luthor sotto una luce più positiva, facendo notare come, se le cose fossero andate anche solo un pelo diversamente, il buon Luthor potesse essere considerato un uomo nobile e generoso.
Questo concetto verrà esemplificato in una serie di storie, che vedranno il buon Luthor finirà su un pianeta lontano in rovina, nelle cui rovine però giace una tecnologia avanzatissima. Dopo aver compreso la scienza aliena, Lex ricostruirà il pianeta e ne diventerà eroe e protettore, arrivando a sposare un abitante del pianeta, che gli darà anche un figlio.
Il popolo per gratitudine cambierà il nome del pianeta in Lexor, e  per un po' questo sarà un luogo di pace per il genio calvo.
Questo non gli impedirà però di fare qualche comparsata sulla Terra per distruggere Superman (che su Lexor è visto come un pericoloso criminale, l'ironia!), aiutato anche da altri grandi criminali terrestri. E' doveroso citare l'alleanza con l'alieno Brainiac, dotato di un intelligenza di dodicesimo livello (tutti gli abitanti sulla Terra complessivamente formano un livello di intelligenza pari a sei) che ritiene Luthor quasi un suo pari (e molte fonti confermano che il terrestre possiede effettivamente un livello d'intelligenza simile o paritario a quello dell'alieno)
Ma la vita di Luthor stava per essere capovolta. Lexor infatti aveva un nucleo instabile, simile a quello di Krypton, e minacciava quindi di esplodere da un momento all'altro, ma Lex riuscirà a costruire una macchina in grado di mantenere stabile il nucleo del pianeta. Mentre lavorava al suo grande progetto però, lo scienziato troverà una tuta potenziante Lexoriana che gli dona poterei pari a quelli di Superman, e verrà soverchiato dal desiderio di vendetta. Si dirigerà quindi sulla Terra per sfidare di nuovo l'uomo d'acciaio, portando poi la sfida su Lexor. Tutto sembrava andare nel verso giusto, fino a quando un raggio della tuta di Luthor distruggerà la macchina stabilizzatrice, distruggendo Lexor. Accecato dal dolore, Luthor darà di nuovo la colpa a Superman e ritornerà al suo essere criminale a tempo pieno.
Durante la prima crisi, Luthor si alleerà prima con Brainiac, e poi con Superman e gli eroi della Terra per creare un esercito di Criminali per distruggere la minaccia cosmica nota come Anti-Monitor. Durante questo evento faremo anche la conoscenza di Alex Luthor, figlio di un Lex Luthor nato su un mondo dove tutti gli eroi che conosciamo e amiamo sono cattivi e lui è l'unico Super-eroe noto come Terra-3 (tenetelo a mente questo, ci servirà più avanti), e saluteremo Alexei Luthor, che verrà disintegrato da Brainiac.
Dopo la crisi, tutto cambierà. Veramente. In un nuovo grande inizio per Superman, faremo la conoscenza con un nuovo Lex Luthor, che non è mai stato a smallville (è cresciuto nel ghetto di Metropolis, Suicide Slum da un padre alcolista che lo picchiava), che ha ancora i capelli (pochi e li sta perdendo) e che non è un criminale. O meglio, lo è ma sa fingere bene. Nascosto sotto la facciata di un rispettabile uomo d'affari infatti, questo Luthor è un membro rispettabile della società, ma solo part-time, partecipando a numerosi loschi traffici, arrivando ad essere praticamente il padrone della città di Metropolis. Ma tutto cambierà con l'arrivo di un tipo vestito di blu e le mutande sopra le braghe.
Sconvolto dall'invidia di non essere più la persona più amata di metropolis, Luthor farà del suo meglio per distruggere Superman, arrivando anche a scoprirne l'identità segreta. Ma beffa delle beffe, Luthor non crederà mai che un uomo potente come Superman possa fingere di essere un uomo normale come Clark Kent.
Luthor continuerà ad usare robot, superesseri e piani diabolici per distruggere Superman, e per essere veramente intoccabile dall'uomo d'acciaio, si farà costruire un anello di Kryptonite, che porterà sempre addosso, per essere completamente intoccabile dall'uomo d'acciaio.
Peccato che la Kryptonite a lungo andare sia fatale anche per gli umani, e Lex svilupperà un cancro che prima gli farà perdere la mano (sostituita con una bionica a la Luke Skywalker) e quando il male raggiungerà il suo apice, Luthor sarà costretto a fare la cosa più razionale: farsi clonare, trasferire la sua coscienza nel clone e fingere di essere il figlio di se stesso, famoso Businessman australiano. Per mantenere la facciata inoltre, Luthor Jr prenderà pieno possesso del titolo di genio miliardario playboy filantropo, trovando anche la fiducia di Metropolis, e l'amore di Supergirl (chiamalo scemo).
Dopo un po' di tempo però, il corpo clonato di Luthor inizierà a decomporsi, e il nostro sarà costretto a vendere l'anima (in cui non crede) al demone Neron per ritrovare la salute (ma resterà lo stesso senza capelli. L'ironia!)
Ha senso aggiungere inoltre, che in questo periodo, gli scrittori daranno a Luthor di nuovo quell'aspetto un po' da scienziato pazzo che aveva perso nel suo periodo come capitano d'industria, dando lustro al personaggio, caratterizzandolo come un uomo sarcastico che si sente perennemente circondato da idioti. Nel corso degli anni inoltre, Luthor subirà diversi cambi alle sue origini, tornando ad esempio ad essere un giovane di Smallville, e avendo anche partecipato alla nascita di alcuni membri della galleria dei nemici di Superman.
Citiamo anche che il nostro diventerà capo della Gang dell'Ingiustizia, gruppo di criminali che profetizzerà l'arrivo di una macchina costruita per distruggere gli dei. Il tutto per distruggere Superman. La coerenza prima di tutto
Dopo la morte apparente di Superman inoltre, Luthor donerà il suo DNA al progetto governativo noto come Cadmus per creare un nuovo Superman, poichè il puro DNA Kryptoniano risultava impossibile da duplicare. Il risultato sarà l'ibrido noto come Superboy, che nel corso degli anni sarà un membro importante del cosmo Dc, e che si ritroverà spesso a dover lottare contro la sua genetica "malvagia". Per quanto suoni strano, Luthor considera Superboy come un figlio.
Ma anche gli scienziati pazzi cercano l'amore, e Luthor lo troverà nella Contessa Erica Alexandria Del Portenza, altra sadica manipolatrice e grande esperta di genetica. Dopo che la Contessa metterà in atto un acquisizione ostile della compagnia di Lex, la LexCorp, il nostro arriverà a sposarla per riottenere il controllo del suo impero. La coppia arriverà però a decollare, e dopo poco, il mondo vedrà arrivare un altro piccolo Luthor nel mondo, anzi, una piccola Luthor, Lena.
Non volendo dividere l'amore della figlia con nessuno però, Luthor drogherà la Contessa dopo il parto e le nasconderà la figlia, portando così la coppia non proprio stabile al divorzio.
Nel frattempo, Lena verrà posseduta dal computer del futuro noto come Brainiac 13 e trasportata all'adolescenza. Dopo la guerra galattica nota come Our Worlds at War, la giovane Luthor tornerà infante, e sparirà dalle storie di Superman. Per coerenza credo.
Decidendo di provare una nuova strada, Luthor si darà alla politica, e arriverà ad essere eletto Presidente degli Stati Uniti. Presidenza che ovviamente non sarà ben vista dagli eroi della Terra, perchè costruita su una bella montagna di menzogne.
Riluttanti all'idea di avere un noto criminale come presidente, gli eroi staranno al gioco malvolentieri, arrivando anche a collaborare con Luthor in alcune missioni di portata mondiale.
La presidenza di Luthor non durerà però fino alla fine del mandato: il presidente infatti lancerà un ultimo grande attacco a Superman quando un enorme meteorite di Kryptonite si dirigerà verso la Terra. Luthor incasterà quindi Superman e Batman in un falso omicidio e scaglierà contro di loro dozzine di eroi e criminali.
In realtà il piano non era stato partorito da un Luthor molto sano di mente, ma anzi da un Luthor sotto l'effeto di una droga formata dallo steroide noto come Venom e da Kryptonite pura. Dopo quest'ultimo atto di follia, Lex verrà destituito.
Origine della follia di Luthor era però il ritorno di Alex Luthor (la cui sola presenza manda in pappa il cervello del nostro Luthor), che voleva distruggere il mondo per creare un nuovo, grande universo perfetto. Per ottenere questo risultato, Alex fingerà di essere il nostro scienziato calvo preferito e metterà su la più grande armata di criminali mai vista, mente il vero Lex potrà contare solo su sei criminali di serie B noti come i Segreti Sei. Alex verrà poi sconfitto dagli eroi della Terra (e ucciso dal Joker), la società sarà battuta e i Segreti Sei saranno il gruppo di eroi Dc più figo di sempre. Storia vera
 In seguito alla sconfitta del suo doppio malvagio, Lex proverà il suo piano più ambizioso per distruggere l'uomo d'acciaio, vendere Superpoteri all'uomo della strada, creando dozzine di nuovi eroi, solo per toglierli i poteri a mezzanotte, uccidendo centinaia di persone. Luthor userà poi la tecnologia creasuperumani su stesso, ottenendo poteri pari a quelli dell'uomo d'acciaio, ma verrà sconfitto da Steel.
Dopo questo exploit, Luthor e moltissimi altri supercriminali saranno catturati e spediti sul lontano pianeta Salvation, per evitare che potessero fuggire di nuovo e terrorizzare il pianeta. I criminali sul pianeta si ritroveranno divisi in due fazioni, e uno dei boss sarà proprio il genio in doppiopetto, che si ritroverà a combattere di nuovo il principe pagliaccio del crimine, il Joker. I criminali torneranno poi sulla Terra in tempo per vederla di nuovo attaccata dal dio del male Darkseid, avendo però subito molte perdite fra le loro fila. (questo paragrafo è riciclato, ne sono conscio)
Luthor in seguito proverà ad unire le forze col Joker e con la nemica di Wonder Woman, Cheetah per creare una nuova Lega dell'Ingiustizia, e combatterà il dio del Male Darkseid durante la sua reincarnazione. Inoltre, verrà perdonato di tutti i suoi crimini passati per aver aiutato la Terra a sconfiggere un esercito di Kryptoniani.
Durante l'evento noto come la "Notte più profonda", quando eroi e criminali torneranno come zombie, Luthor otterrà per poco tempo il potere dell'anello del potere arancione (li leggete gli articoli linkati se non capite qualcosa vero?), alimentato dall'avarizia del suo portatore. Dopo aver assaggiato questo potere però, Luthor inizierà a volerne sempre di più.
Luthor inizierà così una ricerca del potere di vita e morte che donano gli anelli neri, usando come assistente un robot con le fattezze di Lois Lane. Il robot era però una creatura di Brainiac, usato dall'elieno per spiare Luthor e potergli rubare il potere dell'anello nero, ma Luthor riuscirà a sconfiggere il vecchio alleato, e a ottenere il potere degli anelli neri, fuso con il potere della dimensione alternativa nota come la zona fantasma. Con poteri semidivini, Luthor proverà a distruggere Superman, ma verrà sconfitto non coi pugni, ma dalla consapevolezza che Superman è stato cresciuto sulla Terra, e non ha mai voluto essere superiore agli umani (come sempre creduto da Luthor) ma voleva solo aiutare.
Dopo questa avventura, l'universo Dc si lancerà in un nuovo grande universo noto come i nuovi 52, dove Luthor sarà presentato in principio come un agente governativo, ma sempre come un grande scienziato e pianificatore. Di recente abbiamo visto Luthor in prigione, ma sappiamo che è solo questione di tempo prima che evada e torni a tormentare l'uomo d'acciaio.
Luthor è un personaggio che nel corso degli anni si è evoluto,ma ha mantenuto la sua caratteristica principale: l'invidia. Come l'altro grande criminale invidioso dei fumetti (il Dottor Destino), Luthor è un personaggio complesso e sfaccettato. Un uomo che potrebbe (e fa) fare tantissimo per il mondo, se non fosse per quel piccolo, piccolo dettaglio che è il voler anche essere l'uomo più ammirato del mondo. Luthor può davvero tutto, cavoli, ha la cura per il cancro, ma non la vuole usare. Perchè prima tutti devono sapere che LUI e solo LUI è degno d'amore e rispetto, mentre a Superman non importa a chi vada il rispetto, basta che la gente stia bene. E' un gioco di specchi che va oltre la dicotomia cervello/muscoli, oltre il bene/male ma che si lancia nel dilemma Umano/Umano. Entrambi hanno doni formidabili fino dalla nascita, entrambi hanno un senso morale, ed entrambi sono i migliori nel loro campo. Ora, questo sì che è un vero riflesso oscuro.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Se il blog ti piace, iscriviti e condividilo, ci faresti un grande favore! Pronti a partire. Let's go!

10 commenti :

  1. Com'è quella storia di Steranko? Una buona idea sulle possibilità di Luthor è analizzata nell'Elseworld "Superman:Red son"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ho mandato un pezzetto di blog dove parlavo di lui e gli ho detto quanto il suo lavoro mi abbia ispirato e lui mi ha detto che era contento di aver ispirato un altro "artista", e che da oggi in poi devo fare le cose dieci volte meglio di lui. E Superman Red Son è tutto fuorchè un buon esempio ;)

      Elimina
  2. A parte la valutazione della storia in se e per se (la mia preferita degli ultimi tempi è "Superman:Identità segreta" di Kurt Busiek e Stuart Immonen), in quella da me citata si vede di cosa è capace Luthor una volta liberata la propria mente dalla rivalità con Superman e lasciato ad alimentare il proprio ego con la riconoscenza degli uomini dei quali si erge a salvatore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì e no. Togliendo giudizi sulla storia (spoiler, è brutta) secondo me il Luthor di RS è sempre Luthor. Certo, dalla aprte del "bene" forse, ma agisce sempre basandosi solo sul suo ego e sulla sua gratificazione (ricordiamo che si unisce alla lotta solo perchè Bizzarro l'ha battuto a scacchi). Un Luthor che agisce per il bene dell'umanità è forse quello di Terra 3 ma non è mai stato troppo sviluppato. Ma poi sapete che io sono menoso

      Elimina
    2. ... e che ne dici del (presunto) Luthor/Quintum di All Star Superman?
      :-)

      Elimina
    3. Non sono mai stato un seguace di quella Teoria :) Morrison poi è una ciattella, se lo fosse l'avrebbe detto!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio