Didascalia

Didascalia

domenica 14 luglio 2013

Tutti i costumi di Fulmine Nero (Moda Blog)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, il blog che vi invita ad iscrivervi allo stesso (Ehi,non  costa nulla e non vi mandiamo la gente sotto casa). Torna la rubrica che viene definita dai più come "Un qualcosa di cui Enzo e Carla sarebbero fieri", in questa nostra nuova sortita nel mondo dei costumi parliamo del primo eroe nero Dc Comics ad avere una sua serie regolare, Jefferson Pierce, il Fulmine Nero!
Piccolo spoiler, nessun costume sarà mai bello come il primo.

Il nostro appare per la prima volta sul numero uno della testata Black Lighting del 1977 per matite di Trevor von Eeden e testi di Tony Isabella (già inventore di Luke Cage), che aveva provato molte volte a portare un eroe di colore con tutti i crismi ad una grande casa editrice, sostenendo che tutto quello che era venuto prima del fulmine era solo "un banco di prova". La prima avventura del nostro però avrà la sfortuna di essere presentata in un periodo buio della Dc comics, che fu costretta a chiudere moltissime testate durante un implosione del mercato, ma il personaggio non si sarebbe certo fermato lì.
Ma chi è Jefferson Pierce? Giovane laureato in fisica, Jefferson nasce a Metropolis nel ghetto noto come Suicide Slum, dove il degrado lo chiamano "lunedì mattina", e fin da piccolo scopre la vocazione del voler aiutare gli altri, che lo porterà a vincere tre medaglie d'oro nel decathlon ed in seguito a darsi all'insegnamento. Dopo la morte di uno dei suoi studenti causata da un gruppo mafioso, Jefferson userà una cintura sperimentale in gradi do donare poteri elettrici per portare giustizia col nome di Fulmine Nero. In seguito le sue origini verrano modificate, e il nostro non avrà più bisogno della cintura per poter controllare i fulmini, e avrà invece poteri mutanti legati all'elettricità. Oltre ai poteri innati, il nostro guadagnerà anche una moglie, Lynn Stewart.
Durante le sue prime uscite come eroe, il nostro indosserà una semplice felpa col cappuccio. Pratica ed efficiente.
Sarà solo grazie all'amico sarto Paul Gambi (che di mestiere cuce costumi ai supercriminali) che il nostro deciderà di intraprenderà una carriera come eroe (con sommo dispiacere della moglie). Ispirato dalla citazione "Giustizia come il fulmine" il giovane Jefferson si farà cucire un costume da Gambi col quale proteggere la sua identità.
Jefferson possiede infatti una grossa dose di potere. E' in grado di creare ed assorbire corrente elettrica, e di lanciarla contro i nemici a mò di fulmini localizzati. Può inoltre usare l'eletricità per creare piccoli costrutti solidi  e anche per ottenete propulsione e simulare il potere del volo. Il nostro può anche contare su un fisico da decatleta che lo rende un osso duro anche per il criminale più scafato. Nelle sue prime apparizioni il nostro indosserà un costume con un enorme scollatura a V e un finto afro, assumendo una personalità da "nero stereotipato" per poter meglio ingannare i nemici e allontanarli dalla sua vera identità di pacato insegnante.
Jefferson diventerà quindi un eroe molto famoso a Metropolis, e troverà la sua nemesi nel cartello criminale noto come i 100, guidati dal boss mafioso gigante noto come Tobias Whale. Il nostro riuscirà a sgominare però la gang anche grazie a Superman. Quando gli chideranno il perchè avesse scelto di avere "nero" nel nome, il nostro sosterrà che fosse stata una scelta obbligata: non c'erano altri eroi neri, voleva che i suoi nemici sapessero con chi avevano a che fare.
La carriera dal fulmine avrà però una brusca interruzione. Un giorno il nostro si troverà in metropolitana per sventare una rapina, ma colpendo un criminale sul mento, Jefferson causerà una sparatoria accidentale che porterà la morte di una ragazza, Trina Shelton. Lo shock di aver portato alla fine della vita di un'innocente porterà Jefferson in ginocchio, arrivando a fargli credere di aver perso per i sempre i suoi poteri. Dopo aver fermato la Gang, il Fulmine appenderà quindi l'afro al chiodo.
Le imprese del fulmine verrano però notate da Batman, che deciderà di reclutare il decatleta di Metropolis per una missione di soccorso nello stato straniero di Markovia. Dopo aver incontrato un gruppo di eroi reietti anche all'estero (però, il destino aiuta sempre gli autori delle storie a fumetti!) Jefferson recupererà i suoi poteri, ed insieme a batman e agli eroi di serie B formerà un nuovo gruppo noto come gli Outsiders. Nel team Jefferson troverà una nuova famiglia e finalmente un posto nel mondo, riuscendo anche a fare pace col ricordo della morte di Trina, e arrivando anche a far separare il gruppo dall'ombra del cavaliere oscuro, facendogli trovare una vera identità. Il nostro vivrà numerose avventure assieme agli Outsiders,combattendo alieni, razze sotterranee, Hitler, scienziati pazzi, uomini congelati e molti altri avversari, arrivando anche a guidare il team in alcune missioni
Jefferson lascerà poi il gruppo per varie divergenze interne, e cambierà costume con una tuta di cui potevamo francamente fare a meno (come già scritto qui). Dopo qualche avventura in solitario, Lynn chiederà il divorzio da Jefferson (colpa del costume) e il nostro prenderà un incarico da insegnante a Brick City.
Ma la fortuna è di casa alla Dc, e la nuova città del Fulmine è così corrotta da far sembrare Gotham City un parco giochi. Il nostro faticherà un po' a trovare il suo posto come insegnate e protettore dalla città,m ma riuscirà nello scopo anche grazie ad alcuni alleati. Durante il suo soggiorno Il Fulmine dovrà combattere nemici pompati di antidolorifici, un accusa di stupro e la depressione post-divorzio. Aiuterà avere un costume nuovo fighissimo e l'aver aiutato la Lega della Giustizia a salvare il mondo dall'invasione di un Dio malvagio dando energia ad un arma in grado di donare superpoteri ad ogni abitante della Terra. Storia vera.
Per un breve periodo però, il nostro lascerà la giacca rossogialla per un costume più semplice in azzurro. Nulla di che, il prossimo!

Dopo l'elezione a presidente degli Stati uniti d'America del criminale Lex Luthor (e poi diciamo che qui in Italia abbiamo pessimi gusti nel voto), Jefferson verrà scelto come segretario dell'educazione. Le intenzioni del nostro erano le migliori, ma la sua scelta di schierarsi con Luthor gli porterà molte difficoltà con i suoi colleghi. Il popolo americano arriverà però a dubitare di un segretario che faceva il vigilante nel tempo libero e il nostro si dovrà così dimettere (aiuta il fatto che fosse stato incastrato in un caso di omicidio)
Nel frattempo incontremo due donne importantissime nella vita di Jefferson: le sue figlie. Anyssa Pierce, nota come Thunder col potere di modificare la sua densità e diventare più dura del diamante, che si unirà ad una nuova formazione degli Outsiders, con sommo dispiacere del padre.
E Jennifer Pierce, Lighting, che possiede poteri elettrici anche superiori a quelli paterni, ma con poco controllo. La nostra piccola fulminina si unirà alla Società della Giustizia e verrà addestrata dai più grandi eroi del mondo.
Jefferson toglierà poi il vecchio costume dalla naftalina per aiutare Anyssa a combattere un demone. Ora, occhei, non è un nuovo costume nè un momento cruciale nella sua vita, ma è di nuovo il momento dei piaceri colpevoli. La serie degli Outsiders di Judd Winick? La prima serie Dc che io abbia mai seguito. Rende dopo averla letta da adulto? Dio no! Fulmine nero però qui spacca (ma quando non lo fa?)
Dopo aver lasciato il posto da segretario, Jefferson lavorerà lo stesso come agente del governo, in una task force dedita al portare Batman e Superman davanti alla giustizia. Un costume semplicissimo azzurro/nero con mascherina. Che non ha senso ora che tutti sanno chi sei, ma ehi, noi mica lavoriamo alla Dc.
Anche se si sarà allontanato da Luthor, Jefferson continuerà ad usare questa sua connessione per ottenere informazioni da piccoli criminali, continuando la sua missione di eroe dei più deboli. Grazie ad alcune informazioni raccolte, il Fulmine passerà finalmente in serie A unendosi alla Lega della Giustizia sfoggiando un nuovo costume molto semplice ma sicuramente d'effetto (aiuta anche la pelata).
Fulmine Nero farà anche parte di un piccolo gruppo formato da Batman per smantellare il satellite criminale noto come Brother Eye. La fiducia di Batman nel decatleta elettrico sarà palese anche durante la morte del cavaliere oscuro. Il buon Bruce Wayne selezionerà infatti Fulmine Nero per una nuova incarnazione degli Outsiders, nel quale Jefferson fungerà un po' da coscienza collettiva. Il nostro forgerà anche una grande amicizia con un giovane eroe dotato di poteri eletrettici noto come Static.
Il figlio di mamma Pierce è apparso anche nei nuovi 52, in una versione più giovane che combatte il crimine insieme all'eroe Blue Devil (gioco di parole basato sull'espressione inglese "I'm gonna make you Black and Blue" traducibile come "Farti nero di botte). e la coppia fungerà un po' da "commedia buddy cop". Il nostro sfoggerà quindi un nuovo costumino nero giallo che francamente lascia un po' a desiderare.
Nota a parte, adesso Fulmine nero si chiama così perchè i suoi fulmini sono davvero neri. Se qualcuno dice che non è fico probabilmente è senza un'anima.
A causa di problemio di copyright, Fulmine nero non potrà apparire in nessun media esterno al fumetto (questo fino al 2010) e quando il cartone animato dei "Superamici", una sorta di Lega della Giustizia Light vorrà espandersi verso il multietnico, la Dc sfornerà un nuovo eroe fulminante, Black Vulcan, l'uomo il sui potere è pura elettricità. Nei suoi pantaloni
Black Vulcan farà quindi numerosi cammei ogni volta che si parlerà del nostro buon fulmine, essendo praticamente un suo alter ego.

Fulmine nero è fico. Sono serissimo. Una storia interessante, un bel set di poteri, e una grossa voglia di aiutare gli altri e di un grande senso di giustizia. Jefferson ci piaceva di più quando era padre, perchè la cosa aggiungeva un certo spessore al suo personaggio (idea sviluppata in dei simpaticissimi cartoni "corti" della Dc, che vedono Jefferson alle prese con le figlie, una adolescente l'altra prepubertà) ma diciamo che ci possiamo accontentare anche di un decatleta insegnante che spara fulmini dalle mani. Ehi, è riuscito da fare da defribillatore a Superman e a tenere la testa alta contro Batman, Jefferson ha il potenziale per lasciarci statici e shockcati dalla meraviglia. Ci sono tutti gli ingredienti per un personaggio elettrizzante. E sì, i giochi di parola sull'elettricità non saranno mai controcorrente.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. L'ho già detto di iscriversi al blog? Nonsarà mica un annuncio come un fulmine a ciel sereno? Pronti a partire. Let's go!

4 commenti :

  1. Ehi! A me gli Outsiders di Winick piacciono ancora oggi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, già abbiamo un gruppo di recupero per i vecchi fan dei guardiani della galassia di Jim Valentino, vediamo di metterne su anche uno per i vecchi fan di Winick? ;)

      Elimina
  2. Whale è l'equivalente Dc di Kingpin ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Bruno Manheim forse lo é, ma trattandosi di due mondi totalmente diversi, diciamo che un equivalente non esiste

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio