Didascalia

Didascalia

giovedì 18 luglio 2013

L'Uomo Ragno e i suoi Fantastici Amici (Fumetti in Tv)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che ha volte fa un po' fatica ad essere analitico. Oggi a fumetti in tv, il segmento che racconta le avventura extrafumetto dei nostri eroi preferiti parliamo di una serie del 1981 con protagonista non solo lo stupefacente Uomo Ragno, ma anche qualche amico particolare. Riusciranno tre supereroi a resistere alla prova del tempo? Scopriamolo insieme dopo l'intervallo

No vi giuro, ho tipo una cotta gigante per Firestar.


 Creato per il network Nbc, L'Uomo Ragno e i Suoi Fantastici Amici (che abbrevieremo in URFA)  è la terza serie in ordine cronologico dell' eroe aracnide, e viene lanciata assieme ad una serie personale dell'uomo ragno nel blocco dei cartoni animati del sabato mattina. L'idea del produttore, Dennis Marks era quella di creare un qualcosa che potesse competere col cartone rivale della ABC "I Superamici" che aveva come protagonista la Lega della Giustizia d'America.
Formato da tre stagioni per un totale di 24 episodi, URFA (In originale Spider-man and His Amazing Friends) ha come protagonisti L'Uomo Ragno (e mi sembra pure logico) e due X-men, l'Uomo Ghiaccio e Stella di fuoco (alias Firestar oppure Ohmiodiograziediesistere) quest'ultima creata appositamente per la serie, perchè gli studio ebbero dei problemi coi diritti filmici della Torcia Umana dei fantastici quattro. Levando il mio essere di parte per la signorina in giallo, il non avere tre maschi come protagonisti gioverà alla serie, che riuscirà a giostrare relativamente bene il ruolo di personaggio femminile forte della nostra mutante pirica (ora, non in maniera perfetta ecco, ma sono passi avanti)
 Le origini di questa bizzarra alleanza verranno spiegate nell'episodio 21 (però, ottima mossa) "Una bella amicizia" in originale "The origin of the Spider-friends". L'uomo ghiaccio e Firestar hanno lasciato gli X-men per iscriversi all'università, e volendo cercare un alloggio si ritrovano ospiti nientemeno che di May Parker, zia dell'uomo ragno che per arrotondare mette in affitto un paio di stanze. Nel frattempo, il criminale in armatura Scarabeo cerca di rubare delle apparecchiature elettroniche per potenziare il suo costume all'inventore Tony Stark, ma viene fermato dalle forze combinate dei tre supereroi. Dopo aver scoperto le identità segrete dei due X-men per una botta di fortuna così forte che se quel giorno giocava alla lotteria diventava Zio Paperone, Peter Parker decide di chiedere ai due adolescenti di formare un team anticrimine. I ragazzi accetteranno, e siccome l'idea del gruppo è stata dell'Uomo Ragno decideranno di chiamarsi i Ragno Amici, e si riveleranno le rispettive identità segrete.
Nel frattempo il cartone proverà senza sosta a farci credere che lo scarabeo sia un cattivo credibile, mettendogli fra le mani un "potenziatore" che aumenta le sue capacità fisiche, ma il nostro verrà sconfitto, e il nuovo team di eroi riceverà in regalo da Tony Stark uno stock di computer anticrimine, arrivando così a creare un superlaboratorio per la loro lotta al male.
 Dal punto di vista del doppiaggio URFA ha avuto due interpretazioni in terra nostrana, una negli anni 80, dove la voce dell'uomo ragno era Gianni Quillico, e un altra negli anni 90, condita però da parecchi strafalcioni, sia di traduzione "vera" sia di adattamento ai nomi originali dei supereroi, dove l'uomo ragno era Stefano Onofri (voce dell'uomo ragno anche nella serie animata di quegli anni). In originale è degno di nota far presenti le voci di June Foray (la più grande doppiatrice donna della storia americana, con un range vocale da paura) nel ruolo di Zia May e di Frank Welker (voce di Fred di Scooby doo da tipo 50 anni, di Megatron, nonchè abilissimo rumorista in grado di dare la voce a moltissime specie animali) nei panni dell'uomo ghiaccio, e della cagnetta di Firestar, Ms Lion, inserita come "piccola spalla comica, ma che si rivelerà utile in alcuni missioni del team. Storia vera.
 L'animazione degli episodi è tipica dell'epoca. Non troppo fluida, ma neanche statica come quella di un cartone Hanna-Barbera (che però facevano capolavori con tipo un dollaro). Gli studios useranno modelli presi dall'altra serie dell'uomo ragno per alcuni personaggi, e avremo così Bobby Drake che assomiglia molto al bullo Flash Thompson e Stella di Fuoco copia carbone di Mary Jane Watson. Ci sarà però un eccezione nei tre episodi della seconda stagione, dedicati alle origini dei nostri eroi, che saranno animati dalla Toei Animation, con uno stile più eroico e con personaggi più alti e imponenti.
Le storie di URFA sono molto legate alla loro epoca, e quindi risultano molto edulcorate nei contenuti e nella violenza. Di solito i nostri eroi non prendono mai l'iniziativa verso il nemico di turno, ma preferiscono fermarlo con soluzioni alternative ad un bel pungo in faccia, che sia legarlo con la ragnatela, congelarlo o intrappolarlo in un cerchio di fuoco. Per quanto la cosa non sia proprio il massimo dal punto di vista dell'azione, dà agli scrittori modi abbastanza creativi per risolvere i problemi dei nostri eroi.
La serie non è molto fedele al materiale originale, cercando di presentare avventure a se stanti facilmente comprensibili anche al neofita, e su questo frangente a un ottimo lavoro, con un prodotto semplice ma efficace, e arriva anche ad introdurre nuovi personaggi come Video-man, eroe/criminale nato da un videogioco.
 Non mancheranno però comparsate da parte di vari nemici dell'uomo ragno (unico del trio ad avere una galleria di avversari che si rispetti) che però saranno un pelo sopraffatti dalla presenza di altri due eroi. Per ovviare al vantaggio numerico, gli scrittori aggiungeranno una forte vulnerabilità di stella di fuoco al freddo (che le fa perdere i poteri) e dell'uomo ghiaccio al caldo, rendendoli vulnerabili anche a nemici minori.
URFA punterà molto sulle battute e sul rapporto di amicizia fra i tre eroi, con Bobby nella parte dello stupidone, Angelica nella donna indipendente e l'Uomo Ragno nel ruolo di...beh l'uomo ragno.
Inoltre i nostri due maschietti combatteranno spesso per le attenzioni della nostra signora di fuoco (diavolo, chi non lo farebbe?), che però li lascerà sempre in bilico (sebbene in alcuni episodi sembrerà preferire il buon Peter).
Oltre ai nemici, i ragno-amici incontreranno anche alcuni eroi Marvel come il Cavaliere Nero (nell'episodio "il cavaliere nero e la spada lucente" che è super inquietante)
 Oppure Namor, Capitan America,Shanna la diavolessa e il Dottor Strange nell'episodio 7 piccoli supereroi, che vedrà questi eroi combattere il perfido camaleonte. Perchè la cosa non possa essere risolta in tre secondi dal mago supremo della terra mi sfugge visto che il camaleonte è un tipo normale, ma sto divagando.
I cammei non si fermeranno certo qui, e nel corso della serie incontremo una caterva di eroi Marvel, a volte in personal a volta sotto forma di simpatici cammei (in tutti i negozi di costumi ad esempio c'è sempre una bella presenza di uniformi da eroe)
 Nella serie non mancheranno però anche un sacco di cose bizzarre. I Ragnoamici affronteranno non solo un alieno formato da api giganti, dinosauri,demoni, mutanti malvagi e dei norvegesi, ma anche un tipo qualunque diventato onnipotente grazie ad un incantesimo del Dottor Destino.
 L'idea di base della serie infatti era quella di stupire ad ogni episodio, cercando di creare inoltre una minaccia che potesse dare il giusto spazio a tutti e tre gli eroi presenti. Obbiettivo nel quale non  sempre riusciva, rendendo l'uomo ghiaccio pressochè inutile, Stella di fuoco damigella in pericolo e l'uomo ragno salvatore del mondo (ehi, sta nel titolo). Dopo qualche episodio però la serie si stabilizzerà, e anche grazie ad episodi centrati su questo o quel personaggio riuscirà a dare corpo alla storia.
 Il successo della serie sarà più che buono, portando la marvel a pubblicare un adattamento a fumetti del primo episodio della serie: "Il trionfo del folletto verde" . La storia sarà anche messa in semicontinuity (nella serie Goblin non indossa una maschera, ma diventa proprio un mostrillo). Il successo del fumetto porterà poi la nostra stella di fuoco a fare il salto di qualità sulla carta stampata.
Per celebrare i 25 anni della serie la Marvel dedicherà ai Ragnoamici un'apparizione nell'antologico Spiderman Family, dove il simpatico eroe ragno cercherà di far fidanzare i due mutanti, con poco successo. Questa apparizione sarà condita di battute legate alla serie, compresa la presenza di Videoman come cattivo.
 Inoltre l'immenso Chris Giarrusso porterà i Ragnoamici sulle pagine della sua serie comica "MiniMarvels" (che se non vi fa ridere vuol dire che non avete un anima) dove Bobby e Angelica si uniranno al fattorino Peter Parker nella sua missione di verità, giustizia e consegna dei giornali.
 Ed ora, il momento che tutti voi aspettavate
I cinque migliori episodi di "L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici" (su 24)

 5-Bride of Dracula/La Sposa di Dracula
 Stella di Fuoco viene ipnotizzata dal conte Dracula per diventarne la moglie. L'Uomo Ragno e L'Uomo Ghiaccio volano in Transilvania per sconfiggere il signore dei Vampiri e liberare l'amica. Sappiamo tutti quando in questo blog l'ipnosi sia tra i tropi favoriti (come descritto qua), ma questo episodio funziona davvero. Riesce a mettere i Ragnoamici in un situazione inedita, uno scenario meno urbano e più sovrannaturale, dove inoltre devono combattere un amica. Un perfetto esempio di come un cartone per bambini possa creare una situazione particolare pur usando un set di strumenti che rasenta il clichè. Special Guest: un lupo mannaro e il mostro di Frankestein.

4- Spider-man Unmasked-La tempesta dell'uomo sabbia
 Dopo essere evaso di prigione, l'Uomo Sabbia scopre l'identità segreta dell'Uomo Ragno e lo costringe a ritirarsi dal giro degli eroi. L'Uomo Ghiaccio e Stella di Fuoco arruolano quindi Flash Thompson per fare da controfigura all'eroe. L'idea alla base dell'episodio è già vista, ma in questa storia si uniscono sia l'umorismo sia l'intelligenza delle trovate per far credere al criminale che il bullo del liceo sia l'eroe rossoblù. Inoltre, il cattivo è gestito in modo ottimale, rendendolo una minaccia anche per tre supereroi, che devono spremersi le meningi per poterlo portare alla giustizia.

3-The X-men Adventure-La vendetta di Cyberiad
 Durante una visita alla scuola di Xavier, i Ragnoamici si trovano intrappolati da Cyberiad, scienziato con metà corpo robotico (a causa di un attacco del sindacato criminale AIM, ma lui dà la colpa a Firestar) deciso ad avere vendetta per la sua condizione. Questo episodio riesce a gestire non tre eroi, ma ben 9, presentandoci anche una formazione degli X-men al gran completo, che si ritrova intrappolata in una villa piena di trabocchetti. Il cartone non solo riesce a mantenere l'azione la risoluzione del problema a ottimi livelli, giocando sulle più profonde paure degli eroi, ma crea anche una bella connessione emotiva fra Firestar e Cyberiad, facendoti anche passare oltre un paio di buchi nella trama.

2-Spidey meets the girl the girl from tomorrow/La ragazza del futuro
Una tenera storia d'amore fra l'Uomo Ragno e Ariel, una ragazza dotata di poteri mentali che viene da 500 anni avanti nel futuro, mentre sullo sfondo il Dottor Octopus prova a rubare l'astronave della giovane donna per poter compiere furti su è giù per il tempo. Sebbene la coppia Peter/Ariel si innamori molto presto e senza alcun motivo apparente, è bello vedere finalmente l'Uomo Ragno felice e a suo agio, e quel sentimento di meraviglia di Ariel, che davanti all'amore è come una bambina davanti ad un uomo che vola. La storia ha un finale amaro, ma dopotutto tutte le migliori storie dell'Uomo Ragno, anche quelle meno adulte sanno che la storia di Peter Parker ha un minimo comune denominatore:il sacrificio.

1-Attack of the Arachnoid/L'Attacco dell'Aracnoide
Lo scienziato Zoltan ha bisogno di fondi per continuare le sue ricerche, e decide quindi di creare un siero che gli doni i poteri dell'uomo ragno per potere compiere furti e dare la colpa all'eroe aracnide. Nel frattempo, i Ragnoamici devono affrontare lo scorpione, che sta cercando di rubare un gas sperimentale, che viene però inalato dall'Uomo Ragno, causandogli narcolessia, mentre un altro Uomo Ragno si scatena sulla città, dividendo i RagnoAmici. Un episodio fantastico, con due trame che si intrecciano alla perfezione, unendo scene d'azione (l'Uomo Ragno finisce poi in prigione e deve combattere lo Scorpione da solo) ad un gioco delle parti ben costruito e ragionato. Sebbene l'episodio sia basato su un avventura dell'altro cartone dell'eroe rossoblù, riesce a costruirsi una nicchia tutta sua, arrivando poi alla risoluzione del conflitto in una maniera estremamente creativa.

URFA è una serie buona. Non eccellente, nè pessima. In molti episodi ci si ritrova a pensare quando l'idea che abbiano avuto i Supereroi sia scema o seguita a caso. A pensare che abbiamo capito che l'Uomo Ragno è fico e occhei, ma qui si esagera. Ma quando riesce a superare la scrittura pigra anni 80, si rivela un prodotto divertente, adatto per tutte le età. Di certo non è la serie migliore di tutti i tempi (ma ci ha dato Firestar! La seconda migliore rossa vestita di giallo di tutti i tempi! La prima è April o Neil delle Tartarughe Ninja) ma alcuni episodi sono divertenti, mentre altri sono così stupidi che non possono non essere divertenti. Altri invece sono proprio stupidi.Tutto sommato, se volete vedere la serie, non vi farete certo del male. C'è sempre spazio per un po' di divertimento scemo!

E anche per oggi è tutto, Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Ragnoamici, avanti! Pronti a partire. Let's go!

2 commenti :

  1. Ehi, sbaglio o c'era una puntata dove i Fantastici Amici combattevano Magneto travestito in maniera pessima? (ricordo tipo un saio che "copriva" il suo costume da supercriminale in senso molto lasco)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Aveva un mantello marrone sopra il costume (che si vedeva benissimo) ma il budget del cartone era anche quel che era...

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio