Didascalia

Didascalia

domenica 26 maggio 2013

Fear Agent-Whisky, pistole e fantascienza

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, un blog che sa che i mostri hanno un solo incubo: la nostra grafia. Il mese delle richieste è sempre in fiamme (vita reale a parte) e questa volta ci porta in un angolo oscuro del fumetto, quello delle case editrici indipendenti! La centounista Beatrice ci chiede di parlarci di un fumetto di fantascienza edito non da una, ma da due case editrici diverse! Parliamo di Fear Agent!

La somiglianza con Gordon Freeman è impressionante. E no, non ho mai giocato ad Half Life, ma sono quelle cose che si prendono per osmosi.

Fear agent è un progetto "creator owned" (questo vuol dire che i diritti di distribuzione e le royalties provenienti da merchandasing vanno per la maggior parte al creatore dell'opera) dello scrittore Rick Remender. Il fumetto dello scrittore dell'Oregon ha un solo scopo "Ridare le palle alla fantascienza". No davvero. Riuscirà il nostro Rick (coadiuvato ai disegni da Tony Moore e Jerome Opena) a mantenere la sua promessa? Scopriamolo insieme!

Il protagonista della nostra storia è Heath Huston,  Texano, alcolista e ultimo membro dei Fear Agent, mercenari muniti di tecnologia aliena il cui scopo principale era sterminare le razze aliene che avevano invaso il pianeta Terra. Quando incontriamo Heath per la prima volta lo troviamo depresso e solitario, potendo godere solo della compagnia dell'intelligenza artificiale della sua astronave
Durante i suoi viaggi, il nostro si trova in mezzo ad una guerra galattica fra una specie di alieni primitiva, una composta da cervelli ambulanti e dai Dressiti, che un tempo avevano provato a conquistare il pianeta. Heath è infatti l'ultimo dei Fear agents per un motivo, gli altri sono tutti morti. Allegria! Il nostro trova un alleata in Mara, un'altra terrestre sopravvisuta.
Heath e mara provano a collaborare con la razza primitiva e con i cervelloni, solo per scoprire che i primi vogliono allearsi con i dressiti. Heath viene ucciso dai suoi vecchi nemici prima che possa fare qualcosa a riguardo. E qui, beh devo dire di adorare questa scena. Mi piace da matti la morte del protagonista, è uno di quei colpi di scena che mi fa chiedere "Ma....Come...".
Peccato che Remender non sia della mia stessa idea, e nel numero successivo resuscita Heath, grazie alla tecnologia degli alieni cervelloidi (che clonano e resuscitano anche Mara)
Grazie agli alieni cervelloidi, Heath riesce  viaggiare nel tempo per provare a fermare l'invasione della Terra, da parte non solo dei Dressiti, ma anche dai Teltadiani (razza robotica). Dopo vari viaggi per il tempo, il nostro viene però fermato e rispedito nella sua corretta linea temporale, solo dopo aver fatto sesso con Mara.
Scopriremo quindi che Heath aveva una vita tranquilla sulla Terra, una moglie, un figlio e suo padre ancora in vita. Questo prima dell'invasione, che gli porterà via il padre e il figlio, portando il nostro riluttante eroe a provare un odio incontenibile verso gli alieni. Dopo le sue scorribande nel tempo, Heath torna sulla Terra, solo per trovarla invasa dai Dressiti. Ma il nostro non si lascia scoraggiare, volendo a tutti i costi trovare ciò che per lui è più prezioso: la moglie
Dopo aver creduto la dolce metà morte, Heath verrà salvato da un gruppo di Fear Agent, successori del gruppo originale, guidato proprio da Charlotte, sua moglie. Che però è sposato con un altro uomo e odia il suo ex marito. Soap Opera. Stabiliscono lo standard della narrativa da decenni!
Inoltre, giusto per mettere più carne al fuoco (e non aver ancora spiegato una beneamenta mazza dello status quo della storia) ci verrà rivelato che Mara è in realtà una spia per gli alieni.
La serie cambierà poi casa Editrice, passando dall Image alla Dark Horse, per motivi che non sono mai stati approfonditi nel dettaglio dagli autori, ma che si vocifera essere solo semplici strategie di marketing. Fatto sta che la serie si lancerà in una miniserie che ci racconterà dopo un anno le origini dei Fear Agent.
Vedremo così morire la famiglia di Heath (ad eccezzione di Charlotte) e la lotta che il nostro eroe e i suoi vicini dovranno affrontare per sopravvivere. Se avete mai letto un fumetto sugli zombie ( che ehi, al momento in cui questo articolo viene scritto sono tipo il nuovo nero), sapete di cosa si parla. La Terra è stata invasa così non da una razza aliena, ma da due. A sfregio proprio. Coinvolta fra una guerra fra ameboidi e robottoni, l'umanità si ritrova schiacciata e viene così decimata.
Heath riesce a mettere su un gruppo di sopravvisuti, e dotandoli di alcune tute da lavoro uguali, decide di organizzare una resistenza contro l'invasore. Saranno forse alieni, ma gli umani gli insegneranno il significato della paura. E occhei, è una metafora già vista, ma mostratemi una tamarrata e io vi mostrerò un autore che urla come un bambino.
Cannibalizzando le armi dei soldati caduti, i Fear Agent riescono a costruire una forte opposizione agli alieni, e riusciranno perfino ad arrivare alle base Dressita sulla Luna, scoprendo che le due razze sono in guerra da secoli, e che gli uomini si sono solo trovati nel mezzo. Gli eroi subiranno numerose perdite, e Heat deciderà di prendere una decisione estrema: metterà una bomba sul pianeta madre Dressita, compiendo un vero e proprio genocidio, sterminando anche madri e bambini innocenti. Grazie a questo colpo durissimo, i militari Dressiti verrano ostracizzati dai loro compatrioti, e si ritroveranno a vivere sulla Terra, agendo come forza di pace sul nostro pianeta, e pensando che il genocidio fosse opera dei Tetaldiani. Dopo aver scoperto il vero colpevole, gli alieni metteranno sulla sua testa una taglia, costringendo Heath a fuggire nello spazio.
Scopriremo anche che Mara odia gli alieni, essendo stata venduta da piccola ad un pirata spaziale, e che è pronta a tutto per vendicarsi, anche ad allearsi con i Dressiti. Heath e i Fear Agent partiranno per una missione nello spazio per trovare una razza aliena in grado di aiutarli nella guerra, ma verrano catturati e costretti a combattere in uno scontro di gladiatori, e il nostro combatterà il nuovo marito di Charlotte. Il nostro si ritroverà prima in grandi difficoltà, fino a quando il suo rivale non gli annuncerà che la figlia che ha allevato sulla terrà è in realtà progenie di Heath, e che lui per Charlotte è stato sempre solo un rimpiazzo. Dette queste parole, deciderà di impalarsi sulla spada di Heath, liberandolo così dalla prigionia aliena
Mara intanto guiderà una missione assieme a Charlotte su un altro pianeta, dove gli alieni si sono trasformati in zombie succhia-anime. Durante la missione, le signore verrano catturate dallo stesso pirata spaziale che aveva catturato Mara in giovane età. e Heath si lancerà a salvare le due donne della sua vita. Aprofittando di un momento di distrazione, il pirata ucciderà Mara, e spingerà Heath fuori dalla sua astronave. Mentre il nostro fluttua nello spazio senza tuta o ossigeno, penserà di aver visto il malvagio armato mirare a Mara, ma non avrà fatto nulla per fermarlo. E poi, boh, questa parte di trama passerà in secondo piano.
Heth si ritroverà sul pianeta Westernx, in una piccola città tenuta sotto scacco da una versione malvagia di se stesso proveniente da un universo alternativo. Sul pianeta sarà arrivata anche Charlotte, e la coppia riuscirà a ricucire il loro rapporto, arrivando poi anche a sfidare e sconfiggere l'Heath "malvagio", che verrà catturato dai Dressiti che lo scambieranno per il colpevole del genocidio. Marito e Moglie si lanceranno poi al salvataggio della figlia (chiamata Eden) tenuta prigioniera sul pianeta natale degli alieni ameboidi.
Heath raggiungerà la sala del trono del signore dei Dressiti, e troverà una sua vecchia collega Fear Agent da lui creduta morta, diventata un ibrido umano/dressita. Dopo aver messo in scacco gli alieni, Heath, Eden e Charlotte torneranno sulla terra firmando la pace con i nemici di sempre, solo per avere una piacevole sorpresa.
Gli umani e i Dressiti erano stati infatti manipolati per eoni dai Tetaldani, che avevo contagiato l'umanita con un virus che gli avrebbe trasformati in ibridi uomo/macchina al servizio degli alieni guerrafondai, che vogliono mostrargli al gloria delle macchine. Vogliono mostrargli il volto di Dio. Colpita dal virus, Eden sparerà a Heath, facendogli saltare in aria lo stomaco.
Per salvare Heath, la sua alleata Dressita lo porterà sul mondo natale degli alieni ameboidi, nel quale era imprigionato il suo doppio malvagio, e grazie alla tecnologia aliena, riuscirà a scambiare le menti dei due Texani ubriaconi. Solo che la parte malvagia del signor Houston resterà in controllo del corpo per ancora un po' di tempo prima di sparire. Tempo che userà per uccidere tutti gli alleati della sua parte buona. Rimasto solo nello spazio, Heath si attaccherà alla bottiglia.
Nove anni dopo, un Heth con i capelli bianchi è di nuovo l'ultimo Fear Agent. L'uomo che può fare cose che gli altri mercenari solo si sognano. Ma l'invasione Tetaldiana avanza a vista d'occhio, e ogni giorno una creatura in più diventa adoratrice delle macchine. Il nostro deciderà quindi di finirla con questa partita ad acchiapparella, e di sistemare le cose.
Heath raccetterà numerosi alleati in giro per la galassia, lanciando poi un assalto finale alla cittadella Tetateldiana, solo per finire nel bel mezzo di una trappola. In preda alla furia e alla determinzione più cieca, Heath riuscirà a combattere gli alieni robotici e i loro controllori (enormi cervelli in grado di controllare il tempo stesso). Dopo aver sterminato la maggior parte degli alieni malvagi, Heath riuscirà a rubare un razzo temporale, solo per essere fermato da una Charlotte robotizzata. Grazie all'intervento dell'intelligenza artificiale della sua astronave, che lo aveva accompagnato nel corso degli anni, Charlotte ritroverà la sua umanità. Grazie al suo aiuto, Heath tornerà all'inziio dell'universo, riscrivendo un piccolo pezzo di storia. Gli alieni non hanno mai trovato la Terra. E come nelle migliori catene di eventi, la famiglia dell'ultimo Fear Agent non è stata sterminata, i suoi amici sono ancora tutti vivi, e lui vive felice con Charlotte, che annuncia a tutti gli amici riuniti di essere incinta. Con un grosso sorriso sulla faccia, il vecchio Heath si suicida lanciandosi nel sole, sapendo di aver avuto una bizzarra seconda possibilità, finendo una cavalcata lunga 27 numeri.
Fear Agent è una serie a fumetti che ha avuto molte buone idee, ma un esecuzione estremamente confusionaria. Una storia non deve essere sciapa, ci mancherebbe altro. Ma se metto troppi personaggi, troppe situazioni, la mia avventura non è complessa, è sciabordante. Due razze aliene (che poi sono tre) complotti, viaggi nel tempo, dimensioni alternative e poi la ricostruzione dell'universo. Tutti elementi classici del genere, tutti elementi che hanno resistito alla prova del tempo. Ma così mischiati, non danno un' impressione organica, danno la sensazione che Remender abbia voluto scrivere un bignami della narrazione sci-fi. Inoltre, numerosi punti della trama sono lasciati a loro stessi (anche se potrebbe essere stato fatto per lasciare comunque l'alone di "mistero" iniziale) I comprimari sono mossi tutti in funzione di Heath, e questo è sia positivo che negativo. Riescono a muovere la trama, ma non riescono a scatenare troppe simpatie. Dal punto di vista grafico Fear Agent è fumetto che regge molto bene. Tony moore ormai è esperto nel raccontarci storie di sopravvisuti, e Jerome Opena se la gioca molto bene. Tutto sommato, la serie non ci ha colpito molto favorevolmente, ma se volete una lettura un po' complessa ma chiassona, Fear Agent potrebbe fare per voi

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Razzo temporale pronto a partire. Let's go!

2 commenti :

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio