Didascalia

Didascalia

giovedì 23 maggio 2013

Autorithy,parabola di morte e cambiamenti (By popular Demand)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con Comicsverse 101, un blog che non è molto fan del duro e cattivo. Infiammiamo il mese delle richieste con un articolo richiestissimo, ma il centounista che ce l'ha chiesto al momento giusto è stato il buon Crazyapple. Parliamo di un supergruppo che ha portato il supergruppo anni 90 in una nuova dimensione! Parliamo di Autorithy!
Almeno, all'inizio. Poi scade un po' nel balordo
Ma prima di parlarvi di una delle serie più particolari degli anni 90, un po' di storia di un esperimento meno riuscito. Pensavate di esservi salvati da brutte storie eh? E invece soffrirete con me!

L'anno è il 1993, e la casa editrice Image è divisa in tanti piccoli studi, gestiti da grandi disegnatori che hanno lasciato i lidi delle major Marvel e Dc. Uno di questi studi ha il nome di Wildstorm, parola macedonia nata dalle iniziali delle due testate principali gestite da questa piccola succursale: una è il team di eroi segreto che combatte azioni di guerriglia contro gli alieni WildC.A.T.s, mentre l'altra è un supergruppo che combatte sotto la luce dei riflettori, perchè sponsorizzato dalle nazioni unite-Stormwatch.  Quest'ultima uscirà però in ritardo rispetto alle aspettative del leader della Wildstorm, un tale chiamato Jim Lee, ma si guadagnerà presto un nome di fama fra gli appassionati per un unico, grande motivo: non era granchè. L'idea di base era quella di un grupp di eroi provenienti tutti da nazioni diverse che combattevano il male, in modo ESTREEEEEEEEMO! Quindi, non solo le storie erano un po' fiacche, ma la serie soffriva anche di "sovrappopolazione di personaggi", con nuovi membri Stormwatch che venivano presentati e dimenticati subito dopo. Un lato positivo Stormwatch però l'aveva: ci ha dato Backlash.
Questo fino al 1996, quando uno scrittore brittanico emergente prenderà in mano le redini del team. Il nome dello scrittore era Warren Ellis, e il team ESTREEEEEEMO si trasformerà i qualcosa di simile ad un titolo Vertigo (di cui parliamo qui). Ellis farà sparire la miriade di comprimari della vecchia Storwatch, tenendo solo un pugno di eroi e qualche new entry da lui stesso creata. Procederà in seguito a dividere Stormwatch in tre gruppi : 1 legato a missioni pubbliche, rosso dedito a missioni pesanti e nero dedito a missioni segrete.
Le vendite di Stormwatch però inzieranno a calare, e secondo le stesse parole di Ellis, la wildstorm continuava a pubblicarlo perchè la redazione si divertiva a leggere le sue storie. Lo scrittore inglese deciderà quindi di eliminare praticamente tutto il suo cast di personaggi, e rilanciare la serie con un nuovo nome ed un nuovo obbiettivo. Il tutto guidato da un classico personaggio Ellisiano (lo scrittore mette spesso nelle sue storie un certo tipo di personaggio, che rappresenta un po' l'avatar dell'autore nelle sue storie. Di solito è britannico, tosto, e veste di bianco e ha un sarcasmo innato. Ma la seconda e la terza sono opzionali). In questo caso il boss a capo di questo nuovo progetto è

Jenny Sparks
Jenny nasce in Inghilterra il primo gennaio del 1900. E questa non è una data casuale. La terra infatti genera all'inizio di ogni nuovo secolo un superumano per proteggere un certo interesse del mondo. Jenny rappresenta lo spirito del ventismo secolo, e ne controlla la più grande scoperta: l'elettricità. La nostra può generare e assorbire milioni di volt alla volta, ottenendo diversi effetti, dal friggere un bufalo con uno schiocco di dita al volo puro e semplice. Nel corso degli anni Jenny proverà a vivere una carriera come eroina, ma fallendo sempre, cadendo in uno stato di depressione rispetto alle sorti del mondo. Dopo essere diventata la capo di Stormwatch Nero, Jenny deciderà di creare un gruppo di eroi adatto agli anni 90.

Il nuovo gruppo prenderà il nome di Autorithy, e sarà formato da altri ex componenti di Stormawatch nero e da altri comprimari, vigilando sul mondo dal Carrier, un'enorme astronave semisenziente in grado di teleportare i membri del gruppo in qualunque posto del mondo. L'idea di base era quella di mostrare realmente cosa potesse fare una potenza superumana che agisce nel mondo di oggi, dando così origine a plotoni di kamikaze superumani che distruggono città, cataclismi e invasioni dimensionali. Possiamo dunque dire che Autorithy si occupa di tutto quello che è grosso e fa rumore nel mondo. Quando il gruppo vince, vince alla grande, quando perde...beh avete capito. Questo metterà il team sotto l'occhio di tutte le potenze mondiali, che vedono (a ragione) in un gruppo di eroi che può ucciderti con uno sguardo un problema allo status quo
Andiamo ora a conoscere gli altri membri del gruppo.

Swift
Shen Li Min era nata mentre una cometa passava intorno alla terra, risvegliando un gene latente in alcuni bambini, donandogli superpoteri. Shen scopre dunque di aver la capacità di farsi crescere grandi ali sulla schiena e di trasformare mani e piedi in pericolosi artigli. La sua velocità e controllo di volo sono quasi senza pari, tanto da valergli il titolo di "Mammifero alato più veloce del mondo". Sehn è inoltre un abile segugio e possiede supersensi.

Jack Hawksmoor
Jack ha avuto un'infanzia difficile. Fin da piccolo infatti il suo corpo è stato sottoposto a numerose modificazioni a livello genetico da parte della razza umana del 70esimo secolo per dargli un particolare superpotere: vivere in simbiosi con le città. Jack può quindi infatti sopravvivere solo in un ambiente urbano, e i suoi poteri crescono in base alla grandezza e alla popolosità della città in cui si trova. Al massimo delle sue possibilità Jack è quasi senza limiti: possiede grande forza e agilità, può trasformare interi palazzi in armature, far esplodere cavi del gas, e vedere attraverso ogni finestra. Da qui il suo soprannome di Dio delle città.

Doctor
Jeroen Thorndike è un milionario olandese, che viene scelto per diventare il protettore mistico della terra dopo la morte del suo predecessore. Il nostro al principio rifiuterà la responsabilità, e si getterà sempre più nel tunnel della droga, fino a quando non deciderà di unirsi ad Autorithy. Jeroen è lo sciamano del pianeta, e possiede tutti i poteri combinati di tutti i doctor venuti prima di lui, rendendolo virtualmente onnipotente. Doctor può infatti creare qualunque cosa riesca ad immaginare, ma resta comunque legato alle percezioni umani e può dunque essere distratto o disturbato mentre ricostruisce i blocchi della realtà

Engineer
Angela Spica è una scienziata che riceve gli appunti del primo umano a prendere il nome di Engineer, e scopre così un progetto ambizioso: nanotecnologia. Angela svilupperà l'idea, e sostituirà il suo sangue con dei naniti, trasformandola così in un potente cyborg, in grado di fare praticamente qualsiasi cosa immagini, come clonarsi, volare e trasformare il suo corpo in ogni tipo di arma. Nota buffa, Ellis creò un personaggio simile mentre lavorava alla Marvel, in quel piccolo gioiello che era il 2099

Midnighter
Il nome preseunto di questo eroe è Lucas Trent, ma diciamo che abbiamo i motivi per dubitarne. Comunque il nostro è un umano potenziato da un capo di Stormwatch diventato folle, Henry Bendix. "Lucas" ha ricevuto quindi grande forza e agilità, un fattore rigenerante in grado di sconfiggere l'AIDS in una settimana e in un computer nel cervello che gli permette di proiettare migliaia di diversi schemi e strategie di combattimento nella sua testa ancora prima che il suo nemico abbia formulato un solo pensiero, rendendolo così una vera e propria macchina di morte.  Il più grande bastardo sulla terra, midnighter è un palese omaggio a Batman. E' fidanzato con il compagno di squadra Apollo

Apollo
Anche di questo personaggio non si sa il vero nome (ma si suppone sia Neil Sinclair). Prodotto dall'ingegneria genetica di Bendix, Apollo assorbe energia solare e la metabolizza in forza, invulnerabilità, volo e raggi dagli occhi. Più apollo è vicino al sole, più i suoi poteri aumentano.  Temuto dalla maggior parte degli esseri umani, Apollo è uno degli esseri più potenti del cosmo Wildstorm. Omaggio a Superman, è fidanzato con Midnigher.

Il successo di Autorithy sarà straordinario, arrivando ad alzare la qualità e gli standard del fumetto di supereroi. Ellis lascerà la serie dopo 12 numeri, uccidendo Janny Sparks con l'arrivo del ventunesimo secolo. L'eroina elettrica lascerà il comando del gruppo a Jack Hawksmoor e lascerà il gruppo con un unico consiglio: migliorate il mondo. O torno indietro e vi prendo a calci in culo.
La perdita di Jenny sarà un duro colpo per il team, ma la vita andrà avanti. Il team affronterà un doctor rinnegato, armate di superumani, la nascita dello spirito del nuovo secolo nota come jenny quantum (che verrà adottata da Midnighter e Apollo) e anche un acquisizione ostile da parte del G7, che sostituirà ogni membro di Autorithy con un duplicato venduto alle più grandi potenze del mondo. Autorithy si rimetterà però in gioco e riuscirà a sconfiggere i suoi "cloni malvagi". Inoltre, Apollo e Midnighter convoleranno a giuste nozze.
In seguito, il genio criminale noto come Tao cercherà di conquistare l'America distruggendo Il Carrier, facendo così perdere al gruppo anni di conquiste scientifiche. Autorithy deciderà quindi che esiste un solo modo per rendere migliore l'America:la conquista. Gli stati uniti cadranno così sotto il dominio degli "eroi", ma non senza difficoltà. Il colpo di stato sarà infatti ostacolato da decine di eroi Wildstorm, e anche da alcuni fedelissimi del governo americano. Il gruppo sarà anche sconvolto dalla visita di un Apollo del futuro, che pregherà Midnighter di sciogliere il gruppo, poichè nel futuro il suo sposo diventerà un potente tiranno. Dietro tutto questo si nascondeva però un vecchio nemico del gruppo, lo stesso Henry Bendix che aveva combattuto Stormwatch. Bendix ucciderà Doctor, che passerà i suoi poteri a

Doctor II
Habib Ben Hassan era un kamikaze Palestinese, che erediterà i poteri di Thorndike, e gli userà per fermare la crisi in medioriente. Verrà rapito da Bendix ma sarà poi liberato da Autorithy, del quale diventerà membro. Grazie ai suoi poteri, Habib cambierà anche una dei seguaci di Bendix in un alleata.

Rose Tattoo
Spirito dell'omicidio, Rose Tatoo può uccidere qualsiasi cosa. Amante di Henry Bendix, verrà convertita da Doctor e si trasformerà nello spirito della vita, dotata del potere di curare qualsiasi ferita. Inoltre, combatte i nemici in un modo molto poco convenzionale. Ci fa sesso.

Le sorti della battaglia verrano però modificate quando Bendix prenderà possesso del corpo di Midnigheter grazie a dei naniti nel suo sangue. Incapaci di fermare il compagno Autorithy si rivolgerà a Jenny Quantum, che aumenterà la sua età diventando un adolscente, e diventerà la nuova guida del gruppo. Liberato dalla figlia, Midnighter decapiterà Bendix a mani nude

Jenny Quantum
Jenny è lo spirito del 21 secolo. Può invecchiare a piacimento, e possiede il totale controllo dei quanti, dandole il potere di alterare la realtà a suo piacimento. Non ha ancora il totale controllo dei suoi poteri.

Il mondo Wildstorm era passato attraverso molti cambiamenti, ma nessuno era ancora pronto per l'Apocalisse. Nessuno degli "eroi" di Autorithy era pronto ad incontrare un eroe nel senso classico del termine. Un eroe col potere di distruggere l'universo. L'eroe in questione era Capitan Atom, facente parte della scuderia Dc Comics (che aveva acquistato la Wildstorm). Trovatosi in un mondo a lui sconosciuto dopo aver distrutto un enorme meteorite fatto di Kryptonite, il Capitano proverà senza sosta a tornare a casa, scoprendo però di essere arrivato in quel mondo strano per un motivo: doveva distruggerlo. Il potere di Capitan Atom sarà troppo per tutti i membri di Autorithy, che verrano disintegrati uno ad uno, fino a quando l'eroina Void riuscirà mandare il nostro di nuovo nel suo mondo, resettando l'universo Wildstorm.
Autorithy rinascerà, ma si ritroverà intrappolata in un universo senza nessun superumano, nel quale saranno una grave anomalia. Dopo essere sfuggiti dalla dimensione parallela, i nostri si ritroveranno nel loro mondo, devastato da una grave epidemia al quale neanche Midnighter sembra essere immune. Vedremo quindi i nostri eroi praticamente senza poteri affrontare il post fine del mondo, criminali potenziati e la difficoltà a lavorare in gruppo. E giusto per aggiungere il danno alla beffa, Doctor impazzirà, e verrà ucciso dai nostri, lasciando il suo ruolo a Swift. Autorithy espanderà poi i suoi ranghi per poter meglio proteggere il mondo in rovina che aveva un tempo provato a governare.
In seguito all'evento noto come Flashpoint, la realtà Wildstorm si fonderà con quella Dc "classica". Molti dei nostri eroi quindi faranno delle apparizioni nel cosmo dove camminano Batman, Superman e Flash. Ma non sono uniti in Autorithy, bensì in una nuova Stormwatch, nella quale militano Apollo, Midnighter,Jack, Engineer e anche Martian Manhunter

Come scritto in precedenza, la forza di Autorithy è la sua grandezza. La scala delle azioni e delle reazioni del team è più ampia rispetto a quella di eroi più tradizionali, anche quelli che combattono divinità norvegesi. Uno dei pargoni classici è quello che si può fare con la serie "sorella", sempre creta da Ellis, Planetary (ne parliamo qui) che invece si focalizzava sui segreti del mondo, piuttosto che sulle cose più "pubbliche". Autorithy soffre però di un grande ricambio di team creativi, che faticano a tenere il team con una caratterizzazione costante, e che sono costretti a misurarsi con un ottimo primo ciclo di storie. La qualità della serie è infatti altalenante, alternando momenti ben costruiti, dove il "realismo" è particolarmente presente, non risulta forzato e si mischia bene con il fatto che, beh, qui la gente strappa i muri a mani nude a momenti dove ci si dimentica cosa abbia reso la serie "grande" e si scade nel pleonastico e nel cercare di superare la linea del buon gusto solo per mostrare la grande maturità del fumetto. Peccato che quando ci si costringa ad essere adulti a tutti i costi si finisce per essere moooolto infantili. Tutto sommato, Autorithy è un buon prodotto, che merita sicuramente di essere letto.

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Planetary comunque a parere di chi scrive è due spanne sopra. Pronti a Partire. Let's go!

8 commenti :

  1. la prima parte di autorithy, fino ai cloni malvagi era una figata assurda. e angela spica era il primo personaggio di origini italiane non stereotipato che ho visto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, sono quasi certo che sia ispanica e non italoamericana. Di sicuro Diva di StormWatch era italiana D.O.C.

      Elimina
    2. è di broklin(spero si scriva cosi) e sul secondo volume finisce in copertina de "Le scienze", direi che è abastaza italiana.

      Elimina
    3. Si scrive Brooklyn, ma chi sono io per correggere la gente sull'ortografia XD No boh, in teoria "Le scienze" è relativamente cosmopolita, e le mie fonti non la citano fra gli italoamericani ma potrei sbagliarmi ovviamente.

      Elimina
  2. Grazie, articolo interessante. Non possiedo tutti i volumi ma effettivamente il cambio di team creativi si nota molto (e beh il primo ciclo è ad un altro livello ma mi è piaciuto anche quello di Millar). Sono anche d'accordo su Planetary, tanto che è tra i miei tre fumetti preferiti.

    RispondiElimina
  3. Combattere i propri nemici facendoci sesso con loro... Non per sembrare sessista o masochista, ma fa quasi venire voglia di intraprendere la carriera criminale per farsi un giro con la signorina Rose Tattoo :)

    RispondiElimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio