Didascalia

Didascalia

martedì 12 febbraio 2013

Steel, l'altro uomo d'acciaio (Fresh from the Past)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog disponibile anche in versione metallizata. Sappiamo tutti che nel cielo di Metropolis vola un essere fortissimo, invulnerabile e in grado di rompere un palazzo a cazzotti. Ed è un ingegnere afroamericano. Come richiesto dal centounista Alessandro, parliamo di Steel!
Mai una battuta tipo "Stop. Hammer time" fu più appropriata
Steel altri non è che John Henry Irons, apparso per la prima volta su Adventures of Superman 500 del 1993, per penna di Louise Simonson e matite di Jon Bogdanove. Il nostro (che prende il nome dal famoso eroe della cultura popolare che riuscì a battere una locomotiva con la sola forza delle braccia) è un brillante ingegnere che lavora per la Armtek corporations, per la quale sviluppa un vero e proprio raggio della morte. Quando l'arma cadrà in mani sbagliate, John simulerà la sua morte e si trasferirà a Metropolis, dove fingerà di essere un semplice operaio

Quando John cadrà da un'impalcatura cercando di salvare un collega, verrà salvato nientemeno da Superman. Volendo sdebitarsi, John chiederà cosa può fare per la meraviglia di Metropolis, la quale risponderà "Vivi una vita degna di essere stata salvata!". Quando la città di Superman verrà attaccata dal mostro alieno noto come Doomsday, John cercherà di combatterlo con un martello da fabbro, solo per essere lanciato via come un sacchetto di carta. Dopo la morte di Superman, John si costruirà un armatura degna del miglior Tony Stark. Grazie a questo equipaggiamento John può ora volare, è quasi invulnerabile, ed è così forte che può tenere testa ad alcuni fra gli eroi più forti del cosmo Dc
L'armatura possiede inoltre un cannone montato sulle braccia e un martello da fabbro intelligente, in grado di volare da solo e di moderni sistemi di puntamento. Indossato lo scudo ad S di Superman, John prenderà il nome di Steel e combatterà una gang armata con nuovi modelli del suo raggio della morte Armtek.
Dopo la morte di Superma per mano di Doomsday, il posto di Kal-El verrà preso da quattro diversi sostituti, ognuno legato ad un soprannome dell'azzurrone. Avremo così il ragazzo di Metropolis (un giovane clone ibrido Kryptoniano/Umano, Superboy), L'uomo del Domani (Hank Henkshaw, in grado di controllare qualsiasi macchinario, Il superman Cyborg), L'ultimo sopravvissuto di Krypton (L'eradicatore, un computer vivente Kryptoniano), mentre il nostro Steel prenderà il monito di "Uomo d'acciaio".

Ironicamente, seppur tutti gli altri sostituti sostenessero di essere il vero Superman, Steel che avrà sempre ammesso di essere solo un uomo che cercava di fare ciò che è giusto, riceverà molta attenzione dai media. Facciamo menzione dell'interesse verso il nostro da parte di Lois Lane, che arriverà a credere Steel un recipiente per l'anima di Superman. E non fate quella faccia amici, abbiamo visto e letto di peggio. 
Dopo la resurrezione di Superman, Steel tornerà dopo cinque  anni nella natia Washington, dove faremo la conoscenza della sua numerosa famiglia: i nonni Butter e Bess, sua cognata Blondell e i suoi cinque figli: Tyke e Darlene (adottati),Jemahl, Natasha e Paco. Sulle tracce di Steel ci sarà però la Armktek, che cercherà di riassumere il buon John anche a costo di usare la forza. Steel dovrà però anche affrontare l'ex amante ora contrabbandiera Coniglia Bianca, mostri alieni, il misterioso boss criminale Hazard, e anche una guerra da bande che paralizzerà Tyke.A suo vantaggio però, svilupperà il potere di teltrasportare se stesso e l'armatura, anche se il nuovo potere sarà in principio imprevedibile. Steel troverà però anche il tempo di fare qualche capatina a Metropolis, dove, in assenza di Superman, agisce come Leader de facto del gruppo di eroi con la S sul petto.
Le cose però non si faranno semplice per il nostro eroe in armatura. Tyke sconvolto per la sua paralisi venderà l'identità segreta di John ad Hazard, e riuscirà a sconfiggerlo, solo per rivelare la sua identità segreta al mondo intero. Questo non darà pace alla famiglia Irons, ceh verrà assaltata da dozzine di supercriminali, che arriveranno anche ad uccidere l'amata nonna Bess. Gli Irons di daranno quindi alla macchia, lasciando John assieme alla nipote Natasha ( il cui migliore amico si chiama Boris. Non adorate queste buffe citazione americane per noi incomprensibili? Boris e Natasha sono i cattivi russi del cartone animato Rocky e Bullwinkle da molti considerato una pietra miliare nell'animazione. Occhio perchè l'accoppiata Boris/Natasha salta fuori un mucchio di volte. E poi non dite che non vi insegniamo nulla) , che inizia a dimostrare di avere un Q.I. fuori scala. La coppia si trasferirà nella città di Jersey City dove John dovrà imparare a convivere con un'identità pubblica. Sarà il tempo per nuovi nemici come Skorpio, dotato di un orrida tuta a righe ma piena di armi, ma anche alleati, come il fratello di John, Clay, creduto morto da tempo che tornerà quando la figlia Natasha avrà bisogno di una trasfusione.

Steel verrà anche reclutato fra gli eroi più potenti del mondo, la Lega della Giustizia. Grazie ai potenti mezzi della Lega, John potrà fare diverse migliorie sia alla sua armatura, sia alla base lunare degli eroi. Citiamo ad esempio il fatto che ora John possa indossare TUTTA LA TORRE COME UN ARMATURA. Scusatemi che devo un attimo rimettermi dalla figaggine assoluta.

Posto fra gli eroi più potenti del mondo, Steel avrà la sua occasione di Brillare, arrivando anche a guidare la lega in alcuni momenti di pericolo (dopotutto ce l'ha lui la S sul petto). Oltre a diventare amico del leaguer Plastic Man, John avrà anche tempo per parlare con la giovane Lanterna Verde Kyle Rayner del concetto di ispirazione, e di identità.

Diventato un membro Part-time della Lega, John si trasferirà di nuovo a Metropolis, mettendo su un laboratorio tutto suo chiamato "L'acciaieria". Steel aiuterà anche superman a costruire una nuova fortezza della solitudine, arriverà anche a combattere la sua stessa armatura sottoposta ad un virus informatico proveniente dal futuro. Ricordatemi di non aprire mai un business a Metropolis cortesemente.
John verrà però ferito gravemente durante la battaglia con il conquistatore galattico Imperiex. Il suo corpo verrà quindi portato alle porte di Apokolips, dove il dio del male Darkseid gli ridarà la vita, e lo chiuderà in un armatura potentissima nota come l'Egida dell'Entropia, senza però fargli presente che l'armatura si nutre dell'anima di chi la indossa.
L'armatura gli donava una forza pari a quella di un Dio, poteva crescere a dismisura, creare a disfare la materia e viaggiare nel tempo e nello spazio senza fatica. Darkseid avrà però il controllo sulla mente dell'eroe, e lo userà per liberare dalla sua prigionia il mostro Doomsday. Superman e tutti i membri della sua Super-famiglia si batteranno col malvagio dio per riprendersi l'amico.
John tornerà quindi ad essere un alleato e un consulente scientifico per Superman (mettendo in ombra il vecchio alleato, il Professor Hamilton, cosa che lo porterà sulla via della criminalità), fino a quando la sua salute non inzierà a deteriore e dovrà indossare di nuovo l'Egida. Ancora una volta in pericolo di vita, Steel verrà salvato da Natasha e Supergirl.
Steel si ritirerà per un breve periodo dal business supereroico, focalizzandosi solo sul suo lavoro scientifico, lasciando il manto dell'eroe d'acciaio alla nipote Natasha, alla quale costruirà una nuova armatura personalizzata.

John indosserà di nuovo l'armatura quando un armata di Supercriminali attaccherà Metropolis. In seguito alla battaglia, Superman Batman e Wonder Woman decideranno di prendersi un anno sabbatico dalla lotta al crimine, lasciando Metropolis in mano a John. Occupato a salvare persone in tutto il mondo, ed essendo solo umano, il nostro perderà la pazienza quando Natasha gli chiederà di potersi unire al gruppo di eroi noto come i Giovani Titani, piuttosto che aiutare con la ricostruzione della città in rovina, e arriverà a spegnerle l'armatura.
Natasha entrerà dunque in un progetto fondato dal plutocrate Lex Luthor, che prometteva di donare superpoteri ai semplici umani. Sapendo della sua parentela con Steel, Lex renderà Natasha la postergirl di questa campagna, e nel frattempo infetterà anche John con il siero che dona i poteri.
John si ritroverà così un essere fatto di puro metallo, con grande forza e resistenza, e in più quella di aumentare il suo calore corporeo fino a fondere qualsiasi materiale. Questa sua forma potenziata sarà fonte di numerosi attriti con Natasha, per il quale Steel costruirà una nuova armatura cercando la riconciliazione. Quando però la sua pelle d'acciaio cadrà da John come foglie in autunno, il nostro capirà che il piano di Luthor era quello di dare poteri, ma di avere lo stesso il controllo su suoi nuovi superumani: Lex può infatti "spegnere" ogni nuovo eroe con un semplice gesto. John assalterà dunque la sede dell'azienda di Luthor indossando la sua vecchia armatura, per trovarsi davanti non un uomo d'affari, ma un Luthor potenziato con poteri simili a quelli di Superman. Il criminale verrà però sconfitto da John e da Natasha, riconcialiatasi con lo zio.
In seguito, John e Natasha diventeranno mentori di un giovane gruppo di eroi potenziati da Luthor, che prenderanno il nome di Infinity Inc. Steel parteciperà anche a numerose missioni con la nuova JLA, e parteciperà alla guerra contro il nuovo pianeta Krypton. In seguito, John e tutto il gruppo della "famiglia" di Superman si troveranno ad affrontare di nuovo il mostro Doomsday, questa volta in grado di modificare i suoi poteri in relazione al nemico che deve affrontare. Il tutto verrà rivelato un piano di Luthor, che verrà però sventato dal computer noto l'Eradicatore, che spedirà Doomsday in un'altra dimensione.
John è anche apparso nei nuovi 52, come uno scienziato dell'esercito, che sarà disgustato dalla torture che l'esercito sottoporrà a Superman. Quando il soldato John Corben indosserà l'armatura Metal-0, progettata anche da Irons, il nostro indosserà un suo prototipo personale e sconfiggerà Corben.
Steel è un personaggio che non ha quasi mai spiccato fra la miriade di eroi( ebbe una serie regolare che ebbe ottime critiche, scritta da Cristopher Priest), ed è un vero peccato. Molto potente, ma anche estremamente interessante, John è un uomo che decide di diventare un semidio, ma che non si trova proprio a suo agio nel mondo degli eroi. John pensa prima di agire, e per essere nato negli anni 90, questo è un ENORME passo avanti.

E anche per oggi è tutto. Stay Tuned per nuovi aggiornamenti. Armatura indossata. Pronti a partire. Let's go!

Nessun commento :

Posta un commento

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio