Didascalia

Didascalia

venerdì 11 gennaio 2013

Asterix il Gallico (Around the Europe)

 Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog dove OH MIO NON PARLIAMO DI UN FUMETTO AMERICANO! Frenate i cavalli centounisti, anzi, frenati i cinghiali! Facciamo infatti un passo nella vicina Francia per osservare uno dei fumetti comici e avventurosi più belli del mondo! Una breve incursione nel mondo delle BD (sigla che sta per Bande dessineè, denominazione francese per i nostri amati fumetti) dove conosciamo un piccoletto biondo, che non ha molto in simpatia la nostra capitale! Come richiesto dalla centounista Alice,parliamo di Asterix il gallico!

Un solo gallo può gridare GO HOME all'invasore romano. Il perchè lo faccia in inglese mi sfugge.


Asterix viene creato nel 1959 da Renè Goscinny (testi) e Albert Uderzo (disegni). Nella sua prima apparizione il nostro gallo è un po' diverso da quello a cui siamo abituati, essendo parodia di tutti i pregi e difetti franco-gallici. Il nostro viene pubblicato sulla rivista Pilote, ed è subito un successo del fumetto francese (seppur Goscinny sia più cileno di francese avendo passato gli anni della giovinezza proprio in SudAmerica, mentre Uderzo sia di origini italiane)
Adoro questi disegni tipo l'evoluzione dell'uomo.
In seguito, i due autori inizieranno a delineare nel dettaglio la storia del loro personaggio. L'impero romano ha conquistato tutta la Gallia. Tutta? No! Un piccolo villaggio dell'Armorica (tipica regione contadina, sempre contro il "centralismo" di Parigi) resiste ancora strenuamente. Era nato uno degli incipit più significati della storia del fumetto.
Il villaggio riesce a tenere a bada le legioni romane grazie ad un arma segreta, la pozione magica del druido Panoramix( che come tutti i nomi gallici, è un simpatico gioco di parole in francese al quale è aggiunto il suffisso -ix). Uno dei pochi personaggi del fumetto con la testa sulle spalle, Panoramix possiede una conoscenza enciclopediche della disciplina druidica, e oltre alla sua famosa pozione, conosce dozzine di trucchi magici, che usa assieme alla sua giovanile goliardia (citiamo la pozione che serve a far crescere istantaneamente e in maniera spropositata barba e capelli). Insignito del prestigioso premio di miglior Druido Gallico, Panoramix continua a rimaneggiare la ricetta segreta della sua pozione, più che altro per migliorarne sempre di più il sapore!
Ma i veri protagonisti della storia sono due. Il primo, l'abbiamo già conosciuto, il gallo Asterix. Nelle sue successive apparizioni il nostro biondino diventerà un eroe a tutto tondo, perdendo le qualità meno positive che presentava nella sua prima apparizione. Eroe dal cuore d'oro, Asterix preferisce usare il cervello piuttosto che i muscoli (idea di Goscinny) ed è per questo considerato il miglior guerriero del villaggio. Molto coraggioso, Asterix continua però a mantenere la goliardia che rappresenta tutto il suo villaggio, ed è propenso a perdere la pazienza con i suoi compaesani, molto meno logici di lui.
Miglior amico di Asterix, e obbiettivamente co-protagonista delle avventure del gallo più in gamba del mondo è Obelix. Scultore di Menhir (le grandi pietre che porta sulla schiena). Tutto il contrario del suo amico, Obelix è molto collerico, goloso e particolarmente sensibile ai commenti sul suo peso. Spesso i due amici si danno a furiose litigate, tanto sono diversi, ma dopotutto Asterix non può sperare di aver amico migliore di Obelix. Le sue passioni sono i cinghiali, di cui è ghiottissimo, e malmenare i legionari romani, dei quali colleziona gli elmi
Il buon Obelix però non è sempre stato l'uomo forte e attaccabrighe che è oggi. Da piccolo era un bambino timido che odiava la lotta, ma un giorno, aiutato da Asterix, il buon Obelix cadrà nel paiolo della pozione magica che rende invincibili, ottenendo quindi superforza perpetua. Panoramix deve quindi difendersi dagli attacchi del poderoso gallo, che vuole a tutti i costi un'altra dose della miracolosa bevanda, che su di lui ha però pericolosi effetti collaterali. Obelix è principlamente una creatura di Uderzo, che lo porterà al ruolo di primo piano che ha oggi dopo un inizio come comparsa. Nella versione italiana, il buon guerriero gallico pronuncia spesso una divertente storpiatura del motto romano SPQR: Sono Pazzi Questi Romani (inventato dal traduttore e comico Marcello Marchesi)
Altro migliore amico di Obelix è Idefix, piccolo cane simile ad un fox terrier. Cane minuscolo (sta infatti in una mano) è estremamente intelligente e combattivo, ed è in grado di mettere in fuga addirittura alcuni legionari romani. Ha un amore immenso per gli alberi, e viene definito un cane ecologista.

E siccome il buon Asterix si ritrova a combattere i Romani, non possono mancare frequenti Incursioni del nostro Giulio Cesare, qui rappresentato come un capo di governo stressato dalle troppe responsabilità. Sebbene in principio sia ossessionato dalla resistenza dei Galli, in seguito inizierà a rispettare la volontà combattiva dei Galli, e addirittura a trovarli simpatici


Gli scontri nei fumetti di Asterix si basano spesso su una violenza molto cartoonesca. Anche perchè, una volta ingerita la pozione, gli scontri diventano solo un pelo squilibrati. I romani che assediano i Galli sono infatti rappresentati come poveri diavoli, intenti a farsi gli affari loro e addirittura terrorizzati dai galli (caratteristica tipica della maggior parte degli antagonisti ricorrenti, citiamo i pirati che si vedono sempre affondare il vascello dalla coppia di Galli). I romani comunque se la cavano sempre con occhi neri e ossa rotte, nulla di irreparabile.
Gran parte del fascino di Asterix sta anche nel suo foltissimo cast di comprimari, fra i quali citiamo il bardo Assurancenturix , stonatissimo, in grado di scatenare forti temporali con una sola ballata. La sua musica viene apprezzata poco da tutti, soprattuto dal fabbro Automatix, che si diverte a picchiarlo e ad imbavagliarlo
Ma poi possiamo citare il pescivendolo Ordinealfabetix, il vecchio Matusalemix, il capo Abracuracenturix e la moglie Firmina.... Spesso i comprimari ottengono anche un ruolo principale nelle avventure di Asterix, e alla fine dell'avventura si ritrovano sempre tutti insieme per celebrare con un banchetto luculliano ( e una gag ricorrente vede il bardo incapacitato in modi sempre diversi)
La coppia d'oro del fumetto francese sfornerà molti albi, fino al 1979, quando  Goscinny, vessato da numerosi problemi legati alla sua vita privata e malato di cuore, morirà durante la stesura dell'albo Asterix e i Belgi. In onore all'amico, Uderzo concluderà anche la sceneggiatura dell'albo, aggiungendo però un tocco che solo un grande artista può dare. Dal momento in cui si fermerà la sceneggiatura di Goscinny, inizierà a piovere, come se il fumetto stesso piangesse la morte di uno dei suoi Papà
L'albo successivo, Asterix e il grande fossato avrà puntati addosso gli occhi di critica e pubblico, dopo la decisione di Uderzo di continuare la serie da solo. Il cartoonist supererà la prova, e da quel momento diventerà l'unico autore del gallo più famoso del mondo. Come molti fumetti d'avventura, il fascino di Asterix sta nel suo essere a suo agio praticamente in ogni ambiente. Nel corso degli anni anni infatti, il piccolo gallo viaggerà per i quattro angoli del globo, passando dalla Grecia alla Britannia, e persino in India con un tappeto magico. Possiamo proprio dire che questi Galli siano davvero irriducibili!

La serie di Asterix possiede una verve straordinaria. Sfidiamo chiunque ad aprire un albo e a non trovare almeno una gag divertente. La simpatia del personaggio ha permesso sia storia ad ampio respiro (come le sopracitate avventure all'estero) sia storie basate nel piccolo ambiente del villaggio, fra vizi e difetti degli abitanti fin troppo moderni dell'antico villaggio Gallico. Una serie che riesce con facilità a divertire Grandi e piccini. E poi, quanti grandi fumetti possono mettere una gag fantastica in copertina? (che in seguito verrà censurata ma tant'è)
Il successo di Asterix in Francia e nel mondo sarà esplosivo (sebbene a fasi alterne), e questo porterà allo sviluppo di 34 albi a fumetti autoconclusivi, 8 film a cartoni animati (fra i quali spicca Le dodici fatiche di Asterix, unico con storia originale e non basata sui fumetti) e addirittura 4 film con attori in carne ed ossa (nei quali appare anche il nostrano Roberto Benigni). Mica male per un piccoletto dell'Armorica!
 E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti! Pozione Bevuta. Pronti a partire. Let's go!

2 commenti :

  1. Non sapevo che Obelix fosse stato creato da Uderzo. Si impara sempre qualcosa! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E devo chiederti scusa perchè a quanto pare blogger ha cancellato il tuo commento alle dieci migliore battaglie di Hulk! Volevo rispondere facendo notare la differenza fra il lettore esperto e quello giovane. Ancora scusa!

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio