Didascalia

Didascalia

venerdì 30 novembre 2012

Mandrake il mago (Pietre Miliari)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che non è un ottimo mago, ma fa un ottima levitazione di Balducci. Come avrete capito parliamo di maghi, e quale mago migliore del primo grande mago a fumetti? Parliamo ovviamente del grande Mandrake!

Il primo che fa una battuta su Gigi Proietti si prende un pugno virtuale sul muso


Creato nel 1934 da Lee Falk (creatore di Phantom) Mandrake in principio è un mago potentissimo, con le fattezze dello stesso Falk. Ispirato all'amico mago Leon Mandrake, il nostro mago di carta aveva immensi poteri mistici, che lo rendevano quasi invincibile, fino a quando sul finire degli anni trenta, Falk decide di limitare le capacità del nostro, rendendolo principalmente un grande ipnotizzatore e illusionista, sebbene qualche scheggia di magia inspiegabile fosse ancora presente

 Sfoggiando uno smoking e un elegante cappelo a cilindro, Mandrake fa sicuramente la sua figura fra le calzamaglie da scemo che indossavano i suoi contemporanei, ricalcado i maghi di fine ottocento piuttosto che gli acrobati. Sidekick e miglior amico di Mandrake altri non è che Lothar, principe Nubiano di un protettorato di sette nazioni, che in principio indossava una costume non proprio politicamente corretto, sfoggiando un costume leopardato e un Fez.
 Ma non facciamoci ingannare dalle apparenze. Sebbene nelle prime avventure Lothar parlasse il tipico inglese sgrammaticato, in seguito otterrà un ottima padronanza della lingua, potendo così sfoggiare il suo acume. Ma quello che rende Lotahr famoso è la sua forza erculea. Del tipo che si mena con un gorilla e vince. E un gorilla solleva un'automobile.
 Come tutti i grandi eroi, anche Mandrake ha una fidanzata storica, spesso presa in ostaggio (sigh) ma che nel corso degli anni svilupperà una forte personalità. Si parla di Narda, principessa Europea che Mandrake sposerà nel 1997 dopo tipo 50 anni di fidanzamento. Se si vuole fare una cosa fatta bene ci si mette tempo insomma!
 Dalle alpi alle piramidi, dal Manzanarre al Reno, le avventure di Mandrake lo portano ai quattro angoli del globo, portandogli fama imperitura, ma anche qualche sgradita sorpresa, nella forma di nemici mortali. Citiamo ad esempio il Cobra, fratellestro di Mandrake che cerca i misteriosi cristalli mentali, in grado di aumentare i suoi poteri a dismisura. Nel corso degli anni lo vedremo indossare una spaventosa maschera d'argento e una faccia nuova, grazie alla moderna magia della chirurgia plastica.
 E Derek, gemello di Mandrake, dotato dei suoi stessi poteri che usa però per il potere personale. Ecco, direi che alle riunioni di famiglia si fanno sempre quattro risate.
 Membro positivo della famiglia del buon mago (l'unico?) è Theron, padre di questa combriccola di illusionisti che insegna magia in un collegio sull'Hymalaia, e grazie ai misteriosi cristalli di cui è custode, possiede il segreto dell'immortalità.
 Come sovracitato, le avventure di Mandrake lo portano in giro per tutto il mondo, dove oltre ad affrontare nemici potenti, il nostro mago visita luoghi esotici come isole tropicali, il cuore dell'Africa, impervie montagne e foreste lussureggianti, senza dimenticare le avventure cittadine dove Mandrake affronta piccoli criminali, spie e sabotatori. Come con Phantom, Falk si diverte ad inserire il suo amore per i viaggi nella sua creatura, trasformando una semplice avventura in un fantastico viaggio per il nostro bel pianeta. Grazie ai suoi poteri variabili Mandrake è inoltre in grado di compiere grandi imprese pressapoco dovunque. Il perchè non sudi sotto il frac resta però ancora un mistero.
 Ma non pensate che la Terra basti al più grande mago del mondo. Nel corso degli anni il nsotro viaggerà in lungo e in largo per l'universo, visitando pianeti alieni e anche altre dimensioni. E quando la magia non basta, il buon Mandrake può sempre contare sulla nobile arte della Boxe. Mica male per un damerino!
 In principio disegnato solo da Falk, Mandrake otterrà un grande successo grazie alle sue strisce sui quotidiani diventando in breve tempo una star, e le matite passarono a Phil Davis (che cambierà il look a Lothar dandogli una camicia. Tigrata. Sono comunque passi avanti!) Il personaggio continuerà ad essere pubblicato anche dopo la morte di Falk nel 1999, e nel corso degli anni avrà una serie di Film per il cinema e alcuni spettacoli alla radio. Al contrario di molti eroi suoi contemporanei, ancora non c'è stato un vero e proprio rilancio per Mandrake. Noi lo aspettiamo con ansia. Dopotutto quanti maghi possono estrarre un cilindro da un coniglio?

E anche per oggi è tutto! Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Cappello a cilindro indossato. Pronti a partire. Let's go!

Nessun commento :

Posta un commento

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio