Didascalia

Didascalia

sabato 13 ottobre 2012

Moon Knight, il pugno (obbiettivamente disturbato) di Khonshu

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che ha problemi tecnici, ma è lo stesso pronto a punire i malvagi nel nome della luna! Mese delle richieste? Chi ce lo ha fatto fare? Comunque, come richiesto dal centounista Mattia, diamo un occhiata ad un eroe, che è contemporaneamente mercenario, milionario e tassista, Moon Knight!

Dovete vedere le tariffe che fa sul suo Taxi. Mica è milionario a caso


Il nostro fa la sua prima apparizione su Werewolf by Night 32 del 1975, con testi di Doug Moench e disegni di Don Perlin. In questa sua prima comparsata Moon Knight è un mercenario la cui missione è uccidere il lupo mannaro titolare della serie. La sua strategia? Presentarsi completamente vestito d'argento e uccidere il lupo a cazzotti. E già qui cominciamo a farci due domande ecco
Il personaggio avrà un buon riscontro di pubblico, e otterrà presto una serie regolare, e ci verrà spiegata la sua origine. Il nostro è Marc Spector, figlio di un rabbino  di New York. Marc fin da piccolo si allenerà per diventare un marine, e in seguito un mercenario. Durante una missione in Egitto il nostro e il suo gruppo di compagni si ritrovano nei pressi di uno scavo archeologico gestito dal Dr Alraune. Raoul Bushman, un mercenario decide d uccidere il professore per rubare i tesori archeologici all'interno di un tempio da poco scoperto. Marc cerca di fermarlo, per finire pestato  a dovere e lasciato a morire nel freddo deserto. Ma scatta il miracolo. Un gruppo di fedeli di Khonshu, il dio a cui era dedicato il tempio, porta il corpo di Spector di fronte alla statua del dio, che decide di resuscitare il mercenario in cambio dei suoi servizi come nuovo avatar della divinità della Luna e della Vendetta. Marc spector quindi ritorna in vita, più forte di prima. Morto e resuscitato? Fateci l'abitudine
Khonshu
Marc quindi potenziato dal dio, sconfigge Bushman, che però giurerà vendetta contro il nostro mercenario preferito, diventando nel corso degli anni la nemesi principale del cavaliere lunare. Segni particolari, ha i denti d'acciaio, e uccide la gente morsi. Si fa perdonare la pittura da fesso in faccia.
Tornato negli States, Moon Knight avrà come alleato Jean Paul DuChamp,esperto pilota da lui soprannominato Frenchie, che per molti anni sarà al suo fianco pilotando la maggior parte dei veicoli di Moon Knight, specialmente l'elicottero a forma di falce di Luna
E Marlene Alaraune, figlia del professore ucciso da Bushman, con cui inizierà una relazione con molti alti e bassi.
Essere l'avatar di una divinità dona a Moon Knight diversi poteri superumani, legati alle fasi lunari. Con la luna piena possiede un grande quantitativo di superforza, velocità e riflessi, che vanno calando col calare della luna. E' anche un ottimo combattente a mani nude e grazie al suo passato ma mercenario non ha remore nello spaccare qualche faccia. Inoltre ha a sua disposizione un grande numero di gadget e armi (antiche e moderne) come balestre, tirapugni, shuriken a forma di falce lunare... Il suo costume è antiproiettile e il mantello può fungere da aliante.
Tornato negli States, Marc userà i suoi guadagni da mercenario per iniziare un impresa, accumulando una piccola fortuna, assumendo l'identità del miliardario Steven Grant. E per mantenere i contatti con la criminalità e l'uomo della strada, quella del tassista Jake Lockley. Giusto per non rendere le cose complicate. La chiamata di Khonshu finirà però per allontanare il nostro dai suoi amici e da Marlene, che lo lascerà. Moon Knight,posseduto dallo spirito di Khonshu entrerà però nei Vendicatori della Costa Ovest, iniziando una relazione con Tigra (chiamalo scemo)
Quando il dio egizio Seth attaccherà il mistico reame di Asgard, il dio della luna lascerà il corpo di Marc, che lascerà i vendicatori e tornerà da Marlene e Frenchie, solo per morire di nuovo ed essere resuscitato da Khonshu dopo aver sconfitto Seth. Noto un certo pattern.
Moon Knight tornerà così a calcare le scene del mondo dei supereroi, combattendo terroristi, il Punitore (erano gli anni 90. Che bei tempi). Finirà anche infettato dall'essere demoniaco noto come Demongoblin, che renderà la pelle di Marc fragile come burro. Per tenersi letteralmente insieme, il cavaliere Lunare dovrà indossare una tuta corazzata in adamantio (metallo fittizzio indistruttibile). Cioè un costume armatura. No davvero, spiegatemi che fascino abbiano. Sono qui.
Faremo anche la conoscenza di Mezznotte, figlio di un vecchio nemico di Marc, diventato eroe col profondo desiderio di essere sidekick del nostro. Riuscirà nel suo intento, per finire vaporizzato da un raggio laser, per poi essere resuscitato come cyborg assassino. Diciamo che non è stata una partnership favolosa.
Marc dovrà anche affrontare suo fratello Randall, da sempre geloso del fratello, tanto da impazzire e cercare di sostituire il fratello come avatar di Khonshu. Randall menomerà Frenchie ma morirà impalato in uno scontro col fratello
Sarà un latro Seth a causare la terza morte di Marc Spector, un programma computerizzato che voleva distruggere l'umanità grazie ad un progetto chiamato Ora Zero ( da non confondersi con quella Dc). Marc si sacrificherà per salvare le persone che ama, lasciando di nuovo questo piano dell'esistenza.
Khonshu, probabilmente a corto di personale, resusciterà di nuovo il suo avatar preferito, che aiuterà diversi supereroi come Pantera Nera e l'uomo ragno, ed entrerà nel non gruppo dei Marvel Knights (Da non confondersi con l'omonima linea a fumetti. Ne parleremo? Non saprei, decidete voi)
Moon Knight si prenderà poi una pausa dalla sua crociata di giustizia dopo aver ucciso selvaggiamente Bushman ed avergli letteralmente strappato la faccia. Marc dovrà quindi affrontare una profonda crisi personale, data da uno stato di salute non ottimale, e dai dubbi nei confronti di Khonshu. Per non parlare del ritorno di vecchi amici e nemici, come Midnight, che ha deciso che non vuole ammirare Moon Knight. Lo vuole morto.
Durante la guerra civile fra i supereroi ( storia lunga, leggete qui), Moon Knight si registrerà, seppur con qualche problema. Ha infatti sviluppato un disturbo di personalità multipla, ognuna legata ad una sua identità (Marc, Steven,Jake,Khonshu). Dopo qualche tempo però, al governo non piacerà avere un folle a difendere la città, e scatenerà i criminali noti come Thunderbolts alla caccia del nostro, specialmente Bullseye, un killer così in gamba che può trasfomare qualsiasi oggetto in un arma. Marc fingerà la sua morte per nascondersi in Messico, con la personalità di Jake in controllo. ( che colpo di scena!)
Grazie a Jake, Moon Knight tornerà a New York, e combatterà il crimine senza però uccidere nessuno, ottenendo così l'approvazione del pubblico. La criminalità organizzata resusciterà così Bushman per metterlo contro il cavaliere bianco. Bushman lobotomizzerà un'intera prigione per avere carne da cannone. Dopo un duro scontro, Moon Knight si ritroverà di nuovo contro Bushman, e mentre Khonshu urlerà per avere Vendetta, Jake Lockley risparmierà il nemico, e riuscirà a riconciliarsi con Frenchie e Marlene, che dopo anni lo vedranno equilibrato nel corpo e nella mente
Questa chiarezza di testa darà al nostro un posto nel team di Capitan America dedito a missioni stealth, i Vendicatori segreti
Moon Knight si sposterà poi a Los Angeles, per dirigere e produrre uno show sulla sua vita. Peccato che avrà sviluppato tre nuove personalità: Wolverine, L'uomo ragnoe Capitan America. Era già difficile vivere con tre tizi nella testa, figuriamoci con tre supereroi. Da solo nella metropoli, Moon Knight cercherà si sconfiggere il capoccia del crimine locale. Se le voci nella sua testa lo lasciano stare.
Questo è Moon Knight. Passiamo al sodo. Sì. Sotto certe cose è simile a Batman. Siete contenti? Personaggio con potenzialità (storia fessa, legame mistico, costume bellissimissimo), ha avuto talmente tante retcon che è difficile capirne l'essenza. E' come se avessimo letto di cinque/sei Moon Knight diversi, tutti legati da stratagemmi narrativi scialbi, senza citare le ripetute morti. Possiamo dire che manca di consistenza, e non è certo colpa delle personalità multiple. Però forse un po' di consistenza c'è. Moon knight è così duro che lui una lotta da calci inculo con i nomi tirati giù la chiama Martedì pomeriggio.
E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Lunacottero pronto a partire. Let's go

Nessun commento :

Posta un commento

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio