Didascalia

Didascalia

lunedì 17 settembre 2012

Il ranger solitario (Pietre Miliari)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che non ama particolarmente i Western, ma andiamo. E' difficile non amare questo Cowboy mascherato che entra in scena con l'overture del Guglielmo Tell. Stiamo parlando del Lone Ranger, come molti eroi degli anni 40 nasce in radio, ma finisce anche sulla carta stampata dei nostri amati fumetti, diventando così un icona. Quindi impugniamo le colt, selliamo i cavalli e andiamo a conoscere il nostro Ranger Solitario!
Roditi il fegato Tex Willer!



 Nato in radio, il nostro eroe fa la sua prima apparizione nel 1933, diventando rapidamente un successo, tanto che il nostro inizia a saltare da un medium all'altro. Tutte le varie versioni del nostro però, hanno in comune la sua origine. Sei Texas Ranger cavalcano impavidi nel deserto, e vengono attaccati dalla banda di Butch Cavendish. Cinque Ranger muoiono, mentre il sesto, il Ranger Reid (il nome vero cambia da versione a versione) viene salvato da un indiano solitario, Tonto, che nella sua lingua significa "il selvaggio" ( lo so che in italiano è un nome stupido, ma il nostro è un figo! Ecco una diapositiva)
 Dopo aver curato il giovane ranger, il duo scava sei tombe per i cadaveri, in modo da far credere alla banda Cavendish che non ci sia stato nessun sopravvissuto. Reid prende un pezzo di stoffa dalla giacca del capitano dei Ranger (nonchè suo fratello) e si cuce un a mascherina. Era nato il Ranger solitario, e il crimine nel vecchio West non avrebbe mai più dormito sonni tranquilli.


 Guidato da un rigido codice morale, anche dopo aver arrestato i Cavendish, Lone Ranger e Tonto continuano a pattugliare il vecchio West di frontiera. Subito il serial divenne famoso anche per i suoi tormentoni. Come "Kemosabe", parola inventata che nella lingua di tonto significa "Compagno" riferita ovviamente al nostro Ranger. Il fatto che il Ranger non si sia mai visto senza la maschera, e forse quello più famoso, riguardante il suo fido cavallo Bianco, Silver.
 Alla fine di ogni avventura, il ranger urlava infatti "Al galoppo Silver!" cavalcando verso il tramonto. Il cavallo Silver, intelligente e velocissimo, divenne presto vero protagonista e non solo mezzo di locomozione per il nostro eroe. Ebbe anche una sua serie regolare. No, non chiedetemi il perchè. Per favore.
 Lone Ranger è un abile cavallerizzo, combattente e tiratore. Usa una coppia di Colt 45 con proiettili d'argento. Per ricordarsi che la vita è preziosa, proprio come un piccolo cilindro d'argento. Il ranger infatti spara solo per disarmare, e mai per ferire.
 Come molti personaggi di pubblico dominio, il nostro è saltato da una casa editrice all'altra, finendo di recente sotto l'egida della Dynamite, che gli ha dato una nuova serie regolare, nonchè diversi crossover con latri personaggi famosi del vecchio West. Uno su tutti? Zorro.
E i fan urlarono di gioia per sei giorni e sette notti
 Lone ranger è un personaggio molto vecchia scuola. Retto, leale, all'altezza. Le sue avventure, al contrario di altri personaggi, sono cristallizate in un unico ambiente, dandogli certamente poca libertà di movimento in altri generi. resta però un classico del fumetto d'avventura, e il suo iconico costume, le buffe frasi ricorrenti, e soprattuto il suo rigido codice morale (ehi, il nostro quando va nei saloon ordina solo un caffè. Storia vera) lo rendono un personaggio veramente affascinante, anche per questo gusto un po' retrò. E diciamolo ragazzi. Non facciamoci ingannare dal fatto che il Ranger e Tonto Sparino solo per ferire. Questi due sono tipi tosti.
Dai! Cavalca nel fuoco!
 Tanto più, che nella famiglia del nostro Ranger, figura anche un altro famoso eroe della radio, il calabrone verde! (bisnipote dell'originale Ranger solitario)
Parleremo anche di lui.
 Il Ranger ebbe dalla sua numerosi serial televisivi. Il più famoso venne trasmesso dal 1949 al 1957, el'attore principale, Clayton Moore rifiutò di farsi vedere dall troupe e dai fan senza maschera. Quando si dice dedizione alla parte. Questo portò a numerose critiche da parte dai fan quando fu scelto John Hart per rimpiazzarlo nel lungometraggio per il cinema.
 E dopo anni, nel 2013, Lone Ranger tornerà sui nostri schermi. Il Ranger cavalcherà ancora, e ad indossare la maschera sarà Armie Hammer, e Tonto sarà.....Johnny Depp. Non sembra più stupido nevvero?

E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Al galoppo Silver! Pronti a partire. Let's go!

Nessun commento :

Posta un commento

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio