Didascalia

Didascalia

martedì 25 settembre 2012

I supergruppi (Comics Clichè)

Benvenuti cari centounisti ad un nuovo appuntamento con comicsverse 101, il blog che sa che non c'è nessun "io" in "squadra"! Gli eroi dei fumetti cercano di essere persone più o meno normali. Certo, persone che vanno in giro vestite con i loro pigiami a picchiare criminali e alieni. E come tutti, a volte trovano alcune attività che non sono fattibili in singolo, e devono quindi riunirsi in squadre, team, gruppi, scegliete voi. Analizziamo cosa rende un gruppo di supereroi interessante!

Gli Agenti dell'Atlas non partecipano alla gara di miglior supergruppo. Per sportività. Come puoi battere un gruppo formato da un robot, una scimmia, una dea, un alieno, un agente segreto e la regina di atlantide. Oltretutto scritto da Jeff Parker. Non c'è veramente gara

Il tema principale dei supergruppi, è estremamente semplice. E venne un giorno diverso da tutti gli altri, un giorno in cui gli eroi più potenti della terra si unirono per combattere un nemico comune. E fin qui, siamo nella logica andante. Se devo effettivamente affrontare una divinità, e il mio superpotere è vedere al buio, forse ho bisogno di un pelo d'aiuto. Questo semplice principio è alla base della formazione dei Vendicatori, eroi più potenti del cosmo Marvel, uniti per affrontare il dio del male Loki

Caspita! Tra i fondatori c'è Hank Pym! Ma guarda il caso
Così come alla base della fondazione della Lega della Giustizia, unita per affrontare Starro il conquistatore, un enorme stella marina col potere di controllare la mente. E non guardatemi così, io ve lo riporto e basta, mica lo scrivo. In seguito, in ambo i gruppi verranno aggiunti diversi eroi, diversi per poteri, etnie e nazionalità. Alcuni supergruppi hanno avuto negli anni dozzine e dozzine di membri, che a rotazione servivano per difendere libertà, giustizia e...no davvero, stelle marine?
e per quanto sia divertente vedere dozzine di supereroi, ognuno con poteri diversi combattere minacce enormi. Immaginate lampi scarlatti, energia smeraldina, pugni d'acciaio e missili alla termite combattere contro un divoratore di mondi. Abbastanza epico vero? Beh, c'è certamente un lato negativo. Quando i supergruppi sono troppo numerosi, si rischia di focalizzarsi solo su alcuni membri, lasciando indietro quelli meno interessanti. Un esempio? Il primo supergruppo del mondo, la società della giustizia ha al suo attivo almeno una ventina di membri, e questo fa sì che nelle avventure del gruppo alcuni eroi come Hourman abbiano sì e no tre battute, portando così a personaggi bidimensionali e sciatti. Poi per carità, la società della giustizia si menava coi Nazi, quindi un po' di cose gliele perdoniamo
Un team però può unirsi anche per altri motivi. A volte i supereroi hanno altro in comune rispetto ad una minaccia comune. Gli X-men ad esempio sono sì una forza paramilitare, ma tutti legati dal loro essere mutanti. Chiunque sia un mutante e abbia voglia di addestrarsi giorno e notte può diventare un X-men. L'idea di base è particolarmente buona, permette infatti di parlare in modo semplice della metafora del diverso. Sei un ragazzo imbranato? Magari sei un mutante! E soprattuto non sei da solo.
Esistono anche team formati dal governo, rendendo quindi i supereroi veri e propri agenti governativi. Abbiamo quindi ad esempio Alpha Flight, i Vendicatori del Canada! E sì, alcuni sono anche francesi.
Ma abbiamo già visto che non solo gli adulti possono essere supereroi. Spesso anche gli adolescenti si uniscono in supergruppi. Esistono varie motivazioni. Ci sono gruppi di sidekick ( leggete qui), ci sono gruppi di scappati di casa (qui). E poi ci sono gruppi ispirati da grandi eroi del passato, uniti per proteggere la galassia. I gruppi di adolescenti sono leggermente diversi da quelli degli adulti. Seppur le dinamiche dei gruppi siano più o meno le stesse, ovviamente il lato emotivo è molto esagerato. E possiamo quindi assistere a dinamiche da soap opera, con fidanzamenti, tradimenti eccetera. Figuriamoci poi quando i membri sono una legione
Negli anni il concetto di supergruppo è cambiato e si è evoluto. I fumetti che raccontano le dinamiche di un gruppo di supertizi in principio erano avventure semplici, senza troppi castelli sul carattere dei personaggi o cose come una "Continuità". Gli scrittori così iniziarono una politica particolare. Se il personaggio aveva una sua serie regolare (ad esempio Superman) lo si levava dal gruppo, per lasciare spazio ai personaggi orfani di un ruolo da protagonisti. I personaggi più famosi divennero quindi relegati a  ruoli di supporto nei fumetti sui team, citiamo la run dei Vendicatori di Bob Harras (qui). Nel nuovo millennio si provò però una nuova strategia. Team basati solo sull'azione, e sulle dinamiche del gruppo piuttosto che l'attenzione per il singolo, portando a risultati strabilianti con la Lega della Giustizia di Morrison, o con risultati disastrosi come con la maggior parte dei supergruppi armati fino a i denti che impazzavano negli anni 90
Fino al momento in cui non lo scriverà Alan Moore pensate che il grosso tipo viola in fondo avesse un senso?
Esistono però anche supergruppi particolari, che non hanno come scopo della loro vita picchiare i malvagi. Almeno, non solo quello. Ad esempio Planetary è un gruppo di archeologi dedito a svelare i misteri del mondo. E sì, tirano calci in culo e tirano giù i nomi, giusto per dimostrare che indagare non è noioso come sembra.
Ovviamente anche i supercriminali si uniscono in gruppi. Sono persone anche loro in fondo! Malate di mente forse ma persone! E come con i gruppi di bravi ragazzi abbiamo gruppi formati per combattere un nemico comune come la società segreta dei supercriminali
O gruppi che iniziano a combattere un nemico comune, ma iniziano a piacersi a vicenda, diventando quasi una famiglia mooooooolto disfunzionale. E' il caso dei Nemici di Flash (si chiamano proprio Nemici giuro), una banda di psicopatici, che non ammetterà mai di piacersi, ma ha un legame più forte di alcuni gruppi di buoni
Oh sì, e sono dei fichi paurosi
In casi estremi, il gruppo cambia i suoi componenti. Chi entra nei Vendicatori impara a combattere al fianco dei Titani. Chi entra nella Società della Giustizia impara la responsabilità. Ma quando un gruppo di criminali gioca a fare gli eroi, in un caso molto famoso, magari inizia ad adorare il ruolo. E magari, dalle ceneri da un gruppo di fetenti nasce un gruppo di uomini  in cerca di redenzione, come i Thunderbolts
Un gruppo di personaggi è estremamente interessante. Offre spunti unici dal punto di vista narrativo, con dinamiche da soap opera mica da ridere. Si possono vedere i nostri personaggi preferiti interagire fra di loro, innamorarsi o anche prendersi a pugni. E' un ottimo sistema per identificarsi, e rende la storia più piccante e molto più realistica di un eroe che ammazza la gente con una motosega descrivendo nella sua testa tutto quello che fa. E' difficile da gestire? Cazzo sì. Qualche paragrafo prima abbiamo parlato di personaggi bidimensionali e poco sfruttati. Diciamo che questo è forse il problema più frequente. Vuoi leggere i Vendicatori? Peccato, aspettati Luke Cage e i suoi fantastici amici. Per carità, non è assolutamente facile gestire otto personaggi in gradi di spaccare le montagne con le sopracciglia, figuriamoci poi se sono questi
Aaaaaaaaaaa! I miei occhi!!!!!
Ma tutto sommato, ne vale la pena. L'eroismo, i valori, il senso di storia Epica che dà una bella storia di gruppo è difficilmente raggiungibile. E poi dai, a chi non piacciono le botte fra supergruppi?
Ho appena avuto un nerdgasmo.
E anche per oggi è tutto. Stay tuned per nuovi aggiornamenti. Zeus pronto a partire. Let's go!

2 commenti :

  1. Quindi la Lega della Giustizia si era riunita all'inizio per combattere le stelle marine? Alieni spaziali dalla forma di stelle marine che facevano le stelle marine? Meglio non commentare. I Vendicatori riuniti per la prima volta contro Loki ha più senso. Poi vabbè, i gruppi mica si giudicano da come si sono riuniti, ma certo che uno ti guarda in modo strano se gli vai a raccontare delle stelle marine. O_o
    Grazie del saggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se fra tutti e due non è che la loro prima apparizione fu così spettacolare....Loki magari non ci assomigliava ad una stella marina, ma la personalità di una c'e lì'aveva eccome :P

      Elimina

I commenti sono sicuramente benvenuti, ma non sono graditi gli spoiler (a meno non siano già negli articoli) o la maleducazione. Cerchiamo di essere degli appassionati di fumetti civili ok? Il commento "anonimo" è probabile finisca nello Spam. Se riuscite ad evitarlo, meglio